Utopia, stato e libertà in “Stato e Rivoluzione

E-mail Stampa PDF

lenin e rivoluzionericeviamo e pubblichiamo

di Bollettino Culturale

da http://bollettinoculturale

Durante l’agosto e il settembre del 1917 Lenin scrisse Stato e Rivoluzione. Come ha chiarito nella prefazione alla prima edizione, il suo scopo era quello di affrontare la questione dello Stato da un punto di vista politico e teorico. La discussione, il confronto con le idee di Karl Kautsky, i socialdemocratici russi e gli anarchici, ebbe luogo nel contesto della Grande Guerra e alla vigilia della Rivoluzione d'Ottobre. In effetti, l'opuscolo fu lasciato incompiuto perché la rivoluzione stessa "interruppe" Lenin, come egli stesso disse.

Leggi tutto...

Giulietto Chiesa in prima linea fino all’ultimo

E-mail Stampa PDF

17pol3 giulietto chiesadi Manlio Dinucci

da il manifesto 28 aprile 2020

Giulietto Chiesa è morto poche ore dopo aver concluso, nel 75° Anniversario della Liberazione e della fine della Seconda guerra mondiale, il Convegno internazionale del 25 Aprile «Liberiamoci dal virus della guerra». Un convegno in diretta streaming, organizzato dal Comitato No Guerra No Nato, di cui era uno dei fondatori, e da Global Research (Canada), il Centro di ricerca sulla globalizzazione diretto dal professor Michel Chossudovsky. 

Diversi relatori – dall’Italia ad altri paesi europei, dagli Stati uniti alla Russia, dal Canada all’Australia – hanno esaminato le ragioni di fondo per cui dal 1945 ad oggi la guerra non è mai terminata: al Secondo conflitto mondiale ha fatto seguito la Guerra fredda, quindi una serie ininterrotta di guerre e il ritorno a una situazione analoga a quella della Guerra fredda che accresce il rischio di un conflitto nucleare. 

Leggi tutto...

Sacco, Vanzetti e Koçak: storie di ordinaria ingiustizia

E-mail Stampa PDF

Turkey flagriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Sabo’nun Kizi

Tutti conosciamo la storia di Sacco e Vanzetti. Storia che diventò emblematica del sistema di repressione e ingiustizia, come lo stesso Bartolomeo Vanzetti comprese, quando, rivolgendosi alla giuria che lo condannò alla pena di morte, disse: «Mai vivendo l’intera esistenza avremmo potuto sperare di fare così tanto per la tolleranza, la giustizia, la mutua comprensione fra gli uomini».

Per chi conosce anche la storia di Mustafa Koçak, è imprescindibile il paragone. 

Leggi tutto...

L'evoluzione della situazione internazionale e l'impatto dell'epidemia

E-mail Stampa PDF

disequalitydi Ângelo Alves, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da http://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista Portoghese esprime la sua solidarietà a tutti i popoli che stanno affrontando le gravi conseguenze dello scoppio del nuovo coronavirus che colpisce la stragrande maggioranza dei paesi del mondo.

Lo sviluppo dell'epidemia su scala globale e le sue ripercussioni - in particolare nei paesi capitalisti più sviluppati - dimostrano tragicamente le conseguenze di decenni di politiche di privatizzazione e di smantellamento dei servizi pubblici, in particolare dei servizi sanitari; del continuo e crescente attacco ai diritti sociali dei lavoratori; e dell'alienazione di strumenti statali che garantiscano funzioni e protezione sociali, diritti fondamentali e produzione di beni e prodotti essenziali per la vita e la protezione delle popolazioni.

Leggi tutto...

