Sul sovranismo e le sue implicazioni

Sul sovranismo e le sue implicazioni

di Andrea Catone

Il termine “sovranismo” è entrato da alcuni anni nel vocabolario politico italiano, in particolare dall’estate 2011, quando esplose l’attacco speculativo nei confronti dei titoli di stato italiani e il differenziale tra titoli tedeschi e italiani ...

Continua...
19° IIPCO: Lista dei Partiti Comunisti e Operai partecipanti

19° IIPCO: Lista dei Partiti Comunisti e Operai partecipanti

solidnet.org

I seguenti partiti hanno partecipato al 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

Continua...
Sostieni una voce libera contro le vere fake news: l'appello di Marx 21

Sostieni una voce libera contro le vere fake news: l'appello di Marx 21

La libertà ha un prezzo. E spetta a voi decidere se la battaglia per smascherare le fake news dei "media" tradizionali debba proseguire o meno. La fase è molto delicata: come possiamo vedere sulla nostra pelle, negli Stati Uniti, prima,…

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Associazione Politico-Culturale Marx XXI

L'Europa dello sfruttamento

E-mail Stampa PDF

logo abiti puliti webda abitipuliti.org

Un nuovo rapporto della Clean Clothes Campaign rivela condizioni di grave sfruttamento nella produzione di abbigliamento e calzature “Made in Europe

Un nuovo rapporto della Clean Clothes Campaign, Europe’s Sweatshops, documenta i salari da fame endemici e le dure condizioni di lavoro nell’industria tessile e calzaturiera dell’Est e Sud-Est Europa. Ad esempio, molti lavoratori in Ucraina, nonostante gli straordinari, guadagnano appena 89 euro al mese in un Paese in cui il salario dignitoso dovrebbe essere almeno 5 volte tanto. Tra i clienti di queste fabbriche ci sono marchi globali come Benetton, Esprit, GEOX, Triumph e Vera Moda.

Leggi tutto...

L'economia della rivoluzione

E-mail Stampa PDF

di Ascanio Bernardeschi per Marx21.it

Riflessioni a partire da un importante lavoro di Vladimiro Giacché.

Antonio Gramsci definì l'Ottobre russo una rivoluzione contro il capitale, in quanto si discostava dalle previsioni marxiane secondo cui la rivoluzione sarebbe stata possibile in paesi ad avanzato sviluppo capitalistico e non nell'arretrata Russia. Probabilmente il grande dirigente politico e teorico italiano non poteva disporre di alcuni scritti dell'ultimo Marx proprio sulla Russia che non escludevano invece una possibilità di rottura rivoluzionaria in quel paese [1]. Ma a prescindere da ciò, Gramsci aveva ragione a respingere le posizioni dogmatiche che pretendevano un'applicazione senza mediazioni della teoria del Capitale a tutte le situazioni.

Questa teoria, che poi in realtà è un grande abbozzo incompiuto, è stata elaborata a un elevato livello di astrazione: parla del modo di produzione capitalistico, dei suoi caratteri generali, comuni a tutte le realtà economico-sociali in cui prevale tale modo di produzione.

Leggi tutto...

Il PCE conclude il suo XX Congresso, recuperando il leninismo

E-mail Stampa PDF

pc spagnadi Javier Romo

da mundoobrero.es

Traduzione di Marx21.it

Il 2 dicembre si sono conclusi i lavori del ventesimo Congresso del Partito Comunista di Spagna (PCE). Di particolare rilievo è la decisione assunta dai delegati di ripristinare, dopo quarant'anni di sostanziale continuità con le tesi dell' “eurocomunismo”, il riferimento al “marxismo-leninismo” quale fondamento ideologico dell'iniziativa del partito.

Sul dibattito che ha attraversato la massima assise del più importante partito comunista della Spagna, riteniamo utile proporre ai nostri lettori un primo resoconto, pubblicato in “Mundo Obrero”, la testata storica del PCE. (Marx21.it)   

Leggi tutto...

Gentiloni «l’Africano» alla conquista di neocolonie

E-mail Stampa PDF

gentiloni africadi Manlio Dinucci
il manifesto, 3 dicembre 2017

«Che il futuro dell’Europa si giochi anche in Africa credo sia molto chiaro soprattutto a noi italiani, per ragioni storiche e geografiche»: lo ha dichiarato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nel suo tour africano, dal 24 al 29 novembre, attraverso Tunisia, Angola, Ghana e Costa d’Avorio. In tal modo, non volendo, ha detto la verità: l’Italia e l’Europa considerano oggi l’Africa molto importante per le stesse «ragioni storiche e geografiche» del passato, ossia di quando essa era sotto il loro dominio coloniale. 

