Cambi di scenario

Cambi di scenario

di Demostenes Floros

Il 7 agosto, sia il Brent che il WTI hanno toccato il minimo mensile in virtù dell'inasprimento della guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, oggi dopo gli attacchi agli impianti sauditi la situazione è in repentina evoluzione

Continua...
Narciso e il Partito Euroatlantico

Narciso e il Partito Euroatlantico

di Luca Cangemi

La scissione renziana è il combinato disposto di due rilevanti elementi. Il primo è il tradizionale opportunismo dei ceti politici italiani. È questo un dato che certo attiene ad una grave questione morale ...

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

I retroscena delle grandi manovre geopolitiche ed economiche nello scacchiere internazionale.

E-mail Stampa PDF

cina usa russiaNonostante l'intervista sia datata 12 giugno 2019, essa anticipa almeno due temi di politica internazionale che Putin ha affrontato nel suo viaggio in Italia e cioè, l'aiuto che il Premier Conte avrebbe chiesto al Presidente russo in Libia, affinché facesse pressioni sul Generale Haftar - "Conte-Putin, l'Italia punta su Mosca per riportare Haftar al tavolo del dialogo", titola Il Sole 24 Ore - e il tema della guerra globale, criticità attualmente rivolta all'Iran per la quale cade o sta la pace - "Putin: Pronti a dialogare con gli USA. Contatti costanti con la Lega di Salvini", titola Il Corriere della Sera.

Leggi tutto...

Energia solare per la Belt and Road Initiative

E-mail Stampa PDF

bri energiasolareda beppegrillo.it

Luglio 1, 2019

Le regioni della Belt and Road Initiative (BRI) hanno un potenziale significativo di essere alimentate dall’energia solare, secondo quanto riferito da alcuni ricercatori il 27 giugno sulla rivista Joule. Meno del 4% del potenziale solare massimo potrebbe soddisfare la domanda di elettricità della BRI per il 2030. La ricerca suggerisce una possibile soluzione per ridurre il fabbisogno di combustibili fossili dei paesi BRI man mano che si sviluppano.

Leggi tutto...

Nomine UE: sempre peggio

E-mail Stampa PDF

vonderleyen uedi Bruno Steri, Segreteria nazionale Pci

da ilpartitocomunistaitaliano.it

E’ con viva preoccupazione che apprendiamo le prime notizie circa l’esito delle trattative ristrette (coordinate e sostanzialmente egemonizzate da Germania e Francia) per la nomina degli incarichi apicali dell’Unione europea: i nomi fatti sanciscono, a nostro parere, gli orientamenti regressivi che hanno sin qui caratterizzato le prescrizioni di Bruxelles. Per l’incarico di Presidente della Commissione europea è stata indicata infatti Ursula von der Leyen, esponente della CDU di Angela Merkel, già ministro della Famiglia ma particolarmente distintasi come ministro della Difesa, con l’annuncio a maggio del 2016 di una riforma dell’esercito tedesco che si proponeva (anche in polemica con il “lassismo” dei locali stati maggiori) di assumere 14.300 reclute entro il 2023.

Leggi tutto...

Uniti nel coro

E-mail Stampa PDF

rackete pdda aginform.org

Se non avessimo vissuto vicende come la Jugoslavia bombardata da un governo a partecipazione 'comunista', la distruzione dell'Iraq in nome dei diritti umani, l'assassinio di Gheddafi e lo scempio della Libia panafricana per 'proteggere' il popolo, potremmo anche pensare che in fondo si va verso un mondo migliore, più buono e solidale, perchè c'è gente che si indigna e si mobilita contro la perfidia di un governo che impedisce lo sbarco di una manciata di clandestini.

Leggi tutto...

Alessandro Di Battista sul caso Sea Watch

E-mail Stampa PDF

seawatch3 maltaSul caso 'Sea Watch' Alessandro di Battista ha scritto un commento azzeccato, che vi invitiamo a leggere obiettivamente.

