“Si revochino le sanzioni illegali”: appello di Cina, Russia, Cuba, Venezuela, Nicaragua, RPD di Corea, Siria e Iran al Segretario Generale dell’ONU

E-mail Stampa PDF

onu assembleadi Mauro Gemma per Marx21.it

I rappresentanti permanenti presso le Nazioni Unite di Cina, Russia, Cuba, Venezuela, Nicaragua, RPD di Corea, Siria e Iran si sono appellati congiuntamente al Segretario Generale dell’ONU António Guterres chiedendo la "revoca totale e immediata" delle misure unilaterali coercitive a loro imposte dallo schieramento imperialista (USA/UE/NATO). 

Nella lettera si afferma che tali misure "sono illegali e violano palesemente il diritto internazionale e la Carta. delle Nazioni Unite ”. Nel loro insieme le sanzioni imperialiste colpiscono un terzo degli abitanti dell’intero pianeta.

Leggi tutto...

Lo sguardo del Grande Buddha della Valle di Bamiyan

E-mail Stampa PDF

Bamyanriceviamo e pubblichiamo

di Maria Morigi

Nel marzo del 2001 furono fatte saltare con cariche di esplosivo le due gigantesche statue dei Buddha di Bamiyan. Una metafora e una conferma del fatto che, nella lotta tra Impero del Bene e Impero del Male, chi vince sono sempre le bande armate e i signori della guerra, da chiunque siano prezzolati, in qualsiasi grande maneggio e gioco diplomatico siano coinvolti. Anche le vittime sono sempre le stesse: civili, povera gente, territorio e patrimonio. 

Leggi tutto...

La Cina decolla di nuovo. Un’occasione per l’Italexit

E-mail Stampa PDF

xi mattarelladi Kartana

da https://contropiano.org

Stanotte sono stati diffusi in Cina gli indici PMI manifatturieri e di servizi. Erano molto attesi, dopo la gravissima crisi da coronavirus, con il fermo totale della provincia considerata la “Detroit cinese”, dove è concentrata l’industria automobilistica.

Vi è stato un notevole balzo. Alcuni dati: l’indice manifatturiero è passato da 35,7 di febbraio a 52 di marzo. L’indice dei servizi è balzato invece dal minimo di 29,6 di febbraio a 52,3 di marzo. 

Leggi tutto...

Nelle favole ci sono sempre troppi draghi

E-mail Stampa PDF

draghi merkel muralesriceviamo e pubblichiamo

di Claudio Bettarello

In questi giorni, si è fatto un gran parlare della lettera aperta di Mario Draghi, ex-presidente della BCE, pubblicata dal Financial Times il 25 marzo.

(per chi non lo avesse letto, trovate il testo in coda)

Una presa di posizione forte, autorevole, per molti versi spiazzante.

Leggi tutto...

Rafforzare un ampio fronte antimperialista della gioventù

E-mail Stampa PDF

pcp congresso2012di Luís Silva, Gioventù Comunista Portoghese (JCP)

O Militante”, rivista teorica del Partito Comunista Portoghese, n° 365 marzo-aprile 2020

da http://www.omilitante.pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La XX Assemblea della Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (FMGD)

La XX Assemblea della Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (FMGD) si è tenuta dal 2 al 6 dicembre 2019, a Nicosia, Cipro, ospitata dall’Organizzazione della Gioventù Democratica Unita (EDON).

Leggi tutto...

Draghi contro Draghi

E-mail Stampa PDF

draghi euro bandieradi Thomas Fazi

da https://www.lintellettualedissidente.it

La lettera dell’ex Presidente della BCE inviata al "Financial Times" ha provocato un cortocircuito nella narrazione economica europea, pertanto deve farci riflettere sulle sue conseguenze. Quanto Federico Caffè è rimasto in Mario Draghi?

Mario Draghi ha firmato un articolo sul Financial Times in cui dice che i Paesi dell’eurozona devono fare più debito pubblico per far fronte all’emergenza COVID-19, ed è stata subito gara tra i politici e commentatori nostrani – molti dei quali fino a ieri consideravano il debito pubblico l’ottavo peccato capitale – ad annunciare la seconda venuta di Cristo. ”La lettera di Draghi andrebbe letta e imparata a memoria”, dice Matteo Renzi. ”Benvenuto al Presidente Draghi, serve l’aiuto di Draghi”, tuona Matteo Salvini. ”Le parole di Mario Draghi siano monito e guida per l’Europa e per l’Italia, stavolta serve far crescere il debito pubblico”, dice Mariastella Gelmini, capogruppo alla Camera di Forza Italia. ”Succederà che noi aumenteremo di molto i debiti nazionali, ma lo facciamo perché nessuno deve essere lasciato indietro”, chiosa Emanuele Fiano.

Leggi tutto...

