Dichiarazione di indipendenza della Repubblica democratica del Vietnam

E-mail Stampa PDF

ho chi minh bnIn occasione  del 75° della dichiarazione di indipendenza del Vietnam pubblichiamo il testo di Ho Chi Minh tratto da HO CHI MINH, PATRIOTTISMO E INTERNAZIONALISMO. SCRITTI E DISCORSI 1919-1969, MarxVentuno edizioni, Bari 2019, pp. 196-199.

2 settembre
1945

Tutti gli uomini nascono uguali. Il Creatore ci ha dato dei diritti inviolabili: il diritto di vivere, il diritto di essere liberi, il diritto di realizzare la nostra sorte”.

Queste parole immortali sono tratte dalla Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776. Allargando il suo concetto,questa frase significa: tutti popoli della terra sono uguali;  tutti popol ihanno diritto di vivere, di essere felici, di essere liberi.

Leggi tutto...

Ecco la natura egemonica della strategia indo-pacifica degli Stati Uniti

E-mail Stampa PDF

soldati usa cargoQuesto articolo di Qian Feng apparso sul Global Times è un brillante contributo che permette di capire dove si è spostato lo scontro per l'egemonia mondiale nel XXI secolo

di Qian Feng

da https://www.globaltimes.cn

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

L'11 giugno la Commissione delle forze armate del Senato degli Stati Uniti ha approvato la sua versione del Fiscal Year 2021 National Defense Authorization Act. La legge istituisce la cosiddetta Pacific Deterrence Initiative - un nuovo fondo militare per aumentare la deterrenza contro la Cina nel Pacifico. L'11 giugno gli Stati Uniti hanno anche mobilitato tre portaerei per pattugliare le acque dell'Indo-Pacifico. Gli Stati Uniti hanno recentemente intensificato la loro strategia indopacifica, intensificando gli sforzi per contenere la Cina. 

Leggi tutto...

Cina-UE-Italia: contenere l’irresponsabilità statunitense

E-mail Stampa PDF

beijingdi Fabio Massimo Parenti

da https://www.beppegrillo.it

Le autorità cinesi hanno più volte reagito agli attacchi americani affermando che 
la Cina non vuole cambiare gli Usa, o qualsiasi altro paese. Pertanto si chiedono: perché gli Usa vogliono cambiare la Cina?Il vice ministro degli esteri Le Yucheng ha affermato, a luglio scorso, che “né la Cina né gli Usa possono modellare gli altri a propria immagine, e le relazioni Cina-Usa non dovrebbero essere dominate dall’ideologia” – aggiungendo – “Perché gli Usa cercano di cambiare gli altri paesi nelle relazioni interstatuali? Perché provano ad imporre la propria ideologia sugli altri? Perché cercare di bloccare un paese dal perseguire il proprio modello di sviluppo che tra l’altro ha dimostrato la propria efficacia?” Il rispetto dei diversi modelli di sviluppo e dei diversi sistemi politico-economici è alla base del diritto internazionale, oltre che del buon senso

Leggi tutto...

Beirut Addio

E-mail Stampa PDF

caccia bombardamentoQuesto articolo scritto dal direttore del sito Marco Pondrelli compare in contemporanea su ‘marx21’ e su Ragioni&Conflitti

di Marco Pondrelli

L'esplosione del 4 agosto al porto di Beirut ha provocato una vera e propria strage, ovviamente la politica e la stampa, italiane e non solo, sanno già chi sono i responsabili: i 'terroristi' di Hezbollah. Questa propaganda prolifera sulla scarsa conoscenza del Libano e di tutto il Medio Oriente (o Vicino Oriente). Quando si parla di politica internazionale queste posizioni sono la norma ma è solo grazie all'elargizione di luoghi comuni a piene mani che si possono fare affermazioni a dir poco azzardate come, ad esempio, definire l'Iran antisemita, dimenticando (o forse ignorando) quali sono le popolazioni semitiche e che, tolto Israele, la più grande comunità ebraica del Medio Oriente si trova in Iran, dove gli ebrei non solo godono di molti più diritti dei palestinesi ma sono anche presenti in Parlamento.

Leggi tutto...

