Internazionale

Come funziona - o non funziona - il QE

E-mail Stampa PDF

di Andrea Baranes
da www.globalproject.info

1. COS'È IL QUANTITATIVE EASING O QE

1.1. Il QE consiste in un intervento della Banca Centrale che compra titoli sul mercato. La BCE “crea denaro” e lo usa per acquistare principalmente titoli di Stato, (come i Btp italiani). L'acquisto viene fatto unicamente sul mercato secondario (il mercato primario è quello in cui lo Stato emette Bot o Btp e li piazza sui mercati, e in questo caso la BCE non può intervenire. Una volta che i titoli di Stato sono immessi, possono poi essere comprati e venduti tra investitori, e questo è il mercato secondario).

1.2.Quanti soldi – Il QE sarà di 60 miliardi di euro al mese, almeno fino a settembre 2016 (ovvero 1.140 miliardi in 19 mesi) con la possibilità di proseguire anche oltre, in particolare fino a quando l'inflazione non risalirà a sufficienza.

1.3.Le garanzie – La BCE compra titoli di Stato del Paese X, ma se poi il Paese X fa default, ovvero non ripaga il debito? E' stato previsto che il 20% del rischio sia a carico della BCE, mentre l'80% ricadrà sulle Banche Centrali dei singoli Paesi europei.

Leggi tutto...

E’ uscito il nuovo lavoro di Enrico Vigna, in proseguimento di: “ L’UCRAINA TRA GOLPE, NEONAZISTI, RIFORME E FUTURO”

E-mail Stampa PDF

Una raccolta di 240 pagine di foto, testimonianze, documenti, interviste sulla situazione di quell’area

UCRAINA, DONBASS
i crimini di guerra della Giunta di Kiev
17x24 cm
240 pagine a colori
20 €
ISBN 978-88-98582-14-3

Questo è un libro che documenta e denuncia crimini e orrori... occorre una forte dose di forza d’animo e di coraggio interiore per sfogliarlo, non è un libro per animi leggeri, ma per animi sensibili sì... questo non è un libro che analizza, che narra, che vuole convincere, che difende una ideologia o una fazione politica... Questo libro è un atto di accusa, dove a parlare, a testimoniare, a deporre sono immagini, fatti e atti che non hanno bisogno di parole, analisi, interpretazioni ideologiche o dottrinali. In questo libro sono portati all’attenzione dell’opinione pubblica atti, fatti, documenti, immagini non opinabili, interpretabili o discutibili.

Leggi tutto...

Diritti umani e “diritti umani”

E-mail Stampa PDF

Venezuela folla bandiererossedi Clodovaldo Hernandez*
da www.difundelaverdad.org.ve

Traduzione di Marx21.it

Come l'apparato mediatico e certe organizzazioni non governative al servizio degli interessi imperialistici e delle oligarchie locali hanno descritto gli effetti della sedizione e delle violenze organizzate in Venezuela per rovesciare la Rivoluzione Bolivariana.

Per alcuni burocrati internazionali, per i portavoce di organizzazioni non governative molto considerate e per certi media (con diversi gradi di reputazione) esistono diritti umani e “diritti umani”.

Questa specie di trinità diabolica (mi si accuserà di sacrilegio) si è autoeretta ad autorità suprema in materia di libertà e garanzie, ad amministratore universale della verità su questo tema, e ha stabilito una linea di divisione classista, quasi che i diritti umani siano uno di quegli spettacoli in cui esiste una zona VIP e un'altra per il volgo.

Leggi tutto...

Vauro Senesi: “Nel Donbass è in atto una pulizia etnica pianificata da Kiev”

E-mail Stampa PDF

donbass edificibombardatida La Voce della Russia

Oggi in Italia si parla troppo poco del conflitto ucraino. Così poco che sembra che il problema sia stato risolto da solo. Comunque, per fortuna esistono ancora giornalisti che non si fidano solo delle fonti “ufficiali” e preferiscono vedere la realtà con gli occhi propri. Uno di loro è il famoso vignettista italiano Vauro Senesi che è appena rientrato da Sloviansk ed ha raccontato a “La Voce della Russia” del suo ultimo viaggio in Ucraina.

E’ stata la Sua iniziativa di fare questo viaggio cosi impegnativo e anche pericoloso?

“E’ stata una mia iniziativa ed è stata accolta benissimo dal Fatto Quotidiano, il giornale per cui lavoro. La cosa che mia ha spinto è stato l’incredibile silenzio su questa guerra, su questo dramma che si sta svolgendo nel cure dell’Europa. Parlo naturalmente dell’incredibile silenzio occidentale”.

Leggi tutto...

Quasi tutti i gruppi dell'opposizione siriana si recheranno a Mosca

E-mail Stampa PDF

da La Voce della Russia

L'opposizione siriana tranne la Coalizione Nazionale di Opposizione e delle Forze Rivoluzionarie, col quartier generale ad Istanbul, ha accettato di partecipare ai negoziati sulla Siria che si svolgeranno la prossima settimana a Mosca.

In precedenza era stato riferito che il rappresentante permanente della Siria presso le Nazioni Unite Bashar Jaafari avrebbe guidato la delegazione governativa a Mosca. Si segnala inoltre che la delegazione di Damasco si unirà ai colloqui mercoledì 28 gennaio.

Leggi tutto...

