Fine della sinistra italiana - Terza parte

Fine della sinistra italiana - Terza parte

di Norberto Natali

Continua la pubblicazione delle proposte di dibattito del compagno Natali (“FINE DELLA SINISTRA ITALIANA”). Qui sotto la terza parte: “CASALBRUCIATO”.

Continua...
Venezuela, l’embargo degli Usa blocca le cure ai bimbi leucemici

Venezuela, l’embargo degli Usa blocca le cure ai bimbi leucemici

di Roberta Zunini

Pubblichiamo un articolo de 'il Fatto Quotidiano' sulla situazione in Venezuela. Spesso abbiamo motivi per criticare le posizioni internazionali di questo giornale, ma in questo caso ...

Continua...
L'Italia dà un'apertura che altri possono seguire

L'Italia dà un'apertura che altri possono seguire

di Xie Wenting e Bai Yunyi

Pubblichiamo la traduzione di un articolo che il Global Times ha dedicato alla politica del governo italiano verso la Cina

Continua...
Scoprire la verità dietro i mali del debito dell'Africa

Scoprire la verità dietro i mali del debito dell'Africa

di He Wenping

Sempre con l'intento di colpire la Cina e la Belt and Road Initiative, sulla stampa italiana spesso si leggono articoli che legano la presenza cinese in Africa ad una nuova forma di colonialismo. 

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Fine di un’epoca

E-mail Stampa PDF

capitalista bricioledi Vladimiro Giacché*
da contropiano.org

La crisi del 2007 ha dimostrato che la crescita e i profitti nel capitalismo non possono più essere garantiti dalla speculazione finanziaria. È necessario un cambio di sistema.

Per capire la prossima crisi, dovremmo guardare alle origini e all’evoluzione della precedente: dal 2000 al 2005, a causa dei bassi tassi di interesse, negli Stati Uniti emerse una consistente bolla finanziaria. Sul mercato immobiliare locale, i prezzi e il numero di contratti di mutuo raddoppiarono. A partire dal 2006, i prezzi iniziarono a scendere. Iniziò a sussistere un problema di eccesso di offerta, ovvero un problema di sovrapproduzione nel settore delle costruzioni. Nel 2007 si evidenziarono i primi problemi con i prodotti finanziari, che avevano a che fare con alcuni prestiti ipotecari statunitensi rischiosi (i cosiddetti mutui subprime).

Leggi tutto...

I comunisti portoghesi condannano il "riconoscimento" da parte del governo portoghese dell'autoproclamato presidente fantoccio del Venezuela

E-mail Stampa PDF

pc portogalloDichiarazione del PCP

da pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista Portoghese condanna il "riconoscimento" e il sostegno annunciati dal governo del Partito Socialista (PS), con il supporto del PSD e del CDS, al "presidente" fantoccio nominato dall'Amministrazione Trump per il Venezuela, che è stato immediatamente sostenuto da Bolsonaro in un intollerabile affronto alla sovranità e indipendenza della Repubblica Bolivariana del Venezuela, del popolo venezuelano, della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale.

Leggi tutto...

Il PCI giudica gravissime le affermazioni di Mattarella sul Venezuela e continua la propria lotta a fianco della Rivoluzione Bolivariana

E-mail Stampa PDF

venezuela maduro fotoRiceviamo e pubblichiamo

Dipartimento Esteri PCI

Il PCI giudica particolarmente grave e irresponsabile la posizione assunta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sulla questione del Venezuela. Ha affermato il Presidente della Repubblica, sulla crisi venezuelana : “Non ci può essere incertezza né esitazione, perché la scelta è tra la volontà popolare e la richiesta di autentica democrazia da un lato e dall'altro la violenza della forza”. Attraverso queste poche ma densissime parole, Mattarella esce totalmente ed in modo costituzionalmente errato e inopportuno dal proprio ruolo di garante degli equilibri istituzionali e democratici, entrando prepotentemente in campo sul piano politico e a favore di una parte politica, come fosse il Presidente di un solo fronte politico del Paese e il fustigatore di un’altra parte, quella governativa e di maggioranza parlamentare.

Leggi tutto...

