Alcune note sull’evoluzione della situazione internazionale

E-mail Stampa PDF

poverta mondodi Pedro Guerreiro, Segreteria del Partito Comunista Portoghese

O Militante", rivista teorica del Partito Comunista Portoghese, n° 366 maggio-giugno 2020

da http://www.omilitante.pcp.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La pandemia di Covid-19, la cui portata ed effetti sono ancora in fase di sviluppo - a seconda della sua incidenza in diverse parti del mondo -, sta già avendo enormi impatti in molti paesi e ripercussioni in tutto il mondo, causando un ampio e complesso insieme di problemi economici, sociali, politici e ideologici, e aumentando ulteriormente l'instabilità e l'incertezza che caratterizzano l'evoluzione della situazione internazionale.

Leggi tutto...

L’iniziativa dei comunisti in India, al tempo del Covid19

E-mail Stampa PDF

india scioperogeneraledi Luca Cangemi per Marx21.it

In questo tragico periodo, segnato dal COVID19, ci giungono straordinari esempi dai Partiti Comunisti che governano importanti paesi ma anche da grandi forze comuniste collocate all’ opposizione, spesso un’opposizione dura a governi di destra autoritari e parafascisti, che mostrano il loro volto peggiore di fronte alla pandemia.

È il caso di diverse nazioni dell’America Latina, in particolare Brasile e Cile, è il caso di uno stato che ha le dimensioni di un continente: l’India.

Leggi tutto...

Tom Cotton guida l'attacco alla Cina - II Parte

E-mail Stampa PDF

Pentagono 672di George Koo

da https://asiatimes.com

Parte 2: Le accuse del senatore repubblicano non sono supportate da fatti concreti, né dalla scienza

Un titolo su Politico della scorsa settimana ha definito il senatore statunitense Tom Cotton del Partito Repubblicano il "Coronavirus n. 1, il falco cinese n. 1". Non si trattava di un titolo onorifico, ma di un titolo ben guadagnato e meritato. E' stato il più feroce cane d'attacco della squadra del Segretario di Stato Mike Pompeo contro la Cina.

Leggi tutto...

La Nato

E-mail Stampa PDF

natoriceviamo dai compagni dei sindacati di Lugansk questo video che volentieri pubblichiamo

Leggi tutto...

Piazza Tian’anmen , 4 Giugno 1989 - II Parte

E-mail Stampa PDF

Tiananmen Square 2di Maria Morigi

70 Anni dopo, nel 1989, gli studenti ritornarono in Piazza Tian’anmen. Un’ondata di proteste dilagò a Pechino con esiti drammatici soprattutto nei quartieri periferici, mentre il Paese stava attraversando una fase di difficile transizione politica. Di questi eventi non si conosce la reale dimensione, ma siamo in grado di valutare criticamente e distinguere sia le motivazioni della protesta, sia le cause dell’intervento armato da parte del Governo. Poiché quei fatti costituirono (e ancora costituiscono) una ferita e una svolta nel complesso sistema di governance cinese, è meglio tuttavia non rimanere condizionati dalla propaganda anticinese del mainstream occidentale, considerato che le fonti in nostro possesso per lo più provengono da “osservatori” e analisti occidentali o risultano essere assai dubbie, come i Tian’anmen Papers, una raccolta di “documenti ufficiali segreti relativi alle proteste di piazza Tiananmen del 1989”, presentati da un compilatore dall’identità nascosta. 

Leggi tutto...

Perche’ “hanno” fatto ammazzare Moro?

E-mail Stampa PDF

bandiera rossariceviamo e pubblichiamo

di Norberto Natali

Nel periodo pandemico, il comparaggio di centrosinistra e centrodestra è venuto un po’ troppo alla ribalta, hanno detto e fatto le stesse cose per poi rinfacciarsele reciprocamente, come se fossero solo dell’altro. 

Per dirne una (fra tante) lo stesso giorno di fine febbraio Salvini ha fatto una roboante dichiarazione pretendendo la immediata riapertura di ogni attività mentre Zingaretti e Sala… hanno fatto a Milano addirittura una manifestazione pubblica per reclamare lo stesso. Dopo qualche settimana, molti adepti del PD, hanno diffuso su fb il filmato di quel discorso di Salvini attaccandolo duramente, come irresponsabile demagogo.

Leggi tutto...

Intervista all'economista Marco Passarella

E-mail Stampa PDF

passarelladi Francesco Fustaneo e Alessandro Pascale

Marco Veronese Passarella, 44 anni, veneto, è docente di economia presso l’Economics Division della Leeds University Business School. Fa parte della redazione di Economia e Politica ed è membro del gruppo Reteaching Economics. Lo abbiamo intervistato per la rivista Marx21 sull'attuale fase economica cercando di capire se dal suo punto di vista gli strumenti messi in campo dalle istituzioni europee siano o meno idonee per arginare la crisi, con un passaggio obbligato poi, sui trattati europei e sulle relazioni geopolitiche attuali e su possibili mutamenti di scenario.

