Firmato il “contratto del secolo” tra Mosca e Pechino

E-mail Stampa PDF

da italian.ruvr.ru

Le trattative tra Gazprom e la compagnia cinese CNPC, durate alcuni anni, si sono finalmente concluse. Il “contratto del secolo” per la fornitura del gas russo alla Cina è stato firmato a Shanghai in presenza del presidente Putin e del suo omologo cinese Xi Jinping.

L’amministratore delegato di Gazprom, Aleksej Miller, si è rifiutato di comunicare il prezzo che sarà pagato dalla Cina dicendo che è un “segreto commerciale”. Ha fatto sapere tuttavia che il contratto, che ha la validità trentennale, frutterà alla Russia 400 miliardi di dollari. Ciò permette di supporre che il prezzo per la Cina sarà di circa 350 dollari USA per 1000 metri cubi.

Le forniture del metano russo alla Cina inizieranno nel 2018. Ogni anno la Cina riceverà 38 miliardi di metri cubi di gas russo. In seguito, come previsto dal contratto, le forniture potrebbero essere aumentate fino a 60 miliardi di metri cubi. Si confrontino queste cifre con il volume delle esportazioni verso Europa, dove quest’anno Gazprom fornirà poco più di 160 miliardi di metri cubi.


CONTINUA A LEGGERE