Analisi della configurazione e della possibile evoluzione dell’attuale crisi in Medio Oriente

E-mail Stampa PDF

mappariceviamo e volentieri pubblichiamo

Intervista a Daniele Perra

di Enrico Sanna

da https://mysterionweb.wordpress.com

Il peggioramento della situazione in Medio Oriente dopo la morte del generale iraniano Soleimanì e in seguito alla presentazione a Washington del “Deal of Century” da parte di Trump e Netanyahu, impone di parlare ancora di quanto sta accadendo nella regione. Lungi da voler abbandonare la scena gli Stati Uniti continuano a voler essere protagonisti in un scenario reso complicato dalla presenza di diversi e importanti attori, tra i quali, Ankara, che, a mio avviso, sembra fungere sempre più da ago della bilancia soprattutto in Siria. Oggi pertanto Mysterion vi offre un’interessante analisi del quadro e dell’eventuale sviluppo dello scacchiere mediorientale, che ci ha gentilmente fornito Daniele Perra, esperto di geopolitica e relazioni internazionali, che scrive per importanti testate online tra cui “Eurasia”. Ringrazio Daniele per la collaborazione. Buona lettura.

Leggi tutto...

Grecia, svendita di basi militari agli Stati uniti

E-mail Stampa PDF

dinucci greciadi Manlio Dinucci

da il manifesto 11 febbraio 2020

Il Parlamento greco ha ratificato l’«Accordo di cooperazione per la reciproca difesa», che concede agli Stati uniti l’uso di tutte le basi militari greche. Esse serviranno alle forze armate Usa non solo per stoccare armamenti, rifornirsi e addestrarsi, ma anche per operazioni di «risposta all’emergenza», ossia per missioni di attacco. 

Particolarmente importante la base aerea di Larissa, dove la US Air Force ha già schierato droni MQ-9 Reaper, e quella di Stefanovikio, dove lo US Army ha già schierato elicotteri Apache e Black Hawk.  

Leggi tutto...

Sorpresa! Calano deficit/Pil e spesa per interessi, ma “non ci sono soldi”… Buffoni!

E-mail Stampa PDF

bankitalia debito pubblico italiano01di Kartana

da http://contropiano.org

Ci sono notizie sorprendenti che non trovano spazio sui media, perché troppo in contrasto con la narrazione Monti-Boeri-Cottarelli-Repubblica e compagnia “democratica” cantando.

I governi che hanno governato per tutto il 2019 – prima in versione gialloverde, poi “giallo-blu” – hanno portato il rapporto deficit/pil al minimo degli ultimi 20 anni.

E’ stato lo stesso ministro dell’economia, Gualtieri (Pd), a spiegare che per gli interessi sul debito pubblico l’Italia ha registrato una spesa minore di tre miliardi rispetto a quanto preventivato.

A gennaio 2020, anche per questo, il fabbisogno di cassa presenta un surplusdi tre miliardi rispetto a un surplus di 1,6 miliardi del 2019, grazie a maggiori incassi fiscali. 

Leggi tutto...

Gli squali abbandonano le Sardine al loro destino

E-mail Stampa PDF

sardinedi Dante Barontini

da http://contropiano.org

Do you remember Sardine? Sembra che, passata la paura per la possibilità che il bastione Emilia Romagna finisse in mani leghiste, sia iniziata l’operazione “sgonfiamento” di un “movimento” molto mediatizzato prima ancora che nascesse e caratterizzato dall’assoluto silenzio su tutte le questioni socialmente e politicamente “divisive”.

In pochi giorni si sono sommate molte pessime notizie per Mattia Santori & co. L’ultima, di ieri, parla di una “scissione” della filiale romana – quella che aveva organizzato l’evento di Piazza San Giovanni – con il “capo-referente” Stephen Ogongo che in un comunicato afferma: “Sardine di Roma, da oggi in autonomia. Incontro con i Benetton solo l’ultimo degli errori dei fondatori bolognesi”.

Leggi tutto...

Scenari per una risposta palestinese a seguito dell’annuncio del “piano Trump”

E-mail Stampa PDF

bici muroRiceviamo dal compagno Bassam Saleh e volentieri pubblichiamo

di Hani Al-Masri*

da http://contropiano.org

Finalmente il 
piano di Trump è stato annunciato e, come previsto, si è rivelato essere una cospirazione volta a liquidare completamente la causa palestinese. Sebbene il piano faccia riferimento a quello che definisce uno “Stato palestinese”, lo fa in modo da renderne la realizzazione praticamente impossibile, poiché subordinata ad un lungo elenco di condizioni inaccettabili per i palestinesi, cosicché tale riferimento non è nient’altro che una cortina di fumo per mascherare l’accordo avvelenato.

