Internazionale

‘La guerra informativa per l’Ucraina’

E-mail Stampa PDF

Sul Canale della TV Tedesca “ZDF” è andato in onda un programma satirico proposto dal gruppo teatrale “Napalm” che ha fatto una azzeccatissima rappresentazione di come venga gestita la guerra informativa sulla crisi in Ucraina.

Leggi tutto...

La Duma di Stato russa chiede un'inchiesta internazionale sui crimini contro la popolazione del Sud Est dell'Ucraina

E-mail Stampa PDF

ukrajna dombassz nc3a9pirtc3a1s1da www.duma.gov.ru
Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Nella seduta plenaria del 10 ottobre la Duma di Stato della Federazione Russa ha rivolto un appello “ai parlamenti del mondo e alle organizzazioni parlamentari internazionali sulla necessità di avviare un'inchiesta internazionale sui crimini contro la popolazione civile dell'Ucraina Sud Orientale”.

La mozione, il cui progetto è stato presentato dal Presidente della Duma Sergey Narishkin e dai presidenti delle quattro frazioni parlamentari (tra essi, Ghennady Zyuganov, leader del Partito Comunista della Federazione Russa, ndt), è stata votata da 428 deputati.

“Le fosse, scoperte nel settembre 2014 nei pressi della città di Donetsk, contenenti i corpi di decine di persone torturate e uccise, vittime della cosiddetta operazione anti-terrorista attuata dalle autorità di Kiev, le prove delle torture, delle vessazioni, dei saccheggi e delle violenze nei territori controllati dalle forze di sicurezza ucraine, non si contano più, - si afferma nell'appello. - L'uso di mezzi e metodi di guerra vietati, il trattamento disumano dei prigionieri sono diventati la realtà di tutti i giorni”.

Leggi tutto...

Elezioni in Bolivia: favoriti Morales e il MAS

E-mail Stampa PDF

evo-speech-picture-dario-kennerda “Avante” | Traduzione di Marx21.it

La campagna elettorale per le prossime elezioni presidenziali e legislative del prossimo 12 ottobre in Bolivia è agli sgoccioli e tutto fa prevedere una significativa vittoria dell'attuale presidente e candidato Evo Morales e del Movimento per il Socialismo (MAS) che dispone di due terzi dei seggi nel Congresso.

Stando agli esiti dei tre sondaggi diffusi la settimana scorsa, Morales sembrerebbe largamente in testa con il 59 per cento delle intenzioni di voto, e con 40 punti di vantaggio sul più prossimo avversario, Samuel Doria, di Unità Democratica (UD). Secondo la legislazione boliviana, per ottenere la vittoria al primo turno il candidato deve ricevere più del 50 per cento dei voti validi o del 40 per cento, nel caso la differenza rispetto al candidato che si piazza al secondo posto sia superiore a 10 punti.

Leggi tutto...

Carter: «Abbiamo permesso all’Isis di armarsi e finanziarsi»

E-mail Stampa PDF

da hispan.tv
albainformazione.wordpress.com

L’ex Presidente degli Stati Uniti, Jimmy Carter ha fortemente criticato la politica seguita dalla attuale inquilino della Casa Bianca, Barack Obama, nell’affrontare l’Isis che opera in Iraq e Siria.

«In primis, abbiamo aspettato troppo a lungo. Abbiamo permesso all’Isis di creare le sue entrate finanziarie e gli armamenti mentre era ancora in Siria. Più tardi, quando è andato in Iraq, i sunniti non si sono opposti e circa un terzo del paese è stato abbandonato», ha spiegato Carter.

A proposito dei bombardamenti sull’Isis da parte della coalizione guidata dagli Stati Uniti, nei territori iracheni e siriani, il leader democratico ha bollato queste misure della Casa Bianca come irregolari e mal programmate nei conflitti che affrontano Siria e Iraq.

Leggi tutto...

La "coalizione internazionale" e la lotta contro l’ISIS

E-mail Stampa PDF

Wfdy logoDichiarazione della Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (FMGD)

Con il pretesto di lottare contro l’ISIS con la "coalizione internazionale" sono stati bombardati territori siriani. Molti interrogativi si pongono sulla natura e il ruolo di questi Stati, guidati dagli Stati Uniti, nella lotta contro questi gruppi fascisti in versione islamica, così come sull’affidabilitá degli Stati Uniti come Stato guida di un fronte contro il terrorismo.

