Fiom: ordine del giorno contro l’ampliamento della base Usa a Vicenza

Il Comitato centrale della Fiom-Cgil, riunito in Roma il giorno 16 gennaio, esprime la propria netta contrarietà alla costruzione della seconda base Usa a Vicenza presso l’aeroporto Dal Molin.

Il Comitato centrale sostiene e condivide la lotta in corso da mesi a
Vicenza contro tale progetto di preparazione e supporto alla guerra, per
affermare invece una politica internazionale di pace.

La democrazia non si esporta con le armi e la pace si costruisce con relazioni tra popoli e paesi ispirate e informate alla cooperazione, al reciproco rispetto e alla pari dignità.

Il Comitato centrale della Fiom chiede al Governo italiano di respingere
sia l’ultimatum nei confronti dell’Italia che il ricatto occupazionale degli
Usa sui lavoratori civili dell’attuale base americana.

Il Comitato centrale chiede infine al Governo italiano di pronunciarsi contro tale progetto per affermare una politica estera diversa dal precedente Governo, per rispettare la democratica richiesta referendaria dei cittadini e delle forze che si oppongono al progetto – richiesta negata dalle istituzioni locali – e per impedire una nuova devastazione ambientale, utile solo alla guerra.

(Approvato all’unanimità)

Roma,16 gennaio 2007