Il nuovo risiko dell'energia nel Golfo

Il nuovo risiko dell'energia nel Golfo

Demostenes Floros

La morte del generale iraniano Suleimani ha messo in evidenza il ruolo della Cina

Continua...
Il Partito Comunista, un partito diverso da tutti gli altri

Il Partito Comunista, un partito diverso da tutti gli altri

Paulo Raimundo

Costituendo organizzazioni che lottano per il potere, i partiti politici difendono interessi differenti e in alcuni casi persino antagonisti tra loro

Continua...
Che sia Bonaccini o Borgonzoni, deraglia la Locomotiva di Guccini

Che sia Bonaccini o Borgonzoni, deraglia la Locomotiva di Guccini

Andrea Del Monaco

Francesco Guccini ha fatto un appello a votare Bonaccini presidente e Igor Taruffi candidato nella lista Bonaccini presidente, Emilia-Romagna Coraggiosa

Continua...
Pazza America: chi comanda chi?

Pazza America: chi comanda chi?

Enrico Sanna

Figlio e nipote di emigrati e di profughi, Fausto Giudice, nato in Italia (1949), è cresciuto in Tunisia, dov’è tornato a vivere dopo 45 anni passati in Europa

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

La “busiarda” non si smentisce mai

E-mail Stampa PDF

cile 1di Mauro Gemma per Marx21.it

Mai come il 6 novembre 2019 il termine "busiarda" (a suo tempo appioppato a La Stampa dagli antifascisti torinesi per il suo vergognoso appiattimento filo regime mussoliniano) è stato più azzeccato.

Innanzitutto, si distingue "Buongiorno" in prima pagina di Mattia Feltri (figlio di Vittorio) sui rigurgiti neonazisti in Germania (e altro), quando, nel più smaccato spregio della verità storica, il nostro arriva persino a scrivere che "quasi niente" si era fatto nella RDT per non far cadere il ricordo delle efferatezze hitleriane, dimenticando che, non solo la RDT (i cui primi dirigenti erano stati tutti perseguitati dal nazismo, costretti all'esilio o internati nei campi di concentramento) era sempre stata in prima fila nel tenere viva la "memoria storica" di quanto era accaduto in Germania, ma sempre si era distinta per la solidarietà politica e materiale con chi lottava contro il fascismo in tutto il mondo (come possono, ad esempio, confermare gli antifascisti cileni).

Leggi tutto...

I meriti storici del socialismo

E-mail Stampa PDF

operaio propaganda poster[Estratto da A. Pascale, Il totalitarismo “liberale”. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale, cap. 15.1, La Città del Sole, Napoli 2018, pp. 423-431]

«Il primo effetto rilevantissimo della Rivoluzione è stato quello di mostrare a tutti che il potere delle classi dominanti non è imbattibile, non è eterno e immutabile, ma può essere rovesciato; che nuove classi possono assumere la direzione della società e dello Stato. Né questo è solo un dato ideologico, ma al contrario è un elemento molto concreto dell’esperienza sovietica, laddove il potere, la “cosa pubblica”, erano gestiti da intellettuali rivoluzionari, ma anche e in misura sempre crescente da operai e contadini, e da figli di operai e contadini, che diventavano funzionari, dirigenti di partito, amministratori, dirigenti di fabbrica, quadri dell’esercito; un’ondata straordinaria di mobilità sociale che ha coinvolto milioni di persone.

Leggi tutto...

4 Novembre, vedi Napoli e poi muori

E-mail Stampa PDF

napoli 4novembredi Manlio Dinucci

Napoli, e non Roma, è stata il 4 novembre al centro della Giornata delle Forze Armate. Sul Lungomare Caracciolosono sfilati 5 battaglioni. Ma il pezzo forte è stata l’area espositiva interforze, che ha richiamato per cinque giorni in Piazza del Plebiscito soprattutto giovani e bambini.

Essi hanno potuto salire a bordo di un caccia, guidare un elicottero con un simulatore di volo, ammirare un drone Predator, entrare in un carrarmato, addestrarsi con istruttori militari, per poi andare al porto a visitare una nave da assalto anfibio e due fregate missilistiche.

Leggi tutto...

La fusione FCA-PSA e Marx

E-mail Stampa PDF

Fca Psadi Domenico Moro

da laboratorio-21.it

La fusione tra Fca e Psa rappresenta in maniera esemplare alcune importanti caratteristiche dell’attuale fase del capitalismo, confermando lo schema interpretativo dell’economia di Marx. Alla fine del capitolo XXV del Terzo libro del Capitale, quello sulle conseguenze della caduta del saggio di profitto, Marx evidenzia tre caratteristiche principali della produzione capitalistica: a) la centralizzazione in poche mani dei mezzi di produzione, b) l’unione della produzione capitalistica con i risultati delle scienze, e c) la creazione del mercato mondiale.