“The Sea Watch Show” si è da poco concluso ma statene certi, usciranno presto nuove stagioni. In fondo è stato un successo per tanti e va replicato. A quanto pare stanno già girando il primo spin-off. Si chiamerà “Carola l'eroina” e ai soliti “giornaloni” foraggiati per anni dai Benetton non pare vero. Sanno già che intere pagine estive saranno dedicate alla raccolta firme per la temeraria Capitana per evitare che a qualcuno venisse in mente di raccogliere firme per far tornare la gestione delle autostrade allo Stato.

Leggi tutto...

Vorrei poter chiedere a Pasolini

E-mail Stampa PDF

pasolini fronteRiceviamo da Norberto Natali e volentieri pubblichiamo

La mancanza di Pasolini mi pesa sempre di più quando sento, per esempio, parlare Saviano. Due figure opposte.

Il grande poeta friulano sapeva farci misurare con i nostri punti di vista con l’abilità -direi da grande artista- di ricorrere alla provocazione graffiante, mai banale né fuorviante, con un sapiente uso del paradosso e dell’iperbole. Riusciva sempre a non lasciarci assopire sugli stereotipi accomodanti verso cui voleva indirizzarci il moderno potere borghese, riusciva a farci domandare cosa ci fosse veramente dietro le apparenze superficiali (e che futuro preparassero).

Leggi tutto...

Una proposta di rielaborazione del materialismo dialettico

E-mail Stampa PDF

falcemartello costruttdi Alessandro Pascale

Presentiamo qui un saggio sul materialismo dialettico, una proposta di suo superamento/conservazione per adattarlo al tempo presente e inglobare in esso alcune concezioni scientifiche, soprattutto di psicologia sperimentale, e filosofiche più recenti. Si tratta di una ideale prosecuzione di un precedente scambio di opinioni, intercorso tra il sottoscritto e l’autore, Fabio Rontini, in merito alla critica del libro In difesa del socialismo reale e del marxismo-leninismo, di cui è pertanto consigliabile la lettura qui.

Leggi tutto...

L'asse spezzato

E-mail Stampa PDF

merkel macron bandiereL'editoriale di Guido Salerno Aletta

Un passato senza futuro: era il 19 giugno 2018, appena un anno fa, quando Francia e Germania firmarono congiuntamente la Dichiarazione di Mesenberg, un testo dal titolo promettente e dai contenuti ancor più accattivanti: “Rinnovare gli impegni europei di sicurezza e prosperità”. Era già un compromesso rispetto alle ambizioni francesi, ma almeno sembrava una via di uscita dalla morta gora in cui l’Unione si era trascinata per anni. Parole incise sul marmo, un epitaffio verrebbe da dire oggi: già dalle prime parole, infatti, si capiva che il vento del neo-liberismo, quello delle riforme strutturali a tutti i costi, non era affatto calato.

Leggi tutto...

I comunisti della Georgia: le relazioni diplomatiche con la Russia devono essere immediatamente ripristinate

E-mail Stampa PDF

pipia temur pravdaruIntervista a Temur Pipia, presidente del Partito Comunista Unito della Georgia

da pravda.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

È possibile risolvere il conflitto tra Georgia, Abkhazia e Ossezia del Sud? Come raggiungere la pace nel Caucaso? Cosa sta succedendo adesso in Georgia? Ci sono stati dei cambiamenti dopo l'espulsione di Saakashvili? E come riconciliare Russia e Georgia? A queste domande di Pravda.ru risponde il presidente del Partito Comunista Unito della Georgia, Temur Pipia.

Leggi tutto...

Nucleare Iran: per la Russia gli Stati Uniti saranno responsabili se cade l'accordo nucleare iraniano

E-mail Stampa PDF

nucleare usairanRiceviamo e volentieri pubblicamo

19 giugno 2019, a cura di Enrico Vigna

Un alto diplomatico russo ha esortato gli Stati Uniti a smettere di usare "metodi di palese estorsione e intimidazione" per costringere l'Iran a rinunciare all’accordo nucleare multilaterale del 2015, dicendo che Washington sarà responsabile se l'accordo fallirà.

