Associazione Politico-Culturale Marx XXI

Si tiene quest'anno in Ecuador l'Incontro Internazionale dei Partiti comunisti e operai

E-mail Stampa PDF

imcwp 2014 fotogruppoIl PdCI presente con Fausto Sorini, della segreteria nazionale, responsabile esteri

Il tradizionale Incontro internazionale annuale dei partiti comunisti e operai, giunto ormai al suo 16° appuntamento, si tiene quest'anno nell'Ecuador del Presidente Correa, dal 13 al 16 novembre, nella città di Guayaquil.

L'incontro sarà ospitato dal Partito comunista dell'Ecuador (PCE) e avrà come tema: “il ruolo dei partiti comunisti e operai nella lotta contro lo sfruttamento capitalista e imperialista, fonte di crisi e guerre e di incoraggiamento alle forze fasciste e nazionaliste contro i diritti dei lavoratori e dei popoli; contro l'emancipazione sociale e nazionale; contro lo sviluppo della lotta di classe e del socialismo”.

La sessione plenaria sarà preceduta da un incontro del gruppo di lavoro e di coordinamento più ristretto - di cui fanno parte da diversi anni i Partiti comunisti di Cuba, Brasile (PCdoB), Sudafrica, Libano, Portogallo, Grecia, Spagna, Repubblica Ceka, Russia e India (CPI e CPIm) - e il cui allargamento sarà oggetto di discussione in questo 16° incontro.

Leggi tutto...

"La Sinistra assente" e la questione del socialismo in Cina: Diego Angelo Bertozzi replica a Luciano Canfora

E-mail Stampa PDF

bertozzida domenicolosurdo.blogspot.it

Nella sua recensione del libro “La sinistra assente” di Domenico Losurdo, pubblicata sul Corriere della Sera del 3 novembre (link), il professor Canfora riconosce i meriti di questo testo ma ne critica le posizioni relative alla Repubblica popolare cinese. Secondo Canfora, il recente sviluppo economico di questo paese sarebbe in contraddizione con le premesse teoriche del socialismo cinese e della rivoluzione maoista e in questo senso lo “sforzo ermeneutico “ di Losurdo sarebbe “mal riposto”.

Con le sue affermazioni – non nuove – Canfora si inserisce insomma in un filone di pensiero ben consolidato – anche a sinistra – di condanna degli sviluppi di quello che si definisce “socialismo con caratteristiche cinesi” e che si riassume, per l'appunto, nel rigetto di un tradimento consumatosi nel post-rivoluzione culturale e sfociato in una restaurazione autoritaria del liberismo capitalista. La Cina, secondo una lettura divenuta ormai senso comune, non solo non rappresenta un'alternativa reale alla restaurazione liberista in atto, ma ne è, invece, parte attiva con il suo bagaglio di sfruttamento, diseguaglianze raccapriccianti e pulsioni imperialiste.

Leggi tutto...

"La caduta del muro di Berlino” e la campagna anticomunista di intossicazione dell'opinione pubblica

E-mail Stampa PDF

chemnitz-marx-monumentda "Avante”, organo centrale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Marx21.it

A venticinque anni dalla “caduta del muro di Berlino”, i comunisti portoghesi propongono una rigorosa analisi dell'evento, di ciò che lo ha preceduto e delle conseguenze che ne sono derivate, smascherando quella campagna anticomunista, da essi definita “di intossicazione dell'opinione pubblica”, che, soprattutto in questi giorni, è scatenata dall'apparato mediatico dominante anche nel nostro paese.

Sulle vicende che hanno portato all'annessione della Repubblica Democratica Tedesca da parte della RFT, rimandiamo anche al pregevole contributo di Vladimiro Giacché recentemente proposto da Marx21.it (“La rivincita del capitale: 40 anni di RDT, 25 anni dopo”).

Di fronte alla campagna anticomunista di intossicazione dell'opinione pubblica scatenata con il pretesto che sono trascorsi 25 anni dalla cosiddetta “caduta del muro”, il Partito Comunista Portoghese ritiene necessario affermare quanto segue:

1. Più che la “caduta del muro di Berlino” ciò che le forze della reazione e della socialdemocrazia celebrano è la fine della Repubblica Democratica Tedesca (RDT), e l'annessione (quella che chiamano “unificazione”) della RDT da parte della Repubblica Federale Tedesca (RFT) con la formazione di una “grande Germania” imperialista e la sconfitta del socialismo nel primo Stato tedesco antifascista e negli altri paesi dell'Est dell'Europa e, in seguito, la sconfitta del socialismo nell'URSS.

