Israele, 200 armi nucleari puntate sull’Iran

E-mail Stampa PDF

israele bombenuclearidi Manlio Dinucci

il manifesto, 15 maggio 2018

La decisione degli Stati uniti di uscire dall’accordo sul nucleare iraniano – stipulato nel 2015 da Teheran con i 5 membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell’Onu più la Germania – provoca una situazione di estrema pericolosità non solo per il Medio Oriente. 

Per capire quali implicazioni abbia tale decisione, presa sotto pressione di Israele che definisce l’accordo «la resa dell’Occidente all’asse del male guidato dall’Iran», si deve partire da un fatto ben preciso: Israele ha la Bomba, non l’Iran. 

Leggi tutto...

Si può tollerare quello che sta accadendo al confine della Striscia di Gaza?

E-mail Stampa PDF

gaza protest israel embassy jerusalem 01di Angelo d'Orsi, DIrettore di FESTiVALSTORIA e delle riviste HISTORIA MAGISTRA e GRAMSCIANA

da facebook

Si può tollerare quello che sta accadendo al confine della Striscia di Gaza? Si può tollerare che uno degli eserciti più potenti del mondo compia, indisturbato, un terribile massacro di gente inerme o armata forse di fionde e copertoni incendiati? Si può tollerare che un popolo, quello palestinese, privato della terra, dei beni, della memoria, della libertà, venga non solo schiacciato e oppresso, ma sterminato?

Leggi tutto...

52 uccisi e oltre 2.410 feriti a Gaza per le proteste dei palestinesi disarmati contro trasferimento Ambasciata Usa

E-mail Stampa PDF

gaza protest israel embassy jerusalemda forumpalestina.org

I più infami tra i servi – i cosiddetti “giornalisti” delle tv italiane – parlano di “scontri”. Usano questa parola per indicare la presunta “battaglia” tra manifestanti disarmati che si muovono al di là di una rete di recinzione e cecchini dell’esercito isareliano, comodamente sdraiati su piazzole di tiro – come nella gare – posizionate su rialzi di terreno costruiti con le ruspe. Perché le pallottole non possano venir deviate dalle maglie della rete.

In pratica si tratta di una fucilazione di massa, di persone che possono soltanto corre facendo da bersagli per giovani criminali che indossano una divisa dell’esercito dell'”unica democrazia del Medio Oriente”.

Leggi tutto...

“I lavoratori britannici devono puntare a una rottura effettiva con le istituzioni e gli strumenti dell'UE”

E-mail Stampa PDF

johnfoster pcbritainIntervista a John Foster, del Partito Comunista Britannico | da avante.pt

Traduzione di Marx21.it

Il popolo britannico ha deciso di abbandonare l'Unione Europea. Come interviene il Partito Comunista in questo processo e quali sono le sue principali rivendicazioni?

La maggioranza di coloro che si sono pronunciati per l'uscita della Gran Bretagna dall'UE hanno protestato contro la precarietà e i bassi salari, la povertà, la disuguaglianza e la disoccupazione. Queste sono state le motivazioni principali, e non il rifiuto dell'immigrazione e degli immigrati, come è stato detto. Chi si è espresso per il “Brexit” si trova in maggioranza tra gli elettori del Partito Laburista e degli ecologisti. Il loro voto ha rappresentato anche una manifestazione di rifiuto del governo conservatore e delle scelte dell'ala destra del Partito Laburista.

Leggi tutto...

33 partiti comunisti e operai contro la persecuzione dei comunisti ucraini e del loro leader

E-mail Stampa PDF

ucraina fascisti bandierapcuda solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Marx21.it invita ad aderire all'appello anche i partiti comunisti italiani e auspica l'intensificazione delle iniziative di solidarietà di tutti i democratici e gli antifascisti con i comunisti ucraini ferocemente perseguitati dal regime neonazista di Kiev, sostenuto senza vergogna anche dai governi italiani, sedicenti “antifascisti” a guida PD, che hanno amministrato il nostro paese fino ad oggi.

