Per la Russia, il voto contrario alla risoluzione che condanna la glorificazione del nazismo viola le risoluzioni del Tribunale di Norimberga

E-mail Stampa PDF

a cura della redazione

Il commissario del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa per i diritti umani, la democrazia e la supremazia del diritto, Konstantin Dolgov, ha dichiarato che il voto con cui USA, Canada e Ucraina hanno apertamente manifestato la loro contrarietà alla risoluzione sulla lotta contro il neonazismo, approvata dalla maggioranza dei paesi presenti nell'Assemblea Generale dell'ONU, rappresenta una violazione degli impegni assunti, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, con le risoluzioni del Tribunale di Norimberga.

Il diplomatico si è detto certo che le opinioni pubbliche di questi paesi non sono assolutamente in sintonia con le posizioni assunte dai rispettivi governi in questa occasione.


Fonte agenzie russe