Il rossobrunismo

Il rossobrunismo

di Alessandro Pascale

Perché anche un giornalista noto come Andrea Scanzi si è soffermato sul tema del rossobrunismo, descrivendolo peraltro impropriamente come un neologismo?

Continua...
La mobilitazione dei gilet gialli non si affievolisce

La mobilitazione dei gilet gialli non si affievolisce

di Remy Herrera

Un primo punto, statistico, per cominciare: l'unica fonte per contare il numero totale dei partecipanti alla mobilitazione dei " gilet gialli" è, in Francia, il Ministero dell'Interno ...

Continua...
Il «grande gioco» delle basi in Africa

Il «grande gioco» delle basi in Africa

di Manlio Dinucci

I militari italiani in missione a Gibuti hanno donato alcune macchine da cucire all’organizzazione umanitaria che assiste i rifugiati in questo piccolo paese del Corno d’Africa ...

Continua...
Carige per noi

Carige per noi

di Claudio Bettarello

In questi giorni, attorno alla vicenda Carige si sta alzando un gran polverone. Sembra quasi che il punto principale, certo quello che appassiona di più, sia la misura del grado di continuità tra i provvedimenti annunciati dal governo gialloverde e…

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Difendere la pace!

E-mail Stampa PDF

us militari cerchiodi Pedro Guerreiro, Segreteria del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

“Nella complessa e intricata situazione creata, il ritiro delle truppe USA, se effettivamente dovesse concretizzarsi, costituirebbe l'annullamento di un importante fattore di destabilizzazione politica e militare che ha ostacolato il progresso dei negoziati in corso - facilitato dal processo avviato ad Astana - al fine di aprire la strada a una soluzione politica che solo il popolo siriano può trovare in modo sovrano. Tuttavia, come dimostrano quasi otto anni di aggressione contro la Siria, dobbiamo essere consapevoli degli sviluppi che seguiranno all'attuale manovra americana, che ha evidenziato ancora una volta fratture e contraddizioni nell'establishment statunitense”.

Leggi tutto...

Appello a tutte le forze che ritengono irriformabile il polo imperialista europeo

E-mail Stampa PDF

pugnochiuso clipartRiportiamo come contributo al dibattito questo appello apparso su 'la città futura'. Speriamo anche noi che le elezioni europee non si trasformino a sinistra nella ricerca dell'ennesima confusa accozzaglia di liste, ma che siano il tentativo di avviare una riflessione, a sinistra e fra i comunisti, sul fondamento anti-democratico ed anti-operaio dell'unione europea

da lacittafutura.it

In vista delle elezioni europee non abbiamo bisogno di tanti piccoli partiti in competizione tra loro ma di riunire tutte le forze militanti che pur ci sono, ma sono divise e disperse.

Leggi tutto...

Stalin e Trockij

E-mail Stampa PDF

burgio volo di Pjatakov'Il volo di Pjatakov' scritto da Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli è stato al centro di molte polemiche. Alessandro Pascale ha riassunto questo dibattito affermando che esso “oltre ad essere di grande interesse storico-politico per i comunisti e per gli appassionati di storia contemporanea, […] si presenta anche per i più giovani e inesperti come modello di controversia a cui guardare ammirati”. Riproponiamo qui l'intervento di Pascale con il link ai testi.

da intellettualecollettivo.it

LA POLEMICA POLITICO-STORIOGRAFICA TRA IL PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI E GLI AUTORI DE IL VOLO DI PJATAKOV 

Leggi tutto...

Corbyn: “Sarà Brexit anche se vinciamo elezioni anticipate”

E-mail Stampa PDF

corbyn stradada londraitalia.com

Il leader dei Labour lo ha chiarito in un'intervista al Guardian. Anche con loro al Governo il paese uscirebbe dall'UE il 29 Marzo 2019.

Chi puntava sui Labour per fermare la Brexit all’ultimo minuto può cominciare ad abbandonare le speranze.  Anche se nei prossimi mesi ci fossero elezioni anticipate e il Labour le vincesse andando al governo, il Regno Unito uscirà dall’Unione Europea il 29 marzo 2019 come concordato.

Lo ha dichiarato Jeremy Corbyn in un’intervista al Guardian. Dovessi andare al governo, ha detto in sostanza il leader dei Labour, andrei a Bruxelles per cercare di un negoziare un accordo migliore, ma senza bloccare la Brexit o modificarne.

Leggi tutto...

Due concezioni totalmente diverse del comunismo: Problema vero o falso?