In una dichiarazione pubblicata mercoledì sul sito web del ministero degli Esteri russo, Mikhail Ulyanov, rappresentante permanente della Russia presso le organizzazioni internazionali a Vienna, ha denunciato la "linea irresponsabile" dell'America verso il Piano d'azione globale congiunto (JCPOA), il nome ufficiale dell'accordo. Ha dichiarato che gli Stati Uniti non solo si sono ritirati dal JCPOA, ma tentano anche di indebolire l'accordo bloccando l'attuazione della sua parte economica.

Leggi tutto...

Embargo sulle armi ai sauditi: la Camera approva la mozione

E-mail Stampa PDF

armi yemenLa guerra in Yemen prosegue nel disinteresse dei media occidentali. Anche la mozione approvata alla Camera per bloccare la vendita di armi all'Arabia Saudita è passata sotto silenzio, pur essendo un impegno positivo anche se di per se non sufficiente.

di Wanda Marra

da Il Fatto Quotidiano

Stop alle esportazioni La parola ora passa a Farnesina ed esecutivo Rimane aperta la questione delle bombe aeree prodotte in Sardegna

Leggi tutto...

I giochi di guerra contro l'Iran

E-mail Stampa PDF

drone iran radardi Ângelo Alves, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Stando alle notizie, il mondo avrebbe potuto assistere a un'aggressione statuniotense al territorio iraniano. L'attacco a diversi obiettivi iraniani era imminente. E 'stato cancellato 10 minuti prima.

Trump ha invocato la stima delle perdite iraniane per annullare l'attacco. Ovviamente la decisione non ha nulla a che fare con le preoccupazioni sulle vittime iraniane, perché Trump disponeva di questi dati già quando ha ordinato l'attacco.

Leggi tutto...

Il G20 alla ricerca di unità e multilateralismo

E-mail Stampa PDF

g20 japandi Fabio Massimo Parenti
da beppegrillo.it

Giugno 26, 2019

Il vertice del G20 di Osaka, in Giappone, porta con sé tutte le contraddizioni di un mondo interconnesso ma altamente frammentato. Il Medio Oriente, o Asia occidentale, è ancora lacerato e in tumulto, mentre il terrorismo internazionale continua ad essere un problema dirompente anche in molte altre regioni del mondo. Inoltre, la Cina è sotto attacco da parte degli Stati Uniti, ma allo stesso tempo sta ricevendo più sostegno dalla comunità internazionale, come dimostrato domenica a Roma dall’elezione di Qu Dongyu come direttore generale della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Il candidato cinese ha ricevuto 108 voti, il candidato americano ha dovuto accontentarsi di soli 12.

Leggi tutto...

Cile, il regime neoliberista di Piñera reprime professori e studenti. Intervista a Eduardo Gonzales del Collegio dei Professori

E-mail Stampa PDF

cile repressione pineradi Clara Statello | da lantidiplomatico.it

Proprio quando Michelle Bachelet si trovava in Venezuela per verificare le presunte violazioni dei diritti umani, incontrandosi con l'opposizione golpista di Maduro, dal Cile arrivavano spaventose immagini di repressione violenta. Ma non contro manifestanti, contro bambini.

Prima l'attacco con gas lacrimogeni contro un asilo nido, in pieno centro di Santiago.

Poi l'attacco con idranti contro una scuola elementare di Temuco. Una ventina di bambini di otto anni contaminati con la miscela chimica di acqua e gas, lanciata dai guanacos.

Leggi tutto...

Venezuela, killer israeliani coinvolti per uccidere Maduro. Il governo di Caracas presenta le prove di un nuovo piano golpista

E-mail Stampa PDF

jorgerodriguez venezueladi Geraldina Colotti
da lantidiplomatico.it

La conferenza stampa del ministro della Comunicazione venezuelano Jorge Rodriguez non lascia dubbi. I golpisti: “Coperture all'ONU e in Vaticano”

Dar fuoco a tutto e mostrare al mondo il cadavere di Maduro e quello di Cabello come un trofeo. Questo il piano messo in marcia dall'opposizione golpista venezuelana per far cadere il governo bolivariano e innescare una guerra civile. La conferenza stampa del ministro della Comunicazione venezuelano Jorge Rodriguez non lascia dubbi. Mostra con chiarezza la catena di complicità internazionali che guida i tentativi destabilizzanti, dati per imminenti dai periodici annunci dei falchi del Pentagono e dei governi vassalli come quello di Duque in Colombia.

