Internazionale

La Cina socialista e la visione globale

E-mail Stampa PDF

di Roberto Sidoli

drago cina bandieraRiceviamo e volentieri pubblichiamo la relazione tenuta da Roberto Sidoli, della redazione de La Cina Rossa, durante l’affollata e interessante assemblea svoltasi alla “Casa Rossa” di Milano il 18 gennaio 2014.

Cari compagni, nel corso del 2013 il partito comunista cinese è riuscito a produrre uno sforzo notevole, coronato da successo, sia nella praxis concreta su scala internazionale che nell’elaborazione teorica in politica estera: si tratta di un marxismo di matrice creativa e non-dogmatica, di cui cercherò di descrivere brevemente alcune nuove categorie-chiave e nuove idee guida, a partire dalla teoria della “mente internazionale.”

Infatti già il 23 maggio del 2013, attraverso un articolo pubblicato sul Quotidiano del Popolo, il segretario generale del partito comunista cinese Xi Jinping aveva sottolineato testualmente che “il popolo cinese è patriottico”, ma che “deve avere anche mente internazionale” e una “visione globale dei problemi interstatali”, attraverso l’elaborazione di un “Nuovo pensiero” (parole testuali) in cui emerge esplicitamente la necessità ormai pressante per la Cina (prevalentemente) socialista di assumersi “grandi responsabilità su scala mondiale.”

Leggi tutto...

Mosca e Pechino mandano un segnale all’Occidente

E-mail Stampa PDF

di Natalja Kašo | da italian.ruvr.ru

La Cina e la Russia rafforzano la propria partnership strategica e inviano dal Mediterraneo un segnale all’Occidente. Così gli esperti russi commentano il significato geostrategico delle prime manovre militari russo-cinesi svoltesi nel Mediterraneo. La Cina, trovandosi nel Mediterraneo su basi permanenti, vi accrescerà insieme con la Russia la propria presenza militare, il che consentirà di controbilanciare le forze della flotta della NATO.

L’incrociatore nucleare portamissili pesante russo Petr Velikij e la nave vedetta cinese Yang Cheng stanno mettendo a punto manovre congiunte e si esercitano nei voli di elicotteri navali. 

Leggi tutto...

Esponenti del PD in prima fila nell’opera di manomissione dell’Ucraina

E-mail Stampa PDF

da www.retedeicomunisti.org

Non bastavano i quotidiani reportage de l’Unità, de la Repubblica e di altri organi di stampa legati al partito di Renzi i quali si stanno distinguendo in una interessata narrazione degli avvenimenti in Ucraina tutta tesa ad avvalorare il lavorio di cannibalizzazione del paese portato aventi dai signori dell’Euro e del Dollaro.

E’ fresca di lancio la dichiarazione di Gianni Pittella, deputato del PD e Vice Presidente del Parlamento Europeo, il quale ha dichiarato che presenterà insieme all’ex presidente del Parlamento europeo Jerzy Busek un appello bipartisan perché siano applicate sanzioni economiche al governo ucraino da parte della comunità internazionale.

Questo personaggio – già candidato alle recenti primarie del Partito Democratico – è in prima linea, al fianco delle peggiori forze reazionarie, razziste ed omofobe che in questi giorni, come è ampiamente documentato, stanno sconvolgendo le città dell’Ucraina.

Leggi tutto...

MUOS: MALTESE (PDCI), I SICILIANI NON VOGLIONO ESSERE STRUMENTO DI GUERRA

E-mail Stampa PDF

pdci"Il delitto è compiuto: il no alla guerra e il diritto alla salute, sanciti nella Costituzione italiana, definitivamente cancellati; la colonizzazione statunitense della Sicilia completata".

Lo ha detto Patrizia Maltese, segretaria della federazione catanese e componente della Direzione nazionale dei Comunisti italiani, commentando l'avvenuta installazione a Niscemi della terza parabola del Muos.

Maltese ha sottolineato la "totale subalternità del governo nazionale alle politiche imperialiste e guerrafondaie degli Stati Uniti e il disprezzo delle battaglie di migliaia di siciliani contro questo strumento di distruzione e di morte" e auspicato un'inversione di rotta del governo regionale in difesa della pace, della salute e dell'ambiente.

Leggi tutto...

Come salvare l'Ucraina dalla guerra civile, secondo i comunisti ucraini

E-mail Stampa PDF

traduzione dal russo di Flavio Pettinari per Marx21.it | da www.kpu.ua

simonenko petro pcucrainaDichiarazione di Petro Simonenko, leader del Partito Comunista di Ucraina

Il Partito Comunista d’Ucraina esprime le proprie condoglianze per la tragica perdita di vite umane durante gli scontri armati provocati dagli estremisti ultra-radicali sulla via Grushevskij a Kiev.

La responsabilità di queste morti, dello spargimento di sangue e della violenza ricade in egual misura sul governo, che ha messo il paese e il popolo in mano ai leader della cosiddetta opposizione, dei raggruppamenti di estrema destra e neonazisti, delle organizzazioni dei militanti nazionalisti e dei politici stranieri che invitano la gente alla "radicalizzazione delle proteste" e alla "lotta ad oltranza".