E-mail Stampa PDF

pcf parigi manifestazionedi Jean-Claude Delaunay (Economista, Vice presidente del World Association for Political Economy) per Marx21.it

Traduzione a cura di Lorenzo Battisti

Nell’attesa di poter conoscere il documento approvato dal Congresso del Pcf, e di leggerne le differenze rispetto a quello sottoposto al dibattito congressuale, Marx 21 propone questa analisi sociologica e politica delle posizioni che si scontrano in questo congresso. Sebbene l’oggetto dell’articolo sia il Pcf, queste distinzioni caratterizzano tutti i partiti comunisti europei, sebbene prendano forme e forza differente nei vari paesi.

Leggi tutto...

Petrolio in discesa dopo il taglio dell'Opec

E-mail Stampa PDF

Oil platform P 51 BrazilAssieme all'articolo di Demostenes Floros segnaliamo questo articolo apparso su 'il sole 24 ore'

di Demostenes Florosda aboutenergy.com

English version

Dalle tensioni commerciali Usa-Cina alle sanzioni sull'Iran, quali sono le ragioni che hanno determinato la diminuzione dei prezzi del barile. Il trend petrolifero e valutario.

A novembre, il forte andamento ribassista dei prezzi del petrolio è proseguito. Nello specifico, la qualità Brent North Sea ha aperto le quotazioni a 72,75 $/b e le ha chiuse a 59,23 $/b, mentre il West Texas Intermediate ha iniziato scambiando a 63,65 $/b, per poi chiudere a 50,82 $/b.

Leggi tutto...

Manovra 2019

E-mail Stampa PDF

palazzochigi bandieraPubblichiamo l'editariale di Guido Slaerno Aletta apparso su 'Milano-Finanza' sabato 22 dicembre

Si sta avviando a conclusione l approvazione parlamentare della manovra di bilancio per il 2019, il cui i ter è stato assai contrastato per via delle due lettere di censura con cui la Commissione Europea aveva preannunciato l’apertura di una procedura di infrazione anche per debito eccessivo. Avrebbe riaperto l’esame che era stato sospeso in precedenza in considerazione degli orientamenti correttivi espressi nel Quadro pluriennale a legislazione vigente definito dal governo Gentiloni nell’ambito del Def presentato ad aprile.

Leggi tutto...

Cecoslovacchia 1968. A proposito della solita campagna

E-mail Stampa PDF

Primavera Praga 500di Albano Nunes

da "O Militante", rivista teorica del Partito Comunista Portoghese, n° 357 novembre-dicembre 2018

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il peggioramento della tensione internazionale che stiamo vivendo oggi, con la frenetica corsa agli armamenti dilagante da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati della NATO e dell'Unione Europea, nonché l'avanzata delle forze di estrema destra e fasciste che hanno già assunto posizioni nel governo e nell'apparato statale di diversi paesi europei, ci obbliga a rivisitare la storia per raccogliere esperienze e insegnamenti utili per la lotta che stiamo combattendo in questo momento.

Leggi tutto...

Sul pericolo nucleare l’Italia delle «Tre Scimmiette»

E-mail Stampa PDF

Nuclear Blastdi Manlio Dinucci

Quale reazione ha suscitato in Italia l’avvertimento del presidente russo Putin che il mondo sottovaluta il pericolo di guerra nucleare e che tale tendenza si sta accentuando? 

Significativo il commento de La Repubblica che parla di «toni molto allarmistici». Eloquente il silenzio praticamente assoluto dell’intero arco parlamentare. 

Come se l’Italia non avesse niente a che fare con la corsa agli armamenti nucleari che, ha avvertito Putin nella conferenza stampa di fine anno, potrebbe portare alla «distruzione dell’intera civiltà o forse dell’intero pianeta». Scenario non allarmistico, ma previsto dagli scienziati che studiano gli effetti delle armi nucleari. 

Leggi tutto...

Il CPC crea pace e stabilità per la crescita

E-mail Stampa PDF

Kishore Mahbubanida globaltimes.cn

Nota dell'editore:

Rivolgendosi, martedì, a un grande consesso per celebrare il 40° anniversario della riforma e dell'apertura della Cina, il presidente cinese Xi Jinping l'ha descritto come "una grande rivoluzione nella storia del popolo cinese e della nazione cinese" e ha promesso di portarla in fondo. Che ruolo ha svolto la riforma e l'apertura nello sviluppo della Cina? In che modo ha influenzato il rapporto Cina-USA negli ultimi 40 anni? Il giornalista del Global Times (GT) Yu Jincui ha parlato con Kishore Mahbubani (Mahbubani), rappresentante permanente di Singapore presso le Nazioni Unite, su questi temi a margine della terza Understanding China Conference.