L’Africa è ricchissima di materie prime: oro, diamanti, uranio, coltan, rame, petrolio, gas naturale, manganese, fosfati, legname pregiato, cacao, caffè, cotone e molte altre. Queste preziose risorse, sfruttate dal vecchio colonialismo europeo con metodi di tipo schiavistico, vengono oggi sfruttate dal neocolonialismo europeo facendo leva su gruppi di potere e governanti africani corrotti, manodopera locale a basso costo e controllo dei mercati interni e internazionali.

Leggi tutto...

Honduras: il popolo non deve lasciarsi sconfiggere

E-mail Stampa PDF

honduras golpedi Ilka Oliva Corado
Crónicas de una Inquilina

da lantidiplomatico.it

Il 28 giugno dell’anno 2009, quando l’Honduras imbocca una nuova strada, allontanandosi dal neoliberismo e abbracciando il progressismo latinoamericano emergente in Sud America, il presidente Manuel Zelaya subisce un colpo di Stato. Un golpe ordinato da Washington ed eseguito dall’oligarchia, come accaduto in Paraguay e Brasile; condotto dal Congresso e la Corte Suprema di Giustizia. 

Avvoltoi affini al potere del capitale, dittature che vengono imposte con nuovi modelli operativi, che hanno il centro logistico nel Congresso, la Corte Suprema di Giustizia e il Tribunale Supremo Elettorale e, che sono manipolate dai media mainstream egemonici, base per mantenere in vigore il sistema attuale, ingannando la popolazione. 

Leggi tutto...

Il fascismo in Ucraina è forse una fake news?

E-mail Stampa PDF

ucraina hitlernazidi Partito Comunista di Ucraina
da kpu.ua

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

In Ucraina non esiste il fascismo?

“Conquistato il potere, i barbari nazionalisti, che hanno trasformato in eroi e combattenti della cosiddetta lotta di liberazione nazionale gli scagnozzi hitleriani della OUN-UPA, della divisione SS “Galizia”, del battaglione “Nachtigall”, vogliono privare il nostro popolo della Grande Vittoria, cercano di screditare il sistema socialista, l'amicizia tra le nazionalità e l'unità slava. Costoro riscrivono la storia, cambiano il nome di città e villaggi, di strade e piazze, dissacrano i monumenti della Grande Guerra Patriottica, e agli ordini di Stati Uniti, Occidente, FMI attuano una politica di genocidio sociale ed economico, scatenano il terrore e la violenza contro i rappresentanti dell'opposizione, e soprattutto contro i comunisti”  (dal discorso di Petro Simonenko in occasione del 72 anniversario della Vittoria del popolo sovietico nella Grande Guerra Patriottica)

Leggi tutto...

Lettera dell’On. Tatiana Basilio (M5S) sugli F-35 e le bombe nucleari e risposta di Manlio Dinucci

E-mail Stampa PDF

x 35b pr356334il manifesto, 30 novembre

Gentile direttore,
nell’articolo pubblicato oggi dal quotidiano da Lei diretto dal titolo  “A Ghedi 30 F-35 con 60 bombe nucleari”  Manlio Dinucci critica il M5S per la sua richiesta – contenuta insieme ad altre  in una mozione di cui sono prima firmataria – in cui si chiedeva  che l’Italia dichiari la sua “indisponibilità ad acquisire le componenti necessarie per rendere gli F-35 idonei al trasporto di armi nucleari”. 

Per il Dott.  Dinucci tale richiesta  equivale "a richiedere che l’esercito sia dotato di carri armati senza cannone”.  

Trovo questa critica  completamente sbagliata nei contenuti, oltre che ingenerosa, rivolta tra l’altro ad una forza politica che in solitudine sta lottando in Parlamento contro la proliferazione di sistemi d' arma nucleari e contro l'acquisizione dei cacciabombardieri F-35. 

Leggi tutto...