Leggi tutto...

Prima che il gallo canti

E-mail Stampa PDF

francia gallo simboloL'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

Le relazioni tra Francia ed Italia hanno ripreso la consueta correntezza ed intensità dopo la visita a Parigi del nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 2 maggio scorso, che aveva chiuso la fase di brusco raffreddamento determinato “dalle ripetute accuse, attacchi privi di fondamento, dichiarazioni oltraggiose” da parte di esponenti della maggioranza giallo-verde che sosteneva il primo governo Conte. Si era arrivati, il 7 febbraio, al richiamo dell’Ambasciatore Christian Masset per consultazioni a Parigi: dal caso Battisti agli improvvidi incontri con un leader assai chiacchierato dei gilet gialli, dalle critiche all’intervento militare in Libia per abbattere il regime del colonnello Gheddafi al presunto sfruttamento delle ex-colonie francesi attraverso la gestione del CFA, fino alla questione dell'immigrazione clandestina, il clima si era andato davvero avvelenato.

Leggi tutto...

Beirut, Baghdad, Cairo, Hong Kong, Quito, Santiago, La Paz… C'è oro e c'è similoro

E-mail Stampa PDF

pugnootporda fulviogrimaldi.blogspot.com

Masse autodeterminate, masse eterodirette

“Credo che tutta questa operazione è un trucco. Baghdadi verrà ricreato con un nome diverso, un diverso individuo e l’Isis, nella sua interezza, potrà essere riprodotto con un  altro nome, ma con lo stesso pensiero e gli stessi scopi. Il direttore di tutta la commedia è lo stesso, gli americani”. (Bashar al Assad)

E, alla luce di Storia e cronaca, mi fido più di Assad che di qualsiasi fonte occidentale.

Leggi tutto...

Il Partito dei Lavoratori del Kurdistan e il confederalismo democratico

E-mail Stampa PDF

ocalan pkkdi Collettivo Tazebao
da tazebao.org

L’intervento degli Stati Uniti e della Gran Bretagna in Medio Oriente, che è sorto dalla crisi irachena, è un evento fondamentale […] I regimi mediorientali, non riuscendo a vedere le possibilità di cambiamento per mezzo di dinamiche interne, sono state portate a questo punto con l’intervento straniero. Mentre i risultati di questo intervento hanno avviato un nuovo periodo che è destinato ad avere ripercussioni in tutto il mondo, ha anche aperto la strada allo sviluppo delle forze democratiche.

Leggi tutto...

Ucraina, Polonia, e Romania aumentano il budget militare. Con chi hanno intenzione di fare la guerra?

E-mail Stampa PDF

vigna ucrainapoloniaromania 01a cura di Enrico Vigna

In questo articolo si connotano molto chiaramente alcuni aspetti che potrebbero portare, ad una lettura che vada al di là delle situazioni di realtà contingenti, a intravedere futuri sviluppi, che non sono certo portatori di pace e comprensione tra i paesi, ma al contrario di possibili nuove conflittualità, anche militari; che per ora non sono evidenti anche se già presenti, pur se a bassa intensità, nella realtà politica dell’est Europa.

Il primo aspetto è la pressione al riarmo dei governi che sono sotto il controllo politico della NATO e degli USA, che incrementano politiche aggressive. Ciò avviene con un’aperta e rischiosa strategia, fatta di ostilità politiche, culturali e storiche, che si configura come “russofobia”. Questo accade utilizzando spregiudicatamente le forze neonaziste e fasciste lì presenti.

Leggi tutto...

«Continuiamo a lottare per uno stato socialista multinazionale unificato»

E-mail Stampa PDF

Simonenko RNLdi Petro Simonenko, Primo Segretario del Partito Comunista di Ucraina

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Cinque anni e mezzo dopo il colpo di stato del febbraio 2014, che ha portato le forze apertamente fasciste al potere del paese, il Partito Comunista di Ucraina (PCU) è ancora una "spina piantata nella gola” del regime oligarchico che governa l'ex repubblica sovietica. Lo dice il primo segretario della PCU Petro Simonenko, che ringrazia per la solidarietà fraterna che i comunisti ucraini hanno ricevuto dai loro compagni in tutto il mondo in un momento particolarmente difficile mentre stanno affrontando una potente offensiva che mira alla loro messa fuori legge.

