Ex Ilva: nazionalizzare, ma anche questo non basta più

Ex Ilva: nazionalizzare, ma anche questo non basta più

di Claudio Conti

La fuga di ArcelorMittal è un risultato di decenni di smantellamento della struttura industriale italiana. Non nasce da sacrosante “regole” antinquinamento, da “stupidità” del ...

Continua...
Cina e Russia assediano l'Occidente

Cina e Russia assediano l'Occidente

di Maurizio Molinari

'La Stampa' di Torino ha pubblicato un estratto del nuovo libro del direttore Maurizio Molinari. È un pezzo molto interessante (di cui riportiamo ampi stralci) perché spiega esattamente quali sono le idee di chi governa l'Italia ...

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

A proposito di un Appello

E-mail Stampa PDF

bandiera rossadi Ruggero Giacomini

L’Appello all’Europarlamento proposto da intellettuali e dirigenti di Rifondazione comunista insieme a Bertinotti - Rossi e neri non sono uguali. Per il rispetto della memoria e della storia - è nel suo insieme contraddittorio e lascia alla fine un’impressione di subalternità alla risoluzione europea del 19 settembre che pure intende criticare.

Innanzitutto nella presentazione del testo si fa credito, all’inedita ed eterogenea aggregazione costituitasi nel Parlamento europeo, di nobili intenzioni quali la “lotta al razzismo e al fascismo”: eludendo invece il significato politico attuale della revisione del discorso pubblico sul passato: che mira a ricomprendere e legittimare le forze neo-fasciste e neo-naziste in azione specialmente nell’est Europa - dove i partiti comunisti sono perfino esclusi come in Ucraina dalla competizione elettorale -, in funzione della contrapposizione frontale non solo all’Urss storica, ma alla Russia di oggi, colpevole di essersi sottratta alla sottomissione euro-atlantica e di voler essere indipendente.

Leggi tutto...

La proposta strategica della Cina nel mondo attuale. Per i 70 anni dalla nascita della RPC.

E-mail Stampa PDF

cina bandiera grungeIn occasione dell'anniversario della vittoria comunista in Cina pubblichiamo questo interessante contributo di Andrea Catone

di Andrea Catone

Caratteri della rivoluzione cinese

Il 1° ottobre 1949 Mao Zedong proclama a Pechino la nascita della Repubblica Popolare Cinese. È l’annuncio della prima grande vittoria nella lunga lotta di emancipazione del popolo cinese, sorta dal “secolo delle umiliazioni”, quando le potenze imperialiste lo avevano ridotto allo status di paese semicoloniale.

La nascita della RPC segna una svolta nella storia mondiale. Dopo la Rivoluzione francese del 1789 e la Rivoluzione russa del 1917, la Rivoluzione cinese è la terza grande rivoluzione della storia contemporanea.

Leggi tutto...

Il target da centrare prima che sia troppo tardi

E-mail Stampa PDF

bersaglio arcoRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Francesco Cappello

È noto come l’export tedesco sia pari alla metà del Pil della Germania. Aver puntato tutto sulle esportazioni rende oggi l’economia tedesca fragile, a causa, ad esempio, della rapidissima diffusione dei dazi che hanno fatto crollare le esportazioni. Si pensi, in particolare, al mercato delle auto verso la Cina. Lo scorso giugno, le esportazioni tedesche sono scese dell’8% rispetto all’anno precedente con tendenza al peggioramento.

La Ue, complessivamente, è in surplus rispetto al resto del mondo. È il mercantilismo a connotare la politica economica dei paesi dell’eurozona. Il suo strumento principale essendo l’ordoliberismo.

Leggi tutto...

Ventotene

E-mail Stampa PDF

longopcidi Luigi Longo, confinato politico a Ventotene

Per ristabilire un minimo di verità storica sul confino di Ventotene, diventato immeritatamente e a colpi di fake news, il simbolo dei precursori dell'imperialismo UE, si propone quanto l'indimenticabile grande dirigente comunista Luigi Longo ha scritto nel suo libro Un popolo alla macchia a proposito dell'esperienza vissuta dagli eroici militanti (in gran parte comunisti) segregati nell'isola dalla dittatura fascista di Mussolini.

