Cosa possiamo dedurre dalle elezioni suppletive di domenica?

E-mail Stampa PDF

francia elezioni2015 schedaelettoraleIntroduzione e traduzione di Lorenzo Battisti (Pci Parigi)

da https://www.editoweb.eu

In Francia ci sono spesso elezioni suppletive dovute alla dimissione o al decesso di parlamentari eletti. La partecipazione a queste elezioni è spesso scarsa, ed è ulteriormente in calo per le ragioni sanitarie. In ogni caso si possono cogliere alcune indicazioni. Traduciamo questo riassunto fatto da un compagno del Pcf per riassumere i risultati di domenica.

Leggi tutto...

La trappola del Recovery Fund spiegata facile (da un magistrale Guido Salerno Aletta)

E-mail Stampa PDF

bce palazzoun interessante analisi sul Recovery Fund

di Guido Salerno Aletta

da https://www.lantidiplomatico.it

Il sogno europeo si è trasformato in un incubo: la robotizzazione dell'Unione procede inarrestabile, tra vincoli, condizioni, obiettivi e rendiconti. Con il Recovery Fund si prepara un nuovo manicomio burocratico che ci farà impazzire.

Leggi tutto...

La rivolta degli schiavi di Haiti

E-mail Stampa PDF

americalatina contadiniQuella che segue è l'introduzione della Tesi di laurea dello storico Pietro Terzan, dedicata alla figura di Toussaint Louverture, leader della prima grande rivoluzione antischiavista vittoriosa della storia. Il lavoro integrale è stato gentilmente messo a disposizione dall'Autore.

di Pietro Terzan

Leggi tutto...

I comunisti ucraini operano in una situazione di semi-legalità

E-mail Stampa PDF

ukra bandiereIntervista a Viktoria Georgiievska, responsabile delle relazioni internazionali del Partito Comunista di Ucraina

da http://www.avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Obiettivo di un processo di messa fuori legge e ostacolato gravemente nella propria attività, il Partito Comunista di Ucraina (PCU) non si arrende, ha spiegato ad Avante! Viktoria Georgiievska, che ha anche avvertito del pericolo che la Bielorussia si trasformi in una nuova Ucraina.

Leggi tutto...

Impero: elezioni, i mali maggiori

E-mail Stampa PDF

urna vote usadi Mark Epstein

Da decenni la dinamica duopolistica, manichea, delle non-scelte, o scelte impossibili tra le due ali dell’oligarchia, continua a degenerare verso gli abissi.

Ma forse mai come in questa tornata elettorale la ‘scelta’ è così fisicamente segnata dai miasmi dell’Impero, sembra segnare anche proprio fisicamente nelle figure dei due contendenti, in modo allegorico rispetto ai poteri che stanno dietro la ‘scena’, il degrado e la totale corruzione e cancellazione di qualsiasi prospettiva che non sia quella del sopruso, del ricatto, dell’estorsione, dal livello più micro della politica locale, al livello più macro delle escalation di sopraffazione dell’Impero a livello internazionale in tutti gli ambiti: ‘diplomatico’, (il)legale, delle infinite manipolazioni dei servizi, o delle sanzioni e dei ricatti come l’unica mossa ormai quotidiana delle (pseudo) transazioni ‘commerciali’.

Leggi tutto...

17 settembre: giornata di mobilitazione contro le misure regressive del governo

E-mail Stampa PDF

francia greve2018Traduzione e introduzione di Lorenzo Battisti (Pci Parigi)

da https://www.cgt.fr

In Italia le mobilitazioni e gli scioperi, quelli nazionali, non si facevano prima della pandemia e si continuano a non fare oggi. C’è sempre una buona ragione per non scioperare. C’è sempre una buona ragione per sedersi a un tavolo, sottoscrivere un accordo, e andare dai lavoratori a sostenere che non c’era miglior accordo. Quando va male, non si sciopera perché l’azienda non ha soldi. Quando va bene non si sciopera per non favorire i concorrenti. Insomma, non si sciopera mai. Neanche quando Monti, Fornero e Renzi in pochi anno cancellano diritti conquistati in decenni.

Leggi tutto...

La matrice di Bazarov-Kautsky e il trotzkismo mediatico

E-mail Stampa PDF

lenin propagandadi Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli

da https://www.cumpanis.netl

Dopo più di nove decenni di vita stentata si rivelano sempre più evidenti la crescente debolezza, i continui fallimenti politici e le acute divisioni esistenti tra i diversi e rissosi gruppi che compongono il frastagliato microarcipelago del trotzkismo contemporaneo: non è certo casuale che ai nostri giorni sussistano almeno una dozzina di autoproclamate “Internazionali” che affermano di agire su scala planetaria, rimanendo spesso quasi sconosciute persino ai sempre più rari militanti di base del milieu trotzkista.

Leggi tutto...

