Gran Bretagna. In 50.000 contro l’austerity, ma la Bbc censura

E-mail Stampa PDF

da www.tribunodelpopolo.it

Clamoroso in Gran Bretagna dove, a Londra, oltre 50.000 persone si sono trovate in un corteo anti-austerity inspiegabilmente censurato e ignorato dalla Bbc.

Nella giornata di sabato decine di migliaia di persone sono scese in piazza proprio a pochi metri dal palazzo della Bbc, ma incredibilmente, l’emittente britannica ha pensato bene di censurare l’avvenimento, alla faccia della serietà e della puntualità dell’informazione british, troppo spesso mitizzata a caso anche da noi. Migliaia di persone hanno aderito alla “No More Austerity March”, una marcia indetta appunto per protestare in modo netto contro le politiche di austerity che in Inghilterra hanno colpito duro, basti pensare che il 33% delle famiglie è da considerarsi povera. La marcia è stata organizzata dalla “The People’s Assembly Against Austerity”, ovvero una coalizione di gruppi che si oppongono in modo chiaro al governo britannico e che coinvolgono l’estrema sinistra e alcuni sindacati. Non a caso la marcia è avvenuta di fronte alla sede della Bbc, accusata di ignorare l’impatto delle politiche di asuterity sulla società britannica, e infatti l’emittente ha pensato bene di confermare ogni dubbio decidendo di censurare e oscurare la manifestazione.


CONTINUA A LEGGERE