L'Unione Europea provoca la Bielorussia

E-mail Stampa PDF

bielorussia vignaDichiarazione del Partito Comunista di Spagna

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Se erano prevedibili le decisioni del Consiglio Europeo sulla Bielorussia, non per questo erano inevitabili, ma ancora una volta l'Unione Europea ha scelto di seguire la strada della sottomissione alle richieste statunitensi. 

Leggi tutto...

La solitudine del cittadino globale nell’era Covid

E-mail Stampa PDF

coronavirusriceviamo e pubblichiamo come contributo al dibattito

di Alba Vastano

da http://www.blog-lavoroesalute.org

Ѐ una nuova era quella che stiamo vivendo. Ѐ l’era Covid. La dobbiamo vivere come abbiamo vissuto le precedenti, nonostante oggi siamo tutti più pesti e impauriti, lasciandoci attraversare dal nuovo malefico,di certo non foriero di buone novelle. Di questa era maledetta , iniziata in questo funesto 2020, ne stiamo contando i giorni che restano, affinché sparisca nel nulla e non torni più ad attentare alle nostre vite. Di certo passerà alla storia dell’umanità come l’era horribilis, segnata da un nemico invisibile, ma infido e molesto che si avvale delle nostre gambe, del nostro respiro, delle nostre paure, di cui eravamo già portatori sistematici e stabili, per annientarci.

Leggi tutto...

Il prometeismo sdoppiato: Nietzsche o Marx?

E-mail Stampa PDF

marx pietraPubblichiamo l’introduzione di Giorgio Galli, intitolata “Sdoppiamento” al libro di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli “Il prometeismo sdoppiato: Nietzsche o Marx?” che uscirà a novembre con la casa editrice Aurora.

di Giorgio Galli

SDOPPIAMENTO

Gli elaboratori della teoria dello sdoppiamento, che l’hanno utilizzata per una originale interpretazione della successione dei modi produzione, si impegnano, in questo libro, ad applicarla ad una ricostruzione storica che, appunto, a quella basata sul succedersi dei modi di produzione, può efficacemente accompagnarsi, ma che presenta forti tratti di novità. Il succedersi millenario dei modi di produzione, sino all’odierno capitalismo globalizzato delle multinazionali, ha costantemente dato luogo a società nelle quali gruppi privilegiati sfruttavano maggioranze sottomesse e talvolta ribelli, con relative contese (la marxiana lotta di classe): è quella che nella teoria dello sdoppiamento viene definita linea nera, la società classista fondata sullo sfruttamento, nella quale però coesisteva, pur molto minoritaria, una linea rossa del collettivismo egualitario.

Leggi tutto...

Appello ai lavoratori

E-mail Stampa PDF

bandierarossariceviamo questo appello che pubblichiamo come contributo alla discussione

Nonostante i trombettai della borghesia continuino a spacciare come morto il comunismo, il comunismo è vivo e vegeto, e si appresta a portare razionalità e ordine nel mondo, così come ha fatto nell'ultimo secolo. I più urlano, però ricordando i crimini del comunismo. Dai banchi dell'Europarlamento i rappresentanti della borghesia europea ne hanno approvato la criminalizzazione: c'è da demonizzare un'alternativa concreta a fronte del fallimento del capitalismo nel garantire benessere sociale e sostenibilità ambientale. Il blocco della NATO, che comprende ormai quasi tutti gli Stati dell'UE, designa in buona parte il campo imperialista occidentale, con le basi logistiche più avanzate proiettate in Asia e Medio Oriente, regioni strategiche per il saccheggio di materie prime ed il controllo di manodopera a buon prezzo. Tra i 30 Stati membri la leadership indiscussa è ancora in mano agli Stati Uniti d'America, il vero “impero del male” che dispone del maggiore potenziale militare ed economico, seppur con gravi carenze strutturali che ne accentuano l'instabilità interna.

Leggi tutto...

Opporsi al distanziamento tra Parlamento e cittadini

E-mail Stampa PDF

costituzione olddi Francesco Cappello

da https://www.francescocappello.com

Da 630 a 400 deputati, da 315 a 200 senatori? Complessivamente si tratterebbe della riduzione di circa un terzo dei parlamentari. Si passerebbe da una maggioranza assoluta di 476 parlamentari a una ottenibile con soli 302.