Leggi tutto...

"...Aveva continuato la politica della destra con uomini e frasi di sinistra..."

E-mail Stampa PDF

crispidi Norberto Natali

Questo titolo è tratto dai “Quaderni dal carcere” di Gramsci nella parte in cui egli descrive il tradimento della sinistra storica nel tardo ‘800. Da quando fu fondato lo stato italiano (Regno d’Italia) nel 1861 -scrive Gramsci- il governo fu guidato dalla destra, mentre uomini come Crispi erano all’opposizione: ferventi repubblicani ispirati da Mazzini e Garibaldi, generalmente su posizioni sociali molto moderne e progressiste.

Dopo un quindicennio, la destra storica fu sostituita dalla sinistra nella direzione del paese; essa, appunto, continuò la politica della destra ma ingannando il popolo con frasi di sinistra e facendosi rappresentare da uomini con un passato di sinistra (è il caso del governo Depretis).

Leggi tutto...

Rivolta in America Latina: l'auge e la caduta del consenso neoliberale

E-mail Stampa PDF

cile proteste 2019di Bruno Sgarzini
da misionverdad.com

24 ottobre 2019

Traduzione di Marco Pondrelli

"Un programma d'urto di drastici tagli alla spesa pubblica eliminerebbe l'inflazione in mesi e porrebbe le basi per una libera economia di mercato in Cile", così scrisse Milton Friedman in una lettera inviata ad Augusto Pinochet dopo un breve incontro di 45 minuti con il dittatore. Fin dall'inizio, Friedman capì che Pinochet sapeva poco di economia, e "approfittando" di ciò gli inviò la lettera. Lo fece come leader della corrente di pensiero del libero mercato, fondata presso la University of Chicago's School of Economics.

Leggi tutto...

Danilo Zolo, La giustizia dei vincitori: Da Norimberga a Baghdad

E-mail Stampa PDF

zolo lagiustiziadeivincitori500di Maria Morigi

Maledire la guerra come assassinio e poi pretendere dagli uomini che essi facciano la guerra e in guerra uccidano e si lascino uccidere, affinché ‘non vi sia mai più una guerra’, è un inganno manifesto”. (Carl Schmitt *). Da queste parole prende le mosse Danilo Zolo, filosofo e giurista scomparso nel 2018, nel Saggio La giustizia dei vincitori: Da Norimberga a Baghdad (Laterza 2014) per definire il carattere antidemocratico e asimmetrico dell’ordinamento ONU che, nonostante l’elenco di buone intenzioni e le proibizioni solenni presenti nello statuto di fondazione, risulta inapplicabile per domare le forze che minacciano la pace mondiale.

Leggi tutto...

Xinjiang: le fake news dell'Impero

E-mail Stampa PDF

xinjiang cinadi Giambattista Cadoppi

Sembra sia diventato di moda in alcuni ambienti particolarmente sensibili alla salute fisica e spirituale passare dal "vegetariano nell’intervallo tra un pasto e l’altro" (ossia il pio monaco calzato Gucci, il Dalai Lama) e concentrarsi sugli uiguri, cosa assolutamente nobile e disinteressata. Certo che occorrerà forse più di una pellicola di Hollywood per fare digerire il non proprio popolare islamismo radicale e soprattutto far sapere dove si trovi la misteriosa regione popolata da questo simpatico e pittoresco popolo. Il livello di comprensione dell’Occidente per tali fenomeni è dato dall’ex ministro degli esteri francese Kouchner, che aveva difeso il popolo degli “Yogurt” (anziché Uigur, in francese).

Leggi tutto...

Dopo la sconfitta elettorale del macrismo, costruire potere popolare

E-mail Stampa PDF

frentedetodos elezioni2019di Commissione Politica del Partito Comunista dell'Argentina

da pca.org.ar

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista dell'Argentina, membro del Frente de Todos, celebra la vittoria ottenuta in queste elezioni, congratulandosi e salutando la squadra presidenziale di Alberto Fernández e Cristina Fernández de Kirchner, tutti i militanti del Frente e in particolare i militanti del nostro partito e la Federazione Giovanile Comunista (Fede) per questa importante vittoria.

Leggi tutto...

Il Califfo, film Cia tra fiction e realtà

E-mail Stampa PDF

mccain albaghdadidi Manlio Dinucci

Il senatore Usa John McCain incontra Abu Bakr al Baghdadi il 27 maggio 2013 in Siria

«È stato come guardare un film», ha detto il presidente Trump  dopo aver assistito alla eliminazione di Abu Bakr al Baghdadi, il Califfo capo dell’Isis, trasmessa nella Situation Room della Casa Bianca.