La necessaria lotta al “totalitarismo liberale”

E-mail Stampa PDF

pascale gallidi Alessandro Pascale

[INTRODUZIONE - Quello che segue è il capitolo 15.7 di A. Pascale, 
Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale, La Città del Sole, Napoli 2018, pp. 454-464. Nel periodo seguente l'uscita del libro, alcuni commentatori hanno ritenuto un controsenso affiancare i termini “totalitarismo” e “liberalismo”. Il testo che segue, uno dei punti chiave dell'opera, è dedicato a loro. Può inoltre risultare utile anche didatticamente per ricostruire la genesi politica del concetto stesso di “totalitarismo” nell'epoca della guerra fredda, ragionando criticamente sul nostro presente. Alessandro Pascale, 15 settembre 2020]

Leggi tutto...

Quando un’iniziativa che si dichiara apartitica assume un carattere reazionario

E-mail Stampa PDF

bandierine italiapubblichiamo questo articolo di Bruno Steri come un valido contributo alla discussione

di Bruno Steri, Direttore REC – Ragioni & Conflitti

da https://www.ilpartitocomunistaitaliano.it

La manifestazione “apartitica” di sabato 5 settembre scorso ha radunato a Roma un migliaio di persone che hanno protestato contro la cosiddetta “bufala della pandemia” e contro il “colpo di stato politico-sanitario” con cui il governo avrebbe ristretto le libertà democratiche. Se a Berlino, in nome della libertà individuale, sembra abbiano manifestato oltre due milioni di persone, l’evento preparato qui in Italia ha dunque fatto registrare una ridottissima partecipazione.

Leggi tutto...

Il potere della cooperazione: la Cina ispira il mondo

E-mail Stampa PDF

coronavirusdi Fabio Massimo Parenti

da http://italian.cri.cn

La pandemia di Covid-19 ha messo a dura prova il mondo intero. Il virus ha colpito ogni continente, dall'Asia all'America passando per l'Europa, e provocato danni incalcolabili, tanto dal punto di vista sanitario quanto da quello economico. Sul piano geopolitico, alcuni paesi, con gli Usa in testa, hanno cercato di strumentalizzare cinicamente la pandemia per meschini calcoli geostrategici ed elettorali. Ciononostante, al netto delle nuove tensioni geopolitiche, la comunità internazionale ha saputo apprezzare il contributo della Cina nella lotta contro il nuovo coronavirus. Un contributo iniziato fin da subito, anche nei mesi in cui il virus rappresentava una minaccia per la stessa Repubblica Popolare. Anzi: a dire il vero è proprio grazie allo sforzo cinese che i danni causati dal Sars-CoV-2 alla sicurezza pubblica globale sono stati notevolmente limitati.

Leggi tutto...

La farsa del virus da laboratorio: il complottismo anticinese della rete Bannon

E-mail Stampa PDF

coronavirus xiRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Marco Bagozzi

Nel variopinto mondo del complottismo in merito alla questione legata alla pandemia da coronavirus si sono scatenate le più disparate teorie, spesso e volentieri funzionali agli interessi dell’Amministrazione Trump. 

Leggi tutto...

Xi definisce i piani per il Tibet "socialista moderno"

E-mail Stampa PDF

tibet cina bandieradi Steve Sweeney

da https://morningstaronline.co

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Il presidente cinese Xi Jinping ha chiesto di impegnarsi per costruire un "nuovo moderno socialismo tibetano" e per combattere il separatismo nella regione.

Leggi tutto...

Avvoltoi

E-mail Stampa PDF

di Jorge Cadima

Avante!”, settimanale del Partito Comunista Portoghese

da http://www.avante.pt

lukashenko alexanderTraduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Per capire cosa sta succedendo in Bielorussia, basta leggere Anders Aslund, uno degli artefici della "terapia d'urto" che ha restaurato il capitalismo in Russia dopo il 1991. Aslund è un criminale della guerra di classe. In un decennio, il PIL russo è diminuito di quasi la metà (data.worldbank.org). L'aspettativa di vita dei russi è scesa a 59,8 anni (UNDP Human Development Report, 2000) e il paese si è trovato sull'orlo del collasso. Ma il saccheggio non ha creato solo miseria e morte: ha creato milionari russi e riempito i conti degli oligarchi demo-occidentali: tra il 1992 e il 1998 la fuga di capitali dalla Russia verso le banche occidentali ha raggiunto i 210 miliardi di dollari (Financial Times, 27.8.99).

Leggi tutto...

Trump e Biden litigano sulla retorica più dura contro il potere di Pechino

E-mail Stampa PDF

usa bandiera campoin un'intervista pubblicata su il 'corriere della sera' dell'11 settembre il Ministro Amendola si è schierato contro l'autorizzazione del 5G alle imprese cinesi, nel farlo ha richiamato il ruolo degli Stati Uniti affermando fra l'altro: 'non significa essere ammiratori di Donald Trump. Negli Stati Uniti Joe Biden, il candidato democratico, su questi principi è anche più fermo del presidente'. È quindi interessante la lettura di questo articolo pubblicato da 'El Pais' che mostra come sui rapporti con Pechino la corsa fra i due candidati sia quella a chi è 'più duro'.

di Amanda Mars

da El Pais 9 settembre 2020

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Leggi tutto...

