Il confine che ci separava dalla guerra civile è stato superato

E-mail Stampa PDF

ZubchevskiDichiarazione di Alexander Zubchevskij,
deputato del Partito Comunista di Ucraina

Traduzione dal russo di Flavio Pettinari per Marx21.it

Il deputato del Partito comunista Alexander Zubchevskij ha riferito al servizio stampa circa i tragici eventi che stanno svolgendosi nel paese. "La maggior parte delle previsioni e degli avvertimenti più cupi che hanno più volte lanciato i comunisti è stata confermata. Il confine che ci separava dalla guerra civile è stato superato e tornare a un corso pacifico credo sia davvero complicato. Ieri tutto il mondo ne è stato testimone: l’opposizione è il principale animatore e organizzatore degli scontri che hanno portato alle uccisioni. Esattamente costoro e i leader delle bande di strada hanno portato la gente al massacro. Esattamente nelle loro mani la "protesta pacifica" si è trasformata in progrom e omicidi. Tutto è iniziato ancor prima che la Verkhovna Rada (il parlamento ucraino, NdT) appena tentasse di iniziare i lavori. Le modifiche necessarie da apportare alla Costituzione sono diventate solo un pretesto per prendere il potere.

Rilevo che l'opposizione non ha nemmeno dato la possibilità di aprire i lavori del Parlamento, e allora di quali cambiamenti stiamo parlando, come realizzarli? Il vero scopo dell’opposizione è il potere, il potere ad ogni costo. Il benessere delle persone, la loro vita normale, la protezione sociale sono l’ultimo dei loro problemi. Tutto questo ha portato alla divisione de facto del paese in due stati. Edifici occupai, unità militari, massacro degli oppositori politici e, la cosa peggiore, uccidono la gente. L’unica via d’uscita è l'introduzione di misure di emergenza per fermare il caos e la guerra civile. In secondo luogo, deve esserci l’adozione di modifiche immediate alla Costituzione in modo da cambiare la struttura statale in senso federale. Altro modo per salvare il paese unito, non c’è. Se oggi nelle teste di tutti i politici non c’è la matura consapevolezza della necessità di prendere queste misure, e quindi salvare il paese e i suoi cittadini, gli eventi si svilupperanno come nello scenario jugoslavo " ha detto

Alexander Zubchevskij
19 02 2014