Chiediamo che il governo e i leader del Majdan allontanino immediatamente dalle strade di Kiev  i militanti e la criminalità arrivati da tutto il paese, chiediamo loro di fermare l'uso della forza, garantire la non ingerenza negli affari interni dell'Ucraina delle potenze straniere e dei loro rappresentanti e di sedersi al tavolo delle trattative.

Leggi tutto...

Anche la Romania interessata alla “torta ucraina”?

E-mail Stampa PDF

Commento e traduzione a cura di Flavio Pettinari per Marx21.it

kiev molotov protesteGli articoli apparsi negli ultimi mesi sul sito di Marx21 hanno fatto luce sugli interessi stranieri che stanno infiammando l’Ucraina: l’interesse antirusso degli USA, la necessità dell’UE di nuovi spazi da sfruttare e, all’interno dell’UE, gli interessi particolari della Germania e dell’imperialismo straccione polacco.

Mi è capitato di leggere sul sito di Adevărul, uno dei quotidiani più letti in Romania, un inquietante articolo, datato 25 gennaio, di tale Dinu Zară, che traduco integralmente:

Ucraina sull'orlo della guerra civile. Siamo pronti a difendere i romeni di Bucovina, Herţa e Bessarabia del nord e del sud?

L'Ucraina è sull'orlo della guerra civile. La divisione del paese tra ovest filo-occidentale ed est filo-russo non è assolutamente esclusa. La Romania è pronta a intervenire e difendere i romeni nella regione di Černivci e nella Bessarabia meridionale?

Leggi tutto...

Arabia Saudita: Una retrograda dittatura della rendita e del terrorismo globale

E-mail Stampa PDF

di James Petras | da petras.lahaine.org

arabia saudita soldatiTraduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Introduzione

L'Arabia Saudita ha tutti i vizi e nessuna delle virtù di uno Stato ricco di petrolio come il Venezuela. Il paese è governato da una dittatura familiare che non tollera opposizione alcuna e punisce severamente i sostenitori dei diritti umani e i dissidenti politici. Centinaia di miliardi di proventi petroliferi sono controllati dal dispotismo reale e dagli investimenti speculativi sul petrolio di tutto il mondo.

L'élite dominante, per proteggersi, può contare sull'acquisto delle armi occidentali e sulle basi militari statunitensi. La ricchezza delle nazioni produttive è sottratta per arricchire il cospicuo consumo della famiglia regnante saudita. L'élite dominante finanzia, la più fanatica e misogina retrograda versione dell'Islam, quella "wahhabita", una setta dell'islam sunnita.

Leggi tutto...

L'Ucraina sta precipitando in una guerra civile provocata da forze fasciste e neo-naziste, con il sostegno della NATO e dell'Unione europea

E-mail Stampa PDF

di Fausto Sorini, responsabile esteri PdCI, segreteria nazionale

kiev violenza manifestantiUna sovversione violenta e reazionaria, organizzata e guidata da gruppi paramilitari fascisti e neo-nazisti ucraini e da professionisti al soldo dei gruppi dominanti dell'Unione europea e della NATO sta cercando di rovesciare le istituzioni democratiche elette dal popolo ucraino in libere elezioni. Elezioni riconosciute dagli osservatori internazionali e dalle Nazioni Unite.

Nelle regioni in cui la sovversione reazionaria ha preso il sopravvento in queste ore, sono già stati dichiarati "fuorilegge" il partito comunista ed altri partiti al governo.

Facciamo appello all'ANPI e alle forze antifasciste (non solo a parole) presenti nel Parlamento italiano ed europeo affinchè facciano sentire la voce in una situazione che sta trascinando l'Ucraina in una guerra civile sanguinosa, che minaccia la pace nel cuore dell'Europa. Chi ha ancora la volontà e la possibilità di influire sulla situazione, lo faccia. Oppure sarà corresponsabile di una gravissima connivenza con questo nuovo fascismo risorgente.

Leggi tutto...

Commemoriamo Lenin...

E-mail Stampa PDF

di Flavio Pettinari | da flaviopettinari.livejournal.com

lenin astrattoDie Teppichweber von Kujan-Bulak ehren Lenin [I tessitori di tappeti di Kuján-Bulák commemorano Lenin]: una poesia di Bertolt Brecht. I tessitori di una località del Turkestan decidono di comprare un busto per celebrare il capo dei bolscevichi. Raccolgono i soldi necessari allo scopo, nonostante la zona sia colpita dalla malaria, ma il soldato dell'Armata Rossa Stepa Gamalev propone di usare i soldi raccolti per procurarsi del petrolio e con esso bonificare lo stagno dal quale provengono le zanzare portatrici dell'epidemia, sconfiggendola.

Questa settimana, oltre all'anniversario del PCd'I, abbiamo ricordato il 90° della scomparsa di Lenin (21 gennaio 1924): citazioni, filmati d'epoca, immagini del grande rivoluzionario diffuse soprattutto in rete (uno dei pochi mezzi rimasti) e alcune assemblee pubbliche.

Poco, però, sull'attualità del pensiero di Lenin. O meglio, poco studio e pochi spunti per l'analisi di alcuni fenomeni contemporanei attraverso il metodo e le categorie leniniste.

Leggi tutto...

Pagina 28 di 142