Conferenza del Ministro degli Esteri di Cuba

Patologica ossessione contro Cuba

• Cuba accusa il governo degli Stati Uniti di usare il tema dei Diritti Umani in maniera irrazionale e insensata.
• Gli Stati Uniti soffrono di una patologica ossessione per quanto riguarda Cuba e stanno creando incidenti contro il popolo cubano.
• Il governo di Bush ha perso il senso della realtà. Invece di recarsi a Ginevra per spiegare la situazione dei Diritti Umani negli Stati Uniti, va per denunciare.
• Quel paese é quello che possiede meno autorevolezza morale per accusare e per riferirsi al tema dei Diritti Umani.

Gli Stati Uniti presenteranno un progetto di risoluzione contro Cuba

• E’ confermato che gli Stati Uniti presenteranno a Ginevra un progetto di risoluzione anticubana. Cuba ne ha ottenuto il testo.
• Ora lo stesso portavoce del Dipartimento di Stato nordamericano ha riconosciuto che il suo governo, come denunciato sistematicamente da Cuba, ha appoggiato le risoluzioni contro Cuba negli anni passati.
• Il fatto che lo stesso governo statunitense patrocini un progetto di risoluzione contro Cuba, costituisce una vera sconfitta morale.

Gli Stati Uniti non sono riusciti a trovare un solo paese che presentasse un progetto di risoluzione contro Cuba

• Nonostante i tentativi fatti, fino ad ora gli Stati Uniti non sono riusciti a trovare un solo paese disposto a presentare il progetto di risoluzione contro Cuba.
• Il progetto di risoluzione contro Cuba é patrimonio esclusivo del governo statunitense.
• La paternità del progetto dimostra che il tema dei diritti umani a Cuba é preoccupazione solo degli Stati Uniti e non della comunità internazionale o dei paesi dell’America Latina.

Squallido progetto di risoluzione

• Il testo del progetto statunitense é deboluccio sia per quanto riguarda il contenuto che l’argomentazione.
• Secondo gli stessi nordamericani, l’obiettivo é di mantenere nell’agenda della Commissione dei Diritti Umani del prossimo anno il tema dei diritti umani a Cuba.
• Il progetto di risoluzione anticubano ha inoltre lo scopo di fabbricare un pretesto per mantenere l’aggressione contro Cuba.
• Cuba rivolge un appello a votare contro il progetto di risoluzione statunitense. Cuba spera che sia fatta giustizia.
…….

Possibile sconfitta degli Stati Uniti

• Esistono segnali che rivelano la preoccupazione degli Stati Uniti sul fatto che quest’anno il loro progetto di risoluzione possa non essere approvato.
• Nella Commissione dei Diritti Umani vi é un nuovo clima di resistenza nei confronti delle manovre nordamericane. Non si può continuare a minacciare tutti, all’infinito.
• Moralmente, gli Stati Uniti sono stati già sconfitti.

Non c’é ragione per una risoluzione contro Cuba

• Cuba considera che oggi non vi sia ragione che gli Stati Uniti presentino un progetto di risoluzione contro Cuba, in base al tema 9 o a qualsiasi altro tema.
• Con il loro progetto di risoluzione gli Stati Uniti non possono ottenere la condanna di Cuba nella Commissione dei Diritti Umani.
• A Cuba non esistono persecuzioni, ne torture o assassinii extra giudiziari. Ciò che esiste, é una contrapposizione ferma ed onesta nei confronti di chi si presta a difendere la politica degli Stati Uniti.
• Cuba chiama gli Stati Uniti a rettificare e a riconoscere di aver sbagliato.

Cuba continuerà a dare battaglia

• Cuba combatterà con tutte le sue forze, pensando non solo a se stessa ma a salvare la Commissione dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.
• E’ necessario riscattare la Commissione dei Diritti Umani dal discredito e dall’ipocrisia.
• La democrazia prospettata solo sulla carta non é democrazia.
• Ogni paese ha il diritto di scegliere il proprio sistema.
• Gli Stati Uniti sono il principale nemico della pace nel pianeta.
• Cuba denuncia ancora una volta il caso dei cinque eroi cubani rinchiusi nelle carceri degli Stati Uniti.

Progetti di risoluzione che presenterà Cuba

• L’attuale scenario internazionale non favorisce il rispetto e la piena fruizione dei diritti umani.
• Cuba presenterà nella Commissione dei Diritti Umani 9 progetti di risoluzione: sul diritto all’alimentazione, come diritto essenziale dell’essere umano; sul debito estero e le riforme strutturali imposte ai paesi del Terzo Mondo; sul diritto dei popoli ad un ordine internazionale democratico ed equitativo; sulla promozione della pace come requisito per la fruizione dei diritti umani in tutto il pianeta; sulle misure coercitive e unilaterali; sui diritti culturali e sul rispetto delle identità culturali; sulla partecipazione popolare, l’equità e la giustizia sociale; sulla composizione del personale dell’Ufficio dell’Alto Commissario della Commissione dei Diritti Umani; sull’uso dei mercenari.