Leggi tutto...

I successi del Vietnam socialista nella lotta contro COVID-19

E-mail Stampa PDF

vietnam skylinedi Mauro Gemma per Marx21.it

La Repubblica Socialista del Vietnam è stata la prima nazione al mondo a mettere efficacemente sotto controllo la pandemia COVID-19. Con 95 milioni di abitanti, il paese ha avuto - i dati sono del 12 maggio, il 26 ° giorno consecutivo senza nuovi contagi registrati - solo 288 casi di infezione, 249 dei quali sono già guariti. Nessun cittadino vietnamita è morto in conseguenza dell’epidemia.

Un altro dato rilevante è quello relativo alle modalità di trasmissione del virus. I pazienti registrati provengono prevalentemente da paesi in cui la situazione epidemiologica è complicata, mentre la trasmissione locale è stata praticamente nulla. Ve registrato che dei 39 casi di infezione ancora attivi il 12 maggio, solo uno –un cittadino britannico - risultava in condizioni critiche.

Leggi tutto...

4 Maggio 1919 - 4 Giugno 1989: gli studenti in Piazza Tian’anmen - I Parte

E-mail Stampa PDF

Tiananmen Square 2pubblichiamo la prima parte di un importante contributo di Maria Morigi

di Maria Morigi

L’ Università di Pechino (Beida) e il Movimento di Nuova Cultura (1915-1921)

Passeggiando nel vasto campus universitario dell’Università di Pechino (Beida), lungo le rive del lago Weiming che circonda gli ex giardini imperiali dei Palazzi d’Estate della dinastia Qing, tra il verde e le aiuole, si incontrano dediche e busti di letterati, scienziati e docenti che contribuirono alla costruzione della nuova Cina. Molte delle migliori menti -lo stesso Mao Zedong, lo scrittore Lu Xun, lo scrittore e diplomatico Hu Shih, i politici comunisti Li Dazhao e Chen Duxiu- provengono da questa Università, fondata nel 1898 durante la Riforma dei cento giorni, che vanta oggi non solo un museo, ma anche la più ricca e preziosa biblioteca-archivio universitaria dell’intera Repubblica Popolare Cinese. 

Leggi tutto...

Wall Street, il cuore finanziario degli Stati Uniti e della globalizzazione capitalista

E-mail Stampa PDF

borsa volatilitadi Denis Durand (Commissione economica del Pcf)

Traduzione e introduzione di Lorenzo Battisti (Dip. Internazionale Pci)

Articolo pubblicato sul numero 16 della rivista Cause Commune.

I mercati finanziari non dormono mai. Non si fermano mai. I loro operatori, che sono sempre più algoritmi e non persone, continuano a calcolare continuamente i modi per fare soldi con i soldi. Mentre noi cercavamo di salvarci dalla pandemia, alcuni altri stavano guadagnando miliardi di dollari. O di Euro, Yen, Sterline. Nonostante la crisi del 2008 e quella imminente, nulla ha scalfito il potere e l’influenza della finanza americana. Per cercare di fare luce su questo mondo nebbioso (esiste anche la finanza ombra) riteniamo interessante proporre questo articolo che è uscito sulla rivista del Partito Comunista Francese, Cause Commune.

Leggi tutto...

Comunicato stampa del Partito dei Comunisti di Serbia in occasione del 75° anniversario della vittoria partigiana sui fascisti in Jugoslavia

E-mail Stampa PDF

serbiada www.resistenze.org

Partito dei Comunisti di Serbia
solidnet.org

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Nelle lotte contro i fascisti nella Seconda guerra mondiale, furono uccisi 8,6 milioni di soldati dell'Armata Rossa, 305.000 partigiani jugoslavi, 300.000 soldati americani e 270.000 soldati britannici. Quindi, il numero più alto di vittime, dopo i soldati dell'Armata Rossa, fu quello dei combattenti delle unità partigiane in Jugoslavia. Nel luglio 1941, il Partito Comunista, forte dei suoi 12.000 membri, organizzò una rivolta armata contro gli occupanti fascisti. Già in autunno, Užice e le zone circostanti venivano liberate. Prese così vita la Repubblica di Užice, con una fabbrica di armi, una tipografia e un centro amministrativo. Era l'unico territorio libero dell'Europa schiavizzata e prima della fine della guerra, furono diversi i territori liberi nelle varie zone della Jugoslavia.

Leggi tutto...