Leggi tutto...

La Cina si attiene alle riforme e all'apertura

E-mail Stampa PDF

riforme 78 18da globaltimes.cn

Il Presidente cinese Xi Jinping ha tenuto martedì scorso un discorso durante incontro per celebrare il 40° anniversario della riforma e dell'apertura, affermando che "la riforma e l'apertura sono un grande risveglio del nostro partito", che la Cina porterà fino al termine. Molte delle parole di Xi sono in sintonia con il sostegno della società cinese a questa politica e alla scelta di implementarla.

La riforma e l'apertura è un grande processo di prassi. Generazioni di leader cinesi, da Deng Xiaoping, Jiang Zemin, Hu Jintao a Xi, hanno portato la Cina ad affrontare ogni tipo di sfida. Il percorso del socialismo con caratteristiche cinesi è stato stabilito passo dopo passo. La riforma e l'apertura è un grande lavoro pionieristico nella storia dell'umanità.

Leggi tutto...

Riforma e apertura

E-mail Stampa PDF

xijinping microfono01Con questo contributo di Francesco Maringiò iniziamo la pubblicazione dei materiali per commemorare i 40 anni dall'inizio delle riforme in Cina

di Francesco Maringiò

Il discorso odierno pronunciato da Xi Jinping nella Grande Sala del Popolo a Pechino, per commemorare i quarant’anni dall'inizio delle riforme e aperture inaugurate nel 1978, ha avuto grande eco nel paese. Qui a Pechino è stato trasmesso un estratto nelle carrozze della metro e le bacheche di WeChat e Weibo sono state inondate da foto che mostravano come le aziende, sia pubbliche che private, hanno dedicato sessione speciali per ascoltare il discorso del Presidente. E’ stato un tema discusso anche sui blog e, per quel che ho visto, anche la stampa occidentale ha dato notizia dell’evento (in molti casi con discutibili risultati).

Leggi tutto...

Xi si impegna ad aderire alla riforma e all'apertura

E-mail Stampa PDF

xijinping conferenzadi Leng Shumei e Xing Xiaojing
da globaltimes.cn

Il discorso del presidente cinese Xi Jinping martedì alla conferenza per commemorare il 40 ° anniversario della riforma e dell'apertura della Cina ha rafforzato la fiducia del popolo cinese nel proseguimento delle riforma e dell'apertura, che Xi ha detto dovrà affrontare responsabilità più severe e sfide più impegnative.

Nel discorso Xi ha sottolineato di volere restare sulla strada del socialismo con caratteristiche cinesi e di sostenere e sviluppare il socialismo con caratteristiche cinesi, ha riferito la Xinhua News Agency.

Leggi tutto...

In Siria l'intera nazione si è mobilitata e ha vinto

E-mail Stampa PDF

siria bambini bandierada oraprosiria.blogspot.com

Pubblichiamo il bel testo/dichiarazione d'amore alla Siria, di Vltchek, per lo sguardo di appassionata speranza con cui egli percorre questa terra: nell'auspicio fiducioso che venga finalmente il bel giorno della PACE!

di Andre Vltchek 
New Eastern Outlook, 2018


Sì, ci sono macerie, in realtà distruzione totale, in alcuni quartieri di Homs, Aleppo, alla periferia di Damasco e altrove.

Leggi tutto...

Recensione del libro di Carlo Galli "Marx eretico"

E-mail Stampa PDF

galli marxereticodi Francesco Galofaro, Politecnico di Milano

Carlo Galli, Marx eretico, il Mulino, Bologna, 2018, pp. 164, 13,00 euro.

Perché scrivere l'ennesimo libro su Marx? Forse perché di moda: 43 i titoli dedicati a Marx nel 2018, tra inediti e ristampe. A giudicare dal numero di opere, si direbbe che il marxismo sia vivo, avanzi e conquisti il mondo. Non è stato detto già tutto su Marx? A quanto pare la risposta è no: nella fase politica nuova che si è aperta in Europa e nei Paesi occidentali, alcune caratteristiche del pensiero marxiano mostrano un rinnovato interesse. La nuova situazione spinge a verificare la tenuta della filosofia politica contemporanea. Inoltre, è evidente a tutti l’estinzione della sinistra europea: tanto di quella socialdemocratica, il portiere di notte del condominio liberista europeo, quando di quella radicale, subalterna alla prima e privata del suo spazio politico dal successo di movimenti populisti e della nuova destra sociale.