«Mentre tutto intorno crescevano e s'avvicinavano le fiamme della guerra, mentre nelle città e nelle campagne lavoratori, impiegati, professionisti e intellettuali si agitavano, si muovevano, premevano per avere pace e libertà, nelle carceri e nelle isole di confino italiane centinaia e migliaia di antifascisti si struggevano nella loro forzata inattività, tendevano ansiosamente l'orecchio a tutti i suoni, a tutte le briciole di notizia che giungevano dall'esterno, soffrivano crudelmente per le pene della patria e sentivano che presto, forse prestissimo, sarebbero stati chiamati a prendere in mano le sorti del paese e a tentarne l'estrema salvazione.

Leggi tutto...

Appello contro la censura e per la tutela della libertà di espressione

E-mail Stampa PDF

facebookcensura"E' inquietante che solo poche ore dopo l'approvazione di una mozione revisionista da parte delle istituzioni dell'Unione Europea che equipara i crimini del nazismo alla resistenza antifascista dell'Unione Sovietica, con una brutale ed evidente strumentalizzazione in chiave politica dell'uso della storia. Questo capolavoro di propaganda fa il paio con la decisione di Facebook di chiudere pagine e profili o di minacciarne la chiusura, dimostrando un restringimento dello spazio democratico che le istituzioni comunitarie e le piattaforme private statunitensi stanno operando in queste ore per ridurre i luoghi (fisici e virtuali) del dissenso e dell'informazione non asservita al mainstream dominante.

Leggi tutto...

La storia contraffatta dal totalitarismo dell'UE

E-mail Stampa PDF

europeanunionflag pixabay970pxdi Enzo Pellegrin

www.resistenze.org - pensiero resistente - editoriali - 22-09-19 - n. 721

Ha ragione chi non è sorpreso della recente risoluzione del Parlamento Ue, la quale pretende di equiparare i simboli e la storia del comunismo a quella del nazismo.

Gli europeisti dell'Unione amano circondarsi di retorica umanitaria, ma ricorda Domenico Moro che "l'organizzazione ispiratrice del processo di unificazione fu il Movimento Europeo di Joseph Retinger, primo segretario, fra l'altro, del Gruppo Bilderberg, che doveva servire ad avvicinare le élite economiche e politiche delle due sponde dell'Oceano Atlantico", naturalmente in un ottica filostatunitense e anticomunista. (1)

Leggi tutto...

La sfida dei cambiamenti climatici tra responsabilità individuale e collettiva. I limiti da superare e le potenzialità del movimento

E-mail Stampa PDF

Ambiente e capitalismodi Nicolò Monti*

da contropiano.org

Nella sua veloce ascesa alla ribalta mondiale, Greta Thunberg ha certamente dei meriti, il più grande dei quali è stato quello di aver fatto esplodere un interesse in continua crescita riguardo i cambiamenti climatici. Nel nostro paese questa rinnovata coscienza ambientalista ha coinvolto positivamente migliaia di giovani, che hanno riempito le piazze delle città italiane nei vari fridays for future, coinvolgendo le scuole italiane e gli stessi insegnanti.

Leggi tutto...

L’aspetto geopolitico della risoluzione anticomunista di Strasburgo

E-mail Stampa PDF

Russia 9 maggiodi Alberto Fazolo*
da contropiano.org

Il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione che di fatto equipara nazismo e comunismo. Si tratta di una revisionistica operazione ideologica, che ha anche dei fini geopolitici. Sugli aspetti ideologici, si è scritto molto, su quelli geopolitici assai meno.

La geopolitica è una disciplina affascinante, appassionante, talvolta illuminante, ma quasi mai esaustiva. Se come unica chiave di lettura si adopera quella geopolitica, raramente si riescono ad interpretate i fenomeni in maniera corretta. Senza tenere in debito conto la sfera ideologica, quella religiosa, quella culturale, non si riusciranno mai a cogliere i fenomeni nella loro complessità.

Leggi tutto...

La caduta pilota dei giallo-verdi nello scacchiere internazionale

E-mail Stampa PDF

scacchi cadutaRiceviamo e pubblichiamo

di Simone Lombardini
da mysterionweb.wordpress.com

Siamo a un bivio, a una svolta epocale dai contorni incerti, indefiniti. Sono persuaso che la crisi in cui ci troviamo sia solo l’inizio di qualcosa di straordinariamente nuovo. Ciò che abbiamo di fronte è un futuro che ha tutta l’aria di manifestare la volontà di potenza umana e perciò di stravolgere ciò che l’Uomo è stato fino ad ora. In questo quadro caotico e drammatico, che è la configurazione attuale dell’Occidente, in cui il gruppo è unito finché vincente e poi diviso di fronte a un avversario temibile e fortissimo, si inserisce la recente crisi di governo italiana.