Leggi tutto...

L'arte in bianco e nero

E-mail Stampa PDF

pasolini vangelosecondomatteodi Laura Baldelli

Tre film per l’umanità

L’autunno è la stagione più attesa dai cinefili per l’uscita dei nuovi film; chi scrive vuol soffermarsi anche sui “vecchi”; due pellicole restaurate: “Il Vangelo secondo Matteo” di P.P. Pasolini e “I 400 colpi” di Truffaut e, tra i nuovi, il film-documentario di Wim Wenders: “Il sale della terra”.

La scelta è motivata da un filo conduttore che li lega, come la scelta estetica-narrativa del bianco e nero, potentemente espressiva; le innovazioni dalla grammatica del linguaggio cinematografico ispirate dal neorealismo, per raccontare i temi dell'umanità: il bisogno di spiritualità, l'educazione, le ingiustizie.

Tre capolavori di arte cinematografica, che non sono stucchevoli estetismi, ma potenti mezzi espressivi per la rappresentazione dei profondi temi dell’essere umano, che impongono la riflessione e l'attivazione della coscienza nello spettatore.

Leggi tutto...

Il PdCI incontra il Segretario generale del Partito comunista sudafricano

E-mail Stampa PDF

nzimande sacp"Rafforzare i rapporti coi partiti comunisti dei BRICS e la loro cooperazione multilaterale"

In visita in Italia nella sua veste di Ministro dell'Università, dell'Istruzione superiore e della Formazione, il compagno Blade Nzimande, Segretario generale del Partito comunista sudafricano (SACP), si è incontrato nei giorni scorsi con Fausto Sorini (segreteria nazionale PdCI) e Francesco Maringiò (direzione nazionale), rispettivamente responsabile e vice-responsabile esteri del partito.

Nell'incontro, che si è svolto in una atmosfera di grande e consolidata amicizia e solidarietà militante, sono stati affrontati una serie di temi relativi alla situazione interna dei due Paesi, alla politica dei rispettivi Partiti, al ruolo del Sudafrica e dei BRICS nell'attuale contesto internazionale, come elemento fondamentale di contrappeso all'imperialismo e alla sua politica di guerra; e all'importanza strategica di un rafforzamento della cooperazione multilaterale dei partiti comunisti dei BRICS.

Leggi tutto...

L’Ottobre e noi, 97 anni dopo

E-mail Stampa PDF

Lenin1917di Alexander Höbel, direzione nazionale PdCI

Sono passati 97 anni da quel 7 novembre 1917 che costituì una svolta decisiva nella storia contemporanea. È quasi un secolo, e tuttavia quell’evento – pure a 25 anni dal crollo del campo socialista – ha ancora una forte eco nel mondo, e in queste ore viene ricordato nelle zone più diverse del pianeta. Questo accade perché, per molti aspetti, l’Ottobre – la “rivoluzione contro il Capitale”, avvenuta nell’arretrata Russia zarista – è uno dei passaggi cardine della modernità, uno dei momenti fondanti dell’età contemporanea.

Se infatti il tentativo compiuto dall’umanità nell’era moderna è quello di emanciparsi dal bisogno e su queste basi costruire un nuovo tipo di libertà, una libertà concreta, effettiva, valida per tutti e non per ristrette minoranze, è insomma il tentativo di determinare da sé le condizioni della propria esistenza, sottraendole alle leggi cieche dell’economia, proprio la Rivoluzione d’Ottobre è uno dei passaggi decisivi di questo gigantesco processo storico.

Leggi tutto...

Il Congresso dell'Unione dei Partiti Comunisti-PCUS

E-mail Stampa PDF

da kprf.ru | Traduzione dal russo di Mauro Gemma

zyuganov congressopc-pcusIl 1 novembre a Minsk, capitale della Bielorussia, si è svolto il XXXV Congresso dell'Unione dei Partiti Comunisti- Partito Comunista dell'Unione Sovietica (UPC-PCUS), che riunisce i partiti comunisti delle ex repubbliche sovietiche.

Ai lavori del Congresso hanno preso parte 119 delegati di 17 partiti comunisti, riuniti nell'UPC-PCUS.

Quale luogo per lo svolgimento del XXXV Congresso non a caso è stata scelta la capitale della Bielorussia – la città-eroe Minsk. Proprio qui, dal 1 al 3 marzo del 1898 fu celebrato il primo congresso del Partito Operaio Socialdemocratico Russo.