L'appello è stato promosso da Akel (Partito Progressista del Popolo Lavoratore di Cipro)

Leggi tutto...

Un bilancio politico della segreteria Berlinguer

E-mail Stampa PDF

enrico berlinguer 8di Alessandro Pascale 

Riceviamo dal compagno Alessandro Pascale, del CPN del Partito della Rifondazione Comunista, e pubblichiamo come contributo alla discussione sulla storia e le prospettive dei comunisti in Italia.

Di seguito un estratto del libro “In Difesa del Socialismo Reale e del Marxismo-Leninismo” (cap. 21, paragrafo 3.14; il libro è scaricabile gratuitamente su http://intellettualecollettivo.it/) con cui si perviene ad un bilancio politico assai critico sulla figura di Enrico Berlinguer e sul PCI degli anni '70. Lo scopo del brano è quello di far riflettere su come gli errori in cui sia incappata la sinistra italiana dagli anni '80 (ancora in epoca PCI) in poi (PRC, ecc.) abbiano la propria origine in processi di lungo termine sui quali è ormai opportuno riflettere serenamente e costruttivamente, rinunciando all'agiografia, al fine di favorire una ricostruzione più salda possibile dell'organizzazione comunista, ieri come oggi sempre indispensabile e necessaria per  ottenere miglioramenti e conquiste progressive per le classi lavoratrici.

Leggi tutto...

Intervista al ministro degli Affari Esteri del Venezuela

E-mail Stampa PDF

Jorge Arreazaa cura di “Avante”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Marx21.it

In un'intervista concessa al settimanale Avante!, il ministro degli Affari Esteri Venezuelano, Jorge Arreaza, attribuisce al boicottaggio e alle sanzioni imperialiste le difficoltà del paese, ribadisce quanto sia stata falsificata la situazione economica, sociale e politica mettedo in evidenza gli obiettivi di questa campagna, e valorizza il ruolo della solidarietà degli “amici e fratelli” della Rivoluzione Bolivariana.

“La vostra solidarietà è inestimabile”

Leggi tutto...

In missione in Europa per la verità sulle violenze in Nicaragua. Il ministro S. Marin: "Reti sociali e fake news. Contro il Nicaragua, il solito noto manuale di destabilizzazione"

E-mail Stampa PDF

marina cura di Alessandro Bianchi

da lantidiplomatico.it

In missione ufficiale in Europa per conto del Presidente del Nicaragua Daniel Ortega c'è in questi giorni il ministro assessore del Presidente della Repubblica per le questioni internazionali Sidhartha Marin. Ha fatto tappa a Roma per importanti incontri istituzionali e con rappresentanti della Santa Sede. Come AntiDiplomatico abbiamo avuto la possibilità di rivolgergli alcune domande al fine di comprendere meglio la situazione attuale del paese.

Leggi tutto...

Gerusalemme capitale eterna della Palestina

E-mail Stampa PDF

palestina bandiera uomoCoordinamento delle Comunità Palestinesi
Unione Democratica Arabo Palestinese (UDAP)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Marx21.it aderisce 

MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA - PIAZZA DELL'ESQUILINO, SABATO 12 MAGGIO 2018,
ORE 15.00

Chiediamo a tutte le forze democratiche, partiti, sindacati, associazioni, donne e uomini amanti della libertà, solidali con la lotta del popolo palestinese, di manifestare la propria indignazione verso le politiche criminali e di pulizia etnica del governo di occupazione israeliana contro il popolo palestinese.

Leggi tutto...

Deliveroo cede alle proteste dei riders: introdotta l'assicurazione infortuni e danni

E-mail Stampa PDF

riders sfruttamentoda infoaut.org

Deliveroo, una delle più importanti multinazionali di food-delivery, negli ultimi mesi è stata al centro delle mobilitazioni dei riders-i fattorini della gig economy-che attraverso scioperi organizzati e presidi, hanno messo alle strette la dirigenza dell’azienda.