Qualsiasi sia l’esito del referendum, i parlamentari eletti continueranno a essere scelti dai partiti secondo criteri di affidabilità, malleabilità ecc.. Essi dovranno continuare a rendere conto alle segreterie dei loro partiti piuttosto che direttamente ai cittadini elettori. A parlamentari sotto il mandato imperativo delle proprie segreterie rischia di aggiungersi un Parlamento ancora più ancella del governo, ridotto a mero ratificatore delle sue leggi. È dal 2005, infatti, che ai cittadini italiani è stata tolta la possibilità di scegliere i propri parlamentari contro le indicazioni dell’art. 48 della Costituzione che vuole il voto quale espressione personale dell’elettore. Con il Rosatellum bis (2017) è impedito sia il voto di preferenza (che consentirebbe l’elezione dei candidati che risultassero con più voti di preferenza) che quello disgiunto (che permetterebbe di votare per un partito e un candidato di differenti schieramenti); sono difatti i vertici dei partiti a nominare i parlamentari.

Leggi tutto...

Riapertura della Scuola in Cina, senza drammi e complotti

E-mail Stampa PDF

bambini pccdi Maria Morigi

Pochi giorni fa a Shanghai oltre 1,5 milioni di studenti delle scuole primarie e secondarie sono tornati in classe, a Shenzhen sono tornati a scuola gli alunni di 2.628 asili, scuole primarie e secondarie, a Wuhan oltre 2800 hanno riaperto (1,4 milioni di alunni).

Per quanto la nostra stampa si agiti diffondendo falsità prefabbricate ed alimentando il linciaggio sulla Cina voluto dai diritti umani violati, Trump, Pompeo ed altri seminatori di odio, noi - che un po’ conosciamo la Cina – per avere un quadro reale ci affidiamo ad altre fonti e cioè alle opinioni espresse da chi in Cina vive, lavora e là manda a scuola i figli. Ne emerge un ben diverso scenario in cui la fiducia nelle istituzioni e nell’autorità, l’umanità e la semplicità di rapporti hanno la prevalenza. Certamente, a voler essere spietatamente critici, non manca un po’ di retorica collettivistica, solidaristica, paternalistica e patriottica… cose che noi occidentali democratici abbiamo dimenticato e che rispolveriamo solo in particolari occasioni rituali (giorni della Memoria ad esempio). 

Leggi tutto...

Difendere la Costituzione antifascista nata dalla Resistenza

E-mail Stampa PDF

costituzione closeupSostenere con forza la campagna per il NO nel referendum costituzionale

di Andrea Catone, Direttore della rivista “MarxVentuno”

Per i comunisti e per tutte le forze che si battono per uno sbocco progressivo alla grave crisi del nostro Paese, per stabilire rapporti di forza più favorevoli alla classe dei lavoratori, la battaglia per fermare lo scempio della Costituzione antifascista nata dalla Resistenza – il momento più alto della lotta di classe in Italia – non è una battaglia accessoria, secondaria, parziale, ma è centrale, essenziale.

Leggi tutto...

Tre esempi di cospirazione e ingerenza dell’imperialismo

E-mail Stampa PDF

guerra fuoco militaridi Ângelo Alves, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese

da http://avante.pt/

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

In Libano si approfitta della catastrofe per sviluppare un'operazione che, analogamente a quanto avvenuto nel contesto della «Primavera araba», mira a una riconfigurazione politica che si propone di legare quel paese ai piani imperialisti nella regione. Ciò che spinge l'imperialismo in Libano non sono i veri problemi che imperversano da anni e che sono radicati nel modo in cui, sin dall'indipendenza, si è tentato di creare un Libano formalmente "indipendente" ma in realtà subordinato agli interessi dell'ex potenza coloniale, la Francia e poi a quelli dell'imperialismo statunitense. È nella grande borghesia legata all'alta finanza, con profondi legami con Stati Uniti, Francia e Arabia Saudita, che risiede la fonte della corruzione sistemica. Il sistema politico confessionale è stato imposto dall'imperialismo per impedire una reale unità e indipendenza nazionale e per nutrire questa borghesia. Ma la realtà ha prevalso e, soprattutto dopo l'aggressione israeliana del 2006, la situazione politica libanese si è evoluta con l'affermazione di forze patriottiche, come Hezbollah, che hanno svolto un ruolo reale nella difesa della sovranità e che non hanno permesso, come l'imperialismo vorrebbe, che il Libano funga da piattaforma per la guerra in Siria e per il confronto con l'Iran: questo è ciò che muove la macchina dell'interferenza, non i diritti di quel popolo o la corruzione.

Leggi tutto...

Ecco Amazon: Sorveglianza di massa, licenziamenti e lotta ai sindacati. Nuove rivelazioni inchiodano la società di Bezos

E-mail Stampa PDF

Amazon nuova sededa https://www.lantidiplomatico.it

I dipendenti possono essere licenziati senza rendersi conto di non aver rispettato alcune normative sulle spedizioni che non sono nemmeno loro comunicate, secondo il documento dell'Open Markets Institute

Amazon ha creato una vasta infrastruttura per il monitoraggio e la sorveglianza dei propri dipendenti che sottopone ogni lavoratore a un attento esame e tiene traccia di ogni loro mossa, ricorrendo a metodi "sempre più invasivi" e "creando condizioni eccezionalmente oppressive" per il lavoro, si legge in un nuovo rapporto dell'Open Markets Institute, con sede a Washington DC.