Perché l’Italia schiera i suoi caccia in Lituania

E-mail Stampa PDF

dinucci lituaniadi Manlio Dinucci

da il manifesto 1° settembre 2020

Si prevede che il traffico aereo civile in Europa calerà quest’anno del 60% rispetto al 2019, a causa delle restrizioni per il Covid-19, mettendo a rischio oltre 7 milioni di posti di lavoro. Cresce in compenso il traffico aereo militare. Venerdì 28 agosto, sei bombardieri strategici B-52 della US Air Force hanno trasvolato in un solo giorno tutti e 30 i paesi della Nato in Nordamerica ed Europa, affiancati nei diversi tratti da 80 cacciabombardieri dei paesi alleati. Questa grande esercitazione denominata «Cielo Alleato» – ha dichiarato il segretario gen rale della Nato Jens Stoltenberg – dimostra «il potente impegno degli Stati uniti verso gli Alleati e conferma che siamo in grado di scoraggiare l’aggressione».

Leggi tutto...

Attacco alla Bielorussia

E-mail Stampa PDF

cadoppi bielorussiadi Giambattista Cadoppi

La Bielorussia di Aleksandr Lukashenko sembra indirizzata sulla strada di una 
economia sociale di mercato” sul modello cinese. Lex dissidente russo Roy Medvedev scrive:

Leggi tutto...

Il referendum di Buridano

E-mail Stampa PDF

Elezioni 2015di Norberto Natali

Secondo la vecchia storiella, l’asino di Buridano non riusciva a scegliere tra due balle di fieno, entrambe ugualmente distanti ed appetitose. È un po’ la sensazione che suscita il prossimo referendum sul “taglio” dei parlamentari. 

Difficile stabilire se siano più disgustosi certi sostenitori del SI o del NO e quali -tra le rispettive motivazioni- debbano essere condannate di più. Così come è arduo dire chi sia peggiore tra i razzisti che si scagliano con squallidi argomenti contro tanti stranieri e quelli che sono a favore dell’immigrazione ma solo per poter sfruttare ignobilmente tanta povera gente e calpestare il salario e i diritti di tutti. 

Leggi tutto...

Festa di Ne

E-mail Stampa PDF

bandierarossaLa Festa di Ne, consueto appuntamento estivo che già da alcuni anni vede la presenza di Marx21, quest'anno, causa Covid, non si è tenuta. È però con piacere che annunciamo il pranzo che si terrà il 6 settembre ed al quale parteciperemo, segno che la lotta e l'impegno delle compagne e dei compagni non verrà mai meno.

Qui di seguito tutti i dati:

Leggi tutto...

Giù le mani dalla Bielorussia!

E-mail Stampa PDF

dkp germaniaDichiarazione del Partito Comunista Tedesco (DKP)

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il 9 agosto si sono svolte le elezioni nella Repubblica di Bielorussia, vinte dal presidente a lungo termine Alexander Lukashenko, secondo la commissione elettorale. L'opposizione aveva già annunciato prima delle elezioni che non avrebbe riconosciuto un tale risultato e ha dichiarato vincitrice la sua candidata Svetlana Tikhanovskaya. Da allora ci sono state proteste, alcune delle quali violente, con almeno un morto tra i manifestanti, feriti da entrambe le parti e arresti. Si sono svolti scioperi anche in diverse fabbriche.

Leggi tutto...

Il ruolo decisivo della riduzione della povertà negli obiettivi della Cina per il 2020

E-mail Stampa PDF

chinaafp 1935172c1di John Ross

da http://www.cnfocus.com

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

La centralità della riduzione della povertà nella politica del governo cinese è stata ancora una volta sottolineata con forza dal Rapporto sul lavoro del governo alla sessione plenaria di quest'anno del Congresso nazionale del popolo, il principale organo legislativo cinese. La nuova epidemia di coronavirus ha evidentemente inferto un duro colpo all'economia cinese e le conseguenze internazionali indirette della pandemia stanno creando la più grande recessione economica globale dai tempi della Grande Depressione, che peserà negativamente sulla Cina per tutto l'anno in corso. Per quest'ultimo motivo, come è noto, la Cina ha compiuto l'insolito passo di non fissare un obiettivo di crescita economica per il 2020. Ma l'impegno per l'eliminazione della povertà è stato enfaticamente mantenuto all'interno del programma del governo.

Leggi tutto...

Dichiarazione del Presidium del CC CPRF

E-mail Stampa PDF

zyuganov podioun'interessante risoluzione del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa sulla Cina

da https://ilventodellest2019

L’amministrazione Trump sta intensificando la sua politica di contrasto allo sviluppo della Cina socialista. Ciò avviene sullo sfondo dell’approfondimento della crisi mondiale, della crescita della pandemia di coronavirus e delle prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Le misure volte a minare la stabilità economica e politica della RPC si stanno moltiplicando a un ritmo febbrile. Gli strumenti del “soft power” si sono rivelati decisamente inefficaci nella lotta contro Pechino. Tuttavia Washington non ha intrapreso la strada del dialogo e della cooperazione ad ampio raggio. Al contrario, sta diventando sempre più aggressiva nella sua politica cinese.