L'accusa di totalitarismo di Hannah Arendt e la sua confutazione

E-mail Stampa PDF

falcemartellodi Alessandro Pascale

da https://www.storiauniversale.it

Dobbiamo a Domenico Losurdo una precisa analisi critica della formulazione del concetto di totalitarismo elaborata da Hannah Arendt in Origini del totalitarismodel 1948, un testo che riscuoterà un enorme successo, tanto da essere ormai diventato oggi, non senza resistenze, un pilastro dei manuali scolastici di storia contemporanea; tale affermazione è stata possibile grazie alla parallela crisi progressiva delle forze comuniste in tutto l'Occidente. Riportiamo ampi stralci dalle pagine losurdiane di Il marxismo occidentale6:

«nella prima Arendt si avvertiva la tendenza ad avvalersi della categoria di totalitarismo per definire il nesso tra nazismo e colonialismo. Il primo modello di potere totalitario era quello esercitato sui popoli coloniali, deumanizzati mediante l'ideologia razzista e decimati e schiavizzati. Il quadro cambiava in modo radicale con il passaggio alla terza parte delle Origini del totalitarismo, chiaramente influenzata dal clima ideologico sopraggiunto in seguito allo scoppio della Guerra Fredda. Non era tanto importante il giudizio sull'Unione Sovietica, grazie alla categoria di totalitarismo messa sostanzialmente sullo stesso piano della Germania hitleriana; decisiva era soprattutto la rimozione del legame che univa il Terzo Reich alla tradizione colonialista e imperialista di cui esso voleva essere l'erede conseguente e più intransigente. […] A ben guardare, la terza parte delle Origini del totalitarismoera un libro nuovo rispetto alle due parti precedenti e al lavoro sull'“imperialismo razziale. Nel libro originariamente programmato ancora sotto l'emozione della lotta contro il nazismo, al centro era la categoria dell'imperialismo, il genus che sussumeva diverse species, in primo luogo l'Impero britannico e il Terzo Reich (l'espressione più compiuta della barbarie dell'imperialismo); e in questo quadro veniva conferito un ruolo positivo all'Unione Sovietica, protagonista della lotta contro l'imperialismo nazista e ispiratrice dei movimenti di liberazione anticoloniale.

Leggi tutto...

Alcune riflessioni per un Programma di prima fase di transizione

E-mail Stampa PDF

Lenin bandieradi Giuseppe Amata

1. Sabato 19 aprile si sono svolte quasi nello stesso orario due importanti videoconferenze, una organizzata dalle “Edizioni Marx21” dal tema 
Per uno sbocco progressivo alla crisi italiana, alla quale ho partecipato come ascoltatore; l’altra promossa dalla rivista “Contropiano.org” dal tema Alba Euro Mediterranea – L’alternativa possibile, della quale ho ascoltato la registrazione.

Nella prima (secondo il precedente ordine), Andrea Catone introducendo i lavori, ha spiegato sinteticamente la natura dell’attuale crisi economica capitalistica che si è determinata dall’emergenza sanitaria (non crisi di sovrapproduzione l’ha giustamente denominata, ma crisi politica e sociale) e ha indicato in senso lato nel presente momento storico l’avvio di un programma di riforme di struttura (successivamente nel corso del dibattito in un brevissimo intervento Paolo Pioppi ha parlato di svolta, come quella di Salerno del 1944 ad opera di Togliatti). Il primo relatore Andrea del Monaco ha spiegato molto bene come il nostro paese, con il Trattato dell’Unione Europea sottoscritto nel 1992, si è vincolato al dominio del capitale finanziario, in particolare quello tedesco ed olandese e si è soffermato: a) sulle condizioni vincolanti del MES e sulla falsità di quanto detto da alcuni autorevoli politici e dai media mainstream sulla “sospensione delle clausole di salvaguardia”; b) sui reali motivi di Germania e Olanda a non volere gli eurobond per i vantaggi che attualmente hanno sui tassi di interesse e quindi sullo spread nella competizione intereuropea; c) sui vantaggi di Germania e Olanda, secondo l’attuale normativa, nella formulazione di disavanzo e avanzo delle partite correnti. La seconda relazione di Guglielmo Forges Davanzati, iniziata accennando alle crisi economiche che dagli anni Settanta del XX secolo hanno interessato il modo di produzione capitalistico, è stata subito interrotta perché la ricezione audio era intermittente e quindi incomprensibile. 

Leggi tutto...

