Trump ordina l’«assistenza» all’Italia

E-mail Stampa PDF

conte trump dinuccidi Manlio Dinucci

da il manifesto 14 aprile 2020

Il premier Conte ha annunciato agli italiani, in diretta televisiva il 10 aprile, che l’Italia non ha firmato alcun impegno per il Mes, il fondo europeo «salva-Stati», e che il suo governo discuterà solo su «un Mes non condizionato», ossia che non imponga condizioni lesive per gli interessi nazionali e la sovranità del paese. Giusta posizione. 

Leggi tutto...

Mobutu Sese Seko ed il mondo socialista

E-mail Stampa PDF

africanunion flagriceviamo e pubblichiamo

di Pietro Missiaggia

da https://janoskadarbrunorosso

Prefazione

Cercare di risolvere un enigma

Perché parlo di enigma? Poiché è molto difficile trattare un argomento come le relazioni fra due stati che hanno segnato la storia del XX secolo o meglio cercare di delineare perfino i rapporti fra uno stato come lo Zaire, oramai decaduto e succeduto dalla Repubblica Democratica del Congo, e gli Stati socialisti est europei. Il regime di Mobutu Sese Seko nasce nel 1965 dopo un colpo di Stato portato a termine dopo anni di guerra civile. Mobutu successivamente cambierà il nome alla Repubblica Democratica del Congo in Zaire, che deriva dal nome in lingua dialettale locale Nzeri che significava fiume, cioè il Fiume Congo, che bagnava e dava il nome allo Stato africano. Mobutu cambiò molti nomi in lingua straniera sostituendoli in lingua locale. Cambiò tanti aspetti del nuovo ordinamento statale allo scopo di eliminare “le influenze straniere”, nonostante fosse arrivato al potere con l’aiuto straniero degli Stati Uniti e della CIA insieme ai servizi segreti belgi con l’obbiettivo di rovesciare, valendosi del loro appoggio, il Presidente Patrice Lumumba, prestigioso leader del movimento nazionale congolese di ispirazione nazionalista-progressista che aveva l’obbiettivo di instaurare un sistema socialista per trascinare il paese fuori dalla povertà. Mobutu è stato fino al 1997 a capo dello Zaire. Con la fine, nel triennio 1989-1991, del blocco socialista, i paesi occidentali cessarono di appoggiare il suo regime, il quale subì una lenta caduta fino al suo collasso totale ed alla fine di questa esperienza politica.

Leggi tutto...

I fascisti di Kiev non rispettano neppure gli appelli al cessate il fuoco del Segretario Generale dell’ONU

E-mail Stampa PDF

donetsk indipendenzadi Mauro Gemma per Marx21.it

Come da copione, i nostri strumenti di comunicazione hanno ignorato che la richiesta avanzata da alcuni Stati all’Assemblea Generale dell’ONU di revocare le sanzioni unilaterali e illegali nei confronti dei paesi colpiti dalla pandemia di coronavirus e l’invito dello stesso Segretario Generale dell’ONU a un cessate il fuoco globale per permettere una più efficace azione di contrasto della pandemia che ha già mietuto centinaia di migliaia di vittime in tutto il pianeta, hanno incontrato la dura opposizione non solo da parte degli Stati Uniti, del Regno Unito e dell’Unione Europea nel suo insieme, ma anche di Georgia e Ucraina, questi ultimi due paesi ridotti al rango di fedeli vassalli dell’imperialismo, sempre pronti a sostenere qualsiasi decisione assunta da USA, UE e NATO.

In particolare, l'Ucraina, sprofondata nella spirale di una colossale crisi economica al punto di non essere più in grado di pagare il debito contratto con l’Occidente, continua a condurre la guerra contro le repubbliche popolari proclamate nel sud-est del paese (Donbass), dopo il colpo di Stato che ha portato al potere a Kiev una cricca ultra-nazionalista nostalgica del collaborazionismo con i nazisti nella guerra di aggressione all’Unione Sovietica. 

Leggi tutto...

Gran Bretagna. E se lo sciopero si becca il Covid-19?

E-mail Stampa PDF

laureati silhouettedi Andrea Genovese - Lucia Pradella

da https://contropiano.org

Analisi e prospettive di lotta dalle università britanniche in tempi di pandemia

Con 22 giorni di astensione dal lavoro (8 in autunno, e 14 tra febbraio e marzo 2020), il recente sciopero delle università (indetto dal sindacato University and College Union) ha sicuramente rappresentato la mobilitazione più significativa nella storia dell’istruzione superiore britannica. Per la prima volta, lo sciopero ha articolato una comprensiva serie di rivendicazioni relative a pensioni, retribuzioni, carichi di lavoro, precarietà e discriminazione di genere ed etnica. 74 istituzioni accademiche hanno aderito alla vertenza.

Leggi tutto...