Leggi tutto...

L’euro, nel vaso di Pandora

E-mail Stampa PDF

catena di montaggio 01Pubblichiamo l'editoriale di Guido Salerno Aletta

Sono i numeri che inducono alla preoccupazione, ma nessuno sembra curarsene: l’economia italiana viene giù piatta, silenziosamente. L’ultimo trimestre del 2019 ha registrato un calo dello 0,3% congiunturale ed un rotondo zero di variazione tendenziale. Il 2019 si è chiuso a +0,2% mentre il 2020 è iniziato con un trascinamento negativo del -0,2%. 

Non siamo praticamente mai usciti dalla crisi: il pil reale del 2019 è stato inferiore ancora di 54 miliardi di euro rispetto a quello del 2008. Il pil reale perduto da allora, se almeno avessimo mantenuto quel livello, ammonta alla astronomica cifra di 952 miliardi di euro. 

Leggi tutto...

Declassificati documenti sulla propaganda britannica antecedente il 1977

E-mail Stampa PDF

censurada http://www.civg.it

Traduzione  Rachele Marmetti

Documenti ufficiali, declassificati dagli Archivi Nazionali britannici a inizio 2020, attestano che dal 1945 al 1977 il governo di Sua Maestà ha segretamente sovvenzionato l’agenzia Reuters e la BBC per diffondere fakes news sull’Unione Sovietica e i simpatizzanti comunisti.

Durante la guerra fredda il Foreign Office costituì l’Information Research Department (IRD) allo scopo d’identificare e screditare simpatizzanti dell’URSS. In particolare, creò la Global News Agency, la Near and Far East News Ltd (NAFEN) a Istanbul e Dheli, la Star News Agency a Karachi, l’Arab News Agency al Cairo e, nel 1956, a Beirut. Parteciparono attivamente al programma d’intossicazione numerosi esponenti della cultura britannica, come George Orwell, Arthur Koestler, A.J.P. Taylor e Bertrand Russel.

Leggi tutto...

La “questione foibe” e la storia governativa

E-mail Stampa PDF

foibe speleologidi Angelo d’Orsi

da http://temi.repubblica.it

Sotto l’insegna del politicamente corretto stiamo compiendo grandi passi verso la eliminazione di ogni spazio di dissenso dal pensiero dominante, che è, come insegna Marx, il pensiero delle classi dominanti. Basterebbe questa considerazione per renderci più attenti e critici. La tendenza in atto su scena internazionale, nel mondo occidentale, a cominciare dall’Unione Europea e degli Stati Uniti, è quella di una trasformazione del potere politico in organo giudicante della legittimità delle interpretazioni storiografiche e dello stesso dibattito delle idee: e distrattamente, colpevolmente, troppi di noi hanno trascurato le implicazioni di questa tendenza. 

Leggi tutto...

Cuba contro l'Amministrazione Trump (Prima Parte)

E-mail Stampa PDF

cuba bambina w350di Salim Lamrani Università di La Réunion

da https://www.humanite.fr

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Ritorno alla politica del confronto

Introduzione

Nel 2014 l'amministrazione Obama ha compiuto passi senza precedenti verso la normalizzazione dei rapporti tra Stati Uniti e Cuba, rispondendo così all'appello unanime della comunità internazionale, che ha sempre sostenuto la necessità di una soluzione pacifica del conflitto asimmetrico che da quasi sei decenni oppone Washington all'Avana. Nel marzo 2016 il Presidente Democratico compì addirittura uno storico viaggio a Cuba, per la prima volta dalla visita di Calvin Coolidge nel 1928, suggellando così la volontà ufficiale della Casa Bianca di trovare un esito positivo. 

Leggi tutto...

In Colombia cessi lo sterminio di attivisti sociali ed ex combattenti delle FARC-EP!

E-mail Stampa PDF

americalatina 1b0589c2Dichiarazione del Partito Comunista del Venezuela (PCV)

da http://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista del Venezuela esprime il suo energico sdegno per gli omicidi sistematici di attivisti per i diritti umani, di leader indigeni ed ex membri delle FARC-EP, sotto lo sguardo complice del governo di Iván Duque, in flagrante violazione degli accordi di pace dell'Avana.

Leggi tutto...

Il cuneo fiscale

E-mail Stampa PDF

disoccupazione lavoro 650x447riceviamo con richiesta di pubblicazione

di Francesco Fustaneo

Nella nota di aggiornamento al Def e nel testo definitivo del bilancio è stato confermato il c.d. taglio del cuneo fiscale, misura che decorrerà a partire dal 
luglio del 2020; il Consiglio dei Ministri solo pochi giorni fa ha approvato il decreto legge che prevede l'applicazione dell'intervento che avrà per il solo 2020, un costo di 2,947 miliardi.