Leggi tutto...

Capitalismo ‘umano’?

E-mail Stampa PDF

Andrew Yangdi Mark Epstein

Uno dei candidati meno tipici che si presenta nella schiera dei contendenti per il partito Dem è Andrew Yang. A livello molto superficiale, ma parte dei mantra coltivati, incensati e feticizzati dal postmoderno identitario, è un “Asian-American”, una minoranza in genere sottorappresentata nell’universo politico imperiale.

Ma si disingue soprattutto a livello del programma che propone, che è piuttosto eclettico, ma che cerca di affrontare la situazione di costante declino, devolution e devastazione della situazione economica per la stragrande maggioranza degli abitanti del pianeta. In particolare si concentra su studi che cercano di prevedere vari tipi di conseguenza della sempre maggior automatizzazione e cibernetizzazione dell’economia a livello individuale.

Leggi tutto...

'Totalitarismo', triste storia di un non-concetto

E-mail Stampa PDF

figure filaRiprendiamo da l'antidiplomatico questo scritto di Giacché che, pur scritto nel 2006, mantiene una grande attualità anche alla luce del voto del Parlamento europeo.

da lantidiplomatico.it

Con la risoluzione approvata il 19 di settembre il Parlamento Europeo ritorna ad utilizzare il concetto di totalitarismo per giungere ad un'antistorica e inconcepibile equiparazione tra nazismo e comunismo. In questo saggio che rilanciamo Vladimiro Giacché spiega perché il totalitarismo è un concetto utilizzato sostanzialmente per equiparare nazismo e comunismo. 

Leggi tutto...

Sandro Pertini: il politico socialista

E-mail Stampa PDF

pertini pipadi Andrea Costanzo

[Il testo che segue è tratto da A. Costanzo, Sandro Pertini. Militante socialista e presidente degli italiani, Tesi di Laurea, 2016-2017, relatore Salvatore Lupo, Università degli Studi di Palermo]

La preoccupazione fondamentale di Pertini era l’esigenza dell’unità, sia del partito che della sinistra. Nel luglio del 1945, partecipò al consiglio nazionale del PSIUP, il quale doveva riunificare, in unica direzione, le direzioni socialiste del centro-nord e del sud, mettendo al centro il problema dell’unità proletaria e sostenendo le tesi portate avanti da Rodolfo Morandi.

Leggi tutto...

“Chiediamo l'uscita completa dall'Unione Europea”

E-mail Stampa PDF

griffiths pcbdi Robert Griffiths, Segretario Generale del Partito Comunista Britannico (Communist Party of Britain)

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Robert Griffiths è il Segretario generale del Partito Comunista Britannico (CPB). Nella sua terza partecipazione alla Festa di Avante !, in rappresentanza del suo partito, ha detto di venirci "ogni volta che può", perché la Festa "è fantastica".

Ma un altro è stato l'argomento dominante della conversazione del leader comunista britannico con Avante !, esattamente lo stesso che egemonizza e polarizza il dibattito politico nel Regno Unito da tre anni: il processo di uscita dall'Unione Europea.

Leggi tutto...

La Lega è fuori dal governo a Roma

E-mail Stampa PDF

salvini autobluL'editoriale di Guido Salerno Aletta

La Lega è fuori dal governo a Roma, ma è il partito più forte nell’Italia settentrionale, là dove si concentra la gran parte della produzione. Se la nuova alleanza di governo tra M5S e Pd, da cui la componente renziana si è ora resa autonoma, vuole esorcizzare ad ogni costo il sovranismo salvinista, occorre comunque evitare un pericolo: “non si può accelerare la crescita andando in contrasto con chi è detentore della crescita del Paese. Il 35% del pil viene da Lombardia e Veneto. Se si aggiunge il Piemonte si arriva oltre il 40% e se mettete anche l`Emilia-Romagna fate un altro 10%”. L’ammonimento di Carlo Messina, amministratore delegato e ceo di Intesa SanPaolo non poteva essere più chiaro.

Leggi tutto...

Marxismo creativo, libertà e "linea rossa"

E-mail Stampa PDF

marx pietradi Alessandro Pascale

[Quella che segue è la relazione tenuta da Alessandro Pascale in occasione dell’assemblea pubblica sull'effetto di sdoppiamento svoltasi al Centro culturale Concetto Marchesi (Milano), il 14 settembre 2019 a Milano. All'assemblea, moderata da Massimo Leoni, hanno partecipato come relatori Roberto Sidoli, Giorgio Galli, Marco Rizzo e Alessandro Pascale.]