Comunicato del Comitato Esecutivo del Consiglio Mondiale della Pace (WPC)

E-mail Stampa PDF

wpc logoHanoi, 23-25 ​​novembre 2017

Traduzione di Roberta Fildani per il Comitato Contro la Guerra Milano

Riceviamo dai compagni del Comitato Contro la Guerra Milano e volentieri pubblichiamo

La riunione del Comitato Esecutivo (CE) del WPC si è svolta con successo nella capitale della Repubblica Socialista del Vietnam, ad Hanoi, dal 23 al 25 novembre, ospitata dal Comitato per la Pace del Vietnam. Alla prima riunione del  CE dopo l'Assemblea Mondiale del WPC del 2016 a Sao Luis /Brasile hanno partecipato 44 delegati che rappresentavano 26 organizzazioni provenienti da altrettanti paesi.

Il CE ha dedicato una sessione speciale al centenario della Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre e al suo servizio alla lotta per la pace, come deciso dall'ultima Assemblea del WPC.

Leggi tutto...

"Una gigantesca prigione" : come influiscono le sanzioni sui cittadini siriani?

E-mail Stampa PDF

bambini damascoda oraprosiria.blogspot.it

Proprio oggi il Segretario di Stato USA Tillerson ribadisce l'intento di rafforzare le sanzioni contro il Governo siriano: ma guardiamo l'efficacia di queste sanzioni sulla vita quotidiana in Siria.... 

Le sanzioni internazionali privano gli ospedali siriani di macchinari essenziali, dei pezzi di ricambio e anche dei medicinali, e questo ha un impatto significativo sulla popolazione siriana, ma pochissimo effetto sul loro obiettivo dichiarato, ossia spingere Bashar al-Assad a un cambiamento politico, hanno detto medici, uomini d'affari e donne siriane a 'Middle East Eye'.

"Non possiamo importare il protossido di azoto, che è necessario per l'anestesia, perché dicono che può essere usato per fabbricare bombe. Abbiamo bisogno dell'elio per raffreddare i nostri scanners IRM, ma non abbiamo il diritto di importarlo. Molti centri di risonanza magnetica in tutta la Siria sono fuori uso ", ha detto al MEE il dott. Joseph Fares, direttore dell'ospedale italiano di Damasco.

Leggi tutto...

Medio Oriente

E-mail Stampa PDF

Aleppo 612198722di Ângelo Alves, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese

da avante.pt

Traduzione di Marx21.it

E' sempre più evidente e irreversibile la sconfitta militare degli Stati Uniti e dei loro alleati nella guerra di aggressione alla Siria. Le più recenti operazioni militari confermano l'avanzata dell'Esercito siriano in alcuni degli ultimi ridotti dei terroristi e mercenari, con la conquista di posizioni nella provincia di Hama (a nord di Damasco), dove sono state conquistate le località di Harran e Hardana, e nella provincia di Dayr al-Zawr (Sud Est del paese, alla frontiera con l'Iraq) dove le forze di difesa siriane hanno riconquistato la strategica città di Abu Camal, situata ai margini del fiume Eufrate, una delle principali roccaforti di DAESH.

Leggi tutto...

Cosa stanno offrendo le città americane per ospitare la nuova sede di Amazon

E-mail Stampa PDF

Amazon nuova sedeIl Post | da ilpost.it

Parecchio e forse troppo, scrive il Seattle Times: dagli sconti fiscali ai terreni gratuiti, passando per cose che forse non dovrebbero essere gestite dai privati

Lo scorso settembre Amazon ha annunciato di voler costruire una sua seconda sede oltre quella che già possiede a Seattle, nello stato di Washington. Sarà un edificio enorme, che ospiterà circa 50mila impiegati e che produrrà un indotto colossale per la regione in cui sarà costruito in termini di posti di lavoro e ricchezza. Amazon non ha deciso dove costruirlo, ma ha chiesto a città e associazioni locali di industriali di farsi avanti con delle proposte: fino a oggi ha ricevuto 238 candidature. Di queste candidature, 30 sono state rese pubbliche e mostrano cosa le città sono disposte a offrire per convincere Amazon: si va dagli sconti fiscali alle offerte di terreni su cui costruire a formule ancora più originali. Secondo molti, però, alcune città hanno esagerato. Danny Westneat, editorialista del Seattle Times, ha scritto che alcuni governi locali hanno offerto più di quanto si dovrebbe mai cedere a una società privata.

Leggi tutto...

Giù le mani dai comunisti polacchi! Dichiarazione di 67 partiti comunisti e operai

E-mail Stampa PDF

polonia comunisti striscionea cura di Marx21.it

Il 27 novembre è ripreso il processo contro il Partito Comunista della Polonia. Da due anni, i compagni del PCP sono oggetto di una campagna persecutoria, con la pretestuosa accusa “di propaganda dell'ideologia comunista” nelle pagine del loro giornale "Brzask".