Il cuneo fiscale, la cui riduzione è spesso sciorinata in t.v. come panacea di tutti i mali economici, non è altro che è un indicatore percentualeche indica il rapporto tra tutte le impostesul lavoro e il costo del lavoro complessivo. Semplificando, il concetto potrebbe esplicarsi come la differenza tra il salario lordo e il salario netto ricevuto dal lavoratore.

Leggi tutto...

Ci risiamo! Ai comunisti ucraini viene definitivamente impedita la partecipazione alle elezioni

E-mail Stampa PDF

ucraina bandiere kpudi Mauro Gemma per Marx21.it

Dopo l’elezione del comico Zelensky a presidente della Repubblica, c’è stato chi ha sperato in un allentamento della stretta anticomunista di stampo fascista in Ucraina. 

E invece, ci risiamo con le persecuzioni e la repressione dell’attività dei militanti comunisti. Che continuano ad essere accompagnate dalla continua riabilitazione dei criminali che avevano collaborato con i nazisti nella Seconda Guerra Mondiale nello sterminio di ebrei, partigiani e soldati dell’Armata Rossa. Oggi, gli sgherri di Bandera (i Pavolini e i Farinacci dell’Ucraina) vengono celebrati come “eroi nazionali”, a cui costruire monumenti in ogni città del paese. 

In questo quadro sconfortante, il parlamento ucraino ha da poco definitivamente approvato un codice elettorale che esclude la possibilità per il Partito Comunista di Ucraina (PCU) di partecipare a qualsiasi elezione nel paese, sia presidenziale, legislativa o locale. 

Leggi tutto...

Nel Nuovo Secolo Americano la Soluzione finale: il Piano del Secolo

E-mail Stampa PDF

gaza womanriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Francesco Cappello

Martedì scorso Trump ha annunciato un piano di “pace“, 
il Piano del Secolo, a soluzione del conflitto israelo-palestinese, redatto unilateralmente da Usa e Israele e promosso da Trump in completo accordo con Netanyahu

Più che un piano di pace, una provocazione, tesa a legittimare 
lo stato di schiavitù permanente del popolo palestinese. Provocazione rimandata al mittente dalla maggioranza dei paesi della Lega araba e dall’Autorità palestinese, del tutto esclusi dalla partecipazione alla sua redazione. 

Anche le Nazioni Unite hanno respinto il piano. Esso infatti ignora le più elementari norme del diritto internazionale nonché le decine di risoluzioni che l’ONU ha prodotto nel corso del tempo intorno al conflitto israelo-palestinese. Come si sa l’ONU ha, infatti, riproposto a più riprese la soluzione del conflitto, basata su due Stati - Israele e Palestina - pienamente sovrani all'interno delle frontiere riconosciute pre-1967, soluzione che Trump scavalca a piè pari con la suasoluzione a due stati che ignora i confini del 1967 e che prevede Gerusalemme sotto la piena sovranità israeliana quale capitale «indivisibile» dello stato israeliano, esito peraltro prevedibile da quando Trump ha recentemente deciso di trasferirvi la propria ambasciata. 

Netanyahu ha significativamente dichiarato a commento del piano chefinché lui sarà al potere i palestinesi non avranno mai uno stato.

Leggi tutto...

Testimonianze dalla Cina che combatte contro il coronavirus

E-mail Stampa PDF

china flag oct2013di Andre Vltchek*

da https://www.lantidiplomatico.it

La Cina è sotto attacco del coronovirus come un macigno piombato sulla testa, inaspettatamente e senza pietà. Invece di aiuti, Pechino sta ricevendo critiche, persino attacchi verbali.

Nonostante il lavoro straordinario delle autorità nella lotta contro l'epidemia, la Cina non sta ottenendo alcun tributo per le sue azioni.

Ora Bangkok, Giacarta e altre capitali regionali sono nel panico. Dopo aver cercato di nascondere le crisi sotto il tappeto per non scuotere le loro industrie turistiche, fortemente dipendenti dall'arrivo annuale di milioni di turisti cinesi, questi paesi stanno cercando di introdurre misure sanitarie coerenti. Lo hanno fatto tardivamente e facendo da scarica barile con i propri cittadini.

Tuttavia, l'Occidente non ha tempo per criticarli. Tutte le critiche sono riservate, come sempre, contro la Cina.

Leggi tutto...