In memoria di un uomo libero

E-mail Stampa PDF

chiesa primopianodi Federico La Mattina

La scomparsa di Giulietto Chiesa rappresenta un’enorme perdita per tutti noi. Negli ultimi anni ha rappresentato una delle poche voci libere in Italia critiche verso la Nato, impegnato altresì a contrastare la propaganda russofoba nel nostro paese. Storico corrispondente da Mosca nonché amico personale di Gorbachev, aveva una conoscenza di prima mano della politica russa e dei profondi rivolgimenti della Russia post-sovietica.  Quando parlava di Russia lo faceva con estrema competenza e per le sue idee era stato recentemente arrestato in Estonia, nella "libera Europa".

Leggi tutto...

Coronavirus e Via della Seta della Salute: tutto quello che c'è da sapere

E-mail Stampa PDF

img 911510da https://www.affaritaliani.it

Intervista a Francesco Maringiò, esperto di Cina contemporanea e politica cinese

Di Via della Seta della Salute si parla almeno dal 2017, quando è diventato un tema che è entrato nell’agenda stessa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Recentemente è ritornata all’attenzione del nostro paese quando il presidente cinese Xi Jinping ha proposto al Premier italiano Giuseppe Conte di “lavorare con l’Italia per contribuire alla cooperazione internazionale nella lotta all’epidemia e per la costruzione di una Health Silk Road”, tema poi ribadito dall’Ambasciatore Li Junhua in un’intervista a Il Messaggero.

È il tema attorno a cui è ruotato un convegno che si è tenuto oggi a Pechino e che ha coinvolto (in cloud) politici e studiosi della Cina contemporanea, su iniziativa dell’Istituto per gli Studi di Finanza della Renmin University di Pechino, il China Centre for Contemporary World Studies ed il dipartimento internazionale del Pcc.

Affaritaliani.it ha intervistato Francesco Maringiò, esperto di Cina contemporanea e politica cinese.

Leggi tutto...

Dichiarazione congiunta dei partiti comunisti e dei lavoratori in occasione del 150° anniversario della nascita di V.I. Lenin

E-mail Stampa PDF

Lenin 90 anni dalla morte 634x396da https://ilpartitocomunista.it

Onoriamo il grande leader rivoluzionario V.I. Lenin, siamo impegnati a continuare il suo lavoro! I Partiti Comunisti e Operai, che firmano insieme questa Dichiarazione congiunta, vogliono anche in questo modo onorare un grande rivoluzionario e teorico del socialismo scientifico, Vladimir Ilyich Lenin, poiché il 22 aprile ricorre il 150° anniversario della sua nascita.

Soprattutto nelle condizioni attuali e mentre la pandemia di CoVID-19 si sta diffondendo, dimostrando tragicamente le grandi carenze dei sistemi sanitari nei paesi capitalisti, nonché la natura antisociale e parassitaria del sistema capitalistico, di fronte alla nuova crisi, il cui peso verrà nuovamente caricato sulle spalle dei lavoratori, la natura aggressiva del capitalismo e l’escalation delle competizioni imperialiste, che rappresentano nuovi pericoli per la pace e i popoli, sentiamo un bisogno ancora maggiore di fare riferimento alla fisionomia storica del V.I. Lenin. Una personalità che ha dedicato la sua vita alla causa della classe operaia e degli altri strati popolari, alla lotta per l’abolizione dello sfruttamento e la costruzione della società socialista.

Leggi tutto...

Le nomine del governo in tempo di pandemia

E-mail Stampa PDF

italia puzzledi Gregorio de Falco

da https://www.facebook.com

pubblichiamo un breve ma efficace commento di Gregorio de Falco sulle recenti nomine del governo

Mentre la pandemia ancora affligge il Paese avendolo investito a macchia di leopardo, ed al Nord miete ancora centinaia di vite al giorno, mentre alcune Regioni entrano in tensione tra loro ed anche con il Governo in taluni casi, rischiando di provocare gravi lacerazioni, ai limiti del dettato costituzionale, e si avverte forte la crescente sofferenza della popolazione, oggi sarà presentata la lista di nomi per le cariche di vertice delle maggiori aziende pubbliche partecipate. Mentre le Regioni si accusano tra di loro di essere prone agli interessi degli industriali, sotto la copertura mediatica del Covid-19 si fanno le grandi spartizioni fameliche dei partiti, nella penombra e senza alcuna coerenza politica.

