Come l'Italia conquistò lo «Status di grande paese»

Come l'Italia conquistò lo «Status di grande paese»

di Manlio Dinucci

Il 24 marzo 1999, la seduta del Senato riprende alle 20,35 con una comunicazione dell’on. Sergio Mattarella, allora vice-presidente del governo D’Alema (Ulivo - Pdci - Udeur) ...

Continua...
Si si e né né

Si si e né né

di Jorge Cadima

La storia dimostra abbondantemente come l'imperialismo si arroghi il diritto di imporre il suo potere planetario con tutti i mezzi: guerre, sovversioni, colpi di stato, embarghi, bombe atomiche, armi chimiche, campi di concentramento, torture, omicidi.

Continua...
Marxismo, ambientalismo, animalismo

Marxismo, ambientalismo, animalismo

di Alessandro Pascale

Quella che segue è una breve introduzione al saggio di Davide Cericola, Critica costruttiva ai concetti di Lavoro e di possesso, che pubblichiamo in esclusiva su Marx21.it come contributo alla discussione teorica su alcuni temi spinosi.

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Fermare la frenesia sciovinista in India e Pakistan

E-mail Stampa PDF

pc pakistanComunicato del Partito Comunista del Pakistan

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

L'attuale escalation della frenesia sciovinista di India e Pakistan ha creato un clima di guerra senza senso in tutta la regione, caratterizzato da pesanti cannoneggiamenti transfrontalieri e bombardamenti aerei, che si traducono in uno spreco totale delle risorse nazionali dei due paesi.

Leggi tutto...

Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale.

E-mail Stampa PDF

pascale totalitarismoliberale macrocopertinaA cura di Alessandro Pascale. La città del Sole

di Marco Pondrelli

Il nome Seymour Hersh probabilmente ai più non dirà molto ma Hersh, vincitore anche del premio Pulitzer, ha messo in discussione la versione fornita dal governo statunitense dell'uccisione di Bin Laden (raccontata anche nel film embedded di Kathryn Bigelow Zero Dark Thirty), così come la 'verità' sul gas Sarin usato da Assad in Siria, la reazione, durante la presidenza del 'democratico' Obama, è stata la censura. Il fatto di per sé è significativo, spiega molto bene la 'fabbrica del falso', che sta alla base dell'accettazione acritica delle verità di comodo propinate da mass-media compiacenti. È spiega altrettanto bene la battaglia contro la scuola pubblica, contro la libertà d'informazione per spegnere qualsiasi visione critica ed alternativa della società e del mondo.

Leggi tutto...

Armenia: i comunisti a sostegno della presenza militare russa

E-mail Stampa PDF

armenia pcusServizio stampa dell'Unione dei Partiti Comunisti-PCUS

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Il 23 febbraio scorso, attivisti del Partito Comunista dell'Armenia, in occasione della Giornata del Difensore della Patria, hanno visitato la 102° base militare russa dislocata nella repubblica, accolti dal suo vice comandante per l'addestramento politico-militare, il colonnello Alexandr Shuvalov. Yerdzhanik Kazaryan, Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista dell'Armenia, ha letto una dichiarazione dei manifestanti di condanna dei tentativi di un certo numero di media armeni e di varie organizzazioni politiche e pubbliche filo-occidentali di screditare la presenza russa in Armenia, in particolare della 102° base militare.

Leggi tutto...

Roma e Londra si smarcano dal pressing Usa su Huawei

E-mail Stampa PDF

huawei vetrinadi Simone Pieranni
da ilmanifesto.it

Cina-Italia. L’Italia a Washington: al via strutture di controllo ma nessuna chiusura al colosso cinese

L’Italia resiste agli allarmi degli Usa, non chiude a Huawei, ma prova a dotarsi di strumenti in grado di valutare al meglio eventuali rischi per quanto riguarda la sicurezza.

In questo senso Roma segue altri paesi che, pur partendo da posizioni molto vicine agli Usa, di recente hanno corretto il tiro (non ultime Germania e Gran Bretagna).

Leggi tutto...

La rivoluzione tedesca: 100 anni dall’assassinio di Rosa Luxemburg

E-mail Stampa PDF

rivolta spartachistaUn interessante contributo di Stefano Palermo

da laboratorio-21.it

Molto spesso i manuali di storia tendono a trascurare ciò che avvenne in Germania durante e subito dopo la Prima guerra mondiale (IGM), passando direttamente dall’armistizio alla fondazione della Repubblica di Weimar: in questo arco di tempo la gente comune, donne e uomini della classe lavoratrice tedesca, ha messo in ginocchio i ricchi del paese più industrializzato del mondo, ponendo fine alla Grande Guerra.

