Er Senatore Claudio Grassi

Prima ce fu la lite cor Valentini e lo spilungone
eppoi diventò ‘na cosa seria, fino ar vortafaccia
d’elegge Segretario quer metrommezzo de regazzone,
sì, quer fregnone de Giordano. Accusì inizziò la caccia
ar traditore, che stufo doppo anni anni de vita de frazzione,
chiedeva de potè aprì a tantantri compagni le braccia
e puntà, ner partito, dritto dritto a ‘na nova staggione.
Questi sò li fatti, senatore Grassi, lider de la Santaccia,
cioè de la mozzione ‘ndove a bommercato tutto se spaccia,
mejo de ‘n’ aggenzia interinale, pe cconseguì un posto sicuro
senza tenè in testa un penziero e senza perde la faccia.
Ecco perché l’amichi tui aspetteno bboni er communismo futuro
chiusi drento quattro mura pe lla vergogna de nun fà ‘na figuraccia
e valutano li fatti cor griggiore der biancoscuro.