Leggi tutto...

Con la Resistenza, contro il revisionismo

E-mail Stampa PDF

secchia pietroMarx21 augura buon 25 aprile ai suoi lettori riproponendo un contributo di Sergio Ricaldone del 2015, contributo che, anche alla luce della famigerata risoluzione del Parlamento europeo che equipara nazismo e comunismo, rimane incredibilmente attuale. Questo testo è l'introduzione che Ricaldone fece ad un convegno organizzato a Torino da "Nuovi Partigiani della Pace", nel quale ricorda la figura di Pietro Secchia grande dirigente comunista e grande antifascista.

di Sergio Ricaldone

LA RESISTENZA ACCUSA - Pietro Secchia antifascista, partigiano, comunista, Torino, 16 aprile 2005

Nel 70° anniversario della vittoria del movimento di Liberazione in Italia, ci sembra doveroso ricordare una dei dirigenti comunisti che più hanno contribuito all'organizzazione della Resistenza partigiana. Lo facciamo proponendo il pregevole intervento che l'indimenticabile compagno Sergio Ricaldone pronunciò nel corso del convegno organizzato a Torino da "Nuovi Partigiani della Pace", il 16 aprile 2005.

Leggi tutto...

Tutta la nostra solidarietà ai compagni georgiani vittime delle persecuzioni anticomuniste

E-mail Stampa PDF

comunisti GeorgiaAppello del Partito Comunista di Ucraina

da http://www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Marx21.it si associa all’invito del Partito Comunista di Ucraina perché cessino le persecuzioni nei confronti dei compagni del Partito Comunista Unito della Georgia ed esprime la sua più calorosa solidarietà al suo leader, il compagno Temur Pipia 

Chiediamo il vostro sostegno e solidarietà al leader dei comunisti georgiani Temur Pipia! 

Leggi tutto...

Come andra’ a finire….

E-mail Stampa PDF

marx engels cittariceviamo e pubblichiamo

di Norberto Natali

Il capitale non è il patrimonio, tanto meno i risparmi o i redditi.

È, invece, quella parte di denaro investita continuamente nell’acquisto di merci dalle quali ricavare, poi, una quantità di denaro superiore a quella iniziale: gran parte di quest’ultima sarà investita di nuovo nell’acquisto di altre merci, dalla cui vendita ricavare ancor più denaro di prima e così via. Per esempio, c’è chi compra nocciole (ed altri ingredienti) per produrre una crema che piace tanto ai bambini di tutte le età, vendendo la quale ricava una quantità di denaro maggiore di quello investito inizialmente; con esso continua a comprare nocciole ed altro, ciclicamente… 

Leggi tutto...

La drammatica situazione economica in Ucraina: le proposte dei comunisti

E-mail Stampa PDF

ukraine donetsk protests referendumdi Mauro Gemma per Marx21.it 

L'analista politico di Kiev Mikhail Pogrebinsky ha osservato che se il Fondo Monetario Internazionale non concederà un'altra tranche di crediti, il presidente dell'Ucraina Vladimir Zelensky si potrebbe trovare persino nella condizione di dover fuggire dal paese, in ragione delle prevedibili reazioni popolari. Secondo l'esperto, il bilancio ucraino si basa per oltre due terzi sui prestiti esteri, senza i quali il collasso dell’economia nazionale sarebbe inevitabile.

In una situazione così drammatica per il paese, il sempre più probabile mancato pagamento di stipendi e pensioni dovrebbe suggerire al presidente Zelensky “di imbarcarsi su un aereo” per scappare all’estero - ha affermato Pogrebinsky .

Leggi tutto...

Distanziamento sociale dalla democrazia

E-mail Stampa PDF

bill gatesdi Manlio Dinucci

da il manifesto 21 aprile 2020

«Il distanziamento sociale è qui per rimanere molto più di qualche settimana. Stravolgerà il nostro modo di vivere, in un certo senso per sempre»: lo hanno annunciato i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, una delle più prestigiose università statunitensi (MIT Technology Review, We’re not going back to normal, 17 marzo 2020).

