Italia in armi dal Baltico all’Africa

Italia in armi dal Baltico all’Africa

di Manlio Dinucci

Che cosa avverrebbe se caccia russi Sukhoi Su 35, schierati nell’aeroporto di Zurigo a una decina di minuti di volo da Milano, pattugliassero il confine con l’Italia con la motivazione di proteggere la Svizzera dall’aggressione italiana? 

Continua...
Dieci conflitti da seguire nel 2018

Dieci conflitti da seguire nel 2018

di Sergio Alejandro Gómez

"Granma”, Organo ufficiale del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba

Continua...
Dietro i numeri, la “vita agra”

Dietro i numeri, la “vita agra”

di Francesco Raparelli e Tiziano Trobia

I dati ISTAT lo confermano: nell’Italietta della crisi il lavoro sotto-pagato, “usa e getta” e senza tutele è in forte aumento ...

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Associazione Politico-Culturale Marx XXI

La redazione di Marx21.it vi augura buone feste e un felice anno nuovo!

E-mail Stampa PDF

buonefeste 2017 2018


Per donazioni tramite bonifico bancario:

IBAN IT51Q0521610499000000096668
BANCA DI CREDITO VALTELLINESE, AG. DI ALESSANDRIA
BENEFICIARIO MARX21

oppure

Tramite Paypal con carta di credito

Liberate i giornalisti ucraini!

E-mail Stampa PDF

vasiletes timoninLettera aperta di membri del Parlamento Europeo | da defenddemocracy.press

Traduzione di Marx21.it

Proponiamo, chiedendo ai nostri lettori di garantirne la massima diffusione, la lettera aperta di un gruppo di deputati del Parlamento Europeo che chiede il rilascio immediato di alcuni giornalisti ucraini condannati a dure pene detentive semplicemente per avere svolto il loro lavoro e il ripristino della libertà di stampa violata brutalmente dalla giunta oligarco-fascista di Kiev.

La notizia della coraggiosa presa di posizione di questo gruppo di parlamentari europei (in gran parte del gruppo GUE/NGL) è passata sostanzialmente sotto silenzio nel nostro paese.

Leggi tutto...

La scuola siciliana va alla guerra

E-mail Stampa PDF

esercito gambedi Antonio Mazzeo
da antoniomazzeoblog.blogspot.it

Nel sistema educativo sembra non esserci più cittadinanza per la pace. Quella vera, disarmata e giusta. Nessuna intenzione di riflettere sul ruolo della Sicilia negli scenari di guerra planetari, sull'iperdronizzazione di Sigonella o sul MUOStro di Niscemi. Da Messina a Trapani, Catania o Comiso, "militari Usa brava gente". E l'inno dei sommergibilisti prende piede. Sembrava avessimo chiuso con la retorica colonial-fascista-razzista e subito ci si imbarca nel sommergibile, pattugliatore o nave o velivolo da guerra con istruttori del 60° Stormo. Non mancano esercitazioni e addestramenti. Si osservano i droni militari. Torna prepotente il mito del supereroe combattente. Musica e propaganda bellica, scuola e forze armate: binomi utili e perfetti da replicare ovunque con la compiacenza di generali e ammiragli, presidi e docenti. Si aspettano tempi migliori per l'educazione alla pace.

Leggi tutto...

Dichiarazione Politica della II Conferenza Nazionale del “Frente Brasil Popular”

E-mail Stampa PDF

da frentebrasilpopular.org.br

Traduzione di Marx21.it

Per alcuni importanti passaggi riguardanti la difesa della sovranità nazionale, il documento è reperibile anche nella rubrica “I comunisti e la questione nazionale”

Riuniti a San Paolo il 12 e 13 dicembre, alla II Conferenza Nazionale del “Frente Brasil Popular”, 350 militanti provenienti da diversi settori organizzativi (tra questi compagni del Partito Comunista del Brasile e di altre organizzazioni comuniste, NdT) hanno discusso sulla crisi brasiliana e aggiornato i compiti politici delle forze democratiche e popolari.

Leggi tutto...