Leggi tutto...

Di sovranismo, di gilet gialli e di altre questioni

E-mail Stampa PDF

giletjeunes abolitionmiseredi Piergiorgio Desantis

da ilbecco.it

Il Censis, ad esempio, nel suo rapporto annuale fotografa l’Italia del 2018 dall’alto, forse troppo, ovvero dal punto di vista dove si avverte il “silenzio arrendevole delle élite”. Viene fuori un’Italia “incattivita (cosa ampiamente prevedibile) che vive “una reazione pre-politica con profonde radici sociali, che alimentano una sorta di sovranismo psichico, prima ancora che politico. Che talvolta assume i profili paranoici della caccia al capro espiatorio, quando la cattiveria – dopo e oltre il rancore – diventa la leva cinica di un presunto riscatto e si dispiega in una conflittualità latente, individualizzata, pulviscolare".

Leggi tutto...

Il fascismo, oggi

E-mail Stampa PDF

europa papaveridi Nikolai Ivanovich Royanov

Proponiamo gli stralci più significativi dell'intervento presentato al Convegno organizzato dall'ANPI (“Essere antifascisti oggi in Europa, Roma, 14-15 dicembre 2018) dal Presidente dell'Unione Russa dei Veterani, Nikolai Ivanovich Royanov, augurandoci che questi passaggi sulla natura del fascismo oggi, siano compresi in tutta la loro valenza e fatti propri anche dal movimento antifascista del nostro paese che, in alcune sue componenti, sembra sottovalutarli se non ignorarli. Che queste parole non restino inascoltate!

“Oggi, il neonazismo non è solo praticato dai successori dei nazisti, non solo dai radicalismi religiosi, ma anche dall'ingerenza unilaterale nella politica degli Stati sovrani e dal terrore liberale con il pretesto di "diritti umani"

Leggi tutto...

L'Ue ingabbia l'Europa

E-mail Stampa PDF

europa bandiera05Pubblichiamo l'editoriale di Guido Salerno Aletta su Milano-Finanza del 15 dicembre

In Europa, i focolai di tensione sociale e politica continuano a moltiplicarsi. Sono in crisi profonda le famiglie politiche tradizionali, Popolari, Gaullisti, Socialisti e Democratici, che hanno dominato la scena democratica dal dopoguerra. La loro alternanza al potere ha perso credibilità a causa della piena adesione che hanno accordato alle regole di austerità decise con il Fiscal Compact, alle conseguenti politiche di deflazione salariale, ai meccanismi di severa condizionalità cui sono subordinati gli aiuti erogati dall’Unione sotto la vigilanza della Troika, composta da Ue, Bce e Fmi.

Leggi tutto...

Alleviare e sconfiggere la povertà in Cina. Il caso dello Yunnan

E-mail Stampa PDF

parenti povertaincina 01di Fabio Massimo Parenti*

Nella Cina contemporanea, dalla fondazione a oggi, l’eradicazione della povertà assoluta è stata una priorità. Non poteva essere diversamente, date le condizioni disastrose in cui versava una popolazione dilaniata da un secolo di invasioni, guerre civili e sommosse interne.

Se molto è stato fatto nella lunga era maoista, le vicende interne al nuovo sistema comunista hanno avuto fortune altalenanti e almeno in due periodi, il “grande balzo in avanti” e la “rivoluzione culturale”, sono stati compiuti molti errori, che hanno generato esiti anche drammatici di rallentamento e arretramento delle politiche di sviluppo.

Leggi tutto...

Cosa sta succedendo in Ungheria

E-mail Stampa PDF

ungheria proteste leggeschiavituDichiarazione del Partito dei Lavoratori Ungherese (Munkaspart)

da solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

In merito alle proteste contro la modifica del codice del lavoro, i comunisti ungheresi del Partito dei Lavoratori hanno rilasciato la seguente dichiarazione:

Diverse proteste si sono svolte in Ungheria dall'8 dicembre, con la mobilitazione di alcune migliaia di persone. In parlamento, i partiti di opposizione hanno attaccato i partiti di governo e hanno cercato di paralizzare il lavoro del parlamento con l'ostruzionismo. Ma cosa sta succedendo in Ungheria?

Leggi tutto...

Pagina 2 di 240