Leggi tutto...

Il presidente cinese Xi Jinping afferma che l'economia politica marxista è la base per la crescita della nazione

E-mail Stampa PDF

xi jinping bandierapccdi Karen Yeung

da https://www.scmp.com

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Secondo il segretario generale del Partito comunista cinese, la "posizione dominante della proprietà pubblica non può essere scossa", mentre XI afferma che, in un ambiente globale in continua evoluzione, guidare l'economia verso il futuro sarà un grande banco di prova per il partito.

Leggi tutto...

Cina, l’Italia segue la strada della cooperazione internazionale (nonostante la NATO)

E-mail Stampa PDF

wang yidi Tatiana Santi, intervista a Francesco Maringiò

da https://it.sputniknews.com

Nel 2020 si celebrano i 50 anni delle relazioni italo-cinesi e l’Italia, pur legata alla NATO e all’Ue, potrebbe giocare nei suoi interessi la partita della cooperazione internazionale.

Leggi tutto...

Appello delle associazioni pubbliche e dei partiti politici della Repubblica di Bielorussia

E-mail Stampa PDF

bielorussia vignaA cura di Enrico Vigna, 21 agosto 2020

Questa è la società “REALE” della Bielorussia, quella del mondo politico, lavorativo, sociale, accademico, giovanile. Della Memoria storica e identitaria, radicate nei valori della negazione e lotta contro il nazifascismo, gli eredi e prosecutori dei valori della Grande Guerra Patriottica. Delle Associazioni rappresentative, legate ai problemi concreti e alle necessità della gente semplice e comune, del popolo. Come in ogni paese e società è questa la concretezza e l’essenza reali, vere, di un paese, di uno stato, al di là di indirizzi ideologici o differenze partitiche. 

Un sistema sociale fondato sui diritti collettivi e non personali o privati.

Leggi tutto...

Il ruolo del settore pubblico nella lotta della Cina contro il COVID-19

E-mail Stampa PDF

china ngodi Thomas Fazi

da https://www.lafionda.org

A prescindere dalle opinioni che uno abbia sulla Cina, l’efficacia mostrata dal gigante asiatico nel risolvere prontamente la crisi sanitaria causata dal COVID-19, e nel minimizzarne l’impatto economico, soprattutto a confronto con le esperienze dei paesi occidentali, è universalmente riconosciuta (o quasi). Ma a cosa è da imputare questo successo? Secondo l’economista Francesco Macheda dell’università Bifrost, in Islanda, autore di 
un recente paper sull’argomento, le ragioni sono da rintracciarsi soprattutto nelle caratteristiche strutturali del modello di sviluppo cinese, e più specificatamente nell’estensione del settore pubblico dell’economia cinese e nel ruolo fondamentale delle imprese a conduzione statale (state-owned enterprises, SOE), nonché nella forte presenza pubblica all’interno del settore bancario oltre che industriale. La tesi di Macheda è che la massiccia presenza dello Stato nell’economia «abbia dotato il governo del paese delle risorse necessarie a ridurre sensibilmente i tempi di risoluzione della crisi sanitaria, riattivare prontamente la filiera produttiva domestica, e massimizzare l’efficacia degli stimoli fiscali e monetari tendentia stabilizzare l’output».

Leggi tutto...

La depressione mondiale può far comodo

E-mail Stampa PDF

crisi economica grungedi Francesco Cappello

da https://www.francescocappello.com

Sono in grado di assicurarsi che la stampa mondiale veicoli i loro interessi e che leggi e tribunali siano sempre più dalla loro parte. I grandi fondi di investimento, che controllano multinazionali, grandi banche d’affari e agenzie di rating, sono solo uno degli strumenti di dominio e controllo, agenti su scala globale, in mano alle oligarchie che esurpano il potere di autodeterminazione dei popoli organizzati. Il tessuto connettivo di tale sistema di dominio su scala globale è il sistema della 
moneta a debito privata insieme all’imposizione post bellica del dollaro quale unica valuta internazionale, seppure in corso di ridimensionamento drastico a partire dai mercati asiatici.

Leggi tutto...

