La Corea del Sud pagherà 866 milioni di dollari per mantenere truppe americane del suo paese

E-mail Stampa PDF

a cura di Erman Dovis

Il governo della Corea del Sud ha affermato questa domenica di aver concordato un pagamento di 866 milioni di dollari per mantenere le truppe militari statunitensi nel suo territorio, per un valore complessivo del 5,8% in più di quanto pagato nel 2013, secondo l’Agenzia Reuters.

L'accordo, raggiunto dopo una serie di negoziati iniziati all'inizio dello scorso anno e soggetto ad approvazione del Parlamento della Corea del Sud, fa seguito alla decisione di Washington di inviare più truppe e carri armati nel paese asiatico dal mese prossimo, per una redistribuzione della forza militare sul continente.


Il Ministero degli Affari Esteri della Corea del Sud, attraverso il portavoce Cho Tai-Young, ha detto che gli alleati hanno concordato un aumento massimo annuo del 4% sulla sopracitata contribuzione fino al 2018.

Tecnicamente ancora in guerra con la Corea del Nord, Seul copre parte dei costi della permanenza di truppe statunitensi nel paese dal 1991, ed attualmente è responsabile di circa il 40% dei costi totali. 

Gli Stati Uniti mantengono in Corea del Sud circa 28 mila soldati.

Informazioni dell’agenzia Japan Today