Il forum di partito ha avuto luogo nella sala delle conferenze del nuovo edificio che ospita il Museo di storia della Grande Guerra Patriottica.

Leggi tutto...

Il Futuro è cominciato 97 anni fa

E-mail Stampa PDF

Rodchenko042di Gustavo Carneiro 
da 
www.avante.pt

Traduzione di Marx21.it

La Rivoluzione d'Ottobre ha inaugurato una nuova era

Il 7 Novembre è l’anniversario della Rivoluzione Socialista di Ottobre. Principale accadimento storico del XX Secolo e di tutta la storia dell’umanità, “l’assalto al cielo” dei bolscevichi, guidati da Lenin, porta per la prima volta il proletariato al potere e dà inizio alla costruzione di una società nuova, senza sfruttatori ne sfruttati, la società socialista. Il significato storico della rivoluzione d’Ottobre, le sue inedite conquiste ed il suo impatto sulla vita dei popoli non sono cancellabili, indipendentemente dalle sconfitte subite alla fine del secolo scorso, le cui conseguenze, oggi, i lavoratori ed i popoli soffrono drammaticamente. Le rivoluzioni future, comunque, saranno sempre marcate da questa esperienza.

Leggi tutto...

Lenin per il quarto anniversario della rivoluzione d'ottobre*

E-mail Stampa PDF

Marc-Chagall-La-Rivoluzione-dOttobre-1024x75014 ottobre 1921
Pravda, n. 234, 18 ottobre 1921

Si avvicina il quarto anniversario del 25 ottobre (7 novembre).

Quanto più ci allontaniamo da questo grande giorno, tanto più chiaro diviene il significato della rivoluzione proletaria in Russia e tanto più profondamente riflettiamo anche sull'esperienza pratica del nostro lavoro, considerato nel suo complesso.

In un abbozzo brevissimo — e lungi, naturalmente, dall'esser completo e preciso — questo significato e questa esperienza potrebbero essere tratteggiati nel modo seguente.

Il compito più diretto e immediato della rivoluzione in Russia era un compito democratico-borghese: eliminare i residui del medioevo, spazzarli via completamente, epurare la Russia da questa barbarie, da questa vergogna, da questo ostacolo grandissimo a ogni cultura e a ogni progresso del nostro paese.

Leggi tutto...

Lenin - Cinque anni di rivoluzione russa e le prospettive della rivoluzione mondiale

E-mail Stampa PDF

lenin photo11In occasione del 97° anniversario della Rivoluzione d'Ottobre, riteniamo utile riproporre l'importante contributo di Lenin, rappresentato dalla relazione al IV Congresso dell'Internazionale Comunista. Un testo che mantiene la sua attualità, in quanto denso di insegnamenti anche per i processi rivoluzionari in corso nel mondo di oggi.

Relazione al IV congresso dell'Internazionale comunista, 13 novembre 1922

Compagni! Sono iscritto nell'elenco degli oratori come relatore principale, ma voi comprenderete che dopo la mia lunga malattia non posso fare un grande rapporto. Non posso che limitarmi a un'introduzióne alle questioni più importanti. Il mio tema sarà molto limitato. Il tema: Cinque anni di rivoluzione russa e le prospettive della rivoluzione mondiale è troppo vasto e grandioso perché, in generale, un solo oratore, in un solo discorso, possa esaurirlo. Perciò mi limiterò a trattare soltanto una piccola parte di questo tema, cioè la questione della «nuova politica economica». Scelgo di proposito soltanto questa piccola parte del tema per informarvi su di un problema che oggi ha la massima importanza, almeno per me che ci lavoro attorno in questo momento.

Leggi tutto...

La sinistra assente. Intervista a Domenico Losurdo

E-mail Stampa PDF

filosofi marxisti vignettaintervista a cura di Dmitrij Palagi
da www.ilbecco.it

Domenico Losurdo è un filosofo italiano, con un passato da docente presso l'Università di Urbino (oggi è in pensione) e un corposo numero di pubblicazioni facilmente reperibili e rintracciabili attraverso Wikipedia. La precisione e chiarezza delle sue argomentazioni accompagna una militanza mai celata nel campo del comunismo italiano. Non è un caso che la presentazione del suo ultimo libro, La sinistra assente, si colleghi, a Firenze, alla presentazione di un appello per la ricostruzione di un soggetto marxista e di classe. Anziché recensire il volume abbiamo tentato di riassumerne alcuni concetti chiave con un'intervista all'autore che qui vi proponiamo.

