Cambi di scenario

Cambi di scenario

di Demostenes Floros

Il 7 agosto, sia il Brent che il WTI hanno toccato il minimo mensile in virtù dell'inasprimento della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, oggi dopo gli attacchi agli impianti sauditi la situazione è in repentina evoluzione

Continua...
Narciso e il Partito Euroatlantico

Narciso e il Partito Euroatlantico

di Luca Cangemi

La scissione renziana è il combinato disposto di due rilevanti elementi. Il primo è il tradizionale opportunismo dei ceti politici italiani. È questo un dato che certo attiene ad una grave questione morale ...

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

"Gli americani non vinceranno il confronto con la Cina" Intervista su L'Humanité a Jean-Claude Delaunay

E-mail Stampa PDF

delaunay youtubeda humaniteinenglish.com

Traduzione di Marco Pondrelli

Entro il 2050, la Cina spera di diventare la prima economia mondiale. Il nostro compagno Jean-Claude Delaunay, economista e vicepresidente della World Association for Political Economy, fornisce al giornale l'Humanité le chiavi interpretative di un'economia, quella cinese, in rapido cambiamento.

Humanité: Come analizzare l'attuale guerra commerciale fra Cina e Stati Uniti?

Jean-Claude Delaunay: Gli Stati Uniti sembrano essere in ritardo di cinque anni nello scoprire la strategia cinese di una "new normality". Non si tratta solo di realizzare il progresso sociale, ma anche di sviluppare le forze produttive: Internet, l'elettronica, l'intelligenza artificiale, lo sviluppo del 5G.....

Leggi tutto...

Venezuela e Russia rafforzano la cooperazione politica, economica e militare

E-mail Stampa PDF

delcyrodriguez lavrovdi Marx21.it

Il Vice Presidente Esecutivo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Delcy Rodríguez, si è recata la scorsa settimana (19-20 agosto) a Mosca, alla guida di una delegazione di altissimo livello, con l'obiettivo di rafforzare le "relazioni di fraternità e cooperazione" tra i due paesi.

Durante la sua permanenza a Mosca, la leader venezuelana ha confermato gli accordi stipulati dal Palazzo Miraflores e dal Cremlino in varie "aree strategiche".

Una dichiarazione dell'ufficio della vicepresidente a Caracas afferma che la visita è parte integrante degli sforzi del governo bolivariano tesi a rafforzare i legami con i paesi amici interessati a sostenere lo sviluppo sociale ed economico del Venezuela.

Leggi tutto...

La Cina e la fine della potenza americana

E-mail Stampa PDF

portaerei oceanodi Christopher Black | da newcoldwar.org

Traduzione di Marco Pondrelli

Le potenze imperialiste hanno una lunga storia di colonialismo in Cina, di riduzione del suo popolo a mendicante nella propria terra. Gli inglesi, i francesi, i tedeschi, gli americani, i giapponesi, sono tutti colpevoli di crimini contro la Cina che non possono essere dimenticati. Sconfitte nel 1949 le potenze coloniali non hanno mai abbandonato le loro ambizioni di ridurre nuovamente la Cina a colonia e sono, ancora una volta, attivamente impegnate nel tentativo di minare la Cina come nazione sovrana, calunniarla, sabotarne l'economia, minacciarla con la forza armata, spezzarla in pezzi facilmente controllabili, come vorrebbero fare con la Russia.

Leggi tutto...

Patria o muerte!

E-mail Stampa PDF

bandierine italiaRiceviamo con richiesta di pubblicazione

di Andrea Costanzo

“E’ praticamente superfluo dire che non intendiamo «nazionalità» nel senso popolare del termine, come insensata antipatia nei confronti degli stranieri; come un’ indifferenza nei confronti del benessere generale della razza umana o come un’ingiusta preferenza per i presunti interessi nazionali o come il rifiuto di adottare per il nostro Paese quello che è stato buono per altri. Intendiamo il principio di simpatia, non di ostilità; di unione, non di separazione. Intendiamo il sentimento di comunanza d’interessi tra coloro che vivono sotto il medesimo governo entro i medesimi confini naturali o storici. Intendiamo che una parte della comunità non si consideri estranea rispetto a un’altra sua parte….” (J.S. Mill, a system of logic, Ratiocinative and Inductive, 1843)

Leggi tutto...

