Condanna della incursione militare USA in Siria

Il Consiglio Mondiale della Pace (WPC) condanna con fermezza la recente incursione militare USA in territorio siriano, vicino al confine con l’Iraq, quale atto di evidente violazione del diritto internazionale.
La violazione dell’integrità territoriale della Siria, l’operazione militare in terra straniera, dimostrano ancora una volta il carattere imperialista degli USA e delle loro politiche in Medio Oriente, con l’occupazione in atto dell’Iraq e dell’Afghanistan da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati e con il genocidio attuato nei territori occupati palestinesi.
Ciò evidenzia che cosa gli USA e la NATO si prefiggano con il cosiddetto Grande Medio Oriente e il carattere delle loro minacce contro le nazioni e i paesi sovrani della regione.
Respingiamo qualsiasi idea di piani futuri di attacco all’Iran, invitiamo i popoli del mondo amanti della pace a restare in guardia.
Il WPC denuncia tali politiche ed esige un completo ritiro di tutte le forze di occupazione dal Medio Oriente, comprese le alture siriane del Golan. Sottolineiamo che la pace nella regione potrà essere realizzata solo con la creazione di uno Stato libero e indipendente della Palestina entro i confini del 1967 e con Gerusalemme Est come sua capitale.

Atene, 28 ottobre 2008
Segreteria del Consiglio Mondiale della Pace

Fonte: http://www.wpc-in.org/
Traduzione di Mauro Gemma