Essi citano il rapporto presentato dai ricercatori dell’Imperial College London, secondo cui il distanziamento sociale dovrebbe divenire una norma costante ed essere allentato o intensificato a seconda del numero di ricoverati per il virus nei reparti di terapia intensiva.

Leggi tutto...

La pianificazione socialista cinese relativa al Covid-19

E-mail Stampa PDF

piazza rossa Stemmadi Sara Flounders – Giacomo Marchetti

da https://contropiano.org

Pubblichiamo la traduzione dell’articolo di Sara Flounders – scrittrice ed attivista politica statunitense di lungo corso – che mette in evidenza il contributo della 
Cina e di Cuba nella battaglia pandemica globale.

Il contributo pubblicato, originariamente sul Workers Word il 3 aprile, è stato ripreso da Global Research il 6 di questo mese. 

L’autrice traccia un paragone tra la risposta cinese, nord-americana ed europea ed identifica nella pianificazione socialista la chiave di volta per comprendere il successo nella battaglia contro il virus.

Leggi tutto...

Politica-struttura: Amazon, Google, Palantir e la CIA

E-mail Stampa PDF

internet codicePubblichiamo una parte del nuovo libro intitolato “Servizi segreti, guerre economiche e politica-struttura”, scritto da Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli e che verrà integralmente pubblicato online a maggio.

A volte si tende a separare l’attività di spionaggio dall’economia, dai profitti e dall’azione delle multinazionali: un errore che non era certo stato commesso da Norman Mailer nel suo geniale libro “Il fantasma di Harlot”, opera nella quale lo scrittore statunitense ventilava a livello narrativo (e forse non solo narrativo…) che nella CIA di Langley si fosse formato un nucleo e un gruppo interno supersegreto il quale, attraverso l’uso selettivo delle informazioni via via ottenute dall’agenzia, operava da decenni in campo finanziario acquisendo ingenti profitti equivalenti a miliardi di dollari.

Leggi tutto...

Alessandro Di Battista: “L’Italia deve dire no al Mes. Senza di noi la Ue si scioglie” – L’intervento sul Fatto Quotidiano

E-mail Stampa PDF

cina italia bandierepngdi Alessandro Di Battista

da https://www.ilfattoquotidiano.it

Alessandro Di Battista è intervenuto su 'il fatto quotidiano'. Pur non condividendo tutte le affermazioni contenute nell'articolo apprezziamo la volontà di rafforzare la cooperazione con la Cina, un tema su cui la politica italiana deve confrontarsi, cosciente del fatto che i tempi stanno cambiando. Se per arrivare a Palazzo Chigi è necessario 'baciare pantofole a Washington', per governare l'Italia questo non basta più.

Caro direttore,

l’emergenza COVID-19 e l’inconsistente reazione dell’Europa – sopratutto se paragonata agli interventi economici cinesi, britannici e nordamericani – ha trasformato in euroscettici anche i più ferventi fanatici dell’Unione. Tuttavia non vi è nulla di puro nelle loro conversioni. Politici e commentatori senza spina dorsale seguono il vento e prendono posizione solo dopo aver letto l’ennesimo sondaggio commissionato e, spesso, pagato con denaro pubblico. Oggi, per la stragrande maggioranza degli italiani, l’Unione europea è un’organizzazione inutile per non dire dannosa. Per questo una schiera di sepolcri imbiancati da sempre trombettieri del sistema inizia a usare termini che fino a poche settimane fa utilizzavano solo quelli che lorsignori accusavano di populismo.

Leggi tutto...

La polveriera del Baluchistan e “China-Pakistan Economic Corridor”

E-mail Stampa PDF

Pakistan Baluchistan Marx21riceviamo e pubblichiamo

di Maria Morigi

Al nostro piccolo gruppo (interessato a siti archeologici e ben guidato) sembrava davvero eccessivo essere scortati, nel Sindh, da Polizia locale con camionetta blindata per ogni spostamento, e da militari con mitra spianato per le visite a piedi. Ma abbiamo dovuto accettare, senza discutere, quello che era stato stabilito… salvo poi comprenderne bene i motivi .

Leggi tutto...

Pagina 7 di 291