Internazionale

Conferenza stampa dell'esercito delle repubbliche del Donbass

E-mail Stampa PDF

Tradotto in italiano da Pandora TV, un documento indispensabile per comprendere l'attuale situazione militare e politica nelle repubbliche del Donbass.

Leggi tutto...

La Guinea Bissau sulla strada del futuro

E-mail Stampa PDF

guineabissauda "Avante” | Traduzione di Marx21.it

La Guinea Bissau ha iniziato un ciclo di di governo segnato dalla ricerca di più vasti consensi politici allo scopo di rafforzare l'unità nazionale risolvere i gravi problemi del paese.

Due anni dopo il colpo di Stato militare del 12 aprile 2012, le recenti elezioni amministrative e presidenziali realizzate sotto l'egida della comunità internazionale hanno legittimato il nuovo potere e dato un'ampia vittoria allo storico PAIGC (Partito Africano per l'Indipendenza della Guinea e Capoverde).

Nonostante la conquista nelle urne di una confortevole maggioranza parlamentare e l'elezione alla presidenza della Repubblica del suo candidato, il partito dell'indipendenza ha scelto di formare un governo “inclusivo”.

Leggi tutto...

Putin paragona i bombardamenti di Kiev sul Donbass a quelli nazisti su Leningrado

E-mail Stampa PDF

da albainformazione.wordpress.com

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che le azioni dell’esercito ucraino nell’est del paese slavo ricordano i bombardamenti subiti da Leningrado durante la Seconda Guerra Mondiale.

«Sia i piccoli centri che le grandi città (nel sud-est dell’Ucraina) sono circondati dall’esercito ucraino intento a lanciare attacchi diretti contro i quartieri residenziali, miranti alla distruzione delle infrastrutture e a schiacciare la volontà della resistenza», ha sottolineato Putin in un intervento al forum dei giovani ‘Seliguer 2014′.

Il presidente ha poi affermato che «purtroppo, gli attacchi ricordano gli eventi della seconda guerra mondiale quando gli occupanti nazisti assediarono le nostre città, Leningrado in particolare, effettuando bombardamenti che distrussero i centri abitati massacrando la cittadinanza».

Leggi tutto...

Non è tollerabile la complicità con il genocidio in corso a Donetsk e Lugansk

E-mail Stampa PDF

camion lugansk russiaComunicato stampa del
Partito dei Comunisti Italiani del Veneto


22 agosto 2014

Dopo le innumerevoli notizie, mai verificate né suffragate da prove tangibili, diramate dal governo golpista di Kiev (dall'abbattimento del boeing 777 malese, volo MH17, agli annunci di ipotetici “sequestri” e distruzione di blindati russi) e dopo che da parecchi giorni è stato pretestuosamente bloccato dalle “autorità” di Kiev il convoglio di aiuti umanitari destinati alla popolazione che è assediata e sotto costante bombardamento da parte dell'esercito ucraino, finalmente, come si può leggere nei siti web dei principali giornali italiani, “32 dei circa 280 camion Kamaz dipinti di bianco carichi di acqua, generatori e sacchi a pelo destinati alle popolazioni civili dell'Ucraina orientale sono entrati in territorio ucraino”.

I comunisti italiani si dichiarano in totale accordo con la decisione di portare comunque gli aiuti umanitari alle popolazioni delle regioni di Lugansk e Donetsk.

Leggi tutto...

Migranti: la “riforma” di Obama

E-mail Stampa PDF

frontiera immigratodi Néstor García Iturbe* | da alainet.org

Traduzione di Marx21.it

Uno dei temi principali nella campagna presidenziale dell'attuale presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è stata la Riforma sull'immigrazione che avrebbe permesso di fermare le deportazioni e concesso agli immigrati che si trovano negli Stati Uniti, in particolare ai giovani, di legalizzare la loro situazione.

Tutto ciò, come strategia per vincere le elezioni, è risultato efficace. I votanti “latinos”, i cui amici e famigliari speravano che qualche giorno avrebbero potuto conquistare la residenza e diventare cittadini statunitensi, non ci hanno pensato due volte e in maggioranza hanno votato per Obama.

Ancora una volta hanno confidato in una promessa fatta da un politico.

Quale si è rivelata la realtà? Ben diversa, certamente.

Leggi tutto...

L'antimperialismo e “l'essere o non essere” della sinistra

E-mail Stampa PDF

Antiimperialismo caracas-647x315di Alberto Rabilotta* | da alainet.org

Traduzione di Marx21.it

In un articolo precedente (link) avevamo sostenuto che i processi di integrazione regionale in America Latina ed Eurasia con la partecipazione attiva degli Stati e delle loro istituzioni, sebbene con i limiti insiti in una strategia che non si propone l'uscita dal capitalismo, rappresentano per ora il principale fronte antimperialista. E abbiamo concluso segnalando che l'altro fronte antimperialista, quello che il presidente boliviano Evo Morales ha chiesto alla Federazione Sindacale Mondiale, dovrà essere costruito dai popoli, dalle loro organizzazioni politiche, sindacali e sociali (1).

Evo Morales ha colpito nel segno chiedendo l'individuazione “degli strumenti attuali di dominazione del capitalismo, dell'imperialismo” per potere elaborare “una nuova tesi politica per la liberazione dei popoli del mondo” che superi “le rivendicazioni settoriali per approfondire la crisi nel capitalismo e per farlo finire, insieme alle oligarchie e alle gerarchie”.

Leggi tutto...

Il vero disastro dei Tornado

E-mail Stampa PDF

tornado decollodi Manlio Dinucci
da il Manifesto del 21 agosto 2014

La collisione tra due caccia Tornado, che ha provocato la morte dei quattro membri di equipaggio e avrebbe potuto avere conseguenze ancora più gravi, ci pone di fronte a una realtà che la politica ufficiale si guarda bene dal chiamare col suo vero nome: guerra. Uniformandosi a tale «regola», l’Aeronautica militare informa che i Tornado, velivoli da combattimento acquisiti a partire dal 1982, vengono oggi usati essenzialmente per le «operazioni di risposta alle crisi con finalità strumentali alla vocazione pacifica del nostro Paese».

Questi cacciabombardieri – ricorda l’Aeronautica – furono impiegati nel Golfo Persico nel 1990/91 (ossia nella prima guerra contro l’Iraq). Quindi dal 1993 nei Balcani, ossia nella serie di operazioni Nato culminate nella guerra contro la Jugoslavia, nella quale i Tornado effettuarono insieme ad altri aerei 1440 missioni di attacco. Successivamente sono stati usati in Afghanistan, dove dal novembre 2009 sono stati avvicendati dai caccia Amx. Infine, nel 2011, sono stati usati nella guerra contro la Libia, nella quale in oltre sette mesi i velivoli dell’Aeronautica militare hanno condotto oltre 1900 missioni di attacco, lanciando centinaia di bombe e missili.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 142