Leggi tutto...

Lettera aperta alla direzione del PCF: Sul Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela flagmapdi
Forte di José ex corrispondente de l’Humanité all'Avana (1974-1977)
Jean Ortiz ex corrispondente de l’Humanité all'Avana (1977-1980)
Maïté Pinero ex corrispondente de l’Humanité all'Avana (1984-1989)

Traduzione di Lorenzo Battisti

Cari compagni

Mentre scriviamo, la tensione è al suo apice ai confini del Venezuela. L'America Latina sta trattenendo il fiato e il Segretario Generale dell'ONU è in costante contatto con il legittimo governo del Presidente Maduro. Avrà luogo il 68° intervento militare degli Stati Uniti in questo continente?

Leggi tutto...

Il mondo non accetta più i diktat statunitensi

E-mail Stampa PDF

trump usa iwantyouda beppegrillo.it

Febbraio 23, 2019

di Fabio Massimo Parenti – Dal lancio della guerra tariffaria del presidente Donald Trump, quasi un anno fa, le divergenze tra Stati Uniti e Unione Europea sono cresciute. Ora l’amministrazione Trump vuole punire l’Europa “disobbediente” sulla questione delle sanzioni all’Iran e sul North Stream 2. Tuttavia, benché le fratture transatlantiche si siano allargate da quando l’amministrazione Trump è entrata in carica, il divario tra le due sponde dell’Atlantico ha radici più antiche.

Leggi tutto...

Uniti nella difesa della Patria!

E-mail Stampa PDF

venezuela socialista image 600x399Dichiarazione del Partito Comunista del Venezuela e di altri partiti del Fronte Popolare Antimperialista e Antifascista

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

I partiti politici e i movimenti sociali firmatari, membri del Fronte Popolare Antimperialista e Antifascista condannano l'attacco dell'imperialismo degli Stati Uniti, in collaborazione con l'Unione europea e il Gruppo di Lima, contro la nostra nazione, che rappresenta un atto di provocazione ed ingerenza che mina la sovranità e la pace della Repubblica Bolivariana del Venezuela e di tutta l'America Latina e dei Caraibi.

Leggi tutto...

Voci da Caracas

E-mail Stampa PDF

maduro folla salutodi Marinella Correggia | da sibialiria.org

Davanti ai tamburi di guerra, a Caracas la vita si svolge normalmente, non si respira affatto aria di guerra, ma il popolo bolivariano è mobilitato in permanenza. Del resto due milioni di persone si sono  “arruolate” nella milizia bolivariana, pronte a difendere il paese….

La manifestazione chilometrica del 23 febbraio: Maduro è proprio solo!

Un mare di magliette e berretti rossi. Giovani di…tutte le età hanno sfilato in una manifestazione chilometrica sotto il sole; a percorrerla tutta dal fondo alla cima, ci si rendeva conto della pacifica allegra fermezza del popolo bolivariano. Invincibile, probabilmente. «Ecco il popolo di Chavez, che non è morto ma è diventato milioni» diceva una donna, mentre un attivista con gli occhiali truccati da occhi di Chavez  reggeva un cartello «L’Onu fermi l’aggressione al Venezuela».

Leggi tutto...

Ci vuole una manovra correttiva

E-mail Stampa PDF

euro cascataL'editoriale di Guido Salerno Aletta

Recessione nel quarto trimestre del 2018, caduta di produzione ed ordini industriali a dicembre, export che cede soprattutto verso le destinazioni extra Ue: per l’Italia è stato un pessimo fine d’anno. Per quello in corso, nessuno trattiene il fiato. Tutti già dottori, al capezzale: c’è già chi ha già invocato una manovra correttiva, subito; chi ha proposto un cambio di strategia a favore degli investimenti, e pure chi ha scorto il cigno nero. E’ la solita Italia, in grado di contagiare con la sua frenata l’intera economia europea: se sballa il rapporto deficit/pil, visto che non c’è la crescita ipotizzata, lo spread schizza alle stelle e ricomincia la sarabanda sui mercati. La verità è che si cerca solo l’untore: troppe le situazioni di crisi che si affacciano; dalla Brexit alle elezioni spagnole, dalla guerra commerciale tra Usa e Cina al piombo sotto le ali dell’export del Giappone, dell’Australia e della Corea del Sud. Prendersela con l’Italia è un deja vu.