In mezzo alla pandemia, promuovere la cooperazione e la diplomazia tra i popoli

E-mail Stampa PDF

coronavirus xidi José Reinaldo Carvalho *

da https://cebrapaz.org.br

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La pandemia di coronavirus ha evidenziato una intensa lotta geopolitica, che segnerà la vita politica internazionale d’ora in poi.

L'antagonismo tra gli approcci e le azioni degli Stati Uniti e della Cina di fronte alla pandemia sta rivelando che questa lotta permea tutte le relazioni internazionali. Come prevedibile, si formano allineamenti attorno alle due posizioni, con il risultato di creare campi di forza opposti, anche quando non esistono ancora alleanze formalmente create. La Cina sta avanzando sempre di più con la sua lotta intelligente e abile per costruire una comunità di futuro condiviso per l'umanità e per promuovere la diplomazia della fraternità, il beneficio reciproco, la cooperazione globale e l'inclusione.

Leggi tutto...

La propaganda nazista di Trump sul Covid-19 - I Parte

E-mail Stampa PDF

trump usa iwantyoudi George Koo

da https://asiatimes.com

Parte 1: Il "ministro della propaganda" dell'amministrazione, Mike Pompeo, ha un bravo corpo di aiutanti anti-Cina

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

"Ripetete una bugia molte volte e diventerà la verità" era una legge di propaganda attribuita al nazista Joseph Goebbels. Egli fu ministro della propaganda di Adolf Hitler dal 1933 alla fine della Seconda guerra mondiale. Che Goebbels l'abbia detto o meno non ha più importanza. È stato attribuito a lui così tante volte e per così tanto tempo da diventare vero.

Leggi tutto...

Le Fake news russofobe di Repubblica: "Putin segregato nella sua dacia"

E-mail Stampa PDF

Putinda https://www.lantidiplomatico.it

la Redazione

Dobbiamo ricrederci. Avevamo pensato e scritto che peggiorare il livello di “informazione” che il quotidiano Repubblica offriva ai suoi lettori fosse impossibile. Ci sbagliavamo.  Il nuovo corso Fiat-Molinari sta varcando, ogni giorno di più, confini che pensavamo inesplorabili.

In un articolo pubblicato oggi dal titolo “Dalla "disinformatsija" alle fake news, il metodo Cremlino non tramonta mai”, l’ex presidente della Rai e attuale direttore del museo dedicato alla Juventus, l’aziendalista Paolo Garimberti inizia così - lo riportiamo per intero l’incipit perché molto significativo : “ Domenica 19 aprile, giorno della Pasqua ortodossa, Vladimir Putin, seduto davanti al caminetto della sua lussuosa dacia fuori Mosca, rivolse un messaggio televisivo al Paese in prolungata "vacanza" (lockdown non è parola gradita nel linguaggio ufficiale): "La situazione è totalmente sotto controllo", disse con tono rassicurante. Tre settimane e due giorni dopo quel messaggio la Russia è diventata il secondo Paese al mondo per numero di contagi”.

Leggi tutto...

"La Georgia dovrebbe tornare sulla via dello sviluppo socialista"

E-mail Stampa PDF

Georgiadi Muhammed Shabeer

da https://peoplesdispatch.org

Temur Pipia, leader del Partito comunista unificato della Georgia, parla del procedimento giudiziario contro di lui, della campagna contro la sinistra nel paese e delle sfide davanti ai comunisti

Verso la fine di marzo, Temur Pipia, leader del Partito comunista unificato della Georgia, è stato arrestato dalla polizia georgiana mentre tornava dalla Russia. Le autorità statali hanno avviato un procedimento contro di lui, invocando la Carta delle Libertà del 2011. Peoples Dispatch ha parlato con Temur Pipia riguardo alla persecuzione dei comunisti da parte dello Stato georgiano.

Leggi tutto...

Dichiarazione congiunta sulla sparatoria all'ambasciata cubana a Washington DC USA

E-mail Stampa PDF

cuba bandiera palazzoTraduzione di Lorenzo Battisti (Dip. Internazionale Pci)

Alle due del mattino di giovedì 30 aprile c'è stato un violento attacco all'Ambasciata Cubana a Washington DC. Secondo i primi rapporti di fonti cubane e della polizia municipale di Washington, un individuo si è recato all'Ambasciata, che si trova nel quadrante nord-ovest della capitale degli Stati Uniti, e ha aperto il fuoco sull'edificio con una potente arma d'assalto di tipo militare con un caricatore ad alta capacità. I vicini, svegliati dagli spari, hanno chiamato la polizia che ha arrestato un sospetto, poi identificato dalla stampa come Alexander Alazo di Aubrey, Texas, una città a nord di Dallas Texas. 

Leggi tutto...