CONTRO IL DETERMINISMO ECONOMICO

La teoria dell'effetto di sdoppiamento pone la questione di una rivalutazione della Politica sull'Economia. Ad un primo sguardo superficiale sembrerebbe una messa in discussione del materialismo storico ma questa, per l'appunto, non è altro che una visione volgare della questione.

Leggi tutto...

Cardinal Bagnasco in Siria. Le sue dichiarazioni (totalmente censurate) sulle sanzioni dell'UE

E-mail Stampa PDF

bagnasco siriada lantidiplomatico.it

Ma come mai nessun giornale, nessuna TV, ha ripreso le parole del cardinale Angelo Bagnasco, oggi presidente del Consiglio delle conferenze dei vescovi d'Europa, in visita pastorale in Siria? L’unico organo di informazione che ha riportato le sue dichiarazioni è stata una, pur autorevole, agenzia di stampa cattolica.

Tutti gli altri nulla. Eppure la condanna delle sanzioni imposte dall’Occidente alla Siria espressa da Bagnasco è inequivocabile:

Leggi tutto...

Il Parlamento Europeo è diventato il portabandiera dell'anticomunismo, l'ideologia ufficiale dell'UE

E-mail Stampa PDF

kke falcemartello sedeDichiarazione del Partito Comunista di Grecia (KKE)

da inter.kke.gr

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

L'ufficio stampa del CC del KKE ha rilasciato una dichiarazione sulla spregevole risoluzione anticomunista del Parlamento europeo:

"Il KKE condanna la spregevole risoluzione anticomunista del Parlamento Europeo, firmata congiuntamente dai gruppi politici del Partito Popolare, dei Socialdemocratici, dei Liberali, dei Verdi e dei Conservatori Riformisti.

Leggi tutto...

Liquidità BCE nella palude Ue

E-mail Stampa PDF

draghi euro bandieradi Francesco Cappello

Draghi reimmetterà 20 miliardi al mese (creati dal nulla) nel circuito economico

Per statuto non può immetterli direttamente nell'economia reale in forma di investimenti pubblici, sostegno alle imprese, alle famiglie ecc... mette quindi delle condizionali nella “speranza“ che stavolta possano raggiungere il target desiderato. 

Nella Unione Europea è stata introdotta l’idea criminale che gli investimenti pubblici in deficit siano da evitare perché causerebbero debito. Ne sono conseguite pratiche malsane che stanno portando allo smantellamento della casa comune. Si fa avanzo primario dal ’92. Si spende cioè meno di quanto si incassi sotto forma di tasse così che rimanga sempre qualcosa da destinare al pagamento del servizio al debito. 

Leggi tutto...

Comunismo uguale nazismo: ma perché dei crimini dei governi europei contro la Russia nessuno ne parla?

E-mail Stampa PDF

eltsin euda lantidiplomatico.it

Comunismo uguale nazismo? La verità è che l’Unione europea e il suo, meramente coreografico, Parlamento (autore di questa vergognosa risoluzione) ha ancora il dente avvelenato per non essere riuscito a trasformare la Russia in un paese compiutamente capitalista da saccheggiare; operazione tentata, nel 1993, con il suo burattino Boris Eltsin (400 i morti nel bombardamento del parlamento a Mosca); operazione neutralizzata da Putin che – pur tra numerose contraddizioni – ha invertito quel processo di privatizzazioni che stava per trasformare la Russia in una colonia dell’Occidente.

Leggi tutto...

Sulla risoluzione del Parlamento Europeo che equipara Hitler e Gramsci

E-mail Stampa PDF

gramsci ales proc relief mapdi Pino Cabras

Mario Monicelli preferiva le storie storie vere, vissute, «non come quelle inventate, non come quella mascalzonata di Benigni in 'La vita è bella', quando alla fine fa entrare ad Auschwitz un carro armato con la bandiera americana. Quel campo, quel pezzo di Europa lo liberarono i russi, ma... l’Oscar si vince con la bandiera a stelle e strisce, cambiando la realtà.»

Ecco, questa rilettura dei risultati della Seconda Guerra Mondiale è sempre di più l'ideologia ufficiale dell'Unione Europea. La risoluzione approvata ieri al Parlamento Europeo è un gravissimo e ulteriore passo in avanti nella distruzione orwelliana della memoria dell'Europa, della verità storica, del peso dei sacrifici patiti dai popoli, dei 22 milioni di morti sovietici.

Leggi tutto...

Pagina 5 di 269