La repressione anticomunista delle autorità di Varsavia, che non ha mai suscitato la benché minima condanna da parte delle istituzioni di governo dell'UE, di cui la Polonia fa parte, è stata denunciata in  una dichiarazione sottoscritta da 67 partiti comunisti, nel corso del 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai, tenutosi a San Pietroburgo.

Leggi tutto...

Promozione e finanziamento della violenza in Venezuela attraverso le reti sociali

E-mail Stampa PDF

venezuela guerrigliadi Mision Verdad

Il Dipartimento di Stato degli USA dietro i finanziamenti alle fake news necessarie per scatenare la violenza in Venezuela

Diceva Edward Bernays, teorico della Commissione dell’Informazione Pubblica negli Stati Uniti e fondatore della propaganda statunitense, che l’ingegneria del consenso è un approccio diretto a “fare in modo che la gente sostenga determinate idee e propagande, a partire dall’applicazione di principi scientifici e studi dell’opinione pubblica”.

Perché in Venezuela si scatenasse quella violenza cittadina volta a propiziare un intervento internazionale, non era sufficiente l’accaparramento delle merci e la speculazione delle mafie nella distribuzione di beni essenziali, i quali, basati sull’arbitrario aumento di una valuta parallela, colpivano l’economia.

Leggi tutto...

Discorso introduttivo del 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

E-mail Stampa PDF

zyuganov aprile2017di Ghennady Zyuganov, Presidente del Partito Comunista della Federazione Russa

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma

Il centenario della Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre che ci vede riuniti in questa sede in questi giorni si sta celebrando in tutto il mondo. Sono poche le conquiste e le realizzazioni conosciute dalla Storia che possano essere confrontate per significato e grandezza a quelle della Rivoluzione d'Ottobre del 1917.

Oggi, in ogni regione della Terra c'è chi sta riflettendo sul significato del Grande Ottobre, e il suo cuore sta battendo con speciale emozione ascoltando le parole Lenin, partito dei bolscevichi e Potere Sovietico.

Leggi tutto...

Il Medio Oriente conteso

E-mail Stampa PDF

medioriente mappadi Federico La Mattina | da imesi.org

Mentre a Sochi Bashar al-Assad abbraccia Vladimir Putin, quasi contemporaneamente viene resa maggiormente esplicita l’intesa tattica israeliano-saudita. In Libano Riyad spinge verso una crisi politica finalizzata ad estromettere Hezbollah dallo scenario politico nazionale: con la consueta solerzia di chi, alla ricerca del “terrorismo” altrui, dimentica di guardare nelle proprie tasche. Il ‘problema’ Hezbollah è tutto geopolitico: sponda strategica iraniana in Libano e forza politico-militare indispensabile per la tenuta di Assad in Siria; acerrimo nemico di Israele (nel 2006 ha efficacemente contrastato l’offensiva israeliana), nonché partner tattico di Mosca; la Russia infatti guarda Hezbollah con un occhio diverso rispetto a Teheran: non bisogna dimenticare che a differenza degli alleati iraniani, i russi mantengono rapporti più che cordiali con Israele, pur avendo maturato un approccio completamente divergente in relazione ai più scottanti scenari levantini. Il Golfo stesso, lungi dall’essere un blocco monolitico, ha mostrato tutte le sue contraddizioni nella crisi tra Arabia Saudita e Qatar, che ha scontato il suo iperattivismo regionale degli ultimi anni.

Leggi tutto...

A Ghedi 30 caccia F-35 con 60 bombe nucleari

E-mail Stampa PDF

f35ghedidi Manlio Dinucci
il manifesto, 28 novembre 2017

L’aeroporto militare di Ghedi (Brescia) si prepara a divenire una delle principali basi operative dei caccia F-35. 

Il ministero della Difesa ha pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il bando di progettazione (importo 2,5 milioni di euro) e costruzione (importo 60,7 milioni di euro) delle nuove infrastrutture per gli F-35: l’edificio a tre piani del comando con le sale operative e i simulatori di volo; l’hangar per la manutenzione dei caccia, 3460 metri quadri con un carroponte da 5 tonnellate, più altre strutture da 2800 m2; un magazzino da 1100 m2, con annesse una palazzina di due piani per uffici e la centrale tecnologica con cabina elettrica e vasche antincendio; 15 hangaretti da 440 m2 in cui saranno dislocati i caccia pronti al decollo. 