Bertinotti, la crisi di governo, l'Europa

E-mail Stampa PDF

zingaretti bertinotti dimaioPubblichiamo come contributo alla discussione

di Bruno Steri
da ilpartitocomunistaitaliano.it

Martedì prossimo 27 agosto il Capo dello Stato informerà il Paese sull’esito della trattativa tra il Partito democratico e il Movimento5Stelle e quindi sulla possibilità che da tale trattativa sortisca o meno la base programmatica per un governo. Nel frattempo continuano a confrontarsi contrapposte recriminazioni e si accavallano previsioni diverse, senza che un tale fervore comunicativo contribuisca a dissipare l’incertezza per il prossimo futuro italico.

Leggi tutto...

I grandi assenti del 20 agosto al Senato

E-mail Stampa PDF

salvini conte 20agostoPubblichiamo come contributo al dibattito

da aginform.org

Contemporaneamente al dibattito al Senato sulla crisi di governo, nelle strade adiacenti si sono svolte manifestazioni di consenso ai protagonisti dello scontro, ma in assenza quasi completa di quei settori che si pongono il problema di difendere i lavoratori, i precari, i disoccupati, i nuovi schiavi immigrati dopo l' 'accoglienza', i quali pure dovrebbero avere qualcosa da dire su quello che sta succedendo. Qualcuno forse c'era, confuso tra i supporter di Conte, ma senza quella autonomia politica e programmatica che invece doveva essere rappresentata in quel momento. 

Leggi tutto...

Queste le riforme che servono all'Europa (ce lo chiede anche Trump)

E-mail Stampa PDF

savona 1217Pubblichiamo l'editoriale di Guido Salerno Aletta

Compiti ardui si preannunciano per le rinnovate istituzioni europee, Parlamento, Commissione e BCE. L’Unione non ha di fronte a sé solo il problema strutturale della bassa crescita economica che ha caratterizzato gli scorsi dieci anni, ed i pericolosi segnali di un forte rallentamento anche in Germania, ma le questioni che furono lasciate irrisolte ai tempi del Trattato di Maastricht nel 1992, aggravatesi di recente per via dei difetti che caratterizzano anche l’architettura dell’euro.

Leggi tutto...

Berlinguer e il compromesso storico

E-mail Stampa PDF

Enrico berlinguer 1952di Alessandro Pascale

Pubblico
Il compromesso storico e la rivista Rinascita, la tesi di laurea triennale in storia contemporanea (anno accademico 2006-2007), relatore il prof. Agostino Giovagnoli, discussa all'Università Cattolica di Milano nel febbraio 2018. Con questa tesi mi sono laureato nella facoltà di lettere e filosofia, corso scienze storiche, indirizzo storia contemporanea, con il voto di 110/110. Vi ho allegato una prefazione per rimarcare pregi e limiti dell'opera, aggiungendo alcune considerazioni generali sulla segreteria Berlinguer.

La tesi è scaricabile gratuitamente da Academia. Di seguito la prefazione.

Leggi tutto...

La Cina divora energia e ha (per ora) bisogno di noi

E-mail Stampa PDF

cina pannellisolaridi Demostenes Floros, Analista geopolitico ed economico

da aboutenergy.com

I cinesi - 1,4 miliardi - si confermano i principali consumatori di energia del pianeta con il 23,6% dei consumi. La quota degli Stati Uniti, 330 milioni di abitanti, è pari al 16,6%, ma c'è una novità: i consumi sono cresciuti del 3,5%, l'aumento più consistente dal 1984.

I consumi di energia primaria globale hanno raggiunto i 13.865 Mtep (Milioni di tonnellate equivalenti di petrolio) nel 2018, in aumento del 2,9% rispetto al 2017. Si tratta del maggior incremento registrato dal 2010, trainato per oltre il 40% dal gas naturale. È quanto emerge di dati forniti dal BP Statistical Review 2019.

Leggi tutto...

Appello al Movimento 5 Stelle

E-mail Stampa PDF

nuovadirezione m5sNuova Direzione

Il voto del 4 marzo scorsa ha sancito la vittoria di quei settori sociali strozzati dal liberismo e dai suoi strumenti politici: l'Unione Europea ed i governi di centrodestra e centro sinistra.