Leggi tutto...

Il Trattato di Aquisgrana e la fine dell’Europa politica

E-mail Stampa PDF

macron merkel aquisgranaPubblichiamo un interessante contributo di Domenico Moro

da laboratorio-21.it

Il 6 febbraio 2019 la commissaria alla concorrenza della Ue, Margrethe Vestager, ha bocciato la fusione tra Alstom e Siemens nel settore ferroviario. Immediatamente la Francia e la Germania hanno dichiarato che avrebbero dato avvio a un processo di revisione delle regole della concorrenza. Ben diverso è stato l’atteggiamento dei due Stati in occasione della fusione tra Fincantieri e Stx France, nella cantieristica. In questo caso la Francia, sostenuta immediatamente dalla Germania, ha chiesto alla commissione alla concorrenza di esaminare la fusione alla luce del regolamento sulle concentrazioni.

Leggi tutto...

Pablo Sepulveda Allende, nipote di Salvador, contro la sinistra imperiale cilena e mondiale.

E-mail Stampa PDF

allende pablosepulvedada polivox.info

Traduzione a cura di Clara Statello

Non sono, per caso, esattamente gli stessi poteri fattuali che destabilizzarono e provocarono il colpo di stato contro Allende, quelli che stanno permanentemente destabilizzando e assediando il Venezuela Bolivariano?  

Per questa ragione diventa offensiva la mancanza di etica e la doppia morale di figure politiche che ancora osano definirsi rappresentanti degli ideali di sinistra - come ad esempio, tanto per nominarne alcuni, il presidente Pedro Sanchez, la senatrice Isabel Allende, la ex candidata Beatriz Sanchez e i suoi cagnolini George Jackson e Gabriel Boric (membri del movimento post comunista Frente Amplio, NdT), che riproducono esattamente lo stesso discorso della destra mondiale, per criminalizzare la rivoluzione bolivariana, ma sono incapaci di indicare con veemenza - come invece fanno con il governo venezuelano - il governo degli Stati Uniti come autore dei peggiori crimini contro l'umanità, commessi negli ultimi 70 anni. Nel solo secolo XXI, con i loro interventi militari in Afghanistan, Iraq, Libia e Siria, hanno provocato milioni di morti, milioni di rifugiati, devastato paesi che poi hanno abbandonato al caos. 

Leggi tutto...

Venezuela: imperialismo, proconsoli e “la legge”

E-mail Stampa PDF

venezuela lavagnaUn contributo di Mark Epstein per Marx21

Storicamente l’imperialismo si è manifestato in maniere diverse, ma ha sempre rivelato le sue fortissime connessioni allo stato del capitalismo contemporaneo, ed alle forme degli ‘sviluppi’, regressioni, e stalli anche dei rapporti interni alle nazioni o potenze capitalistiche.

Ciò che sta avvenendo riguardo l’ennesima aggressione e l’ennesimo (sinora ancora a livello di tentativo di) colpo di stato in America latina rivela molte cose sia a livello di politica interna degli Stati Uniti, sia a livello di politica internazionale.

Leggi tutto...

Messaggio urgente alle forze comuniste e del lavoro del mondo

E-mail Stampa PDF

pc cuba estesodi Partito Comunista di Cuba

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Come sottolinea la Dichiarazione del Governo Rivoluzionario di Cuba del 13 febbraio scorso, "l'escalation di pressioni e azioni del governo degli Stati Uniti per preparare un'avventura militare mascherata da intervento umanitario", non solo costituisce una reale minaccia contro il popolo venezuelano, ma comporta un autentico pericolo per la pace nel mondo.

Leggi tutto...

La costruzione scientifica della fake news di governo. Il caso Finkielkraut

E-mail Stampa PDF

finkielkraut giletjaunesdi Redazione Contropiano - Jacques Pezet *

da contropiano.org

Il potere, si sa, aspira sempre al monopolio dell’informazione, oltre che a quello della violenza e dell’economia.

E viene fortemente disturbato, specie in tempi di “competizione globale”, che approssima un clima di guerra, dall’esistenza di un’informazione alternativa. Che ovviamente può essere di buona o pessima qualità, può produrre falsità e informazioni invece controllatissime.