Leggi tutto...

L'accordo UE-Mercosur sarebbe un disastro per entrambe le regioni

E-mail Stampa PDF

EU MercosurIntervista a Xabier Benito Xiluaga*

da alainet.org

Traduzione di Marx21.it

Quale è la sua opinione in merito al fatto che si concretizzi immediatamente l'accordo di liberalizzazione Mercosur – Unione Europea?

La delegazione di Podemos vede con preoccupazione questa sospetta accelerazione dei negoziati che si stanno svolgendo da 20 anni. Un accordo commerciale tra Unione Europea e Mercosur sembrerebbe una relazione naturale poiché si condividono legami culturali, politici ed economici, ma questo Trattato di Libero Commercio, definito malamente di ultima generazione, in concreto non ci piace, poiché in esso si privilegia il modello neoliberista e il colonialismo economico, facendo passare in secondo piano i diritti sociali e dell'ambiente, così come un modello più giusto e sostenibile.

Leggi tutto...

Il giudice, il prigioniero... e i romanzieri

E-mail Stampa PDF

di Domenico Losurdo

Prefazione al volume “Gramsci e il giudice” di Ruggero Giacomini

Tra i tormenti che affliggono Gramsci in carcere c’è un dubbio, semplice e atroce: i suoi compagni di partito si stanno realmente impegnando per la sua liberazione, oppure c’è qualcuno che trama nell’ombra per ostacolarla o renderla impossibile? A partire da questo dubbio, alcuni interpreti si sono sbizzarriti in ricostruzioni romanzesche, al cui centro campeggia l’avventurosa affermazione secondo cui il grande pensatore e rivoluzionario avrebbe concluso la sua esistenza dando l’addio alla militanza comunista. Ho parlato di ricostruzioni romanzesche per il fatto che esse si fondano sul nulla. Non solo i Quaderni, anche le Lettere dal carcere testimoniano sino alla fine l’interesse simpatetico di Gramsci per il paese scaturito dalla rivoluzione d’Ottobre.

Leggi tutto...

Black Friday, con lo sciopero contro Amazon torna la lotta di classe

E-mail Stampa PDF

guanto amazon pacchidi Marta Fana
da ilfattoquotidiano.it

La giornata di venerdì andrà ricordata per il primo sciopero in Italia dei lavoratori dello stabilimento Amazon di Castel Santangelo, Piacenza. Magazzino storico del colosso dell’e-commerce che si occupa di stoccare e spedire migliaia di prodotti in tutta Italia. Il comunicato che nei giorni scorsi ha indetto lo sciopero chiedeva una contrattazione integrativa che includa un aumento cospicuo dei premi di produttività in linea con la crescita del fatturato derivante dall’intensificarsi dei turni di lavoro. I lavoratori vogliono anche turni meno usuranti, soprattutto nei periodi di picco delle vendite, come quello iniziato ieri con il Black Friday. Nulla di rivoluzionario, le organizzazioni dei lavoratori chiedono l’apertura di un tavolo di trattativa con l’azienda per negoziare un miglioramento delle retribuzioni e condizioni di lavoro.

Leggi tutto...

Dichiarazione del Partito Comunista Giapponese sulle elezioni

E-mail Stampa PDF

okinawa giornalida japan-press.co.jp

Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

1. Alla Camera dei Rappresentanti, il 22 ottobre, il candidato del partito comunista giapponese Seiken Akamine ha vinto nel distretto n. 1 di Okinawa. Questa vittoria è stata ottenuta grazie agli sforzi concertati del Pc Giapponese e del All Okinawa Council, il gruppo a livello di prefettura che combatte contro la costruzione della base statunitense a Okinawa.

Per quanto riguarda i blocchi di rappresentanza proporzionale, il numero totale dei seggi del JCP è sceso dai 20 ottenuti tre anni fa (con 6,06 milioni di voti pari all' 11,37% del totale dei voti) a 11 (4,4 milioni, 7,91%). Questo è un risultato deludente per noi. Tuttavia, i membri e i sostenitori del PCG in tutto il paese hanno lavorato duramente per ottenere progressi nelle elezioni. Durante la campagna, molte persone hanno anche chiesto agli elettori di votare per il Partito nei distretti di rappresentanza proporzionale. Riteniamo che il Pcg non sia stato abbastanza forte da indirizzare questi importanti sforzi verso una sua avanzata.

Leggi tutto...

Pagina 2 di 204