La Corea popolare nell’era di Kim Jong Un

E-mail Stampa PDF

coreaddelnord balloriceviamo da Pietro Missiaggia (appassionato di storia e politica con particolare interesse verso lo studio del marxismo-leninismo) questa interessante analisi sulla realtà coreana

di Pietro Missiaggia

Quando in Occidente si sente parlare della Corea del Nord e del suo leader Kim Jong Un si pensa ad un paese tirannico guidato da un “dittatore pazzo” oltretutto dotato di armi nucleari!
 Ma la realtà è proprio questa? La Corea del Nord, o meglio la Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC o in inglese DPRK) non è un paese irrazionale, né tanto meno guidato da un “pazzo” e non si tratta nemmeno di una piccola Unione Sovietica resistita al passare del tempo in puro carattere staliniano.

Leggi tutto...

L'Unione Europea provoca la Bielorussia

E-mail Stampa PDF

bielorussia vignaDichiarazione del Partito Comunista di Spagna

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Se erano prevedibili le decisioni del Consiglio Europeo sulla Bielorussia, non per questo erano inevitabili, ma ancora una volta l'Unione Europea ha scelto di seguire la strada della sottomissione alle richieste statunitensi. 

Leggi tutto...

La solitudine del cittadino globale nell’era Covid

E-mail Stampa PDF

coronavirusriceviamo e pubblichiamo come contributo al dibattito

di Alba Vastano

da http://www.blog-lavoroesalute.org

Ѐ una nuova era quella che stiamo vivendo. Ѐ l’era Covid. La dobbiamo vivere come abbiamo vissuto le precedenti, nonostante oggi siamo tutti più pesti e impauriti, lasciandoci attraversare dal nuovo malefico,di certo non foriero di buone novelle. Di questa era maledetta , iniziata in questo funesto 2020, ne stiamo contando i giorni che restano, affinché sparisca nel nulla e non torni più ad attentare alle nostre vite. Di certo passerà alla storia dell’umanità come l’era horribilis, segnata da un nemico invisibile, ma infido e molesto che si avvale delle nostre gambe, del nostro respiro, delle nostre paure, di cui eravamo già portatori sistematici e stabili, per annientarci.

Leggi tutto...

Il prometeismo sdoppiato: Nietzsche o Marx?

E-mail Stampa PDF

marx pietraPubblichiamo l’introduzione di Giorgio Galli, intitolata “Sdoppiamento” al libro di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli “Il prometeismo sdoppiato: Nietzsche o Marx?” che uscirà a novembre con la casa editrice Aurora.

di Giorgio Galli

SDOPPIAMENTO

Gli elaboratori della teoria dello sdoppiamento, che l’hanno utilizzata per una originale interpretazione della successione dei modi produzione, si impegnano, in questo libro, ad applicarla ad una ricostruzione storica che, appunto, a quella basata sul succedersi dei modi di produzione, può efficacemente accompagnarsi, ma che presenta forti tratti di novità. Il succedersi millenario dei modi di produzione, sino all’odierno capitalismo globalizzato delle multinazionali, ha costantemente dato luogo a società nelle quali gruppi privilegiati sfruttavano maggioranze sottomesse e talvolta ribelli, con relative contese (la marxiana lotta di classe): è quella che nella teoria dello sdoppiamento viene definita linea nera, la società classista fondata sullo sfruttamento, nella quale però coesisteva, pur molto minoritaria, una linea rossa del collettivismo egualitario.

Leggi tutto...

Appello ai lavoratori

E-mail Stampa PDF

bandierarossariceviamo questo appello che pubblichiamo come contributo alla discussione

Nonostante i trombettai della borghesia continuino a spacciare come morto il comunismo, il comunismo è vivo e vegeto, e si appresta a portare razionalità e ordine nel mondo, così come ha fatto nell'ultimo secolo. I più urlano, però ricordando i crimini del comunismo. Dai banchi dell'Europarlamento i rappresentanti della borghesia europea ne hanno approvato la criminalizzazione: c'è da demonizzare un'alternativa concreta a fronte del fallimento del capitalismo nel garantire benessere sociale e sostenibilità ambientale. Il blocco della NATO, che comprende ormai quasi tutti gli Stati dell'UE, designa in buona parte il campo imperialista occidentale, con le basi logistiche più avanzate proiettate in Asia e Medio Oriente, regioni strategiche per il saccheggio di materie prime ed il controllo di manodopera a buon prezzo. Tra i 30 Stati membri la leadership indiscussa è ancora in mano agli Stati Uniti d'America, il vero “impero del male” che dispone del maggiore potenziale militare ed economico, seppur con gravi carenze strutturali che ne accentuano l'instabilità interna.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 303