1) Nel suo libro si affronta il tema della sinistra in chiave globale. Accenna alla situazione specifica italiana solo nel ricordare le infelici posizioni di Camusso e Rossanda a ridosso dell'intervento militare in Libia che ha abbattutoGheddafi. La pubblicistica contemporanea ci aveva abituati a concentrarci sulle diseguaglianze economiche e sugli errori, o le debolezze, dei gruppi dirigenti della sinistra italiana, o al massimo europea. Può riassumerci la scelta di questa scelta argomentativa?

Leggi tutto...

La Nato infrange le regole sul nucleare

E-mail Stampa PDF

Esercitazioni nucleari NATO in Italia. Qui da noi non ne parla nessuno. Neanche i blogger più attenti. Si chiama “Steadfast Noon 2014” (“mezzogiorno inesorabile”) l’operazione che la NATO sta conducendo nella base militare di Ghedi vicino a Brescia.

Leggi tutto...

La situazione nell'Unione Europea, l'offensiva dell'imperialismo, la lotta dei popoli e la solidarietà antimperialista

E-mail Stampa PDF

da www.avante.pt | Traduzione di Marx21.it

pcp bandiere follaDalla risoluzione approvata dal Comitato Centrale del Partito Comunista Portoghese, il 19 ottobre 2014

1. Il Comitato Centrale del PCP denuncia la manovra intorno al cosiddetto inizio del “nuovo ciclo” dell'Unione Europea, mentre questa si prepara a continuare ad approfondire il suo cammino neoliberale, federalista e militarista, sotto il dominio delle grandi potenze e del grande capitale.

L'indicazione di Carlos Moeda a commissario– uno degli esecutori del patto di aggressione contro i lavoratori, il popolo e il Paese – è solo un altro esempio rivelatore della connivenza e della subordinazione del governo PSD/CDS si dettami dell'Unione Europea, dei gruppi monopolisti e della sua politica di abdicazione nazionale.

2. Il Comitato Centrale del PCP mette in guardia dalle gravose conseguenze del cosiddetto “Trattato Transatlantico del Commercio e degli Investimenti” (TTIP) che è in corso di negoziato tra l'Unione Europea e gli USA a danno dei popoli e che, se ratificato, rappresenterebbe un nuovo sviluppo nell'offensiva contro i diritti del lavoro e sociali, l'ambiente, i servizi pubblici e la sovranità e indipendenza nazionali.

Leggi tutto...

La UE annaspa, ma gli USA non stanno affatto meglio

E-mail Stampa PDF

Obama Dobs-7di Bruno Steri | da www.ricostruirepc.it

Sui maggiori canali della comunicazione mediatica è ormai un fatto consueto imbattersi in reprimende nei confronti del rigore un po’ ottuso imposto in piena recessione all’Europa da politici ed economisti di fede teutonica. Altrettanto spesso la constatazione degli esiti (socialmente) fallimentari delle politiche di Bruxelles è accompagnata dal paragone con quelli che vengono ritenuti gli orientamenti virtuosi promossi in casa statunitense: negli Usa una reale attenzione alla crescita in termini di politiche espansive, a cominciare da una politica monetaria a base di poderose iniezioni di moneta nel sistema finanziario (la cosiddetta “facilitazione quantitativa”, dall’inglese quantitative easing), avrebbe determinato una ripresa complessiva dell’economia e del benessere sociale. Ma le cose stanno davvero così? Sembrerebbe proprio di no. E quel che si può leggere sul giornale dei nostri imprenditori, salutarmente restii a raccontarsi tra loro delle favole, conferma un tale giudizio.

Leggi tutto...

Ghennady Zyuganov: “Le elezioni nelle repubbliche di Donetsk e Lugansk sono una vittoria della vera democrazia”

E-mail Stampa PDF

zjuganov bandiere leninda “Ria Novosti”
Traduzione dal russo di Mauro Gemma

E' la vittoria della vera democrazia, degli autentici diritti dell'uomo, del coraggio e della dignità, ha dichiarato il leader del Partito Comunista della Federazione Russa (PCFR) Ghennady Zyuganov, che si dice convinto che queste elezioni passeranno alla storia come il referendum in Crimea.

Mosca. 3 novembre -RIA Novosti. Il leader del PCFR Ghennady Zyuganov ha definito le elezioni nelle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk una vittoria della vera democrazia e dei diritti dell'uomo e ha invitato Kiev a intavolare il dialogo con le autorità elette.

Le elezioni nelle autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, convocate per dare legittimità alle nuove autorità, si sono svolte domenica con un'elevata affluenza e senza incidenti seri.

