L’offensiva militare dell’imperialismo in Africa

L’offensiva militare dell’imperialismo in Africa

di Carlos Lopes Pereira

“O Militante“, rivista teorica del Partito Comunista Portoghese, n° 352 gennaio-febbraio 2018

Continua...
Il blocco del Nord Europa azzoppa l'Italia

Il blocco del Nord Europa azzoppa l'Italia

di Pasquale Cicalese

Giovedì 15 febbraio sono usciti i dati definitivi del commercio estero italiano. I livelli sono da record storico, con 448 miliardi di euro di export, +7,4% in valore e +3.1% in volume ...

Continua...
America Latina, Unione Europea e ingerenza

America Latina, Unione Europea e ingerenza

di João Pimenta Lopes

La natura capitalista dell'Unione Europea, le sue ambizioni imperialiste, determinano le sue pretese di ingerenza in paesi terzi su scala globale ...

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

Associazione Politico-Culturale Marx XXI

In Cina, un grande evento con la partecipazione di 200 partiti politici di tutto il mondo

E-mail Stampa PDF

pcc bannerdi Sitaram Yechury, Segretario generale del Partito Comunista dell'India (Marxista)

da peoplesdemocracy.in

Traduzione di Marx21.it

Tra il 30 novembre e il 3 dicembre 2017, il Comitato Centrale del Partito Comunista della Cina (PCC) ha organizzato un incontro internazionale dal titolo “Il PCC dialoga con i partiti politici di tutto il mondo”. Circa 600 delegati di 200 partiti politici – da quelli al governo ai partiti comunisti all'opposizione – in rappresentanza di più di 120 paesi hanno partecipato all'evento.

Il programma si è svolto con due sessioni plenarie, all'inizio e alla fine dei lavori. Il dibattito si è sviluppato in cinque discussioni tematiche:

Leggi tutto...

Pechino verso un nuovo “soft power”?

E-mail Stampa PDF

cina lampade grattacielidi Diego Angelo Bertozzi per Marx21.it

La Cina “globale” ha prestato sempre più attenzione alla sua immagine, alla diffusione e alla promozione della propria cultura, ben consapevole del fatto che sul “soft power” i passi da compiere sono ancora molti. Ma anche sotto l’aspetto del cosiddetto “potere morbido” occorre ormai sganciarsi da una definizione consolidata – quella che notoriamente fa capo allo studioso statunitense  Joseph Nye - perché rischia di “universalizzare” un caso di studio particolare – gli Stati Uniti appunto – per elevarlo a metro di giudizio globale in base al quale la Cina è sistematicamente condannata come Paese privo di particolare fascino e per questo impossibilitata a mettere realmente in discussione l’egemonia dell’american way of life. Mai infatti come in questi tempi di crescente impatto cinese sugli affari internazionali, si è ricorsi a questo tipo di ragionamento, quasi si volesse riaffermare quotidianamente – possiamo chiamarla “ridotta del soft power” -  ad una centralità che nei fatti è sempre più in discussione.

Leggi tutto...

In difesa del Socialismo Reale e del marxismo-leninismo

E-mail Stampa PDF

revoluc3a7c3a3o de outubroa cura di Alessandro Pascale

Riceviamo dal compagno Alessandro Pascale la prefazione al suo ultimo lavoro, scritto in occasione del centenario della Rivoluzione d'Ottobre, e volentieri pubblichiamo

PREFAZIONE

È arrivato il momento in cui i comunisti e le comuniste rialzino la testa e ricordino anzitutto a sé stessi le ragioni della propria Storia. Questo libro è rivolto a qualunque individuo capace di riflettere criticamente e senza pregiudizi, ma in particolar modo ai comunisti, colpiti ormai da decenni di bombardamento mediatico e politico. Una campagna diffamatoria di proporzioni tali da sortire l'effetto di riuscire a colpevolizzare gli stessi comunisti, cancellandone in molti casi la propria stessa identità, abbandonata, ripudiata, nascosta o ridotta ad un'ideologia più “conforme” ed accettabile per la borghesia, regredendo ad un livello che Marx ed Engels avrebbero descritto tra i “socialismi utopistici”.

Leggi tutto...

