DICHIARAZIONI DI VOTO DI FOSCO GIANNINI AL CPN DEL 14-14 Giugno

Sull’Ordine del Giorno presentato e firmato solo da Paolo Ferrero
(Piano di lavoro) :

“ Il documento della Segreteria Nazionale chiede giustamente al Coordinamento della Lista Comunista e anticapitalista di mobilitare i comunisti del Prc e del PdCI e le forze anticapitaliste contro il governo Berlusconi. Ciò viene ripetuto dal compagno Ferrero nella sua introduzione e nelle sue conclusioni. Troviamo dunque surreale che tale indicazione non appaia in questo ODG, che votiamo solo per evitare momenti di rottura e nella consapevolezza che la linea è quella indicata dal Documento Politico della Segreteria Nazionale”.

Fosco Giannini

Sull’Ordine del Giorno presentato e firmato solo da Ramon Mantovani:

“La gestione unitaria è un bene supremo. Ma questo ODG parla d’altro, poiché impone che già nel prossimo CPN la Segreteria Nazionale sia allargata alla Seconda Mozione, che è ancora contraria – come si è visto dal dibattito odierno – allo spirito di Chianciano e ripete la sua proposta di costruzione di una forza di Sinistra, alternativa all’autonomia comunista. Abbiamo proposto, per poter votare questo ODG, che in esso vi fosse una modifica e vi fosse scritto: “ si avvia sin da oggi un processo unitario”, ma senza affermare che esso si ratifichi già dal prossimo CPN. Poiché tale modifica non è stata accolta votiamo contro. Mentre votiamo convintamente a favore della prima parte dell’ODG, esprimendo consenso alla Segreteria Nazionale ”.

Fosco Giannini