L’azienda ha comunicato ieri a tutti i fattorini, attraverso una email, che nelle prossime settimane sarà attivata una copertura assicurativa. I dettagli di tale assicurazione non sono ancora stati comunicati ai diretti interessati, ma invece diffusi per mezzo delle testate giornalistiche nazionali. La copertura è inerente a infortuni e danni durante i turni lavorativi e l’ora successiva alla loro conclusione, poiché capita spesso che, per portare a termine le consegne, i riders sforino oltre la fine del turno.

Leggi tutto...

Giù le mani dal compagno Petro Simonenko!

E-mail Stampa PDF

simonenko petr nikolaevich 500di Partito Comunista di Ucraina

da solidnet.org

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Appello alla solidarietà dei comunisti e dei democratici degli altri paesi

L'8 maggio 2018, alla vigilia del Giorno della Vittoria, i cani alla catena delle strutture di sicurezza del regime oligarchico-fascista (al momento, non sappiamo ancora se si tratti del SBU, del GPU o della polizia) hanno fatto irruzione con un mandato di perquisizione a carico del leader dei comunisti ucraini Petro Simonenko. Senza aspettare l'avvocato, hanno proceduto ad abbattere i cancelli della sua abitazione.

Leggi tutto...

I comunisti greci condannano la violenta persecuzione in atto contro i comunisti ucraini

E-mail Stampa PDF

ucraina fascisti bandierapcudi Partito Comunista di Grecia (KKE)

da solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Il KKE condanna con fermezza la provocatoria e violenta irruzione delle forze di polizia di Ucraina nell'ufficio del Primo Segretario Generale del PC di Ucraina Pietr Simonenko nella sede del partito in Kiev, e inoltre nella sua residenza.

Si tratta di un'azione inaccettabile che rientra nella campagna anticomunista, in un'orgia di persecuzioni e repressione nei confronti dei comunisti di Ucraina da parte del governo reazionario, sostenuto anche da forze fasciste, che gode dell'appoggio dell'UE, USA e NATO.

Leggi tutto...

Soldi per gli aerei da combattimento o per combattere la povertà: una scelta politica

E-mail Stampa PDF

belgio nobombdi Isabelle Vanbrabant, Partito del Lavoro del Belgio (PTB)

da ptb.be

Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

Il Ministero della Difesa sperava di poter sfilare quest'estate con il perfezionamento di uno dei dossier più pesanti di questa legislatura: l'acquisto di 34 nuovi aerei da caccia. Tuttavia, nel giro di una settimana, sia il fascicolo di gara che la posizione degli alti funzionari militari e del ministro Vandeput sono stati oggetto di critiche.

Lo scandalo dell'F-16 è al centro dell'attenzione dei media e delle strade (legge). Le ultime rivelazioni sono semplicemente sorprendenti.

Leggi tutto...

Schiavitù in Libia, dittatura in Costa D'Avorio. L'OFPRA è indifferente a questi reati?

E-mail Stampa PDF

libia schiaviafricanidi Christine Tibala | da comunistibrescia.org

OFPRA – Ufficio francese per la protezione di rifugiati ed apolidi

Dal blog Mediapart (blogs.mediapart.fr) traduciamo un articolo che non è solo una cruda testimonianza sulla situazione degli esuli africani che cercano di raggiungere l'Europa passando per l'inferno libico, ma anche un atto di accusa alla Francia e alle potenze imperialiste occidentali per l'appoggio alle guerre e alle dittature africane e alla comunità internazionale per l'indifferenza e la complicità con tali crimini.

Molti si sono improvvisamente commossi vedendo la situazione dei neri nei campi profughi in Libia e dobbiamo continuare a denunciare queste pratiche barbare che disonorano la cosiddetta umanità civilizzata, incluse, e specialmente, le autorità decisionali che sanno ma fingono di non sapere.

Leggi tutto...