Veltroni colpisce ancora. Ovvero l’ignoranza della storia genera mostri

E-mail Stampa PDF

famiglia cervidi Angelo d’Orsi

da http://temi.repubblica.it

Allora, il fatto è noto, almeno in cerchie dell’antifascismo. In un programma televisivo (“Le Parole”), il conduttore, Massimo Gramellini, giornalista, divenuto poi narratore di successo e anche intrattenitore del piccolo schermo, in occasione del 75esimo del XXV Aprile, non trova di meglio che intervistare Walter Veltroni. A cui dopo l’introduzione di rito (perché è così difficile per una parte del Paese accettare l’idea che la data della Liberazione costituisca una ricorrenza condivisa, un punto fermo nella identità nazionale della Repubblica) pone la domanda, ossia se non sembri all’illustre ospite (in collegamento…) che quella festa sia importante e che ogni cittadino di questa nazione dovrebbe sottoscriverla, senza polemiche fuori luogo. Ebbene l’intervistato annuisce gravemente, come se stesse facendo una importante concessione all’intervistatore. E ammette, che sì, il 25 aprile 1945 va ricordato e festeggiato, dal popolo italiano, non dimenticando però “la tragedia delle foibe”, su cui come per il 25 aprile non c’è il necessario unanime consenso. 

Leggi tutto...

Trump fa le prove dell’invasione del Venezuela

E-mail Stampa PDF

usa venezuela ziosamdi Atilio Borón

da https://www.alainet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La frustrata incursione di un gruppo di mercenari che ha cercato di sbarcare sulle rive di Macuto, nello stato di La Guaira, è l'ennesima prova che gli Stati Uniti sono uno "stato canaglia"; vale a dire un paese che viola sistematicamente la legalità internazionale e in tal modo mette in pericolo la pace nel mondo.

Il tentativo del 3 maggio scorso conferma che la Casa Bianca persiste nel suo atteggiamento criminale di mantenere il blocco e di cercare in ogni modo di rovesciare i governi di Cuba, Venezuela e Nicaragua. E insiste in questo atteggiamento nel mezzo del disastro che la pandemia sta causando nel suo paese (69.000 morti e oltre 30 milioni di disoccupati). Per nulla turbato dal caos, Trump ha il tempo di ordinare a una banda di mercenari di mettere in atto la loro criminale invasione, come annunciato ufficialmente dal brigante di New York. L'obiettivo di questo primo attacco è stato quello di testare la capacità di risposta delle FANB (Forze Armate Nazionali Bolivariane), la loro coesione contro gli invasori e la loro eventuale vulnerabilità di fronte alla tentazione che la taglia milionaria offerta da Washington suscita tra i criminali di ogni sorta.

Leggi tutto...

Arriva la terza grande depressione

E-mail Stampa PDF

crisi 1929pubblichiamo un'analisi di Ben Reynolds sulle conseguenze delle crisi che stiamo attraversando. La consideriamo un utile contributo alla discussione

di Ben Reynolds

da https://www.chinausfocus.com

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

La pandemia ha innescato una crisi economica globale di proporzioni epiche. Le misure necessarie per rallentare la diffusione del virus hanno provocato una disfatta sul mercato azionario, il crollo del commercio globale, la rottura delle filiere delle forniture e hanno spinto i sistemi finanziari sull'orlo del fallimento. Questo vortice è stato drammaticamente toccato con la pandemia, ma in definitiva deriva dalla crescente fragilità del sistema globale e dalla sua incapacità di superare gli ostacoli evidenziati dalla crisi del 2008. Il capitalismo affronta ora la sua terza crisi di sistema in due secoli, con le ricadute economiche che fecero seguito alle grandi depressioni del 1873 e del 1929. Come nel caso di quei grandi sconvolgimenti, questa crisi richiede una profonda ristrutturazione dell'ordine economico globale. 

Leggi tutto...

Il Partito Comunista di Spagna appoggia la decisione del Congresso Boliviano di convocare le elezioni

E-mail Stampa PDF

bolivia colpodistatomoralesda http://www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

L'Assemblea Legislativa Plurinazionale della Bolivia ha promulgato la Legge di Rinvio delle elezioni generali del 2020, che stabilisce un termine massimo di 90 giorni per celebrare le elezioni nel paese sudamericano. E’ stata la presidente del Congresso Boliviano, Eva Copa, che, utilizzando i suoi poteri, ha decretato la norma.

L'autoproclamata presidente Áñez ha respinto il disegno di legge e lo ha trasmesso al Parlamento dove infine è stato approvato dai senatori del Movimento per il Socialismo (MAS) che sono la maggioranza nell'Assemblea legislativa.

Dopo il colpo di Stato contro l'ex presidente Morales, il governo di fatto di Jeannie Áñez aveva fissato la data del nuovo processo elettorale per il 3 maggio, ma alla fine le elezioni non si sono mai tenute a causa della crisi sanitaria globale causata dal Pandemia di COVID-19.

Leggi tutto...

Pagina 8 di 294