Minacciata di chiusura, l'unica fabbrica di bombole di ossigeno in Francia dev'essere nazionalizzata

E-mail Stampa PDF

francia gallo simboloIntroduzione e traduzione di Lorenzo Battisti (Dip. Internazionale PCI)

da https://revue-progressistes.org

di Clément Chabanne

Pubblichiamo questo articolo apparso sulla rivista scientifica del Partito Comunista Francese, Progressistes, perché riteniamo che sia di particolare interesse anche per noi in Italia. Questa crisi sanitaria sta evidenziando i limiti del sistema capitalistico e sta mostrando a tutti l’incompatibilità e la contraddizione tra gli interessi privati e quelli collettivi.

Leggi tutto...

Paese che vai cura che trovi

E-mail Stampa PDF

coronavirusdi Francesco Cappello

Il virus ha gi
à avuto la meglio sullinesistente sistema immunitario europeo

Non ci vuole un veggente per predire che il crollo dei consumi e dei fatturati in praticamente tutti i settori determineranno un collasso delle entrate fiscali dello stato. Il presidente di Confindustria ha calcolato in 100 miliardi al mese la perdita potenziale del paese. Se lincertezza si trascinasse ancora per molto la sopravvivenza di intere filiere produttive sarebbe a rischio.

Dopo esserci privati del controllo del Tesoro sul tasso di interesse (divorzio dell
81 tra tesoro e banca centrale) affidandolo al mercato, abbiamo esternalizzato il debito lasciando che a comprarne quote crescenti, con la liberalizzazione della circolazione dei capitali negli anni 80, fossero soggetti non residenti. Come se non bastasse ci siamo privati della nostra moneta nazionale e di una banca centrale prestatrice di ultima istanza, nominando il debito in valuta straniera, alterandone così la natura, da virtuoso strumento di progresso economico e civile del paese (1) secondo i dettami dellart. 47 della Costituzione, a strumento di assoggettamento al dominio della finanza internazionale e ai poteri sovranazionali, che hanno cambiato involutivamente il destino del nostro paese. La moneta unica ha, inoltre, comportato la abolizione della leva del cambio a vantaggio dei paesi forti delleurozona e a netto svantaggio dei paesi più deboli (PIIGS), costretti, nel tentativo di conservare la competitività del nostro export, a svalutazione interna e in particolare a deflazione salariale che ha sottratto ulteriore plusvalore alle remunerazioni dei lavoratori frantumandone nel contempo i diritti con la precarizzazione del rapporto di lavoro. 

Leggi tutto...

L’unica “mutazione” è quella dell’ordine liberale

E-mail Stampa PDF

poverta mondodi Fabio Massimo Parenti

da https://www.lintellettualedissidente.it

All’alba di questa nuova crisi sistemica legata al Covid-19 stanno emergendo quegli errori e quelle debolezze strutturali cumulate nei decenni precedenti, correlabili al modello politico-economico della globalizzazione.

Leggi tutto...

Emergenza economica e sociale al Sud. Fate presto!

E-mail Stampa PDF

italia schizzi coloredi Michele Franco

da https://contropiano.org

Che i provvedimenti di “distanziamento sociale” avrebbero causato ulteriori lacerazioni nel corpo sociale era ampiamente prevedibile.

Stupiscono, infatti, le allarmate preoccupazioni dei Servizi Segreti circa il lievitare della rabbia sociale in alcune aree del paese – al Sud particolarmente – a seguito dei provvedimenti circa il “periodo di quarantena”.

Leggi tutto...

L'Armata Rossa ci invade e non so cosa mettermi

E-mail Stampa PDF

russian trikolor grunge background 59849in passato abbiamo spesso criticato le posizioni di politica estera de 'il fatto quotidiano' e del suo Direttore ma riteniamo opportuno riportare l'editoriale con il quale risponde agli attacchi contro la presenza russa in Italia apparsi su alcuni quotidiani italiani

di Marco Travaglio

da il fatto quoridiano 26 marzo 2020

Prima o poi doveva capitare, ed è capitato: i cosacchi dell’Armata Rossa che abbeverano i cavalli alle fontane di San Pietro. Ora non sono più soltanto Nostradamus e la propaganda anticomunista degli anni 50 a dirlo. Lo dice anche 
La Stampa con uno scoop mondiale che, va detto, avrebbe meritato spazi un po’ meno esigui di un pezzulletto in basso a pagina 6. Ma, si sa, l’occhiuta censura filorussa arriva dappertutto, anche alla corte degli Elkann. Dunque è successo questo: “Sabato scorso è avvenuta una lunga telefonata tra Conte e Putin”, cosa già di per sé grave. “Putin si è impegnato ad aiutare l’Italia nella battaglia al Coronavirus”, fatto quanto mai inquietante. “E domenica sera, all’aeroporto militare di Pratica di Mare, sono arrivati nove aerei Ilyushin con forniture russe e 100 specialisti nella guerra batteriologica”, il che aggiunge orrore all’orrore. Ma non è finita: “Gli esperti mandati da Mosca sono medici militari”, quindi - per quanto la cosa possa sorprendere - fanno “capo al ministero della Difesa russo, non a quello della Sanità”. Non solo: hanno - lo direste mai? - “i gradi di generali, colonnelli, maggiori, tenenti colonnelli” e non si esclude la presenza di qualche maresciallo.

