Cambi di scenario

Cambi di scenario

di Demostenes Floros

Il 7 agosto, sia il Brent che il WTI hanno toccato il minimo mensile in virtù dell'inasprimento della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, oggi dopo gli attacchi agli impianti sauditi la situazione è in repentina evoluzione

Continua...
Narciso e il Partito Euroatlantico

Narciso e il Partito Euroatlantico

di Luca Cangemi

La scissione renziana è il combinato disposto di due rilevanti elementi. Il primo è il tradizionale opportunismo dei ceti politici italiani. È questo un dato che certo attiene ad una grave questione morale ...

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Venezuela, avvoltoi 2.0

E-mail Stampa PDF

guaido megafonodi Geraldina Colotti
da lantidiplomatico.it

A sei mesi dalla comparsa dell'avatar Juan Guaidó, scelto dagli USA per imporre al Venezuela un nuovo gioco di guerra, a che punto stanno le cose? Di sicuro l'immagine dell'autoproclamato si va diluendo come un puntino fastidioso, ancorché persistente. Un rumore di fondo, sempre meno adatto a rappresentare la propria utenza, foss'anche come comunità virtuale: quella venduta dai media come un'alleanza, pur essendo composta da bande fameliche in lotta per il bottino.

Leggi tutto...

La necessità di una legge sul salario minimo. Ma che sia vera

E-mail Stampa PDF

bustapagadi Giorgio Cremaschi

da alganews.it

Una legge sul salario minimo ci vuole ed è GIUSTA. Nell’epoca del jobsact, del precariato e dello sfruttamento di massa serve anche la legge per fermare lo sprofondare verso il basso dei salari. Deve però essere una legge vera, valida ovunque e per tutti, senza deroghe e scappatoie.Deve stabilire un salario orario minimo dignitoso: 9 euro lordi, che vuol dire 7,5 netti, sono già una cifra bassa se si vogliono fermare le paghe di fame. Deve indicizzare la paga oraria minima, altrimenti in pochi anni essa non varrà più nulla.

Leggi tutto...

Sempre più difficile

E-mail Stampa PDF

fedquadratoa cura di Alessandro Fugnoli, Strategist

da kairospartners.com

Quando restare investiti diventa un obbligo

Gli argomenti degli scettici sono molto interessanti. Questo, in particolare, fa una certa impressione. Nell’ottobre 2007, quando la Fed decise un primo taglio dei tassi in un contesto macro che andava indebolendosi ma che era ancora positivo, il mercato azionario fece un nuovo massimo storico. Un anno e mezzo più tardi aveva però perso due terzi del suo valore. Non potrebbe essere così anche questa volta?

Leggi tutto...

Una cura Trump per l'Italia?

E-mail Stampa PDF

fiscal ueL'editoriale di Guido Salerno Aletta

di Guido Salerno Aletta

“Serve, all’Italia, una manovra fiscale trumpiana?”: il quesito non è solo provocatorio, ma urticante. Perché, prima di rispondere, viene da dire che mancano le condizioni di sovranità, non solo per il singolo Paese europeo, ma per l’intera Unione: con il Fiscal Compact, infatti, gli Stati sono privati della ancor minima facoltà di avere uh deficit di bilancio entro il 3% del pil che pure era prevista nel Trattato di Maastricht. Ora vengono sospinti con una sorta di pilota automatico verso il pareggio strutturale, senza che vi sia nessun altro obiettivo da perseguire, né alcun altro vincolo da rispettare, di carattere anticiclico ovvero volto al riequilibrio tra le diverse economie europee.

Leggi tutto...

Il salario minimo aiuta pure i sindacati

E-mail Stampa PDF

euro pila 50euroUn articolo di Piergiovanni Alleva sul salario minimo. Ci auguriamo che si possa aprire a sinistra, senza preconcetti, un dibattito su questo tema.

di Piergiovanni Alleva
da il fatto quotidiano

20 giugno 2019

C’è un progetto di legge sul lavoro di grande importanza che sta seguendo il suo iter in Commissione Lavoro al Senato e che merita di essere illustrato. La sua portata è notevole, anche se su di esso si sono addensati i pareri più diversi. È il progetto n. 658 sul cosiddetto salario minimo legale, ma che in realtà ha un contenuto anche più vasto e importante. Vediamolo come esso è attualmente con gli emendamenti presentati dal M5S (quelli della Lega sono stati ritirati).