In merito all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea

E-mail Stampa PDF

brexit 500Dichiarazione del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da http://www.pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

In merito all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, il Partito Comunista Portoghese ha rilasciato la seguente dichiarazione, rispettosa della decisione sovrana del popolo britannico 

L’uscita del Regno Unito dall'Unione europea è un evento di grande importanza per il popolo del Regno Unito, un cambiamento fondamentale nel quadro delle relazioni tra Stati nel continente europeo e l'unico risultato che garantisce il rispetto della volontà del popolo britannico, espressa in sovranità nel referendum del 2016.

Leggi tutto...

Con Guerini ancora più legati al Pentagono

E-mail Stampa PDF

dinucci ministro guerinidi Manlio Dinucci

da il manifesto 4 febbraio 2020

«Relazione storicamente privilegiata, che bisogna rafforzare il più possibile»: così, nella sua visita a Washington (29-31 gennaio), il ministro della Difesa Lorenzo Guerini (Pd) ha definito il legame dell’Italia con gli Stati uniti. 

Il segretario Usa alla Difesa Mark Esper  ha definito l’Italia «solido alleato Nato» che, ospitando oltre 34.000 militari e altri dipendenti del Pentagono, «svolge un ruolo vitale nella nostra proiezione di forza in Europa, nel Mediterraneo e Nord Africa». 

Il ruolo dell’Italia è più importante di quanto dica lo stesso Esper. Il Pentagono può lanciare dal nostro territorio, attraverso i comandi e le basi Usa/Nato, operazioni militari in un’area che dall’Atlantico si estende alla Russia e, a sud,  all’intera Africa e al Medio Oriente. Sempre col consenso e la collaborazione dello Stato italiano. 

Leggi tutto...

Coronavirus e sanità pubblica, la lezione cinese

E-mail Stampa PDF

coronavirusdi Dario Dongo

d
https://www.egalite.org

L’allarme 
coronavirus è valso a erigere una nuova Grande Muraglia nei confronti della Cina e della sua popolazione, 1 su 5 abitanti del pianeta terra. In un periodo storico che si connota, guarda caso, per le tensioni commerciali scatenate dall’amministrazione di Donald Trump nei confronti dell’Impero di Mezzo. Al di là dell’isteria collettiva, il coronavirus mieterà probabilmente meno vittime di quelle causate ogni anno dalle zoonosi che affliggono la filiera agroalimentare negli Stati Uniti.

La lezione cinese sulla sanità pubblica, a ben vedere, va oltre la brillante gestione di un’emergenza in metropoli e province ad alta densità abitativa. Riguarda invece gli straordinari investimenti pubblici per garantire la Universal Health Coverage (UHC). Vale a dire la copertura sanitaria universale, in un Paese che ospita quasi 1,5 miliardi di persone. (1) E una politica, sui farmaci e le cure, che apporterà sicuro beneficio al sistema sanitario globale.

Leggi tutto...

Intervista a Wolfgang Streeck

E-mail Stampa PDF

streeckda https://bollettinoculturale.blogspot.com

Wolfgang Streeck, nato a Lengerich il 27 ottobre del 1946, studia sociologia all’Università Goethe di Francoforte, proseguendo i suoi studi alla Columbia University tra il 1972 e il 1974.

A Francoforte studia nel contesto dell’omonima scuola marxista, fondamentale per lo sviluppo del marxismo occidentale.

Dopo aver insegnato in alcune università tedesche, nel 1995 diventa direttore dell’Istituto Max Planck per lo studio delle società mentre insegna sociologia all’Università di Colonia.

Dal 2014 è direttore emerito dell’Istituto Max Planck.

Leggi tutto...

75 anni fa l’Armata Rossa liberava Auschwitz

E-mail Stampa PDF

reichstag1945Nota dell’Ufficio Stampa del Partito Comunista Portoghese

da http://www.pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Nel documento diffuso dal Partito Comunista Portoghese, il lucido ricordo del ruolo fondamentale svolto dall’Unione Sovietica nella liberazione del campo di sterminio di Auschwitz e dei comunisti di tutta Europa nella sconfitta del mostro nazifascista insieme alla denuncia delle vergognose speculazioni che accomunano le destre fasciste e reazionarie e la “sinistra imperiale” (di cui fa parte anche il gruppo europarlamentare del PD firmatario di un’immonda risoluzione all’insegna del più sfacciato revisionismo storico) tendenti a mettere sullo stesso piano le belve hitleriane e i loro collaborazionisti, responsabili della guerra e degli immani massacri di ebrei, rom, soldati dell’Armata Rossa, comunisti e altri oppositori politici, e chi, con il sacrificio di decine di milioni di suoi soldati e civili, ha contribuito in modo decisivo alla vittoria della civiltà contro la barbarie del fascismo e dei suoi crimini. (MG) 

Leggi tutto...

Pagina 13 di 289