Argentina: si è scatenata una repressione politica senza precedenti in democrazia

E-mail Stampa PDF

pc argentina 500pxdi Partito Comunista dell'Argentina

da pca.org.ar

Traduzione di Marx21.it

Gli arresti dell'ex funzionario Carlos Zanini e del dirigente Luis D'Elia, compiuti all'alba del 7 dicembre, e la richiesta di privazione dell'immunità per la recentemente eletta senatrice Cristina Fernández de Kirchner costituiscono un altro passo del piano autoritario e repressivo del governo di Mauricio Macri, che ha scatenato una repressione politica senza precedenti dal momento del recupero della democrazia.

Leggi tutto...

L’Europa tedesca sempre più irriformabile. Il non paper di Schäuble e le nuove iniziative della Commissione

E-mail Stampa PDF

europa tedesca 510di Alessandro Somma
da MicroMega Online

Ringraziamo il compagno Vladimiro Giacché, vice presidente dell'Associazione Marx XXI, per la segnalazione dell'importante contributo di Alessandro Somma. 

Cambio di vertice all’Eurogruppo

Buone notizie dall’organo che raccoglie i Ministri delle finanze dei Paesi dell’Eurozona, e che in pratica decide le loro politiche economiche. Tra un mese circa lascerà l’attuale presidente, quel Jeroen Dijsselbloem che ricorderemo per le sue uscite particolarmente odiose, come l’affermazione per cui “il Sud spende soldi per alcool e donne”. Il politico olandese sempre prono ai diktat tedeschi, tanto da meritarsi l’appellativo di delivery boy: il “ragazzo delle consegne” al servizio dei custodi dell’ortodossia neoliberale utilizzata come strumento per asservire Bruxelles agli interessi di Berlino.

Leggi tutto...

Il trend petrolifero e valutario

E-mail Stampa PDF

stockmarket01di Demostenes Floros | da abo.net

English version

Prezzi del petrolio in ascesa, sino a raggiungere i massimi da metà 2015. Gli andamenti alla luce dell'estensione per l'intero 2018 dell'accordo OPEC/non OPEC stipulato a novembre 2016 e in scadenza il 31 marzo 2018

A novembre, i prezzi del petrolio sono aumentati sino a raggiungere i massimi da metà 2015. In particolare, la qualità del greggio Brent North Sea ha aperto le contrattazioni a 60,44 $/b e le ha chiuse a 62,71 $/b, mentre la miscela del West Texas Intermediate ha aperto a quota 54,27 $/b per chiudere a 57,45 $/b sulla scia dell’estensione per l’intero 2018 dell’accordo OPEC/non OPEC stipulato a novembre 2016 e in scadenza il 31 marzo 2018. Nel momento in cui scriviamo, il Brent sta prezzando a 62.81 $/b e il WTI a 57.10 $/b.

Leggi tutto...

Il governo inventa l’alternanza scuola/guerra

E-mail Stampa PDF

Esercito 675di Luca Cangemi

Riceviamo dal compagno Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI, e volentieri pubblichiamo

Abbiamo da tempo denunciato come l’alternanza scuola /lavoro rappresenti la funzionalizzazione della scuola pubblica all’ideologia ed agli interessi dominanti. L’ideologia e gli interessi delle imprese ma anche delle oligarchie militari. Registriamo, infatti, con grande sdegno, la firma tra MIUR e Ministero della Difesa di un protocollo d’Intesa che promuoverà l’alternanza scuola lavoro nelle strutture militari” - ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.

Leggi tutto...

Lavoro, ‘oltre 500mila gli interinali e il 33% dei contratti è di un giorno. Giù del 10% tasso di occupazione dei 15-34enni’

E-mail Stampa PDF

di F.Q. | da ilfattoquotidiano.it

I dati del primo rapporto annuale congiunto di ministero, Istat, Inps, Inail e Anpal. Gli sgravi alle assunzioni stabili non sono bastati per riportare i lavoratori stabili al livello pre crisi. E continuano a crescere quelli che fino al 2003 si chiamavano interinali: le "missioni" affidate dalle agenzie durano in media 12 giorni e nel 58% dei casi meno di sei

