Il futuro dell’America sempre più armato

Il futuro dell’America sempre più armato

Manlio Dinucci

Il «Budget per il futuro dell’America», presentato dal Governo Usa, mostra quali sono le priorità dell’Amministrazione Trump

Continua...
Lettera aperta al Signor Giletti

Lettera aperta al Signor Giletti

Norberto Natali

di Norberto Natali

Continua...
Dietro i fronti - anteprima nazionale - Roma

Dietro i fronti - anteprima nazionale - Roma

Samah Jabr

La psichiatra e scrittrice Samah Jabr ci guida in un viaggio per comprendere il “sumud”, la resistenza e la resilienza del popolo palestinese...

Continua...
L’economia che piace ai ricchissimi

L’economia che piace ai ricchissimi

Francesco Cappello

La scelta liberista, che si è affermata in opposizione alla Costituzione del 48, è, in ultima analisi, l’economia che consente ai ricchi di diventare ricchissimi

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

In mezzo al guado

E-mail Stampa PDF

dimaiocontePubblichiamo come contributo al dibattito

di Alessandro Leoni e Roberto Gabriele

Non era tutto scontato, ma se una volta tanto uscissimo dall'ambito delle elucubrazioni tipiche di certa cultura 'rivoluzionaria', avremmo dovuto prevedere che il percorso del governo gialloverde sarebbe stato molto accidentato e non un pranzo di gala. Quindi con certi ragionamenti, fermarsi a metà del guado non ha senso e la partita va invece giocata fino in fondo, sporcandosi le mani e lasciando alle anime belle il compito di gridare allo scandalo per certi passaggi complicati che invece appartengono al contesto vero che la situazione presenta.

Leggi tutto...

La carestia del 1933 in Ucraina e le responsabilità

E-mail Stampa PDF

ucraina rifugiati holomodordi Ruggero Giacomini

E’ uscito in Italia da Mondadori il libro della giornalista statunitense del “Washington Post”, naturalizzata polacca, Anne Applebaum, La grande carestia, dedicata all’evento drammatico che colpì soprattutto nella primavera del 1933 alcune regioni dell’Unione Sovietica, tra cui la campagna Ucraina. Il fatto è raccontato succintamente in un capitolo dedicato al 1932 (anno cruciale), del mio recente Il processo Stalin. La combinazione di due anni consecutivi di siccità con le rivolte dei kulaki contro la collettivizzazione agricola sfociò in una situazione di drammatica fame e morti per fame, prima che i raccolti del 1933 consentissero il ritorno a una relativa normalità.

Leggi tutto...

Report dell’incontro tra il COSI e il CCLGM

E-mail Stampa PDF

cosi cclgm maduroPubblichiamo il report di un'importante iniziativa di cui si è reso protagonista il comitato contro la guerra di Milano

da Comitato Contro La Guerra Milano

Martedì 9 luglio c’è stato l’incontro tra Gabriel Aguirre, Segretario Generale del Comitè de Solidaridad International (COSI) con una delegazione di quadri e militanti del Comitato Contro La Guerra Milano (CCLGM). A differenza degli altri incontri, avuti dal dirigente venezuelano per tutta le settimana dell’8 luglio con le delegazioni di  partiti e associazioni che hanno solidarizzato con la lotta del popolo venezuelano, quello tra i due Comitati è stata l’occasione per approfondire la conoscenza e la collaborazione reciproche iniziate nel novembre del 2016 durante l’Assemblea Mondiale del Consiglio Mondiale della Pace (World Peace Council..da ora WPC) svoltasi a Sao Luìs Do Maranhao in Brasile.

Leggi tutto...

In Ucraina vivaio Nato di neonazisti

E-mail Stampa PDF

azov nazidi Manlio Dinucci

Proseguono le indagini sui moderni arsenali scoperti in Piemonte, Lombardia e Toscana, di chiara matrice neonazista come dimostrano le croci uncinate e le citazioni di Hitler trovate insieme alle armi. 

Resta però senza risposta la domanda: si tratta di qualche nostalgico del nazismo, collezionista di armi, oppure siamo di fronte a qualcosa di ben più pericoloso? Gli inquirenti –  riferisce il Corriere della Sera  – hanno indagato su «estremisti di destra vicini al battaglione Azov», ma non hanno scoperto  «nulla di utile». 

Leggi tutto...