Una delle domande principali a cui bisogna rispondere é quella relativa all'appoggio che alcuni Stati – precisamente gli Stati Uniti, la Francia, la Turchia e il Golfo Arabo –hanno fornito a fondamentalisti e gruppi fascisti in Siria, con armi e denaro e facilitando la loro mobilitazione da tutto il mondo verso Siria, Iraq e Libano.

Inoltre durante tutto il XX secolo gli Stati Uniti sono stati sostenitori e creatori di gruppi fascisti in tutto il mondo, come in Ucraina e Venezuela; e i loro piani di espansione continua nel controllo della regione del Medio Oriente, dimostrati dal sostegno senza fine all'occupazione sionista della Palestina, sono alla base della creazione e del sostegno di gruppi fascisti di matrice islamica, di cui l’ISIS è espressione.

Leggi tutto...

Intervista con Abu Ahmad Fuad: coloro che vogliono disarmare la resistenza saranno sconfitti

E-mail Stampa PDF

da www.forumpalestina.org

Al-Quds News ha intervistato in esclusiva il compagno Abu Ahmad Fuad, Segretario Generale Aggiunto del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, a Istanbul, dove ha parlato della lotta nazionale palestinese e delle sfide dopo l'aggressione di Gaza. 29 settembre 2014

D. Dopo le recenti elezioni e la Conferenza del FPLP, c'è un rinnovamento del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina corrispondente a questo periodo di cambiamento? 

R. La Settima Conferenza del FPLP ne ha introdotto una parte, in particolare per quanto riguarda il programma politico riferito all'evoluzione della situazione nella regione; inoltre ci sono dei nuovi contesti interni sviluppati dalla conferenza, che ha eletto una nuova leadership. Riguardo a queste elezioni, c'è un tasso di rinnovamento del 60-65% nel corpo dirigente del Fronte, del Comitato Centrale e del Bureau Politico e in più un aumento del numero dei giovani nella direzione del Fronte e l'elezione di tre donne nel Bureau Politico e di non meno di venti donne palestinesi militanti in seno al Comitato Centrale, diversamente dalle organizzazioni delle altre fazioni palestinesi. La Conferenza ha fatto riconoscere il ruolo dei giovani e delle donne, sappiamo comunque che c'è bisogno di fare di più su questo tema, perché il semplice utilizzo di un sistema elettorale non garantisce la vera inclusione e il pieno esercizio della parola ai giovani e alle donne. Per quanto riguarda la posizione del Fronte, questa non è molto diversa da quella che ha sempre tenuto, ma tiene anche conto degli sviluppi che hanno avuto luogo, comprese le divisioni interne palestinesi e le modalità con cui il Fronte si pone su queste questioni.

Leggi tutto...

National Democratic Institute (NDI): ecco come nascono le "sovversioni colorate" dall'est Europa a Hong Kong

E-mail Stampa PDF

ndi logo grungedi Diego Angelo Bertozzi
da www.lantidiplomatico.it

La mission? Esportare l'american way of life nel mondo con la formazione di una élite amichevole quando non “obbediente”

"Progettare la democrazia a Hong Kong": è una delle missioni del National Democratic Institute (NDI), uno dei tanti bracci del soft power a stelle e strisce votato all'esportazione della democrazia. Nel 2012 l'Ndi ha ricevuto una sovvenzione di circa 460mila dollari dalla National Endowment for Democracy, altro famigerato centro della sovversione cresciuto all'ombra del Dipartimento di Stato

Fondato nel 1983 (quasi in contemporanea con la Ned) ha sede a Washington DC e riceve fondi - come elencato sul proprio sito - direttamente dal governo federale Usa e da una serie di fondazioni private.

Il suo compito principale è quello di fornire "assistenza pratica ai leader civili e politici che promuovono i valori, le pratiche e le istituzioni democratiche. L'NDI lavora con i democratici in ogni regione del mondo per costruire organizzazioni politiche e civiche, salvaguardare le elezioni, e promuovere la partecipazione dei cittadini, l'apertura e la responsabilità nel governo". In poche parole: promuovere l'esportazione della american way of life attraverso la formazione di una élite amichevole quando non “obbediente”.

Leggi tutto...

Pagina 27 di 172