Il Partito Comunista di Spagna respinge il sostegno dell'Unione Europea al Piano degli Stati Uniti contro il Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela targetda http://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Nei giorni scorsi, l'amministrazione Trump ha aumentato i suoi attacchi al governo venezuelano. La scorsa settimana ha messo una taglia sul capo del presidente Maduro e di altri alti funzionari del paese, con pretesti che contrastano il Diritto Internazionale, per poi annunciare il dispiegamento di navi e portaerei sul confine marittimo venezuelano, con l'intenzione di impedire agli aiuti di raggiungere il Venezuela.

Il culmine di queste misure di ingerenza è stato raggiunto con la pubblicazione di un "Piano di transizione" che non è altro che l’ennesimo tentativo di forzare le dimissioni di un Presidente eletto.

Leggi tutto...

La Nato in armi per «combattere il coronavirus»

E-mail Stampa PDF

nato dinuccidi Manlio Dinucci

da il manifesto 7 aprile 2020

I 30 ministri degli Esteri della Nato (per l’Italia Luigi Di Maio), riunitisi il 2 aprile in videoconferenza, hanno incaricato il generale  Usa Tod Wolters, Comandante Supremo Alleato in Europa, di «coordinare il necessario appoggio militare per combattere la crisi del coronavirus». 

È lo stesso generale 
che, al Senato degli Stati uniti il 25 febbraio, ha djchiarato che «le forze nucleari sostengono ogni operazione militare Usa in Europa» e che lui è «sostenitore di una flessibile politica del primo uso» delle armi nucleari, ossia dell’attacco nucleare di sorpresa .(«Alla nostra salute ci pensa il dottor Stranamore», il manifesto, 24 marzo).

Leggi tutto...

Covid 19, braccio di ferro con la paura e con l’Europa

E-mail Stampa PDF

coronavirusriceviamo con richiesta di pubblicazione

di Alba Vastano

da http://www.blog-lavoroesalute.org

Intervista a Giovanni Russo Spena (giurista, dirigente Prc, Resp. area democrazia, diritti e istituzioni)) e Paolo Maddalena (Costituzionalista, vice presidente emerito della Corte Costituzionale). > “Attuare valide, unitarie (la salute, a differenza del danaro, è un bene eguale per tutti) e proporzionali misure restrittive delle libertà personali per salvaguardare la vita e la salute dei cittadini è pienamente legittimo, poiché, come insegna la giurisprudenza della Corte costituzionale, il diritto fondamentale alla vita e alla salute prevale sugli altri diritti fondamentali” (Paolo Maddalena). > “ L’umano, anche se assolutamente libero, può essere limitato; l’opposto dell’assolutamente libero è il diritto. Il diritto configura, quindi, il limite, che è alla base degli ordinamenti costituzionali. Non vi è bisogno di auspicare poteri eccezionali contro l’emergenza, perché la democrazia costituzionale sa rispondere alle emergenze. Non vi è dubbio che concetti come diritto, libertà individuali, Stato di diritto sono sottoposti ad una dura pressione (Giovanni Russo Spena)

Leggi tutto...

Cosa significa lo sciopero della fame?

E-mail Stampa PDF

filospinato fiorerossoriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Sabo’nun kizi

Lo sciopero della fame non è un digiuno, non è una dieta, non è un suicidio.

Lo sciopero della fame è una forte azione di lotta politica per il raggiungimento deidiritti fondamentali negati dallo stato o da chi governa il popolo.

Gli scioperi della fame sono forme di resistenza per la vita, sono molto materiali perché implicano una resistenza portata avanti usando il proprio corpo.

Leggi tutto...

Un ricordo di Aldo Bernardini

E-mail Stampa PDF

Albo bernardiniPubblichiamo questo testo inviato da Giuseppe Amata per ricordare Aldo Bernardini

Ho letto stamattina l'articolo di Noberto Natali sulla scomparsa del compagno Aldo Bernardini. Pur non conoscendo tutti i riferimenti riportati nel suo articolo, condivido in pieno lo spirito dell'articolo e mi associo al dolore della moglie Ingrid che ho conosciuto, della famiglia e di tutti i compagni che lo ricordano per il suo grande contributo allo sviluppo della teoria marxista-leninista, alla lotta all'imperialismo con gesti concreti di ampia portata come la solidarietà alla Yugoslavia colpita dalle bombe della Nato e la difesa di Slobo Milosevic nel processo farsa intentato contro di lui dal Tribunale dell'Aia.

Leggi tutto...

Saluto al compagno Aldo Bernardini

E-mail Stampa PDF

Albo bernardinidi Norberto Natali

Penso che Aldo sia stato l’unico rettore universitario al mondo il quale -quando si trovava in situazioni confidenziali con i compagni- parlava romanesco. Era un esperto di diritto internazionale, docente universitario di tale materia ed autore di numerose pubblicazioni. 

Militante del PCI, era poco conforme alle consuetudini di intellettuali importanti quali lui era, effettivamente. Quando poteva partecipava alle manifestazioni, alle feste, alle assemblee (soprattutto quelle internazionaliste) anche se non era tra gli oratori ufficiali. Sapeva stare tra i compagni meno istruiti con semplicità e senso di uguaglianza. 