Recuperare la sovranità nazionale per salvare l’Italia dall’eurodisastro

E-mail Stampa PDF

monumenti gadgetdi Spartaco Alfredo Puttini per Marx21.it

Per la stringente attualità dei suoi contenuti, riteniamo utile riproporre ai nostri lettori, come stimolante contributo al dibattito su "i comunisti e la questione nazionale", il saggio del compagno Spartaco Puttini, scritto in esclusiva per Marx21.it, nel giugno del 2013. 

A metà degli anni Settanta l’imperialismo attraversava una crisi profonda, dovendo fronteggiare al tempo stesso la pressione delle classi popolari nel cuore stesso della Triade dei paesi capitalistici avanzati e la lotta per l’emancipazione delle nazioni del Sud del mondo, di cui rimane emblematica la vittoria del Vietnam sugli Stati Uniti.

Leggi tutto...

Provocazioni

E-mail Stampa PDF

majdan cecchinidi Jorge Cadima | da “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Marx21.it

Tra i documenti d'archivio relativi all'assassinio di J. F. Kennedy ora resi pubblici dal governo degli Stati Uniti si trova (Newsweek, 20.11.17) il memorandum “Top Secret” del Consiglio di Sicurezza Nazionale, con suggerimenti su come gli Stati Uniti potrebbero venire in possesso di aerei militari sovietici. In questo documento ufficiale si legge: “Tali aerei potrebbero essere usati […] in un'operazione di provocazione, in cui sembri che gli aerei sovietici sarebbero in procinto di attaccare gli USA e le installazioni amiche e che fornisca il pretesto per un intervento degli Stati Uniti”. La provocazione confessata richiama un altro documento ufficiale, “Giustificazioni per un intervento militare” a Cuba, preparato dai più alti vertici militari degli USA nel 1962 e più noto come “Operazione Northwoods” (Avante!, 28.12.01). Non è “teoria della cospirazione”, ma prova documentata che la cospirazione esiste, pianificata dall'imperialismo al massimo livello.

Leggi tutto...

Una vita da precario

E-mail Stampa PDF

laboratoriodi Alessio Traficante

da huffingtonpost.it

Quelle che state per leggere sono belle parole, direte voi. Ispirate, concrete, pienamente condivisibili. In fondo la ricerca è da sempre fonte di benessere e di crescita per una società (ma magari ci torniamo più in dettaglio in un altro post). Il lavoro è un diritto, e se qualcuno di noi ha scelto la via della scienza lo Stato dovrebbe promuovere, e dovrebbe anzi essere suo interesse promuovere, la carriera di un giovane e promettente ricercatore. Lo Stato dopotutto ci ha formato per lunghi (e costosi, a spese di tutti) anni per permetterci di raggiungere l'eccellenza attraverso una laurea prima, e un master e/o un dottorato di ricerca poi.

Leggi tutto...

Lenin per l’oggi: la centralità della politica contro i piloti automatici

E-mail Stampa PDF

Intervista di Ascanio Bernardeschi a Vladimiro Giacché

da lacittafutura.it

Vladimiro Giacché ci parla della raccolta da lui curata degli scritti di Lenin sull'economia della Russia dopo la rivoluzione di Ottobre.

Vladimiro Giacché ha recentemente curato una raccolta di scritti di Lenin (Economia della rivoluzione, edito da Il Saggiatore) aventi come tema centrale i problemi della realizzazione del sistema economico di transizione verso il socialismo nella drammatica realtà della Russia post rivoluzionaria. La scelta degli articoli e le parti introduttive, sia quella iniziale che quelle ai singoli capitoli, rendono un grande servizio, nel centenario dell'Ottobre russo, agevolando la comprensione delle difficoltà incontrate lungo un quantomai impervio percorso. Ne viene fuori chiaramente l'approccio leniniano a quelle problematiche, all'interno di un quadro completamente inedito e in cui predominavano arretratezza economica, guerra civile, accerchiamento da parte delle maggiori potenze imperialistiche, carestia e via dicendo. Un approccio fatto di assoluto antidogmatismo, di capacità di ammettere e correggere gli errori, di praticare “ritirate strategiche”, di scendere a patti con forze avverse, per salvare la rivoluzione dalla sconfitta.

