Un esercito di camici bianchi per la salute nel mondo

E-mail Stampa PDF

di Lissy Rodriguez per Granma
Traduzione di Erman Dovis

Durante la cerimonia per il 15° anniversario della fondazione della Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM) hanno ricevuto un riconoscimento speciale il Comandante in Capo Fidel Castro ed il Generale dell’Esercito Raul Castro, Presidente del Consiglio di Stato e dei Ministri.

Siccome la storia di un Paese la scrivono i loro figli che la innalzano e la nobilitano con le loro azioni, e siccome la terra di Cuba da 15 anni a questa parte si è moltiplicata di un contingente di uomini e donne di questo calibro, pronti a salvare il mondo, si è celebrato un nuovo anniversario della Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM) presieduta da Josè Ramon Machado Ventura, secondo segretario del Comitato Centrale del Partito comunista di Cuba e Vicepresidente del Consiglio di Stato e dei Ministri.


Con il proposito di preparare a questi compiti più di 24 mila giovani diplomati nell’Istituto nel corso di tutti questi anni, per poi tornare alle loro comunità d’appartenenza per esercitare “il più nobile ed umano tra i mestieri”, si fondò questo Centro grazie ad una idea del Comandante in Capo Fidel Castro, che ha ricevuto un riconoscimento speciale durante la cerimonia tenutasi questo venerdi insieme al Generale dell’esercito e Presidente del Consiglio di Stato e dei Ministri, Raul Castro Ruz. Ambedue sono stati accolti da Machado Ventura.

“Saremo sempre disposti a fornire eccellente assistenza medica, assistere i nostri pazienti con lo stesso rispetto e amore che abbiamo imparato ad apprendere qui. Ma soprattutto, siamo disposti ad andare in qualsiasi parte del mondo, se necessario”, ha detto lo studente Johannes Molomo, presidente del Comitato Esecutivo Studentesco.

Egli ha qualificato Cuba come esempio di solidarietà e amore verso l’umanità: “E’ per questo che tutti debbono sapere che di fronte all’epidemia di Ebola che causa la morte di migliaia di persone, la risposta del popolo cubano non si è fatta attendere”, ha menzionato Molomo.

Un processo educativo di qualità ha permesso alla Elam di ricevere l’anno scorso l’attestato e la certificazione qualitativa istituzionale della Scuola di Medicina, realizzata dalla Commissione di Accreditamento Nazionale del Ministero Superiore di Educazione; un importante riconoscimento, come sottolineato da Josè Josè Corini, diplomato al sesto livello della scuola e vicepresidente dell’Associazione dei Laureati di Cuba, riferendosi alla competenza ricevuta durante la sua formazione.

“Ci hanno fornito gli strumenti per trasformarci e trasformare il nostro ambiente sociale con un impegno medico altamente professionale, unito ad una formazione scientifica, umanista e soprattutto solidale. E questo lo si concretizza con progetti per la comunità dove la nostra funzione consiste nell’elevare la qualità della vita” ha dichiarato.

L’occasione è anche servita per rendere un omaggio postumo al dottor Juan Domingo Carrizo Estevez, fondatore e primo direttore del Centro educativo , che con la sua dedizione ha contribuito allo sviluppo del progetto Elam, e per un pubblico riconoscimento al dottor Josè Miyar Barruecos, professore di diverse generazioni di professionisti della salute di Cuba e di altri paesi del mondo.

Il dottor Roberto Morales Ojeda, Ministro della sanità pubblica, ha omaggiato il collettivo di studenti, professori e lavoratori del Centro, a nome del Consiglio di Direzione del Ministero.

All’atto ha assistito anche il dottor Santiago Badìaz Gonzàlez, segretario generale del sindacato dei lavoratori medici, così come rappresentanti del corpo diplomatico accreditato a Cuba e funzionari del Minsap.