Sempre più occupati a termine, tanto che nel secondo trimestre si è toccato il massimo storico di 2,7 milioni. E oltre 500mila lavoratori “somministrati“, che lavorano nel 95% dei casi con contratti brevi. O brevissimi. Il dato medio è di 12 giorni, ma il 58% viene chiamato in servizio per meno di sei giorni e il 33,4% (era il 30,5% nel 2012) addirittura per una sola giornata. E’ il quadro di un mercato del lavoro sempre più precario, a dispetto del Jobs Act, quello che emerge dal primo rapporto annuale sull’occupazione in Italia: a prepararlo sono stati, insieme, il ministero guidato da Giuliano Poletti, l’Istat, l’Inps, l’Inail e l’Anpal. Con l’obiettivo di “rispondere alla crescente domanda di una lettura integrata” dei dati sull’occupazione, visto che le diffusioni mensili e trimestrali da parte di fonti diverse tendono ad aumentare la confusione invece che far chiarezza.

Leggi tutto...

Sul sovranismo e le sue implicazioni

E-mail Stampa PDF

tricoloredi Andrea Catone per Marx21.it

Trovo di grande importanza l’avvio di un forum di discussione e analisi marxista sul tema della sovranità nazionale e del “sovranismo” promosso da Marx21.it

Il termine “sovranismo” è entrato da alcuni anni nel vocabolario politico italiano, in particolare dall’estate 2011, quando esplose l’attacco speculativo nei confronti dei titoli di stato italiani e il differenziale tra titoli tedeschi e italiani (il famigerato spread) cresceva di giorno in giorno, facendo paventare, come a caratteri cubitali scrivevano i più quotati quotidiani, il fallimento del paese Italia, per evitare il quale si suggeriva di adottare senza indugio draconiane misure di austerità, come indicato nella lettera inviata il 5 agosto all’allora presidente del consiglio italiano Berlusconi (impropriamente chiamato nella missiva “Primo Ministro”) dalla BCE a firma del presidente Jean Claude Trichet e del futuro numero uno dell'Eurotower, Mario Draghi [1].

Leggi tutto...

In Lituania (Unione Europea) si inasprisce la repressione contro gli esponenti dell'opposizione comunista e di sinistra

E-mail Stampa PDF

SANY1075di Frikat Salimov, del Fronte Popolare Socialista della Lituania | da slfrontas.lt

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Dal 21 al 25 settembre nella capitale della Lituania, Vilnius, si era svolto uno sciopero della fame di fronte al palazzo presidenziale. I partecipanti a questa azione erano stati attivamente ostacolati da provocatori, e il 25 settembre lo sciopero della fame era stato interrotto e i manifestanti dispersi dall'intervento delle forze di sicurezza. Le forze speciali avevano arrestato i partecipanti all'iniziativa, e tutte le tende erano state rapidamente rimosse dalla piazza. Abbiamo recentemente informato che la procura ha avviato un'inchiesta in merito allo svolgimento dello sciopero della fame, in base agli articoli 283 (disordini di massa) e 284 (violazione dell'ordine pubblico) del Codice Penale della Lituania. E' già stato reso noto il nome del primo indiziato. E' Algirdas Kavaliauskas, un militante di sinistra di Kaunas. I rappresentanti della polizia lo hanno contattato telefonicamente e gli hanno comunicato che dovrà presentarsi per rispondere in un interrogatorio  sui sospetti nei suoi confronti.

Leggi tutto...

19° IIPCO: Lista dei Partiti Comunisti e Operai partecipanti

E-mail Stampa PDF

19imcwp sedutasolidnet.org

I seguenti partiti hanno partecipato al 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai 

1 Algeria, Algerian Party for Democracy and Socialism
2 Argentina, Communist Party of Argentina
3 Armenia, Communist Party of Armenia
4 Australia, Communist Party of Australia
5 Austria, Party of Labour of Austria
6 Azerbaijan, Communist Party of Azerbaijan
7 Azerbaijan, Communist Party of Azerbaijan
8 Bahrain, Democratic Progressive Tribune
9 Bangladesh, Communist Party of Bangladesh
10 Bangladesh, Workers' Party of Bangladesh

Leggi tutto...