Sette coincidenze nelle proteste violente in Nicaragua e Venezuela

E-mail Stampa PDF

nicaragua violenzedi Misión Verdad

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Ci sono diverse coincidenze nella violenta escalation che ha avuto luogo in Nicaragua negli ultimi giorni e le guarimbas organizzate dall'anti-chavismo sia nel 2014 che nel 2017. Non è solo chi finanzia queste operazioni ma il modo in cui operano sulla strada, sui social media e sui social network. I sette confronti che seguono lo confermano.

1. Armi non convenzionali. L'uso di armi artigianali per affrontare le forze di sicurezza cerca di creare una linea di demarcazione tra protesta pacifica, le tattiche di sovversione e la guerra urbana, in modo che la responsabilità dei morti saranno attribuite al governo, nel quadro di un disegno accusatorio di "violazione dei diritti umani".

Leggi tutto...

Pacco bomba nucleare dagli Usa

E-mail Stampa PDF

b61 12 f16di Manlio Dinucci
il manifesto, 8 maggio 2018

La nuova bomba nucleare B61-12 – che gli Usa si preparano a inviare in Italia, Germania, Belgio, Olanda e probabilmente in altri paesi europei – è ormai in fase finale di realizzazione.

Lo ha annunciato il generale Jack Weinstein, vice-capo di stato maggiore della U.S. Air Force, responsabile delle operazioni nucleari, intervenendo il 1° maggio a un simposio della Air Force Association a Washington di fronte a uno scelto uditorio di alti ufficiali e rappresentanti dell’industria bellica. «Il programma sta andando estremamente bene», ha sottolineato con soddisfazione il generale, specificando che «abbiamo già effettuato 26 test di ingegneristica, sviluppo e volo guidato della B61-12».

Leggi tutto...

Ancora brutale repressione contro chi si oppone ai fascisti che governano l'Ucraina

E-mail Stampa PDF

pc ucraina bandieradi Partito Comunista di Ucraina
da solidnet.org

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Un appello ai partiti comunisti e operai europei

Cari compagni,

Nel mese di marzo, il regime al potere in Ucraina ha vietato la diffusione e ha iniziato a sequestrare dalle biblioteche il libro “Incitamento al suicidio: perchè L'Ucraina nella NATO?”, pubblicato nel 2009, tra i cui autori c'è anche il leader del Partito Comunista di Ucraina (PCU), Petro Simonenko.

Leggi tutto...

Torino: "Io, operaia da 40 anni alla catena di montaggio, beffata da tutte le riforme delle pensioni"

E-mail Stampa PDF

di Stefano Parola
da torino.repubblica.it

La donna racconta: "Sono entrata in Fiat a 23 anni. Ora abbiamo i figli disoccupati e noi dobbiamo continuare a lavorare. Ed è una fatica: esci di qui con le ossa rotte"

"Sono entrata in Fiat nel 1979, avevo 23 anni. Prima avevo fatto per 19 mesi la commessa e prima ancora una serie di lavori per i quali, però, non mi versarono i contributi. Appena arrivata in azienda sono stata assegnata al al Lingotto, poi negli anni 80 mi hanno spostata in Carrozzeria, a Mirafiori. Ai tempi ci volevano 35 anni per andare in pensione e io dicevo: "Non ce la farò mai ad arrivarci". E invece i 35 anni sono passati in fretta. Solo che io sono ancora qua, in fabbrica".

Leggi tutto...

Marxismo oggi in occidente: Le ragioni di una crisi e la necessità di una rinascita

E-mail Stampa PDF

Marxismdi Francesco Maringiò

italian.cri.cn
news.cri.cn

In occasione del 200° anniversario della nascita di Karl Marx, il sito di Radio Cina Internazionale ha ospitato un articolo di Francesco Maringiò, della redazione di Marx21.it  

Il 2018 è un anno ricco di anniversari importanti per la storia del movimento comunista e del marxismo, a partire dalla celebrazione del bicentenario della nascita di Karl Marx ed il 170esimo anniversario del Manifesto del Partito Comunista.

Leggi tutto...

Pagina 4 di 223