Leggi tutto...

Cifre e Dati che smontano la "Crisi Umanitaria" in Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela cittada lantidiplomatico.it

Mision Verdad

L'annuncio dell’ingresso  di "aiuti umanitari" da parte degli Stati Uniti attraverso i confini della Colombia e del Brasile - valutato 20 milioni di dollari e totalmente irrisorio in contrasto con il danno prodotto dall'assedio finanziario quantificato in 30 miliardi di dollari - non riesce ad egemonizzare l'opinione pubblica, in particolare per le minacce di intervento militare che sono filtrate dalla Casa bianca, ma anche perché i dati reali sulla situazione politica ed economica del Venezuela non sono in sintonia con quelli delle nazioni che vivono una profonda devastazione sociale.

Leggi tutto...

Perché il Patto Francia-Germania è una secessione di fatto dall’Ue

E-mail Stampa PDF

Merkel MacronL'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

di Guido Salerno Aletta
da startmag.it

Se è vero, come sosteneva Carl Schmitt, che le istituzioni del diritto pubblico europeo non sono altro che forme secolarizzate di concetti teologici cristiani, la indizione delle prossime elezioni del Parlamento europeo, a fine maggio, potrebbe essere considerata come la convocazione di un nuovo Concilio ecumenico, il luogo in cui si svolgerà il cammino comune dei cittadini, così rappresentati.

Leggi tutto...

Losurdo presenta la rilettura di Stalin di Grover Furr

E-mail Stampa PDF

groverfurrRiproponiamo un testo di Domenico Losurdo che mantiene tutta la sua attualità

Prefazione di Domenico Losurdo al volume Krusciov mentì di Grover Furr, pubblicato nel 2015 dalla casa editrice La Città del Sole. Ringraziamo Giordano Manes per aver messo a disposizione il testo.

In Francia, dopo il Termidoro, i giacobini sono consegnati alla ghigliottina anche sul piano morale. Si diffonde una pubblicistica che li bolla come «quei sultani», «quei satiri» che un po’ dappertutto avevano apprestato «luoghi di piacere» e «luoghi di orge», nei quali «si abbandonavano a tutti gli eccessi». Assieme alla libidine sessuale a divorare Robespierre era stata soprattutto la libidine del potere: egli si apprestava a sposare la figlia di Luigi XVI in modo da poter ascendere al trono di Francia.

Leggi tutto...

La sovranità dell'America Latina è ancora una volta in pericolo

E-mail Stampa PDF

golpe militar en chiledi Marco A. Gandásegui h.*

da alainet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Che cosa hanno in comune Dwight Eisenhower, Lyndon Johnson e Richard Nixon? I tre presidenti degli Stati Uniti hanno organizzato campagne per rovesciare governi democraticamente eletti nei paesi dell'America Latina. Nel caso di Eisenhower, organizzò l'invasione contro il governo di Jacobo Arbenz in Guatemala nel 1954. Johnson mandò truppe nella Repubblica Dominicana per impedire al presidente rovesciato, Juan Bosch, di tornare al potere nel 1965. Nixon e il suo consigliere per la sicurezza nazionale, Henry Kissinger, intervennero in Cile nel 1973 per porre fine al governo dell'unità popolare e assassinare Salvador Allende.

Leggi tutto...

Venezuela: l’oro nero che fa gola a molti

E-mail Stampa PDF

guaido maduro trumpdi Danilo Della Valle

da beppegrillo.it

Da qualche settimana il Venezuela ha strappato nei media titoli di prima pagina che prima con difficoltà gli sarebbero stati concessi. Immagini di un Paese sull’orlo della guerra civile, afflitto da fame e da miseria. Code interminabili dinanzi a negozi di alimentari, articoli che parlano di scarsità di farmaci e di violenza. Da un lato nerboruti e apparentemente incattiviti guardiani del “regime”, dall’altro masse sventolanti vessilli nazionali in un contesto allegro e non-violento, raffigurato nel “glorioso” sforzo di abbattere l’odioso sistema autoritario, ora guidato da un vecchio socialdemocratico, ora da un giovane homo novus, assurto alle cronache internazionali quale autoproclamato Presidente del Venezuela. Dubbio schema narrativo dello storytelling già troppe volte raccontato.

Leggi tutto...

Pagina 3 di 246