Leggi tutto...

In Cina, un grande evento con la partecipazione di 200 partiti politici di tutto il mondo

E-mail Stampa PDF

pcc bannerdi Sitaram Yechury, Segretario generale del Partito Comunista dell'India (Marxista)

da peoplesdemocracy.in

Traduzione di Marx21.it

Tra il 30 novembre e il 3 dicembre 2017, il Comitato Centrale del Partito Comunista della Cina (PCC) ha organizzato un incontro internazionale dal titolo “Il PCC dialoga con i partiti politici di tutto il mondo”. Circa 600 delegati di 200 partiti politici – da quelli al governo ai partiti comunisti all'opposizione – in rappresentanza di più di 120 paesi hanno partecipato all'evento.

Il programma si è svolto con due sessioni plenarie, all'inizio e alla fine dei lavori. Il dibattito si è sviluppato in cinque discussioni tematiche:

Leggi tutto...

Pechino verso un nuovo “soft power”?

E-mail Stampa PDF

cina lampade grattacielidi Diego Angelo Bertozzi per Marx21.it

La Cina “globale” ha prestato sempre più attenzione alla sua immagine, alla diffusione e alla promozione della propria cultura, ben consapevole del fatto che sul “soft power” i passi da compiere sono ancora molti. Ma anche sotto l’aspetto del cosiddetto “potere morbido” occorre ormai sganciarsi da una definizione consolidata – quella che notoriamente fa capo allo studioso statunitense  Joseph Nye - perché rischia di “universalizzare” un caso di studio particolare – gli Stati Uniti appunto – per elevarlo a metro di giudizio globale in base al quale la Cina è sistematicamente condannata come Paese privo di particolare fascino e per questo impossibilitata a mettere realmente in discussione l’egemonia dell’american way of life. Mai infatti come in questi tempi di crescente impatto cinese sugli affari internazionali, si è ricorsi a questo tipo di ragionamento, quasi si volesse riaffermare quotidianamente – possiamo chiamarla “ridotta del soft power” -  ad una centralità che nei fatti è sempre più in discussione.

Leggi tutto...

In difesa del Socialismo Reale e del marxismo-leninismo

E-mail Stampa PDF

revoluc3a7c3a3o de outubroa cura di Alessandro Pascale

Riceviamo dal compagno Alessandro Pascale la prefazione al suo ultimo lavoro, scritto in occasione del centenario della Rivoluzione d'Ottobre, e volentieri pubblichiamo

PREFAZIONE

È arrivato il momento in cui i comunisti e le comuniste rialzino la testa e ricordino anzitutto a sé stessi le ragioni della propria Storia. Questo libro è rivolto a qualunque individuo capace di riflettere criticamente e senza pregiudizi, ma in particolar modo ai comunisti, colpiti ormai da decenni di bombardamento mediatico e politico. Una campagna diffamatoria di proporzioni tali da sortire l'effetto di riuscire a colpevolizzare gli stessi comunisti, cancellandone in molti casi la propria stessa identità, abbandonata, ripudiata, nascosta o ridotta ad un'ideologia più “conforme” ed accettabile per la borghesia, regredendo ad un livello che Marx ed Engels avrebbero descritto tra i “socialismi utopistici”.

Leggi tutto...

Argentina: si è scatenata una repressione politica senza precedenti in democrazia

E-mail Stampa PDF

pc argentina 500pxdi Partito Comunista dell'Argentina

da pca.org.ar

Traduzione di Marx21.it

Gli arresti dell'ex funzionario Carlos Zanini e del dirigente Luis D'Elia, compiuti all'alba del 7 dicembre, e la richiesta di privazione dell'immunità per la recentemente eletta senatrice Cristina Fernández de Kirchner costituiscono un altro passo del piano autoritario e repressivo del governo di Mauricio Macri, che ha scatenato una repressione politica senza precedenti dal momento del recupero della democrazia.

Leggi tutto...

L’Europa tedesca sempre più irriformabile. Il non paper di Schäuble e le nuove iniziative della Commissione

E-mail Stampa PDF

europa tedesca 510di Alessandro Somma
da MicroMega Online

Ringraziamo il compagno Vladimiro Giacché, vice presidente dell'Associazione Marx XXI, per la segnalazione dell'importante contributo di Alessandro Somma. 

