La Presidente argentina ha condannato la posizione dell'Occidente sulla situazione in Crimea

E-mail Stampa PDF

da italian.ruvr.ru

La leader argentina Cristina Fernandez de Kirchner ha ricordato che nella Carta delle Nazioni Unite è dichiarato il diritto dei popoli all'autodeterminazione, e questa norma deve essere applicata a tutti i Paesi.

Kirchner ha paragonato la situazione in Crimea con un altro caso nella storia moderna. Un anno fa il referendum si è tenuto sulle isole Falkland, il territorio conteso su cui pretendono Argentina e Gran Bretagna.

Nel 1982 la Gran Bretagna ha difeso i propri diritti sulle Falkland con la forza delle armi e nel marzo dell'anno scorso nel referendum quasi tutti i cittadini hanno votato per rimanere parte del regno. Poi, come ha ricordato Kirchner, l'ONU non ha contestato la legittimità della votazione.


CONTINUA A LEGGERE