Appello - 4 aprile contro gli euromissili e contro le basi NATO

E-mail Stampa PDF

appello 4aprilecontroglieuromissilida peacelink.it

Gli USA stracciano l’INF: dal 2 febbraio potranno tornare in Europa gli euromissili. Ma il movimento disarmista non deve mollare. Un appello per il 4 aprile contro le basi NATO con primo firmatario Alex Zanotelli

Sottoscrivi l'appello online

Gli Usa per bocca del segretario di stato americano, Mike Pompeo hanno appena annunciato il ritiro dallo storico trattato INF: firmato da Reagan e Gorbachev nel 1987, l’accordo bilaterale con la Russia proibisce armi nucleari di medio raggio (dai 500 ai 5.500 km) basate a terra. "La Russia ha violato per anni senza scrupoli il trattato e non ha mostrato alcun serio impegno nel volerlo rispettare", ha detto Pompeo precisando che “gli Usa sono comunque pronti a un nuovo accordo con Mosca entro sei mesi".

Leggi tutto...

Patriottismo e internazionalismo | Scritti e discorsi 1919-1969 – Ho Chi Minh

E-mail Stampa PDF

marxventuno hochiminh copertinada marx21books.com

Indice // Introduzione

Estratto "Il cammino che mi ha portato al leninismo"

I testi riuniti in questa raccolta ripercorrono la vita di Ho Chi Minh, dagli anni della militanza giovanile nel Partito Socialista e poi Comunista Francese alla fine degli anni Sessanta.

Attraverso gli articoli pubblicati su “l’Humanité”, “le Paria”, “la Vie Ouvrière” e gli appelli accorati rivolti al popolo vietnamita e ai dirigenti e quadri delle diverse organizzazioni che ha diretto durante cinquant’anni di attività politica e rivoluzionaria, scopriamo la complessa personalità di una delle figure più importanti della storia dell’anticolonialismo: uomo politico radicale ma prudente, commentatore acuto e capace di pungente umorismo, diplomatico e dirigente di partito totalmente dedito alla causa del Vietnam ma sempre, lucidamente consapevole della dimensione internazionale della lotta dei popoli per la propria autodeterminazione.

Leggi tutto...

Le democrazie neo-coloniali liberali contro la sovranità nazionale dei popoli africani

E-mail Stampa PDF

Afrique Francedi Roland Diagne, del Collectif Afrique

da collectif-communiste-polex.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Lo scorso 15 dicembre si è svolto a Parigi un dibattito organizzato dal Collettivo Comunista Polex sul tema “La democrazia occidentale, un modello universale? Voi scherzate signor Macron” a cui hanno partecipato militanti dei movimenti rivoluzionari africani e del movimento comunista francese. Di seguito proponiamo l'intervento del militante franco-africano Roland Diagne.

Leggi tutto...

Washington, la ragione della forza

E-mail Stampa PDF

venezuela targetdi Manlio Dinucci

Due settimane fa Washington ha incoronato presidente del Venezuela Juan Guaidò, pur non avendo questi neppure partecipato alle elezioni presidenziali, e ha dichiarato illegittimo il presidente Maduro, regolarmente eletto, preannunciando la sua deportazione a Guantanamo. 

La scorsa settimana ha annunciato la sospensione Usa del Trattato Inf, attribuendone la responsabilità alla Russia, e ha in tal modo aperto una ancora più pericolosa fase della corsa agli armamenti nucleari. 

Leggi tutto...

Aggressione al Venezuela, stesso "copione Napolitano" del 2011

E-mail Stampa PDF

napolitano mattarella nominadi Mauro Gemma

da lantidiplomatico.it

Mentre, nonostante la martellante campagna televisiva e di stampa, i sondaggi indicano che solo il 23% degli italiani appoggia il riconoscimento del fascista Guaidò, ecco che arriva Mattarella a spingere per l'allineamento dell'Italia alle minacce di intervento militare di Trump e al riconoscimento dei golpisti da parte dell'UE. Del resto, da chi al ministero della Difesa aveva seguito in prima persona la partecipazione dell'Italia alla guerra della NATO contro la Jugoslavia (senza mandato ONU) non c'era da aspettarsi molto di diverso.

Leggi tutto...

Come la cultura reazionaria ha egemonizzato la "sinistra"

E-mail Stampa PDF

bandiera rossa brandellidi Matteo Luca Andriola

La sconfitta storica del movimento comunista in Italia e in Europa ha sicuramente molteplici cause: politiche, economiche, sociali, culturale, ecc. In questo testo di Matteo Luca Andriola scandaglia con perizia e acume le cause culturali, mostrando come il cedimento strutturale del PCI, e più in generale del complesso del movimento comunista occidentale, siano stato causato dalla penetrazione di certe ideologie radicalmente estranee agli insegnamenti del marxismo e del leninismo. La borghesia ha vinto la battaglia delle idee nel finale del XX secolo, dando luogo a quel totalitarismo liberale in cui viviamo oggi. Sta ora a noi studiare per capire come ciò sia avvenuto, al fine di rilanciare l'egemonia del marxismo nel XXI secolo che vede la globalizzazione imperialista sempre più scricchiolante, ma priva di alternative concrete nella testa di milioni di lavoratori e lavoratrici. Eppure l'alternativa concreta c'è, anche se dobbiamo convincere anzitutto molti comunisti in tal senso. Occorre quindi decolonizzare l'immaginario collettivo. 