Il governo gialloverde ha rappresentato la speranza del cambiamento.

L'azione di governo ha fatto cose buone e cose discutibili, tuttavia, qualche cosa per la prima volta è andato a favore delle classi popolari e dei lavoratori. In questa esperienza sono emerse lacune, errori politici, di organizzazione interna e di cultura politica e, soprattutto, la mancanza di un progetto di una visione di fase da parte del M5S.

Leggi tutto...

Una battaglia per la democrazia

E-mail Stampa PDF

parlamento italiano grandRiceviamo e pubblichiamo

di Vincenzo De Robertis

“Ridurre il numero dei Parlamentari” è la parola d'ordine attuale e principale del Movimento 5 stelle, ed in particolare del suo leader (o capo politico, come preferisce farsi chiamare), Luigi Di Maio, che la utilizza per magnificare il proprio partito, primo ed unico artefice, a suo dire, di una riforma originale, e per attaccare gli avversari di turno, prima il PD, ora la Lega, quali “difensori della casta”.

Si tratta, invero, di pura propaganda, perchè di originale e di unico non vi è nulla.

Leggi tutto...

Hong Kong, la storia che non leggerete

E-mail Stampa PDF

barricade hong kong protest 1202581di Pino Arlacchi
da pinoarlacchi.it

Non riportare mai la versione dell’altra parte in campo e limitarsi a ripetere la stessa storiella, senza il minimo approfondimento, sono diventati le regole seguite dai media mainstream nel trattare i fatti internazionali. Che si tratti di Cina, Venezuela, guerre, massacri e catastrofi, ogni volta che si deve informare si ricorre a una formuletta preconfezionata. Che coincide regolarmente con gli interessi dei proprietari dei mezzi di comunicazione, dei governi occidentali e dello 0,1% che tenta di governare le cose del mondo.

Leggi tutto...

Come dare la colpa agli hacker nordcoreani

E-mail Stampa PDF

mano codicebinariodi Francesco Galofaro
Università di Torino; CUBE;

Perché è sempre colpa della Corea del Nord? O degli hacker russi? La risposta può venire, forse, dalla narratologia. Come sappiamo, non c’è giallo senza colpevole: se, giunto all’ultima pagina, il lettore viene lasciato in preda ai suoi dubbi, il romanzo cambia genere e diventa letteratura colta. Lo stesso dicasi per le inchieste giornalistiche sui crimini informatici: i colpi più efferati degli ultimi decenni devono avere un autore; dietro le maschere anonime di pseudonimi come Shadow Brokers, Lazarus, Guccifer 2.0 deve esserci un volto. Nell’impossibilità di individuare i reali responsabili, che probabilmente godono dei frutti delle proprie rapine in qualche isola tropicale, un vero e proprio sistema, composto da superpotenze, media e agenzie investigative, cerca di manipolare l’opinione pubblica e di accusare il nemico geopolitico.

Leggi tutto...

Sotto lo «scudo» missili nucleari Usa in Europa

E-mail Stampa PDF

missile lancio fumodi Manlio Dinucci

ll sito missilistico Nato di Deveselu in Romania, facente parte del sistema statunitense Aegis di «difesa missilistica», ha terminato «l’aggiornamento» iniziato lo scorso aprile. Lo comunica la Nato, assicurando che «esso non ha conferito alcuna capacità offensiva al sistema», il quale «rimane puramente difensivo, focalizzato su potenziali minacce provenienti dall’esterno dell’area euro-atlantica».

Il sito di Deveselu è dotato (secondo la descrizione ufficiale) di 24 missili, installati in lanciatori verticali sotterranei, per l’intercettazione di missili balistici a raggio corto e intermedio.

Leggi tutto...

Bipolarismo: una vittoria di Salvini e Zingaretti (Renzi)

E-mail Stampa PDF

conte salvini crisidi Ugo Boghetta

M5S DAI DUE FORNI AI DUE FORNAI

Avvertenza: Questo articolo, condivisibile o meno, non è pensato come commento alla crisi e a come si risolve il puzzle di ferragosto, ma come impostazione di ragionamenti per perseguire obiettivi politici e costruire un soggetto politico nuovo.

Il governo del cambiamento sembra caduto come un qualsiasi esecutivo in tempi di vacanze. Le diatribe che ne seguono sono inevitabilmente parossistiche. Le opzioni in campo sono tante a dimostrazione della frammentazione politica. Comunque vada sarà un pasticcio.