Lo Xinjiang, gli Uiguri e la storica polemica sui Diritti Umani

E-mail Stampa PDF

Xinjiangdi Maria Morigi
da opinione-pubblica.com

La visita del Presidente cinese Xi Jinping in Europa ha sollevato nuove polemiche sui diritti umani in Cina e nello Xinjiang in particolare. Ma, a guardar bene, quanto c'è di realistico nelle loro argomentazioni?

Per la recente visita in Europa del Presidente Xi Jingping (come se non fossero bastate le parole di Tajani, il disappunto dell’Europa sugli svantaggi dell’apertura verso le “opportunità cinesi” e le dichiarazioni di coloro che sono diffidenti per “vocazione genetica”…), ecco che puntuali si son fatti sentire anche i “mistici” difensori dei Diritti Umani e Civili assoluti, quei diritti che a loro dire sarebbero negati dal “regime” cinese.

Leggi tutto...

Il sito del Partito Comunista di Ucraina sull'intervento di Marx21.it

E-mail Stampa PDF

pc ucraina bandieraIl sito del Partito Comunista di Ucraina dà ampio risalto all'intervento di Marx21.it di denuncia della gravissima decisione della Corte Costituzionale Ucraina

da kpu.party

Итальянская политико-культурная ассоциация «Маркс XXI» решительно осуждает вердикт Конституционного суда Украины, которым признан конституционным закон Украины «Об осуждении коммунистического и национал-социалистического (нацистского) тоталитарных режимов в Украине и запрете пропаганды их символики» от 9 апреля 2015 года.

Leggi tutto...

Il compito dei comunisti cinesi nella situazione attuale (Xi Jinping)

E-mail Stampa PDF

xijinping rossoQuello che segue è il Discorso tenuto ai membri e ai membri supplenti del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, tenuto da Xi Jinping il 5 gennaio 2013. Il testo, tratto da Xi Jinping, Governare la Cina, Giunti Editore, 2016, pp. 26-29, è stato curato da Alessandro Basso:

«Sono trascorsi trentuno anni da quando il compagno Deng Xiaoping ha formulato il concetto di “socialismo con caratteristiche cinesi”. Con esso, per la prima volta, si è potuto rispondere in maniera piuttosto sistematica a una serie di domande fondamentali, relative a come costruire, consolidare e sviluppare il socialismo in una Cina economicamente e culturalmente piuttosto arretrata.

Leggi tutto...

I fatti e la narrazione

E-mail Stampa PDF

Ursula von der Leyen CDU Parteitag 2014 by Olaf Kosinsky 2L'editoriale di Guido Salerno Aletta

I fatti e la loro narrazione: niente è mai come sembra a prima vista, non a Roma e neppure a Bruxelles. I capovolgimenti di fronte, nella lunga battaglia politica che sta portando alla formazione dei nuovi organismi di vertice dell’Unione sono continui e lasciano spazio alle manovre politiche più imprevedibili. A volte, veri e propri azzardi. Al momento, a fare da ago della bilancia per riuscire a formare la maggioranza necessaria per far approvare a Strasburgo la nomina di Ursula Von der Leyen a Presidente della Commissione è stato Giuseppe Conte, il Presidente del Consiglio di un’Italia che tutti danno per emarginata, sempre fuori dai giochi. Per insinuarsi, spiazzando per un giorno almeno il ruolo di king-maker assunto dal Presidente francese Emmanuel Macron, Conte ha approfittato del vistoso ammutinamento in casa S&D, con il forte dissenso dei rappresentanti di Germania, Grecia, Austria, Slovenia e Benelux che avrebbero preferito il loro candidato-guida, l’olandese Frans Timmermans, ed all’interno della stessa Cdu.

Leggi tutto...

Appello urgente dei comunisti ucraini ai comunisti e ai democratici di tutto il mondo

E-mail Stampa PDF

pc ucraina bandiera personeda solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Con un'inaudita sentenza che viola in modo flagrante i diritti umani e le libertà democratiche, la Corte Costituzionale dell'Ucraina ha sancito la validità delle odiose leggi che riscrivono la storia del paese, criminalizzando i comunisti e arrivando persino a sostenere, nel dispositivo, qualcosa che dovrebbe fare rabbrividire qualsiasi antifascista del nostro paese e del resto del mondo: “"Una delle ragioni principali delle enormi perdite umane nell'URSS, in particolare in Ucraina, durante la Seconda Guerra Mondiale risiede nel fatto che il regime nazista e il regime comunista avevano la stessa essenza antiumana".