Il messaggero dell’odio Bernard-Henry Lévy corre ad appoggiare l’opposizione bielorussa. Breve storia delle precedenti imprese di B-52»

E-mail Stampa PDF

bernardlevy bielorussiadi Marinella Correggia

da http://www.sibialiria.org

Merita indubbiamente un premio internazionale come «miglior messaggero dell’odio» e se invece ci fosse un tribunale per chi ha fomentato guerre distruttive, dovrebbe essere fra i primi a esservi sottoposto. Bernard-Henry Lévy, che tutti si ostinano a chiamare «filosofo francese»  (l’aggettivo è in effetti veritiero), ha offerto il proprio appoggio alle cause più nefaste: violenti gruppi islamisti in grado di uccidere interi paesi, guerre di aggressione Nato-petromonarchiche, battaglioni destrorsi, rivoluzioni violentemente «colorate».

Leggi tutto...

Solidarietà fraterna ai comunisti della Bielorussia!

E-mail Stampa PDF

bandiera rossaAppello di 17 partiti comunisti dell’ex URSS ai partiti comunisti e operai di tutto il mondo

da https://kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Tempo fa, Gus Hall, il leader del Partito Comunista degli Stati Uniti, aveva affermato che il vero internazionalismo è messo alla prova dagli atteggiamenti verso l'Unione Sovietica. Aveva assolutamente ragione. Dai tempi di Marx, si sa che ogni passo pratico è più importante di una dozzina di programmi. L'URSS era l'incarnazione del sogno secolare dell'umanità, anche se imperfetto, precoce, ma socialista.

Leggi tutto...

Hong Kong, l’americano che faceva il cinese

E-mail Stampa PDF

spia hongkongda https://ilsimplicissimus2.com

C’è un tizio che si fa chiamare Kong Tsung-gan  e che è una delle fonti maggiori dell’informazione occidentale nella battaglia contro la Cina. Cocchino dei grandi giornali, Washington Post e Guardian in testa, si presenta come “scrittore e attivista”  e diffonde un flusso costante di contenuti che promuovono la “lotta per la libertà” di Hong Kong mentre chiede a gran voce che gli Stati Uniti alzino il fuoco su Pechino. Di fatto attraverso Twitter e il sito Hong Kong Free Press, è diventato in poco tempo una presenza importante nei media occidentali. Per la verità questo signore  aveva iniziato la sua attività già prima delle rivolte prepagate nel Porto Profumato ( questo significa Hong Kong) anzi è apparso per la prima volta nel 2015 con commenti sul Tibet e sul Xinjiang oltre che movimento degli ombrelli che poi finì in nulla, ma successivamente il personaggio ha cambiato il suo avatar su Twitter  con un’immagine che raffigura Liu Xia, la moglie del defunto dissidente Liu Xiaobo, vincitore del Premio Nobel, un ideologo di destra che ha celebrato le guerre statunitensi in Vietnam, Afghanistan e Iraq ed è stato premiato con il Democracy Award 2014 dal National Endowment for Democracy, la macchina di cambio regime preferita del governo degli Stati Uniti.

Leggi tutto...

La denuncia di Snowden del controllo totale

E-mail Stampa PDF

Snowden stonedi Alessandro Pascale

[INTRODUZIONE - Quello che segue è il capitolo 15.7 di A. Pascale, 
Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale, La Città del Sole, Napoli 2018, pp. 447-454 (per recuperare gli scritti precedenti si veda qui). È notevole come gli intellettuali occidentali non abbiano riflettuto molto sulle implicazioni delle rivelazioni di Snowden, arrivando anzi a criminalizzarne la figura, assecondando così la propaganda imperiale di Washington. Il trattamento progettato per Snowden, qualora cadesse nelle mani degli USA, prevede la stessa vergognosa modalità di detenzione cui è stato sottoposto Julian Assange, la cui opera portata avanti con Wikileaks sarebbe meritoria del Nobel per la Pace, invece della prigionia politica decisa dal potere imperiale statunitense. I media non parlano di queste cose e le giovani generazioni già fanno fatica a dare un senso ai nomi di Snowden e Assange. Occorre ridare slancio pubblico nel dibattito politico sull'attuale livello di “società del controllo” che si è raggiunto, e soprattutto bisogna ragionare in profondità sulle conseguenze politiche che tutto ciò comporta nella rimodulazione della tattica e del modello organizzativo di un partito che ambisca a conquistare il potere politico. Alessandro Pascale, 11 agosto 2020]

Leggi tutto...

Pagina 5 di 300