Dichiarazione congiunta PdCI-PCdoB sull’impresa automobilistica FIAT

Traduzione di l’Ernesto online

Con la presente dichiarazione, il Partito dei Comunisti Italiani (PdCI) e il Partito Comunista del Brasile (PCdoB) denunciano pubblicamente il clima di intimidazione e di ricatto e le azioni antisindacali contrarie agli interessi dei lavoratori da parte dell’impresa multinazionale italiana FIAT in Italia e in Brasile.

I nostri partiti fanno appello a tutti gli operai delle fabbriche della FIAT in entrambi i paesi, specialmente ai loro rappresentanti sindacali, per stringere i legami di classe, con l’obiettivo di denunciare e combattere pratiche come la repressione della libera organizzazione dei lavoratori.

In tal senso, attraverso questa dichiarazione, Il PdCI e il PCdoB dichiarano la loro incondizionata solidarietà di classe con gli operai della FIAT di Italia e Brasile, invitandoli a lottare per i loro diritti sindacali e del lavoro, solidarizzando con la causa comune dei lavoratori in entrambi gli emisferi, per l’affermazione della democrazia e del rispetto dei diritti nella fabbrica.

Marzo 2011

Oliviero Diliberto
Segretario Nazionale del Partito dei Comunisti Italiani (PdCI)

Renato Rabelo
Presidente Nazionale del Partito Comunista del Brasile (PCdoB)