Leggi tutto...

Senza lo spread, la narrazione è stracca

E-mail Stampa PDF

spread candeledi Guido Salerno Aletta, Editorialista dell'Agenzia Teleborsa

da teleborsa.it

Gli attacchi mediatici rafforzano la popolarità di Salvini

Lo spread cala, e nessuno ne parla.

Per attaccare il governo, e Matteo Salvini in particolare, non restano che le campagne mediatiche e la strumentalizzazione delle vicende giudiziarie. 

Leggi tutto...

Scuola s.p.a. no grazie: tra il metodo che forma e quello che formatta preferisco il primo.

E-mail Stampa PDF

scuoladiateneRingraziamo Enrico Sanna per la segnalazione

da mysterionweb.wordpress.com

È di questi giorni la notizia che verrà reintrodotta nelle nostre scuole l’educazione civica. Essa avrà il compito di promuovere la cultura del rispetto e della legalità. Forse i bambini indosseranno di nuovo il grembiule perché a detta del ministro Salvini “tutti sono uguali”. E il mainstream provvede subito a dare in pasto all’opinione pubblica questa informazione di scarso livello che manco la merce avariata. Così magari la gente si convince che la scuola debba insegnare ai giovani ad affrontare i “veri” problemi dell’Italia che sono la delinquenza, la mafia, l’immigrazione, l’Islam e i musulmani ecc.

Leggi tutto...

Firenze, 13 luglio. Inizio (auspicabile) di un percorso collettivo

E-mail Stampa PDF

bandiera rossaRiceviamo con richiesta di pubblicazione questo documento sul percorso avviato a Firenze il 13 luglio

Insistiamo sul concetto che il 13 luglio è solo l'inizio di un percorso collettivo che auspichiamo, senza trionfalismi e presunzioni di sorta, possa portare a una novità politica che rompa vecchi schemi partendo da necessità obiettive. Non sappiamo se riusciremo a centrare l'obiettivo, ma ci sforzeremo col 'pessimismo dell'intelligenza' di non deludere le aspettative, almeno per quanto ci riguarda.

Leggi tutto...

La farsa mistificante della nomina delle cariche istituzionali dell'UE

E-mail Stampa PDF

vonderleyen lagarde collagedi Pedro Guerreiro, Segreteria del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Se le decisioni adottate dal Consiglio Europeo in merito alle nomine delle diverse cariche al vertice delle istituzioni dell'UE avevano già rappresentato l'affermazione del "nucleo duro" (in termini di rappresentanza politica sia nazionale che, fondamentalmente, degli interessi economici e finanziari) dell'integrazione capitalista europea, il voto al Parlamento Europeo per Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione Europea ne è stato il corollario.

Leggi tutto...

Un altro Direttore del FMI proveniente dall’Europa sarebbe uno scandalo, dopo i crimini politici dell’ultimo decennio

E-mail Stampa PDF

lagarde christineda mittdolcino.com

Ambrose Evans Pritchard per The Telegraph

Se gli europei continuassero a trattare il Fondo Monetario Internazionale come un feudo ereditario, finirebbero con il distruggere l’Istituzione. Svanirebbe qualsiasi residuo di credibilità.

Gli asiatici prenderebbero in mano la situazione, creando una struttura monetaria parallela ancorata ad un sistema finanziario cino-centrico, con il sostegno quanto meno dei “BRICS”: Brasile, Russia, India e Sudafrica.

Leggi tutto...

Guerra o pace nel golfo Persico?

E-mail Stampa PDF

petroliere in fiamme Oman 5di Marco Pondrelli

Le rinnovate tensioni nel golfo Persico sono esplose con l'incendio di due petroliere (una norvegese ed una giapponese) e successivamente con l'abbattimento di un drone statunitense da parte dell'Iran. Gli Usa hanno prontamente accusato Teheran sia della responsabilità dell'attentato sia di avere abbattuto il drone nello spazio aereo internazionale. Questa sequenza di avvenimenti è caduta in un momento particolare, ovverosia mentre il Primo Ministro giapponese, Shinzo Abe, era in Iran. Era la prima volta che un capo del governo nipponico visitava la Repubblica Islamica. L'obiettivo di questa visita era mediare con gli Stati Uniti dopo la loro uscita dall'accordo sul nucleare, sul quale Trump aveva espresso dure critiche già in campagna elettorale.