Leggi tutto...

Misure immediate per proteggere la salute e i diritti dei popoli

E-mail Stampa PDF

comunisti indianiDichiarazione dei Partiti Comunisti e Operai di tutto il mondo

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it 

I partiti comunisti e operai prendono responsabilmente posizione davanti ai propri popoli. Siamo qui! Presenti in prima linea nella lotta per adottare misure immediate allo scopo di proteggere la salute e salvaguardare i diritti della classe lavoratrice e degli strati popolari, ovunque!

Ringraziamo sinceramente i medici e gli infermieri, il personale degli ospedali, le unità sanitarie che stanno lottando per affrontare grandi difficoltà.

Leggi tutto...

Dichiarazione di condanna della decisione degli Stati Uniti contro il Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela socialista image 600x399Documento della Segreteria del World Peace Council (Consiglio Mondiale per la Pace)

Traduzione a cura del Comitato Contro La Guerra Milano

Il World Peace Council (WPC) condanna con fermezza la decisione del procuratore generale degli Stati Uniti, per conto dell'amministrazione statunitense, di annunciare accuse penali contro il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela e altri funzionari di alto rango, con il pretesto della loro presunta partecipazione al traffico internazionale di stupefacenti.

Il procuratore generale degli Stati Uniti minaccia di inserire la Repubblica Bolivariana del Venezuela nella lista degli Stati che “sponsorizzano il terrorismo”. Questa decisione dell'amministrazione USA non solo costituisce una nuova escalation di provocazioni, sanzioni e interferenze contro un Paese sovrano, ma dimostra anche l'approccio cinico e arrogante degli Stati Uniti, che stanno utilizzando il momento critico della pandemia di COVID-19 in tutto il mondo, per imporre ulteriori nuove sanzioni al Paese e al suo popolo.

Leggi tutto...

Proletari di tutti i paesi, unitevi! La mia esperienza nel fronte della gioventù comunista

E-mail Stampa PDF

2013 karl marx axel kohlhaas 21riceviamo da Pietro Missiaggia questo contributo sulla sua esperienza nel Fronte della Gioventù

Premessa

Questo articolo nasce dopo svariate riflessioni sul mio passato, presente e futuro politico. Molti compagni, amici, conoscenti ed interlocutori sono a conoscenza del mio passato nelle schiere giovanili di un partito autoproclamatosi marxista-leninista, dal quale, dopo alcuni mesi di militanza, sono uscito poiché non condividevo più certe idee che si stavano distaccando dal marxismo-leninismo per sfociare nel "sinistrismo moderno" . Nonostante la giovanile in questione si ritenesse e si ritenga tutt'ora una "avanguardia nella lotta al revisionismo nel movimento comunista internazionale", essa cade però nel più bieco revisionismo, nel dogmatismo e nelle fuorvianti e deleterie concezioni movimentiste sessantottine; sto parlando della giovanile del Partito Comunista di Marco Rizzo (la quale il giorno dopo la stesura di questa prefazione vedrò staccarsi da esso, per proseguire in via indipendente), il Fronte Della Gioventù Comunista. Ho pensato attentamente in questi ultimi giorni, mesi ed anni su come mettere in luce le mie esperienze in modo più obbiettivo ed agevole per il lettore, argomentandole secondo le basi espresse dai dirigenti che hanno forgiato la storia del movimento comunista mondiale. Questa tesi vuole concentrarsi in tre punti principali:

Leggi tutto...

Lezioni ideologiche dalla crisi del coronavirus

E-mail Stampa PDF

notoeuausterityda https://www.akel.org.cy

Articolo di Christos Christofides, membro dell'Ufficio Politico di AKEL

Tradotto da Lorenzo Battisti

Riprendiamo questo articolo apparso sul giornale di Akel perché pensiamo rappresenti un primo bilancio di questa crisi sanitaria che il mondo sta vivendo. A uccidere non è solo il virus, ma anche e soprattutto i letti mancanti, la mancanza di medici e infermieri, il denaro sperperato nelle strutture private. Invitiamo tutti i compagni alla lettura e alla diffusione.

Leggi tutto...