Il sito web di Register, che ha fatto eco al rapporto, ha etichettato il livello di controllo implementato dall'azienda come "distopico", sostenendo che va "ben oltre la promozione di un lavoro efficiente".

Leggi tutto...

Il governatore Visco sconfessa Confindustria

E-mail Stampa PDF

banche valutedi Kartana

da https://contropiano.orgc

Per caso Banca d’Italia, dopo la Fed, e dopo 40 anni di idiozie, basa la crescita futura sul plusvalore relativo? 

Lo chiediamo perché sembra che il governatore Visco, ieri a Trieste, abbia detto che non ci si può più basare sulla competitività di costi e prezzi (plusvalore assoluto), come ribadito non più di una settimana fa da Bonomi di Confindustria, ma su sapere, conoscenza, istruzione, investimenti in ricerca e sviluppo, ecc. 

Leggi tutto...

Homo prometheus e marxismo prometeico

E-mail Stampa PDF

marx engels berlinPubblichiamo la prefazione "Homo prometheus e marxismo prometeico" di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli, tratto dal libro "Il prometeismo sdoppiato: Nietzsche o Marx?".

di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli.

PREFAZIONE

Homo prometheus e marxismo prometeico

Cosa hanno in comune il mito di Faust e i fumetti dell’Uomo Ragno; gli sciamani del paleolitico e Superman; il grande poeta comunista Shelley e il filosofo anticomunista Nietzsche; Marx e Pico della Mirandola; il mito di Icaro e quello di Frankenstein; Esiodo e il geniale Goethe; il Golem medioevale e il temerario capitano Achab creato da Melville; la torre di Babele biblica e il potente stregone Prospero della “Tempesta” di Shakespeare; i due splendidi film su Blade Runner e 2001: Odissea nello spazio; la saga di fantascienza dei Precursori, ideata da Greg Bear, e quella su Harry Potter?

Leggi tutto...

Dichiarazione di indipendenza della Repubblica democratica del Vietnam

E-mail Stampa PDF

ho chi minh bnIn occasione  del 75° della dichiarazione di indipendenza del Vietnam pubblichiamo il testo di Ho Chi Minh tratto da HO CHI MINH, PATRIOTTISMO E INTERNAZIONALISMO. SCRITTI E DISCORSI 1919-1969, MarxVentuno edizioni, Bari 2019, pp. 196-199.

2 settembre
1945

Tutti gli uomini nascono uguali. Il Creatore ci ha dato dei diritti inviolabili: il diritto di vivere, il diritto di essere liberi, il diritto di realizzare la nostra sorte”.

Queste parole immortali sono tratte dalla Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776. Allargando il suo concetto,questa frase significa: tutti popoli della terra sono uguali;  tutti popol ihanno diritto di vivere, di essere felici, di essere liberi.

Leggi tutto...

Ecco la natura egemonica della strategia indo-pacifica degli Stati Uniti

E-mail Stampa PDF

soldati usa cargoQuesto articolo di Qian Feng apparso sul Global Times è un brillante contributo che permette di capire dove si è spostato lo scontro per l'egemonia mondiale nel XXI secolo

di Qian Feng

da https://www.globaltimes.cn

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

L'11 giugno la Commissione delle forze armate del Senato degli Stati Uniti ha approvato la sua versione del Fiscal Year 2021 National Defense Authorization Act. La legge istituisce la cosiddetta Pacific Deterrence Initiative - un nuovo fondo militare per aumentare la deterrenza contro la Cina nel Pacifico. L'11 giugno gli Stati Uniti hanno anche mobilitato tre portaerei per pattugliare le acque dell'Indo-Pacifico. Gli Stati Uniti hanno recentemente intensificato la loro strategia indopacifica, intensificando gli sforzi per contenere la Cina. 

Leggi tutto...

Cina-UE-Italia: contenere l’irresponsabilità statunitense

E-mail Stampa PDF

beijingdi Fabio Massimo Parenti

da https://www.beppegrillo.it

Le autorità cinesi hanno più volte reagito agli attacchi americani affermando che 
la Cina non vuole cambiare gli Usa, o qualsiasi altro paese. Pertanto si chiedono: perché gli Usa vogliono cambiare la Cina?Il vice ministro degli esteri Le Yucheng ha affermato, a luglio scorso, che “né la Cina né gli Usa possono modellare gli altri a propria immagine, e le relazioni Cina-Usa non dovrebbero essere dominate dall’ideologia” – aggiungendo – “Perché gli Usa cercano di cambiare gli altri paesi nelle relazioni interstatuali? Perché provano ad imporre la propria ideologia sugli altri? Perché cercare di bloccare un paese dal perseguire il proprio modello di sviluppo che tra l’altro ha dimostrato la propria efficacia?” Il rispetto dei diversi modelli di sviluppo e dei diversi sistemi politico-economici è alla base del diritto internazionale, oltre che del buon senso

Leggi tutto...