Sostieni una voce libera contro le vere fake news: l'appello di Marx 21

E-mail Stampa PDF

Un grande e sincero ringraziamento ai cari compagni e amici del prestigioso l'Antidiplomatico, e in particolare ad Alessandro Bianchi, per l'accorato appello a sostenere con una donazione l'esistenza di Marx21.it, non permettendo in tal modo che questo sito libero e comunista venga cancellato dal panorama delle voci controcorrente del nostro paese.

SOSTENETECI E PERMETTETECI DI VIVERE. ABBIAMO BISOGNO DEL VOSTRO CONTRIBUTO. IN QUESTI GIORNI DI PREPARAZIONE DELLE FESTE DI FINE ANNO, NON DIMENTICATEVI DI NOI. (Marx21.it)

Leggi tutto...

Per il rispetto della causa palestinese

E-mail Stampa PDF

propalestina siriadi Comitato Contro La Guerra Milano

Riceviamo dal Comitato Contro La Guerra Milano, e volentieri pubblichiamo

Il Comitato Contro La Guerra Milano si riconosce nel comunicato del PCPS, membro del World Peace Council (Consiglio Mondiale per la Pace).

E’ dunque imbarazzante per noi vedere come, in occasione del presidio tenutosi a Milano il 9 dicembre contro la decisione degli Stati Uniti di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele, si possano mostrare le bandiere di presunti “eserciti liberi” addestrati proprio dagli USA e che hanno goduto del sostegno di guerrafondai come il senatore John McCain nonché del supporto di Israele, che ha curato nei propri campi ospedalieri, nel Golan occupato, i cosiddetti “ribelli siriani” feriti in battaglia.

Leggi tutto...

Italia-Israele: la «diplomazia dei caccia»

E-mail Stampa PDF

blueflag2017 bandieredi Manlio Dinucci

I governanti europei – dalla rappresentante esteri della Ue Mogherini al premier italiano Gentiloni, dal presidente francese Macron alla cancelliera tedesca Merkel – hanno preso formalmente le distanze dagli Usa e da Israele sullo status di Gerusalemme. Si sta creando una frattura tra gli alleati? I fatti mostrano il contrario.

Poco prima della decisione di Trump su Gerusalemme capitale di Israele, quando già essa era preannunciata, si è svolta la Blue Flag 2017, la più grande esercitazione internazionale di guerra aerea nella storia di Israele, alla quale hanno partecipato Stati uniti, Italia, Grecia e Polonia e, per la prima volta alla terza edizione, Francia, Germania e India.

Leggi tutto...

Perché la rivoluzione tech non spiega i bassi salari italiani

E-mail Stampa PDF

circuiti elettronicidi Marta Fana e Davide Villani
da econopoly.ilsole24ore.com

Gli autori di questo post sono Marta Fana, dottore di ricerca in Economia e autrice di “Non è lavoro, è sfruttamento” (Laterza 2017) e Davide Villani, dottorando di ricerca in Economia, Open University (Regno Unito)

All’interno del dibattito sulle attuali condizioni del mondo del lavoro italiano, si colloca la questione salariale. Secondo la teoria dominante, ripresa qui su Econopoly in un recente articolo firmato da Luca Foresti, i cambiamenti tecnologici (e la globalizzazione) hanno contribuito alla polarizzazione del mercato del lavoro in cui gli strati più bassi della piramide hanno sempre più difficoltà a inserirsi o, una volta inseriti, sono condannati a salari e condizioni di lavoro meno edificanti. Allo stesso tempo, lavoratori capaci di integrarsi o essere integrati in settori più produttivi (quelli maggiormente innovativi e tecnologici) sarebbero maggiormente ricompensati, in quanto più produttivi. Si consumerebbe così la polarizzazione (e di conseguenza aumento delle diseguaglianze interne), spinta(e) principalmente dalla tecnologia.

Leggi tutto...

Contributo del Partito Comunista Portoghese al 19° Incontro Internazionale dei Partiti Comunisti e Operai

E-mail Stampa PDF

pcp simbolo 500pxda solidnet.org

Traduzione dall'inglese di Marco Pondrelli per Marx21.it

Il pregevole e articolato intervento del Partito Comunista Portoghese è presente anche nella rubrica “I comunisti e la questione nazionale: contributi per un dibattito”

“la definizione del PCP come partito per il quale il patriottismo (e la lotta per la sovranità e l'indipendenza nazionale, che consideriamo una condizione fondamentale per combattere l'imperialismo) e l'internazionalismo (in una dimensione anti-imperialista ampia e diversificata, ma ancorata all'internazionalismo proletario e alle relazioni tra partiti comunisti) sono inseparabili e una delle componenti fondamentali dell'identità comunista del nostro partito.