Il mondo di fronte al COVID-19: due sistemi a confronto

E-mail Stampa PDF

bandiere campi personedi Zeno Casella

da https://www.sinistra.ch

Da ormai varie settimane, insieme al COVID-19 (altrimenti noto come “coronavirus”), si sta diffondendo nel mondo una vera e propria emergenza sanitaria che sta mettendo a dura prova i sistemi di salute pubblica di un numero crescente di paesi. I governi devono dunque far fronte ad una crisi sanitaria cui non erano da tempo confrontati: inevitabilmente, la natura dei sistemi sociali toccati incide in profondità sulla natura delle risposte fornite a questa crisi. Come alcuni osservatori hanno già acutamente osservato (
leggi qui), anche in questo ambito si stanno progressivamente palesando due campi distinti, nei quali le priorità sociali e gli strumenti adottati per far fronte alla diffusione del “coronavirus” divergono in modo sostanziale. Da un lato, troviamo il campo socialista, capeggiato dal paese che per primo ha dovuto affrontare l’epidemia (la Cina); dall’altro, il campo che – a rischio di generalizzare un po’ – possiamo definire “imperialista”, che si trova suo malgrado a dover far fronte alle conseguenze di un fenomeno che ha esso stesso scatenato (la globalizzazione dei mercati e dei movimenti di merci e capitali, e conseguentemente anche di persone).

Leggi tutto...

Pandemia e infodemia, i nuovi mostri

E-mail Stampa PDF

coronavirusriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Alba Vastano

da http://www.blog-lavoroesalute.org

… mentre la nostra routine quotidiana, fatta di lavoro, di corse, di traffico, di mercati, di megastore della globalizzazione ove tutto è possibile, di visite agli amici, di attese alle fermate dei bus, di visite ai musei, di cinema, di teatro, di ristoranti e di cappuccini al bar, di ore di letture nei parchi e di gite nei week end, di manifestazioni di piazza contro il governo ladro e di riunioni di partito, si è bruscamente interrotta a causa della pandemia, la nostra nuova vita da relegati in casa è corrosa dall’infodemia. Insomma siamo sotto scacco sia fuori che dentro casa, caduti in una trappola, che è come una megavoragine che si è aperta all’improvviso, mentre camminavamo per i fatti nostri, tranquilli e certi che nulla avrebbe modificato la nostra esistenza.

Leggi tutto...

Il segreto del successo cinese nella lotta contro il coronavirus: la società civile socialista

E-mail Stampa PDF

drago cina bandieradi Yuri Afonin, vice presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa

da https://kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Oggi è già evidente all'intero pianeta che per lottare contro l'epidemia di coronavirus occorre apprendere dalla Cina. I cinesi hanno dovuto combattere questo virus quando ancora non si sapeva quasi nulla, quando ancora non erano stati sperimentati metodi terapeutici. Ma ora le statistiche per la Cina dimostrano: l'epidemia è stata praticamente fermata, nuovi casi di portatori di virus sono quasi interamente cittadini cinesi che arrivano dall'estero o stranieri. I canali per la diffusione dell'epidemia all'interno del Paese sono bloccati. Ciò è in netto contrasto con la situazione nei principali paesi capitalisti: Stati Uniti, Francia, Germania, Spagna e soprattutto Italia, dove l'epidemia continua a crescere. Basti pensare che ad oggi il numero di decessi per coronavirus in Italia ha già raddoppiato il numero delle vittime della malattia in Cina, sebbene la popolazione italiana sia 23 volte inferiore!

Leggi tutto...

Per conto di chi? Salvini e la bufala del 2015 contro la Cina

E-mail Stampa PDF

salvinidi Francesco Santoianni

da https://www.lantidiplomatico.it

Raschia il fondo del barile la Lega presentando una 
interpellanza al Ministro degli Esteri invitandolo a chiarire subito con le autorità cinesi l'origine del Covid-19”. Il tutto basato su un servizio di TgR Leonardo, andato in onda il 16 novembre 2015 su Rai 3 che parlava di non meglio identificati ricercatori cinesi che avevano creato in laboratorio un super virus polmonare dai pipistrelli e topi”. 

Leggi tutto...

TG Duce

E-mail Stampa PDF

fake newsriceviamo e pubblichiamo

di Norberto Natali

A causa di un piccolo refuso, è caduta la “C” dal titolo della testata giornalistica del secondo canale RAI. È ormai noto l’incessante impegno contro i Partigiani, le frottole sulla storia del PCI, i lunghi comizi contro la Rivoluzione d’Ottobre e l’URSS, l’immancabile impegno “militante” contro tutte le forze e i paesi che non piacciono a USA e Israele. Invito, per esempio, a trovare sulla rete le stupide e volgari parole della giornalista (si fa per dire) Anna Mazzone sulla brigata cubana giunta in solidarietà a Crema.

Leggi tutto...

Pagina 10 di 291