Cambio di vertice all’Eurogruppo

Buone notizie dall’organo che raccoglie i Ministri delle finanze dei Paesi dell’Eurozona, e che in pratica decide le loro politiche economiche. Tra un mese circa lascerà l’attuale presidente, quel Jeroen Dijsselbloem che ricorderemo per le sue uscite particolarmente odiose, come l’affermazione per cui “il Sud spende soldi per alcool e donne”. Il politico olandese sempre prono ai diktat tedeschi, tanto da meritarsi l’appellativo di delivery boy: il “ragazzo delle consegne” al servizio dei custodi dell’ortodossia neoliberale utilizzata come strumento per asservire Bruxelles agli interessi di Berlino.

Leggi tutto...

Il trend petrolifero e valutario

E-mail Stampa PDF

stockmarket01di Demostenes Floros | da abo.net

English version

Prezzi del petrolio in ascesa, sino a raggiungere i massimi da metà 2015. Gli andamenti alla luce dell'estensione per l'intero 2018 dell'accordo OPEC/non OPEC stipulato a novembre 2016 e in scadenza il 31 marzo 2018

A novembre, i prezzi del petrolio sono aumentati sino a raggiungere i massimi da metà 2015. In particolare, la qualità del greggio Brent North Sea ha aperto le contrattazioni a 60,44 $/b e le ha chiuse a 62,71 $/b, mentre la miscela del West Texas Intermediate ha aperto a quota 54,27 $/b per chiudere a 57,45 $/b sulla scia dell’estensione per l’intero 2018 dell’accordo OPEC/non OPEC stipulato a novembre 2016 e in scadenza il 31 marzo 2018. Nel momento in cui scriviamo, il Brent sta prezzando a 62.81 $/b e il WTI a 57.10 $/b.

Leggi tutto...

Il governo inventa l’alternanza scuola/guerra

E-mail Stampa PDF

Esercito 675di Luca Cangemi

Riceviamo dal compagno Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI, e volentieri pubblichiamo

Abbiamo da tempo denunciato come l’alternanza scuola /lavoro rappresenti la funzionalizzazione della scuola pubblica all’ideologia ed agli interessi dominanti. L’ideologia e gli interessi delle imprese ma anche delle oligarchie militari. Registriamo, infatti, con grande sdegno, la firma tra MIUR e Ministero della Difesa di un protocollo d’Intesa che promuoverà l’alternanza scuola lavoro nelle strutture militari” - ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

Leggi tutto...

Lavoro, ‘oltre 500mila gli interinali e il 33% dei contratti è di un giorno. Giù del 10% tasso di occupazione dei 15-34enni’

E-mail Stampa PDF

di F.Q. | da ilfattoquotidiano.it

I dati del primo rapporto annuale congiunto di ministero, Istat, Inps, Inail e Anpal. Gli sgravi alle assunzioni stabili non sono bastati per riportare i lavoratori stabili al livello pre crisi. E continuano a crescere quelli che fino al 2003 si chiamavano interinali: le "missioni" affidate dalle agenzie durano in media 12 giorni e nel 58% dei casi meno di sei

Sempre più occupati a termine, tanto che nel secondo trimestre si è toccato il massimo storico di 2,7 milioni. E oltre 500mila lavoratori “somministrati“, che lavorano nel 95% dei casi con contratti brevi. O brevissimi. Il dato medio è di 12 giorni, ma il 58% viene chiamato in servizio per meno di sei giorni e il 33,4% (era il 30,5% nel 2012) addirittura per una sola giornata. E’ il quadro di un mercato del lavoro sempre più precario, a dispetto del Jobs Act, quello che emerge dal primo rapporto annuale sull’occupazione in Italia: a prepararlo sono stati, insieme, il ministero guidato da Giuliano Poletti, l’Istat, l’Inps, l’Inail e l’Anpal. Con l’obiettivo di “rispondere alla crescente domanda di una lettura integrata” dei dati sull’occupazione, visto che le diffusioni mensili e trimestrali da parte di fonti diverse tendono ad aumentare la confusione invece che far chiarezza.