Leggi tutto...

Guaio grosso a Francoforte

E-mail Stampa PDF

draghi euro bandieraUn interessante articolo di Guido Salerno Aletta

da teleborsa.it

L'attacco di Trump a Draghi mette sotto accusa le politiche europee

Era una riunione come tante altre, quella di ieri l'altro aCoimbra, città portoghese famosa per la sua antica università, cui ha partecipato il Governatore della BCE Mario Draghi. Riferendosi alle prospettive della politica monetaria della BCE, Draghi non ha escluso che, se dovessero peggiorare le prospettive in ordine alla inflazione, non è da escludere una riduzione dei tassi di interessi sull'euro e una ripresa degli stimoli monetari. In ogni caso, ha aggiunto, anche la politica di bilancio degli Stati dell'Eurozona, sottintendendo quelli che hanno condizioni di pareggio o di avanzo, deve fare la sua parte. Sembrava un richiamo, neppure tanto velato, alla posizione della Germania, sempre restia ad allargare i cordoni della borsa.

Leggi tutto...

Per un mondo di pace, senza basi, installazioni e enclavi militari straniere

E-mail Stampa PDF

filospinato usaDichiarazione finale del Sesto Seminario Internazionale per la Pace e l'Abolizione delle Basi Militari Straniere, tenutosi a Guantanamo, Cuba.

da resistencia.cc

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

"Un mondo di pace è possibile"

Il Sesto Seminario Internazionale per la Pace e l'Abolizione delle Basi Militari Straniere si è svolto a Guantanamo, Cuba, dal 4 al 6 maggio 2019, con un totale di 90 partecipanti stranieri provenienti da 35 paesi, tra cui i dirigenti del Consiglio Mondiale delle Pace (CMP) e delle organizzazioni che ne fanno parte, nonché personalità, combattenti per la pace, pacifisti e amici sostenitori da Cuba, Antigua e Barbuda, Brasile, Botswana, Canada, Cile, Colombia, Congo, Dominica, Egitto, Stati Uniti, Spagna, Francia, Germania, Grecia, Guiana, Honduras, Iran, Italia, Inghilterra, Comore, Giamaica, Giappone, Nicaragua, Portogallo, Porto Rico, Palestina, Paraguay, Perù, Repubblica Democratica Saharawi, Repubblica Dominicana , Russia, Siria, Tanzania, Venezuela e Zambia.

Leggi tutto...

Addio al latino, 6 politico e largo all’Invalsi: la Scuola vicina al punto di non ritorno

E-mail Stampa PDF

libri studenteSempre sul tema scuola pubblichiamo un articolo di Alvaro Belardinelli che, nonostante sia stato scritto oltre un anno fa, mantiene una grande attualità

di Alvaro Belardinelli
da tecnicadellascuola.it

22/02/2018

È proprio vero che responsabili e tifosi dell’invalsizzazione coatta della Scuola italiana non ne comprendano le implicazioni, le ricadute, le conseguenze? È vero probabilmente per i “tecnici” dell’Invalsi, il cui stipendio dipende proprio dal loro non comprenderle. Un po’ meno vero, probabilmente, è per i mandanti del progetto che vede la Scuola sottomessa all’Invalsi e l’Università assoggettata all’Anvur (l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca).

Leggi tutto...

Il nostro “no” socialista all’Unione europea

E-mail Stampa PDF

europa rompereUn interessante intervento di Thomas Fazi

di Thomas Fazi | da sinistrainrete.info

Sarebbe un errore considerare il processo di processo di integrazione economica europea un fallimento. Dal punto di vista degli obiettivi delle classi dominanti – indebolimento delle classi lavoratrici ed esautoramento della democrazia – si è rivelato uno straordinario successo. L’Unione europea e in particolare l’architettura di Maastricht, infatti, possono essere considerate la risposta delle oligarchie europee alla crisi della democrazia – intesa come “eccesso di democrazia” – denunciata dal celebre rapporto del 1973 della Trilateral Commission.

Leggi tutto...

La verità (che li spaventa) sui minibot

E-mail Stampa PDF

euro feticismodi Piemme | da sinistrainrete.info

Martedì 28 maggio il Parlamento ha approvato all'unanimità una mozione che impegna il governo a rendere possibile il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione alle imprese creditrici con titoli di Stato di piccolo taglio, altrimenti denominati MiniBoT.