Leggi tutto...

Il G20 in Giappone sullo sfondo della guerra commerciale scatenata dagli Stati Uniti contro la Cina

E-mail Stampa PDF

g20 giapponedi Francesco Maringiò
da lantidiplomatico.it

Al G20 in Giappone si incontreranno il prossimo 28 giugno i leader delle principali economie del mondo. Sul tavolo aleggia la discussione sulla riforma del commercio mondiale. In un contesto nel quale gli Usa puntano a “separare” il mondo e la sua economia, il rischio di ripiombare in una nuova guerra fredda è più che attuale. Le mosse della Cina per contrastare questo pericolo e mandare un forte segnale di responsabilità verso la leadership globale in un momento in cui gli Usa hanno deciso di allentare le redini.È tutto pronto per l’avvio dei lavori del G20 che verrà ospitato il prossimo 28 e 29 giugno nella suggestiva cornice di Osaka e sono molteplici le ragioni per cui questo vertice potrebbe essere di grande interesse.

Leggi tutto...

La "Questione nazionale" nel XXI secolo

E-mail Stampa PDF

mano falcedi Alessandro Pascale

«L'emancipazione della classe operaia deve essere l'opera della classe operaia stessa» (Karl Marx) [1]

Da quando esiste il socialismo scientifico i comunisti sanno che l'obiettivo primo della loro azione pratica deve essere la conquista del potere politico. Per giungere a tale obiettivo tutti gli autori fondamentali (da Marx a Gramsci, da Lenin a Mao, ecc.) concordano sul fatto che il partito comunista debba saper coniugare patriottismo ed internazionalismo.

Leggi tutto...

I soldi degli aiuti in feste e viaggi Guaidó alle corde

E-mail Stampa PDF

guido saleLa maggioranza dei media e della politica italiana è salita velocemente sul carro di Gaidò ma oggi a fronte degli scandali e delle malversazioni che stanno colpendo l'uomo degli Stati Uniti anche 'la repubblica' si accorge di aver puntato sul 'politico' sbagliato, definendo tra l'altro quello del 30 aprile un 'golpetto', dopo aver scomodato (1° maggio 2019) i paragoni con 'Budapest 1956, Praga 1968, Tienanmen 1989' ed aver parlato di 'blindati "socialisti" contro civili indifesi'.

Un articolo interessante e di cui riportiamo ampi stralci.

Leggi tutto...

La sconfitta dei conservatori in America Latina

E-mail Stampa PDF

presidenti incontrodi Eduardo Paz Rada*

da alainet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

L'esperienza storica degli ultimi trent'anni in America Latina è segnata dalla alternanza politica tra il neoliberalismo conservatore subalterno alla strategia degli Stati Uniti nella regione e il nazionalismo anti-imperialista promotore dell'unità e dell'integrazione dei popoli latinoamericani e caraibici. I dati sul grado dell'attuale sostegno ai presidenti conservatori esprimono i livelli del loro deterioramento e, in alcuni casi, il ripudio da parte dei loro popoli.

Leggi tutto...

L’Europa nella strategia nucleare del Pentagono

E-mail Stampa PDF

usa bombardieridi Manlio Dinucci

I ministri della Difesa della Nato (per l’Italia Elisabetta Trenta, M5S) sono stati convocati a Bruxelles il 26 e 27 giugno per approvare le nuove misure di «deterrenza» contro la Russia, accusata senza alcuna prova di aver violato il Trattato Inf. 

In sostanza si accoderanno agli Stati uniti che, ritirandosi definitivamente dal Trattato il 2 agosto, si preparano a schierare in Europa missili nucleari a gittata intermedia (tra 500 e 5500 km) con base a terra, analoghi a quelli degli anni Ottanta (i Pershing 2 e i Cruise) che furono eliminati (insieme agli SS-20 sovietici) dal Trattato firmato nel 1987 dai presidenti Gorbaciov e Reagan. 

Leggi tutto...

Pagina 8 di 263