Leggi tutto...

Sul sovranismo e le sue implicazioni

E-mail Stampa PDF

tricoloredi Andrea Catone per Marx21.it

Trovo di grande importanza l’avvio di un forum di discussione e analisi marxista sul tema della sovranità nazionale e del “sovranismo” promosso da Marx21.it

Il termine “sovranismo” è entrato da alcuni anni nel vocabolario politico italiano, in particolare dall’estate 2011, quando esplose l’attacco speculativo nei confronti dei titoli di stato italiani e il differenziale tra titoli tedeschi e italiani (il famigerato spread) cresceva di giorno in giorno, facendo paventare, come a caratteri cubitali scrivevano i più quotati quotidiani, il fallimento del paese Italia, per evitare il quale si suggeriva di adottare senza indugio draconiane misure di austerità, come indicato nella lettera inviata il 5 agosto all’allora presidente del consiglio italiano Berlusconi (impropriamente chiamato nella missiva “Primo Ministro”) dalla BCE a firma del presidente Jean Claude Trichet e del futuro numero uno dell'Eurotower, Mario Draghi [1].

Leggi tutto...

In Lituania (Unione Europea) si inasprisce la repressione contro gli esponenti dell'opposizione comunista e di sinistra

E-mail Stampa PDF

SANY1075di Frikat Salimov, del Fronte Popolare Socialista della Lituania | da slfrontas.lt

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Dal 21 al 25 settembre nella capitale della Lituania, Vilnius, si era svolto uno sciopero della fame di fronte al palazzo presidenziale. I partecipanti a questa azione erano stati attivamente ostacolati da provocatori, e il 25 settembre lo sciopero della fame era stato interrotto e i manifestanti dispersi dall'intervento delle forze di sicurezza. Le forze speciali avevano arrestato i partecipanti all'iniziativa, e tutte le tende erano state rapidamente rimosse dalla piazza. Abbiamo recentemente informato che la procura ha avviato un'inchiesta in merito allo svolgimento dello sciopero della fame, in base agli articoli 283 (disordini di massa) e 284 (violazione dell'ordine pubblico) del Codice Penale della Lituania. E' già stato reso noto il nome del primo indiziato. E' Algirdas Kavaliauskas, un militante di sinistra di Kaunas. I rappresentanti della polizia lo hanno contattato telefonicamente e gli hanno comunicato che dovrà presentarsi per rispondere in un interrogatorio  sui sospetti nei suoi confronti.

Leggi tutto...

19° IIPCO: Lista dei Partiti Comunisti e Operai partecipanti

E-mail Stampa PDF

19imcwp sedutasolidnet.org

I seguenti partiti hanno partecipato al 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai 

1 Algeria, Algerian Party for Democracy and Socialism
2 Argentina, Communist Party of Argentina
3 Armenia, Communist Party of Armenia
4 Australia, Communist Party of Australia
5 Austria, Party of Labour of Austria
6 Azerbaijan, Communist Party of Azerbaijan
7 Azerbaijan, Communist Party of Azerbaijan
8 Bahrain, Democratic Progressive Tribune
9 Bangladesh, Communist Party of Bangladesh
10 Bangladesh, Workers' Party of Bangladesh

Leggi tutto...

Sostieni una voce libera contro le vere fake news: l'appello di Marx 21

E-mail Stampa PDF

Un grande e sincero ringraziamento ai cari compagni e amici del prestigioso l'Antidiplomatico, e in particolare ad Alessandro Bianchi, per l'accorato appello a sostenere con una donazione l'esistenza di Marx21.it, non permettendo in tal modo che questo sito libero e comunista venga cancellato dal panorama delle voci controcorrente del nostro paese.

SOSTENETECI E PERMETTETECI DI VIVERE. ABBIAMO BISOGNO DEL VOSTRO CONTRIBUTO. IN QUESTI GIORNI DI PREPARAZIONE DELLE FESTE DI FINE ANNO, NON DIMENTICATEVI DI NOI. (Marx21.it)

Leggi tutto...

Pagina 3 di 207