Contro i MiniBoT è giunta fulminea la scomunica di Draghi — «O sono moneta, e allora sono illegali, oppure sono debito e quindi lo stock sale. Non vedo altra possibilità» — si sono scatenati contro, oltre a Moody's, non solo i suoi mastini di guerra — a cominciare dal ministro Triacon piddini, berluscones e giornalisti al seguito — ma pure comunisti presunti, gli improbabili economisti di Coniare Rivolta, e neofascisti in pectore come l'avvocato (del diavolo) Marco Mori.

Leggi tutto...

Appunti per una discussione tra comunisti

E-mail Stampa PDF

togliatti1946Riceviamo e pubblichiamo

di Aginform

Se non prendiamo sul serio il PC di Rizzo per le motivazioni che abbiamo esposto anche in occasione di queste elezioni europee, dobbiamo anche ammettere che in Italia non esiste un punto di riferimento credibile per i comunisti. Non che non esistono dei compagni che si ritengono comunisti e che in vario modo si esprimono, ma il loro essere comunisti non ha prodotto finora una forma credibile di rappresentanza politica.

Leggi tutto...

Chi sono gli incendiari di petroliere

E-mail Stampa PDF

petroliere in fiamme Oman 4di Manlio Dinucci

Mentre gli Stati uniti preparano una nuova escalation in Medio Oriente, accusando l’Iran di attaccare le petroliere nel Golfo di Oman, il vice-premier Matteo Salvini incontra a Washington il segretario di Stato Mike Pompeo, uno degli artefici di tale strategia, assicurandogli che «l'Italia vuole tornare a essere nel continente europeo il primo partner della più grande democrazia occidentale». Aggancia così l’Italia all’operazione lanciata da Washington.

L’«incidente del Golfo di Oman», casus belli contro l’Iran, ricalca «l’incidente del Golfo del Tonchino» del 4 agosto 1964, usato come casus belli per bombardare il Nord Vietnam, accusato di aver attaccato un cacciatorpediniere Usa (accusa risultata poi falsa).

Leggi tutto...

In Lettonia vietati i simboli della liberazione dal nazismo

E-mail Stampa PDF

falcemartello toppada kpu.life

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Mentre il commissario lettone Dombrovskis, in piena sintonia con le élite ultraliberiste che governano l'Unione Europea e con i fanatici, cinici e irresponsabili sostenitori italiani (a cominciare dal PD e dai suoi alleati radicali e di +Europa) della fedeltà alle “regole dell'Europa”, invoca le sanzioni più severe contro l'Italia esigendo in sostanza la cancellazione delle pur timide riforme sociali approvate dall'attuale governo e minaccia uno scenario di terribile austerità paragonabile a quello della Grecia, nel suo paese, già distintosi per le intollerabili discriminazioni nei confronti della minoranza russa, si consolidano le misure di legge funzionali alla riscrittura della storia e alla riabilitazione del passato più oscuro di collaborazione con l'occupazione hitleriana. Tutto nella più totale indifferenza dell'opinione pubblica del nostro continente e con l'aperta complicità di coloro che indirizzano le scelte politiche ed economiche dell'UE. (MG)

Leggi tutto...

Il caso di Hong Kong e i tentativi di destabilizzazione

E-mail Stampa PDF

hongkong cinadi Fabio Massimo Parenti e Maria Morigi

da beppegrillo.it

15 giugno 2019

Come noto, la storia che ha portato alla fondazione della Repubblica popolare, con molti elementi di continuità risalenti alla Cina imperiale, è incardinata su due condizioni, due princìpi generali, che ispirano la tradizione politica cinese: unità e stabilità, la cui importanza permea l’intera storia cinese insieme al valore confuciano di “Armonia” continuamente ribadito dal Presidente Xi Jinping.

Leggi tutto...