Leggi tutto...

Scuola s.p.a. no grazie. Un cancro che si cura da solo…e diventa più grande!

E-mail Stampa PDF

pietrorattoRiceviamo da Enrico Sanna e volentieri pubblichiamo

da mysterionweb.wordpress.com

Quella che segue è un’intervista che, gentilmente, il filosofo Pietro Ratto ha concesso di rilasciarci. Il professore da anni si occupa del tema dell’aziendalizzazione della scuola pubblica. Ha pubblicato diversi libri che si occupano di questo fondamentale argomento, ha tenuto diverse conferenze e recentemente è stato ospite della tv online Byoblu di Claudio Messora per raccontare in che modo il potere economico e finanziario ha trasformato la Scuola Pubblica italiana in un monopolio sotto il suo controllo. Si può ancora parlare di scuola pubblica a tutti gli effetti oggi? Il governo e il parlamento, cioè lo Stato, prendono ancora decisioni importanti che si traducono in riforme strutturali a vantaggio degli scolari?

Leggi tutto...

La strategia della manipolazione mentale: dall’individuo alle grandi società di massa.

E-mail Stampa PDF

escher relativitaRiceviamo e pubblichiamo

da mysterionweb.wordpress.com

Perché introdurre un’intervista che parla di manipolazione delle masse con un disegno del matematico e pittore Escher? La risposta la troverete guardando i suoi capolavori. Per usare le parole di Umberto Galimberti, non importa che Dio esista o meno, ma l’idea esiste e fa mondo! Non è difficile estendere il concetto espresso formulando una nuova frase così come segue: non importa che un’idea sia buona o cattiva, vera o falsa, ma se l’idea esiste (e c’è qualcuno che vuole insinuarla negli individui) allora farà storia e muoverà le coscienze.

Leggi tutto...

Lo scambio di plusvalore nel Capitalismo delle Piattaforme

E-mail Stampa PDF

pluslavoro 500x333di Massimo De Minicis | da economiaepolitica.it

Pluslavoro - Il rapporto OECD fornisce una analisi qualitative e quantitative concernenti i lavoratori delle piattaforme digitali

Premessa

Molti studi ormai da tempo hanno affrontato il tema delle piattaforme di lavoro dell’economia collaborativa digitalizzata[1]. Sono stati così approfonditi numerosi aspetti sulla natura e sull’organizzazione produttiva di questa ultima evoluzione della tecnologia impiegata nei processi di produzione. Ma alcune questioni, al di là delle numerose concettualizzazioni realizzate, rimangono contrastate, provocando tensioni di carattere giuridico e sociale. 

Leggi tutto...

Giorni che rischiarano decenni

E-mail Stampa PDF

giornali spiraleRiceviamo da Norberto Natali e volentieri pubblichiamo

(prima parte, 16 luglio 2019)

GIORNALISTI, SCOOP O TRUPPE MEDIATICHE?

L’obiettività  e la neutralità sono due categorie molto diverse. 

La prima è possibile e necessaria, è la premessa essenziale per un approccio scientifico alla realtà, deve e può essere perseguita anche con una logica di parte: per esempio, si può difendere apertamente l’interesse di una classe ma con obiettività, in primo luogo ammettendo da che parte si sta.

Leggi tutto...

Donbass, Ucraina e nazifascisti

E-mail Stampa PDF

azov spallinadi Silvio Marconi
da patriaindipendente.it

Un viaggio nella regione attaccata dai militari di Kiev. La presenza di organizzazioni paramilitari ucraine eredi dei collaborazionisti di Hitler. L’incognita del nuovo presidente ucraino Zelensky

Cosa è cambiato da quando i neonazisti ucraini, coperti dal governo di Kiev, massacravano il 2 maggio 2014 oltre 50 uomini e donne nel rogo della “Casa dei Sindacati” di Odessa, nell’imbarazzante silenzio dell’occidente, o iniziavano sempre nel 2014 bombardamenti aerei e stragi in quel Donbass colpevole di non accettare né la discriminazione dell’antifascismo e la glorificazione dei collaborazionisti dei nazifascisti, né il piano di estirpazione della cultura russa e delle memorie dell’Urss a cui quelle genti erano e sono legate?

Leggi tutto...

Pagina 20 di 277