Leggi tutto...

Signoraggio, "divorzio" e debito pubblico: facciamo chiarezza una volta per tutte

E-mail Stampa PDF

mef palazzoUn lucido intervento di Thomas Fazi mette ordine sul tema del divorzio fra Banca d'Italia e Tesoro

di Thomas Fazi

Sta facendo molto discutere il servizio di Alessandro Giuli sulle origini del debito pubblico italiano andato in onda qualche giorno fa all’interno del nuovo programma di Rai 2, “Povera Patria”. Secondo i critici – tra cui luminari dell’economia come Riccardo Puglisi, Mario Seminerio e, ça va sans dire, l’immancabile Luigi Marattin -, le colpe del servizio sarebbe sostanzialmente tre: di aver “propagandato” sulla televisione pubblica la presunta madre di tutte le bufale economiche: il signoraggio (#ussignor!);

Leggi tutto...

Il nuovo presidente della Repubblica Democratica del Congo difende l'unità nazionale

E-mail Stampa PDF

congo cittada “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Felix Tshisekedi si è insediato come presidente della Repubblica Democratica del Congo. Il suo predecessore, Joseph Kabila, ha chiesto una "grande coalizione di forze progressiste".

Il nuovo presidente congolese, Félix Tshisekedi, è entrato in carica il 24 gennaio a Kinshasa, con la promessa di costruire un paese unito. "La Repubblica Democratica del Congo che intendiamo forgiare non sarà un Congo di divisione, odio e tribalismo. Vogliamo costruire un Congo forte, incentrato sullo sviluppo ", ha detto.

Leggi tutto...

Belt and Road Initiative: una nuova forma di relazioni internazionali

E-mail Stampa PDF

bri planisferodi Fabio Massimo Parenti

In questo contributo ragioneremo sulle implicazioni dell’iniziativa d’interconnessione intercontinentale cinese a partire da due domande.

Espansionismo cinese in Africa o nuove forme di cooperazione?

La Cina in Africa e la Belt and Road

Diciotto anni di cooperazione Cina-Africa stanno producendo un cambiamento sostanziale delle condizioni materiali dell’Africa.

Leggi tutto...

L’affossamento Usa del Trattato Inf e le complicità europee

E-mail Stampa PDF

missili gittataintermediadi Manlio Dinucci

La «sospensione» del Trattato Inf, annunciata ieri dal segretario di stato Mike Pompeo, avvia il conto alla rovescia che, entro sei mesi, porterà gli Stati uniti a uscire definitivamente dal Trattato. Già da oggi, comunque, gli Stati uniti si ritengono liberi di testare e schierare armi della categoria proibita dal Trattato: missili nucleari a gittata intermedia (tra 500 e 5500 km), con base a terra. Appartenevano a tale categoria i missili nucleari schierati in Europa negli anni Ottanta: i missili balistici Pershing 2, schierati dagli Stati uniti in Germania Occidentale, e quelli da crociera lanciati da terra, schierati dagli Stati uniti in Gran Bretagna, Italia, Germania Occidentale, Belgio e Olanda, con la motivazione di difendere gli alleati europei dai missili balistici SS-20, schierati dall’Unione Sovietica sul proprio territorio.

Leggi tutto...

I Partiti Comunisti e Operai dell'Unione Europea contro l'aggressione alla Rivoluzione Bolivariana

E-mail Stampa PDF

venezuela bandiereda solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

All'appello, promosso dal Partito Comunista Portoghese e sottoscritto dai partiti comunisti dell'Unione Europea, per l'Italia hanno aderito PCI, PRC e PC

Basta con le interferenze e l'aggressione contro il Venezuela!

Solidarietà con la Rivoluzione Bolivariana e il popolo venezuelano!

Leggi tutto...