Intellettuali, studenti poveri, e AOC

E-mail Stampa PDF

occhiali libroRiceviamo da Alberto Gabriele e volentieri pubblichiamo

1 Come racconta Dostojevski, nella Russia dell’800 la maggior parte dei rivoluzionari, narodniki, anarchici, terroristi e altri senzadio erano studenti o ex-studenti poveri. Nel 1883 Aleksandr Ul'janov si trasferi’ da Nižnij Novgorod per studiare scienze naturali all'Università di Pietroburgo. Entrato nella Narodnaja Volja, partecipò ai preparativi di un attentato alla bomba per uccidere lo zar. Catturato dalla polizia politica, rifiutò’ di presentare domanda di grazia e fu impiccato il 5 maggio 1887. La sua morte contribuì a far sorgere e cementare nell’animo del fratello minore Vladimir, allora studente a Kazan', un odio inestinguibile contro il regime zarista, i ricchi e lo sfruttamento del popolo [1].

Leggi tutto...

C'è confusione, al gran ballo di Bruxelles

E-mail Stampa PDF

bce palazzoL'editoriale di Guido Salerno Aletta

La procedura di infrazione a carico dell’Italia per debito eccessivo, che potrebbe essere formalizzata il prossimo 9 luglio, va inquadrata nel contesto delle negoziazioni che cercano di ridefinire gli equilibri europei. E’ un gran ballo, quello che si sta svolgendo a Bruxelles, con un insolito attivismo da parte di una Commissione in disarmo. C’è davvero di tutto: dalle debuttanti ai vecchi marpioni, con fidanzamenti in vista, menage a trois, corteggiamenti camuffati. Se qualche anziana signora, come l’Italia, viene insolentita, è solo per ottenerne a buon prezzo i favori.

Leggi tutto...

I manuali scolastici della borghesia

E-mail Stampa PDF

libri scolastici usati[Estratto da A. Pascale (a cura di), Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale, La Città del Sole, Napoli 2019, cap. 6.6, pp. 125-126. Si fa presente che dal momento della pubblicazione del libro si è avviato il progetto di costruzione del portale Storiauniversale.it, sperando che sia di utilità e sostegno a quanto si sta qui affermando con prove alla mano]

Un altro aspetto indispensabile dell’egemonia imperialista è la struttura dei manuali scolastici, sempre più improntati al ripristino di una concezione puramente borghese e filocapitalista, in particolar modo in ambito umanistico.

Leggi tutto...

La politica dei gasdotti in Europa

E-mail Stampa PDF

gasdotto roccedi Demostenes Floros | da aboutenergy.com

English version

Ogni Stato membro dovrebbe avere l'obiettivo della creazione di un sistema integrato di gasdotti europei: siamo sicuri che l'UE stia realmente perseguendo tale scopo, creando un argine ai rigurgiti nazionalistici?

Tra il 23 e il 26 maggio 2019 si sono tenute le elezioni per il rinnovo del parlamento dell’Unione Europea. Secondo la maggior parte degli analisti e dei mezzi di informazione, l’esito delle elezioni europee avrebbe confermato che le cosiddette spinte “sovraniste” non hanno sfondato (ad esclusione della sola Gran Bretagna) e che i partiti filoeuropeisti, a partire dai popolari e dai socialisti, hanno mantenuto la maggioranza in parlamento, nonostante una perdita significativa di consensi.

Leggi tutto...

La riforma scolastica necessaria per creare menti critiche

E-mail Stampa PDF

gessetto lavagna[Estratto da A. Pascale (a cura di), Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale, La Città del Sole, Napoli 2019, cap. 6.5, pp. 124-125]

Nel tracciare alcune considerazioni su questo tema si può rimarcare che nella società occidentale odierna la prima necessità, per garantire un progresso umanista, sia quella di ridare centralità alle materie umanistiche e non soltanto a quelle tecniche.

In una società borghese i progetti di alternanza scuola-lavoro, come ad esempio sono stati concepiti e realizzati recentemente in Italia, servono ad educare acriticamente le nuove generazioni a forme di lavoro manuale non specializzato, non sindacalizzato e privo di diritti.

Leggi tutto...

Appello per la liberazione di Julian Assange

E-mail Stampa PDF

Free Assange RallyL'arresto e la detenzione di Julian Assange non ha ricevuto e non riceve copertura adeguata da parte della stampa italiana. WikiLeaks ha permesso di conoscere verità molto scomode, ovviamente taciute dal potere statunitense.

Julian Assange non è un traditore o, come qualcuno ha detto una 'spia di Putin, è un eroe che ha rischiato in prima persona per difendere e far conoscere la verità.


Per tutti questi motivi pubblichiamo l'appello per la sua liberazione.

Leggi tutto...

Pagina 9 di 263