(...)

Leggi tutto...

In Venezuela trionfa ancora il chavismo

E-mail Stampa PDF

venezuela 10dicembre elezionidi Geraldina Colotti

da lantidiplomatico.it

Alle elezioni municipali di domenica 10, il chavismo ha vinto oltre 300 municipi su 335. Più di 9 milioni di aventi diritto (su una popolazione di oltre 30 milioni) si sono recati alle urne per scegliere il loro sindaco o la sindaca. Si è votato anche per eleggere il governatore dello stato Zulia perché il precedente - eletto per conto dell'opposizione venezuelana - era stato inabilitato: per aver rifiutato di giurare davanti all'Assemblea Nazionale Costituente, organismo plenipotenziario che governa in Venezuela da agosto per conto del potere popolare. E adesso lo stato Zulia ha cambiato colore, portando a 19 (su 23) i governatori bolivariani.

Leggi tutto...

L’etica di Lenin (ed altre note sul ’17)

E-mail Stampa PDF

lenin bolscevichidi Mimmo Porcaro da socialismo2017.it

Nel ringraziare il compagno Vladimiro Giacché per la segnalazione, pubblichiamo volentieri il saggio di Mimmo Porcaro quale utile e stimolante contributo alla discussione, nel centenario della Rivoluzione d'Ottobre, e riteniamo opportuno inserirlo, per alcuni rilevanti passaggi anche nella rubrica "I comunisti e la questione nazionale (Marx21.it)

1914 – 1917

Una inesausta tradizione critica imputa alla Rivoluzione del 1917 l’ ingiustificabile, eccessiva violenza che essa avrebbe esercitato contro gli uomini e le cose, ma soprattutto contro le leggi dell’evoluzione economica e della dinamica storica. Lo si chiami blanquismo, lo si imputi a hybris, lo si veda come opera dei demoni dostoevskijani o come applicazione delle aride geometrie sociali di Cernisevskij, l’errore imperdonabile dei bolscevichi sarebbe sempre lo stesso: l’aver agito fuori tempo e fuori luogo, imponendo la rivoluzione ad un paese troppo arretrato e smorzando sul nascere le possibilità di lento ma sicuro progresso della democrazia, e poi del socialismo, aperte dalla fine dello zarismo.

Leggi tutto...

Contro l'annuncio di Trump su Gerusalemme

E-mail Stampa PDF

palestina proteste trumpDichiarazione del Consiglio Mondiale della Pace | da cebrapaz.org.br

Traduzione di Marx21.it

Il Consiglio Mondiale della Pace (CMP) condanna fermamente la decisione del presidente statunitense Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele e di trasferire l'ambasciata degli USA da Tel Aviv a Gerusalemme.

La decisione degli Stati Uniti è una evidente violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'ONU sullo status della città quale parte integrante dei territori palestinesi occupati. La decisione è una prova delle violazioni operate dal leader degli imperialisti mondiali e del suo aperto appoggio all'occupazione israeliana e alla sua continuazione.

Leggi tutto...

FPLP: L'Italia impedisce l'ingresso alla compagna Leila Khaled, ma questo non metterà a tacere la voce del popolo palestinese

E-mail Stampa PDF

Leila khaledFronte Popolare per la Liberazione della Palestina (FPLP)

pflp.ps

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina condanna fermamente l'azione delle autorità italiane, che hanno negato l'ingresso alla compagna Leila Khaled, membro dell'Ufficio politico del Fronte, annullando il suo visto e costringendola a salire a bordo del primo aereo per Amman. Leila Khaled era stata invitata in Italia dall'Unione Democratica Arabo-Palestinese (UDAP) per una serie di conferenze e incontri politici organizzati in occasione del 50° anniversario della fondazione del FPLP.

Leggi tutto...

Pagina 6 di 210