Leggi tutto...

Hong Kong. Qualcuno vi ha raccontato che il famigerato “Trattato di estradizione con la Cina” lo ha stipulato anche l’Italia?

E-mail Stampa PDF

hong kong 833x474di Francesco Santoianni
da pecorarossa.it

Tutti i media - primo tra tutti l’ormai impresentabile  Il Manifesto –  ad osannare i manifestanti di Hong Kong mobilitati contro il famigerato “Trattato di estradizione con la Cina” e nessuno vi racconta che un trattato di estradizione con la Cina (assolutamente identico a quello proposto ad Hong Kong) è stato già stipulato dall’Italia e da altri 48 paesi tra i quali Spagna, Francia, Portogallo, l’Australia… Un trattato che esclude categoricamente i reati di opinione e politici.

Leggi tutto...

Appunti per comprendere i Khmer Rouge

E-mail Stampa PDF

polpotda bollettinoculturale.blogspot.com

Comprendere ciò che è accaduto nella Cambogia tra il 1976 e il 1979, quando si chiamava Kampuchea Democratica, resta un nodo ancora da sciogliere nella storia del movimento comunista.

Come un’esperienza nata dalla lotta antimperialista contro gli USA si è potuta trasformare in una delle grandi tragedie del XX secolo?

Questo breve saggio non ha lo scopo di riabilitare nessuno, vuole semplicemente gettare le basi per un profondo studio della storia dei Khmer Rouge e della loro rivoluzione.

Leggi tutto...

Segui i soldi dietro le proteste di Hong Kong

E-mail Stampa PDF

hong kong usa trumpdi Sara Flounders | da workers.org

Traduzione di Marco Pondrelli

Le manifestazioni a Hong Kong, divenute un aperto confronto con la Repubblica popolare cinese, hanno un impatto globale. Quali sono le forze dietro a questo movimento? Come vengono reperiti i fondi e chi ne beneficia?

Le manifestazioni sempre più violente a Hong Kong sono accolte e sostenute con entusiasmo dai media statunitensi e da tutti i partiti politici imperialisti negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Questo dovrebbe essere un segnale di pericolo per tutti coloro che lottano per il cambiamento e per il progresso sociale. L'imperialismo americano non è mai disinteressato o neutrale. 

Leggi tutto...

Gli Usa in un vicolo cieco?

E-mail Stampa PDF

usa cina rotturadi Fabio Massimo Parenti
da beppegrillo.it

Agosto 19, 2019

Gli Stati più forti, secondo i neomercantilisti, danno vita a regimi internazionali (monetari, commerciali, produttivi, ecc.) per far avanzare gli interessi nazionali, rifiutandosi poi di aderire ai principi, alle norme e alle regole date quando entrano in conflitto con i propri interessi. In questo modo è possibile spiegare lo stralcio di accordi internazionali da parte degli Usa (TPP, Parigi, …), le critiche alle clausole di salvaguardia previste in seno al WTO (rivolte soprattutto alla Cina), la minaccia di uscire da questa organizzazione, la nuova postura protezionistica e via dicendo.

Leggi tutto...

Il mito del "bolscevismo ebraico"

E-mail Stampa PDF

lenin propaganda[Por Cristiano Alves, Il mito del “Bolscevismo Ebraico”, Apaginavermelha.blogspot.comMarxismo-leninismo.forumfree.it, 6 luglio 2013 – 6 agosto 2019, traduzione e pubblicazione a cura di Sojuz Koba 1961. Si ringrazia Pietro Carreo per la segnalazione fatta sul gruppo facebook Intellettuale Collettivo]

È un luogo comune nelle idee di estrema destra, specialmente nel credo fascista, la convinzione che «il Bolscevismo faceva parte di una cospirazione Ebraico-satano-sionista» e che «la rivoluzione russa fu finanziata dagli Ebrei». Questa assurdità propagandistica, originata dai tempi dello zar Nicola II, è sempre stata un appello all'antisemitismo, un flagello che ha perseguitato a lungo il popolo russo, strumentale all'ideologia zarista. Questo articolo dimostra la falsità di tale teoria.

Leggi tutto...

Pagina 3 di 263