L'importanza della diplomazia russa nella crisi venezuelana

E-mail Stampa PDF

maduro putin 02di Federico La Mattina

da Sputnik News

La diplomazia russa, inflessibile quando necessario e al contempo realista, sta assumendo un ruolo internazionale estremamente positivo in questi anni: necessario contraltare all'arroganza neoimperialista statunitense. Lavrov è un ministro degli affari esteri con una visione di ampio respiro, di "scuola Primakov", una figura di altissimo spessore: sembra quasi proveniente da un altro pianeta rispetto ai portaborse che si ritrovano casualmente a dirigere gli afferi esteri dei governi europei.

Leggi tutto...

Brancaccio: “Non è un reddito di cittadinanza”

E-mail Stampa PDF

centri impiegoda emilianobrancaccio.it

Corriere della Sera – Mezzogiorno Economia, 28 gennaio 2019

Intervista di Emanuele Imperiali

Quello appena varato non è un vero e proprio reddito di cittadinanza e non ci si può attendere molto da esso in termini di sviluppo. E’ questo il parere di Emiliano Brancaccio, docente di Politica economica presso l’Università del Sannio, autore di un libro di prossima uscita per il Saggiatore, dal titolo “Il discorso del potere. Il premio Nobel per l’Economia tra scienza, ideologia e politica”.

Leggi tutto...

“La democrazia occidentale, un modello universale? Voi scherzate, signor Macron!”

E-mail Stampa PDF

macron russia meetingdi Francis Arzalier

da collectif-communiste-polex.org

Traduzione di Massimo Marcori per Marx21.it

Il 15 dicembre dello scorso anno, con contributi di militanti dei movimenti rivoluzionari e progressisti africani, ha avuto luogo l’incontro-dibattito organizzato dal Collettivo Comunista Polex sul tema “la democrazia occidentale, un modello universale? Voi scherzate, signor Macron!”.

Leggi tutto...

Recensione a Bruno Steri, Itinerari comunisti: tra crisi del capitalismo e involuzione della sinistra

E-mail Stampa PDF

steri itineraricomunistidi Francesco Galofaro, CUBE, Bologna

Roma: DeriveApprodi, 2018, pp. 210

Ho letto con piacere il volume pubblicato da Bruno Steri per DeriveApprodi. Dirigente del nuovo PCI, Steri è un filosofo prestato alla politica. Il suo punto di vista è più allenato di altri a cogliere con chiarezza, semplicità e stile certe dinamiche culturali immanenti ai fenomeni politici che negli ultimi anni hanno punteggiato la storia contemporanea: dalla caduta dell'URSS e la contestuale ascesa della Cina fino alla crisi del neoliberismo e del suo esperimento più riuscito, l'Unione europea; dall'ascesa di nuove destre e movimenti anti-politici al governo giallo/verde. Conclude il volume un'esposizione delle ragioni che portano i comunisti a privilegiare la forma-partito, sia pure in forme nuove, e a lottare per riorganizzarsi.

Leggi tutto...

La guerra civile italiana degli anni '70

E-mail Stampa PDF

Strage piazza della Loggiadi Alessandro Pascale

Le righe che seguono formano uno dei paragrafi “storici” di maggior rilievo del capitolo 21 di In Difesa del Socialismo Reale e del Marxismo-Leninismo. Tale capitolo è dedicato alla storia d'Italia nel periodo compreso tra il 1943 al 2017 e presenta tre sezioni, di cui una dedicata alla storia del PCI. Dopo averle utilizzate per commentare il “caso Battisti” le ripropongo all'attenzione del pubblico di Marx21.it come contributo per reagire all'ondata di riscrittura della storia italiana oggi in atto attraverso la martellante propaganda del “totalitarismo liberale” che ci governa. Le righe che seguono pongono la necessità di rilanciare in ambito accademico e politico la necessità di interpretare gli “anni di piombo” come un periodo di sostanziale “guerra civile” le cui responsabilità maggiori non sono imputabili alle organizzazioni comuniste, nonostante quel che affermano gli intellettuali organici alla borghesia.

Leggi tutto...

Venezuela, golpe dello Stato profondo

E-mail Stampa PDF

venezuela bandiera ricamatadi Manlio Dinucci

L‘annuncio del presidente Trump, che riconosce Juan Gualdó «legittimo presidente» del Venezuela, è stato preparato in una cabina di regia sotterranea all’interno del Congresso e della Casa Bianca. La descrive dettagliatamente il New York Times (26 gennaio).

Principale operatore è il senatore repubblicano della Florida Marco Rubio, «virtuale segretario di stato per l’America Latina, che guida e articola la strategia dell’Amministrazione nella regione», collegato al vicepresidente  Mike Pence e al consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton.

Leggi tutto...

Pagina 10 di 251