Qui, nel 2011, il presidente Obama assisteva alla eliminazione dell’allora nemico numero uno,  Osama Bin Laden, capo di Al Qaeda. 

Leggi tutto...

Turingia e Umbria, due elezioni con analogie significative

E-mail Stampa PDF

tesei umbria elezioni regionali salvini 2019di Domenico Moro
da laboratorio-21.it

Domenica si sono tenute due elezioni regionali in Germania e Italia. Le due elezioni hanno interessato regioni piccole, la Turingia e l’Umbria, che hanno rispettivamente due milioni e 900mila abitanti su una popolazione complessiva di 80 e 60 milioni. Ma, malgrado le dimensioni e il fatto che i due Paesi appaiano diversi sotto alcuni aspetti, il risultato delle elezioni rivela interessanti analogie e qualche altrettanto interessante differenza. In generale si può dire che le due elezioni sono significative della crisi politica che investe l’establishment politico europeo. Una crisi che sembrava sventata dai risultati delle elezioni europee, che avevano registrato una tenuta maggiore di quanto ci si aspettasse dei partiti filo-austerity facenti parte dei gruppi del Partito popolare europeo e del Partito socialista europeo.

Leggi tutto...

Il Partito Comunista del Venezuela vuole costruire un'ampia alleanza antimperialista e antifascista

E-mail Stampa PDF

pc venezuela striscionedi Carolus Wimmer, Responsabile del Dipartimento Internazionale del PCV

da avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

La forte pressione politica, economica, diplomatica e militare che l'imperialismo esercita sulla Repubblica Bolivariana del Venezuela mira a qualcosa di più del semplice cambio di regime, cercando di trasformare il Paese in uno stato fallito, simile a Iraq, Libia e Afghanistan dopo le invasioni USA e NATO. Lo afferma Carolus Wimmer dell'Ufficio Politico del Partito Comunista del Venezuela (PCV) e responsabile del suo dipartimento internazionale.

Leggi tutto...

Tensioni commerciali

E-mail Stampa PDF

EU6L'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta su Milano Finanza

Mentre a Bruxelles ed a Francoforte si celebrano i riti dell’addio, per accomiatarsi da chi in questi anni ha guidato la Commissione e la Bce, le preoccupazioni per il futuro dell’Unione si accrescono, malcelate.

Lotte di potere a Bruxelles Salta di un mese l’insediamento della nuova Commissione europea, che era previsto per il 1° novembre. La Presidente Ursula von der Leyen non è riuscita a completarne l’iter di formazione, per via dello smacco clamoroso che ha subìto da parte del Parlamento europeo, che ha bocciato a scrutinio segreto la candidatura francese di Sylvie Goulard, fortemente sostenuta dal Presidente Emanuel Macron e Ministro della Difesa dell’attuale governo.

Leggi tutto...

“La questione nazionale in Spagna richiede una soluzione politica e non giudiziaria e repressiva”

E-mail Stampa PDF

catalogna poliziaIl Partito Comunista Portoghese sugli sviluppi in Catalogna

a cura della Redazione di Marx21.it

Il PCP ha reagito con una dichiarazione del suo ufficio stampa, alla condanna da parte delle autorità giudiziarie spagnole a "dure pene detentive" di leader di forze politiche, di membri del Parlamento ed ex membri del governo regionale della Catalogna, a causa la loro partecipazione all'organizzazione del referendum sull'autodeterminazione della Catalogna del 1 ° ottobre 2017 e alla successiva dichiarazione unilaterale di indipendenza.

Leggi tutto...

"Friday for future" e il greenwashing: cavalli di Troia dell'imperialismo

E-mail Stampa PDF

cavalloditroia usaRiceviamo da Roberto Vallepiano e pubblichiamo

L'America Latina è letteralmente invasa da una miriade di ONG che in realtà operano come facciata per la CIA e i Servizi Segreti a stelle e strisce. È una presenza perniciosa e particolarmente subdola: si sono appropriati del linguaggio e del gergo della sinistra, parlano di diritti umani, ecologia e giustizia sociale, usurpano deliberatamente simboli e parole d'ordine progressiste e rivoluzionarie utilizzandole spregiudicatamente per assecondare le mire e gli interessi di ciò che dicono di voler combattere.

Leggi tutto...

Pagina 8 di 275