L’isola di Lampedusa ad alto rischio elettromagnetico

E-mail Stampa PDF

di Antonio Mazzeo
da antoniomazzeoblog.blogspot.it

A Lampedusa proliferano, indiscriminatamente e impunemente, sistemi radar e impianti di telecomunicazione militari, ripetitori radio-televisivi, stazioni radio-base della telefonia cellulare, ecc.. Innumerevoli sorgenti elettromagnetiche, pericolose per l’uomo e l’ambiente naturale, che rischiano di deturpare irrimediabilmente un territorio unico per fascino e bellezza.

Buona parte degli impianti sono di origine militare: da lungo tempo, infatti, Lampedusa è al centro dei programmi di guerra nell’area mediterranea e in nord Africa delle forze armate italiane e Nato. In località Capo Ponente, nella zona più occidentale dell’isola, sono in atto i preparativi per installare due nuovi potenti sistemi radar. Il primo di essi, il Gabbiano T200C, prodotto dall’italiana Selex ES (gruppo Finmeccanica), sarà predisposto dalla Marina militare nell’ambito del piano diammodernamento e potenziamento della Rete di sorveglianza costiera. Un Fixed Air Defence Radar (FADR) RAT31-DL, anch’esso prodotto da Selex, sarà installato invecedall’Aeronautica per la sorveglianza aerea a lunga portata e il potenziamento della rete di comando, controllo, comunicazione ed intelligence dell’Alleanza Atlantica.

Leggi tutto...

La Russia deve fermare l'offensiva del neonazismo nella Novorossija

E-mail Stampa PDF

dichiarazione del Partito Comunista della Federazione Russa
da kprf.ru | Traduzione dal russo di Mauro Gemma

ucraina kprf“Il 70° anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz da parte delle truppe sovietiche sarebbe dovuto servire come importante monito sulle conseguenze dell'indulgenza nei confronti del fascismo. Ma in Europa si preferisce evidentemente far finta che non esista alcuna connessione tra il nazismo hitleriano in Germania e il fascismo degli eredi di Bandera in Ucraina”.

Con il pretesto dei discorsi “sulla costruzione della pace” e degli appelli all'attuazione degli accordi di Minsk, i russofobi a Kiev sono di nuovo scesi sul sentiero di guerra. Ciò dimostra ancora una volta che il potere neonazista in Ucraina fin dall'inizio dell'armistizio del settembre scorso non ha mai pensato a una soluzione pacifica. Si è utilizzato la tregua, che era stabilita dall'accordo di Minsk, per ripristinare l'efficacia di combattimento delle truppe, il loro rifornimento, la loro riorganizzazione e preparazione per una nuova fase di guerra.

Leggi tutto...

Obama e l’invito all’unità contro Pechino: il nuovo "pericolo giallo"

E-mail Stampa PDF

obama cinadi Diego Angelo Bertozzi
da www.lantidiplomatico.it

Nel penultimo discorso sullo Stato del'Unione sancita una "Union sacrée" con i repubblicani in funzione anti-cinese

Una "Union sacrée" con i repubblicani in funzione anti-cinese: così Obama potrebbe caratterizzare la politica estera statunitense nei suoi ultimi due anni da presidente. Una politica di conteinment commerciale bipartisan, di complemento al già impostato "Pivot to Asia”, in nome della conservazione del primato mondiale di Washington. Nel suo penultimo discorso sullo stato dell’Unione, Obama ha lanciato l’allarme sulle intenzioni di Pechino di “dettare regole che porranno i nostri lavoratori e le nostre imprese in condizioni di svantaggio”.

Un chiaro riferimento ai sempre più numerosi accordi di libero scambio che la Cina ha stipulato negli ultimi anni e alla prospettiva che, proprio in Asia, prenda corpo quel Free Trade Agreement for the Asia-Pacific (FTAAP)che all’ultimo vertice Apec ha messo in ombra la proposta statunitense del Trans Pacific Partnership (TPP) che vede escluso proprio il gigante asiatico. 

Leggi tutto...

Riflessioni sul voto del Parlamento europeo sulla questione Ucraina

E-mail Stampa PDF

di Fausto Sorini, segreteria nazionale PCdI, responsabile dipartimento esteri

gue parlamentoGià si è scritto molto sulla vergognosa risoluzione approvata a larghissima maggioranza dal Parlamento europeo, che suona come una dichiarazione di guerra alla Russia, di sostegno esplicito al governo nazional-fascista che si è insediato con un golpe in Ucraina e alla linea oltranzista degli Stati Uniti sulle sanzioni contro Mosca (le sanzioni sono, di fatto, un atto di guerra nei confronti di un Paese sovrano).

Questa risoluzione, sostenuta dalla quasi totalità dei parlamentari conservatori e socialdemocratici (con qualche lodevole eccezione), e con la sola contrarietà del GUE-NGL (comunisti e sinistre) e di alcuni settori nazionalisti di destra o regionalisti (tra cui la Lega), rappresenta l'ennesima genuflessione dell'Unione europea alla linea oltranzista degli Stati Uniti e della Nato. 

E' una linea che si predispone da tempo a creare un clima di ostilità e di conflittualità politica, economica e militare nei confronti della Russia di Putin, come primo passo volto ad un conflitto strategico più globale nei confronti dei BRICS e dell'asse russo-cinese che ne rappresenta il più robusto architrave economico, politico e militare.

Leggi tutto...

Pagina 28 di 183