Beirut Addio

E-mail Stampa PDF

caccia bombardamentoQuesto articolo scritto dal direttore del sito Marco Pondrelli compare in contemporanea su ‘marx21’ e su Ragioni&Conflitti

di Marco Pondrelli

L'esplosione del 4 agosto al porto di Beirut ha provocato una vera e propria strage, ovviamente la politica e la stampa, italiane e non solo, sanno già chi sono i responsabili: i 'terroristi' di Hezbollah. Questa propaganda prolifera sulla scarsa conoscenza del Libano e di tutto il Medio Oriente (o Vicino Oriente). Quando si parla di politica internazionale queste posizioni sono la norma ma è solo grazie all'elargizione di luoghi comuni a piene mani che si possono fare affermazioni a dir poco azzardate come, ad esempio, definire l'Iran antisemita, dimenticando (o forse ignorando) quali sono le popolazioni semitiche e che, tolto Israele, la più grande comunità ebraica del Medio Oriente si trova in Iran, dove gli ebrei non solo godono di molti più diritti dei palestinesi ma sono anche presenti in Parlamento.

Leggi tutto...

Perché l’Italia schiera i suoi caccia in Lituania

E-mail Stampa PDF

dinucci lituaniadi Manlio Dinucci

da il manifesto 1° settembre 2020

Si prevede che il traffico aereo civile in Europa calerà quest’anno del 60% rispetto al 2019, a causa delle restrizioni per il Covid-19, mettendo a rischio oltre 7 milioni di posti di lavoro. Cresce in compenso il traffico aereo militare. Venerdì 28 agosto, sei bombardieri strategici B-52 della US Air Force hanno trasvolato in un solo giorno tutti e 30 i paesi della Nato in Nordamerica ed Europa, affiancati nei diversi tratti da 80 cacciabombardieri dei paesi alleati. Questa grande esercitazione denominata «Cielo Alleato» – ha dichiarato il segretario gen rale della Nato Jens Stoltenberg – dimostra «il potente impegno degli Stati uniti verso gli Alleati e conferma che siamo in grado di scoraggiare l’aggressione».

Leggi tutto...

Attacco alla Bielorussia

E-mail Stampa PDF

cadoppi bielorussiadi Giambattista Cadoppi

La Bielorussia di Aleksandr Lukashenko sembra indirizzata sulla strada di una 
economia sociale di mercato” sul modello cinese. Lex dissidente russo Roy Medvedev scrive:

Leggi tutto...

Il referendum di Buridano

E-mail Stampa PDF

Elezioni 2015di Norberto Natali

Secondo la vecchia storiella, l’asino di Buridano non riusciva a scegliere tra due balle di fieno, entrambe ugualmente distanti ed appetitose. È un po’ la sensazione che suscita il prossimo referendum sul “taglio” dei parlamentari. 

Difficile stabilire se siano più disgustosi certi sostenitori del SI o del NO e quali -tra le rispettive motivazioni- debbano essere condannate di più. Così come è arduo dire chi sia peggiore tra i razzisti che si scagliano con squallidi argomenti contro tanti stranieri e quelli che sono a favore dell’immigrazione ma solo per poter sfruttare ignobilmente tanta povera gente e calpestare il salario e i diritti di tutti. 

Leggi tutto...

Festa di Ne

E-mail Stampa PDF

bandierarossaLa Festa di Ne, consueto appuntamento estivo che già da alcuni anni vede la presenza di Marx21, quest'anno, causa Covid, non si è tenuta. È però con piacere che annunciamo il pranzo che si terrà il 6 settembre ed al quale parteciperemo, segno che la lotta e l'impegno delle compagne e dei compagni non verrà mai meno.

Qui di seguito tutti i dati:

Leggi tutto...

Giù le mani dalla Bielorussia!

E-mail Stampa PDF

dkp germaniaDichiarazione del Partito Comunista Tedesco (DKP)

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il 9 agosto si sono svolte le elezioni nella Repubblica di Bielorussia, vinte dal presidente a lungo termine Alexander Lukashenko, secondo la commissione elettorale. L'opposizione aveva già annunciato prima delle elezioni che non avrebbe riconosciuto un tale risultato e ha dichiarato vincitrice la sua candidata Svetlana Tikhanovskaya. Da allora ci sono state proteste, alcune delle quali violente, con almeno un morto tra i manifestanti, feriti da entrambe le parti e arresti. Si sono svolti scioperi anche in diverse fabbriche.

Leggi tutto...

Pagina 2 di 297