“E' una vittoria della vera democrazia, degli autentici diritti dell'uomo, del coraggio e della dignità. Sono convinto che queste elezioni passeranno alla storia come il referendum in Crimea”, - ha dichiarato a RIA Novosti Zyuganov.

Leggi tutto...

Alcuni fatti gravi accaduti la scorsa settimana

E-mail Stampa PDF

manganellata testadi Giorgio Langella, segretario regionale PdCI Veneto

Forse non ce ne rendiamo conto, ma, la scorsa settimana, sono successi fatti che dimostrano come la situazione del nostro paese stia deteriorandosi. Cosa che dovrebbe suscitare, per lo meno, una rivolta delle coscienze.

Il 29 ottobre i lavoratori delle acciaierie di Terni (AST – ThyssenKrupp) sono stati brutalmente picchiati dalla polizia mentre si recavano in corteo verso il ministero dello sviluppo economico. Stavano manifestando, con i loro rappresentanti sindacali e il segretario nazionale della FIOM Landini, per difendere il diritto costituzionale al lavoro. Un diritto che dovrebbe essere garantito dalle istituzioni repubblicane che hanno, appunto, il dovere di promuovere le condizioni che rendano effettivo questo diritto. La violenza che gli operai delle acciaierie di Terni hanno subito è il risultato di una politica rozza fatta da un governo diretto da un personaggio che non può sapere cosa significa perdere il posto di lavoro perché mai o poco ha lavorato. Una politica che privilegia gli annunci ad effetto, le “sagre” mediatiche, le parole vuote, gli slogan.

Leggi tutto...

Dilma: una vittoria della sinistra

E-mail Stampa PDF

Dilma-Rousseff-concede-entrevista-coletiva-apos-o-resultado-da-apuracao-do-votos-em-Brasilia-foto-Cadu-Gomes-Dilma-13 201410050002di Emir Sader* | da www.alainet.org

Traduzione di Marx21.it

La ripetizione della polarizzazione tra petistas e tucanos nel secondo turno delle elezioni brasiliane rafforza la centralità dello scontro tra neoliberalismo e post- neoliberalismo nel campo politico brasiliano, come anche negli altri paesi dell'America Latina. Il confronto di programmi delle forze politiche in ogni campo, riafferma in modo ineludibile la polarizzazione tra destra e sinistra nella forma che essa assume nell'era neoliberale.

Specialmente per la chiarezza del conflitto nel secondo turno, aggiunta alla grande mobilitazione dei militanti del PT e degli altri partiti di sinistra (compreso il principale partito della sinistra radicale, il PSOL), di tutti i movimenti sociali, culturali e popolari, è stato possibile rimettere in campo quella che è oggi la sinistra brasiliana. La leadership indiscutibile di Lula è stata decisiva nello scorcio finale della campagna, come pure il grande protagonismo di Dilma, facendo in modo che i due escano dalla disputa come i grandi leader popolari del Brasile di oggi.

Leggi tutto...

Cronaca della guerra contro la Siria

E-mail Stampa PDF

Viva-Syria-2da oraprosiria.blogspot.it

Lettera di Padre Daniel

Mar Yakub, 
24 Ottobre , 2014

Una maratona con una solennità.

Per rendere sopportabile la miseria di questa ingiusta guerra contro il popolo siriano, vari eventi sono costantemente organizzati. Così, sabato, abbiamo sperimentato “la prima maratona Qalamoun” a Deir Atieh, ad una ventina di km di Qara in direzione di Damasco. Questo è stato un giorno molto speciale nella vita della comunità di Mar Yakub. L’animatore dei nostri volontari, che insieme con la sua famiglia appartiene alla nostra comunità, ora è presidente della Mezzaluna Rossa e doveva essere "ufficialmente" presente. Ci è stato chiesto con grande insistenza che tutta la comunità potesse esserci, e abbiamo accettato volentieri. La sicurezza è stata assicurata in modo più che sufficiente. Abbiamo iniziato la giornata del sabato come al solito con un'ora di silenzio, l’adorazione e quindi l'Eucaristia e dopo siamo partiti. Per strada tutto sembrava abbastanza normale, edifici sparsi dipinti o decorati con la bandiera siriana e il ritratto dell'attuale presidente o suo padre. Abbiamo anche visto dalla strada principale in lontananza il grande ospedale di Deir Atieh. Tuttavia, ci è stato detto che i ribelli hanno commesso all'interno molte distruzioni e anche omicidi di medici e personale infermieristico. Fortunatamente questi eventi sono passati .

Leggi tutto...

Pagina 2 di 91