Leggi tutto...

L'eccellenza lombarda diventa un esempio di inefficienza studiato a livello internazionale

E-mail Stampa PDF

sanitariceviamo e pubblichiamo

da https://m.facebook.com

Harward Businnes rewiev

traduzione 
redazione comunistbrescia.org

Un interessante articolo pubblicata dalla Harward Businnes Review che mette in risalto, al netto delle difficoltà e insidie insite nella gestione di un'epidemia, come il "modello italiano" di reazione e risposta sia stato, in generale ma particolarmente in Lombardia, inefficace e lento a causa di appesantimenti burocratici ma soprattutto di pregiudizi cognitivi, leggerezze, incapacità di ammettere gli errori e rimediare agli stessi e calcoli politici degli amministratori chiamati a prendere decisioni in materia di salute pubblica.

Da leggere con attenzione.

È sempre più chiaro che Fontana e la sua giunta si devono dimettere e la regione commissariata (e farsi giudicare da un tribunale #innomedelpopoloitaliano).

Leggi tutto...

Lo spieghino: cosa ha deciso ieri l’eurogruppo?

E-mail Stampa PDF

euro feticismopubblichiamo un intervento di Thomas Fazi sulle decisioni prese dall'Eurogruppo

Letteralmente nulla. Nel senso che si è limitato a ribadire che gli unici strumenti che la UE metterà in campo per sostenere gli Stati membri sono tutti strumenti che esistono già: 

- il MES a “condizionalità limitate” (una bufala in quanto le condizioni possono essere riviste in qualunque momento dai creditori, come ho già spiegato qui: https://www.lafionda.org/…/la-truffa-del-mes-senza-condizi…/); 

- la Banca europea per gli investimenti (BEI), che aprirà delle linee di credito per le imprese, non per gli Stati, nulla che faccia la differenza nel breve; 

Leggi tutto...

Covid-19: dichiarazione dei Partiti Comunisti dell’America del Sud

E-mail Stampa PDF

americalatina 1b0589c2da http://pca.org.ar

Traduzione di Marx21.it

I partiti comunisti dell’America del Sud evidenziano con orgoglio di classe il ruolo decisivo dei lavoratori di diversi settori e in particolare di quello sanitario, nella lotta contro la pandemia di Covid-19 che sta devastando il mondo.

Accogliamo con favore la teleconferenza dei ministri della sanità e dei ministri degli affari esteri convocati dalla presidenza messicana pro tempore della CELAC (Comunità di Stati Latinoamericani e dei Caraibi), poiché rappresenta l'unico ambito in cui tutti i paesi della Nostra America possono incontrarsi con l'inestimabile presenza di Cuba, l'avanguardia mondiale nell’innovazione medica e biochimica e nell’etica umanistica, con il coinvolgimento anche della Organizzazione Panamericana della Salute e di una delegazione ad alto livello della Repubblica Popolare Cinese.

Leggi tutto...

Quarto giorno dell’udienza di estradizione: Il processo a Julian Assange rinviato al 18 maggio

E-mail Stampa PDF

assangericeviamo e volentieri pubblichiamo

di Enzo Pellegrin (*)

Nel momento in cui scrivo, l’ultima udienza del processo per l’estradizione di Julian Assange, la quarta sessione di udienza, si è svolta il 27 febbraio 2020.

Nell’ultima udienza la difesa di Assange ha richiesto che il proprio assistito potesse essere fatto uscire dalla gabbia di vetro per poter sedere vicino ai propri avvocati durante la celebrazione del dibattimento. 

Leggi tutto...

Contro la falsificazione della storia ieri e oggi - Gli antefatti della II guerra mondiale nella pubblicistica sovietica e russa (PREMESSA E INTRODUZIONE)

E-mail Stampa PDF

falsificazionidi Fabrizio Poggi

da https://www.lantidiplomatico.it

(…) I principali tipi di guerre dell'era moderna sono le guerre controrivoluzionarie dell'imperialismo contro lo stato socialista e le guerre tra stati imperialisti per la spartizione del mondo. Il VI Congresso del Komintern ha presentato un programma dettagliato di lotta dei partiti comunisti contro il pericolo di guerra imperialista. La lotta contro il pericolo di guerra imperialista richiede in primo luogo la più larga attività di agit-prop e lo smascheramento di come si prepari e si scateni la guerra.

(A. Ugarov, “Bol'ševik”, n.1; 1934)

Leggi tutto...

Libertà di stampa o libertà di menzogna?

E-mail Stampa PDF

censuradi Angelo d'Orsi

da https://angelodorsi.wordpress.com

Il Coronavirus sta ottundendo le facoltà cerebrali, prima ancora che attaccare i polmoni. Navighiamo in un oceano di follia. Ho scritto più volte che la prima “emergenza” in Italia è la cosiddetta informazione, che è controllata in gran parte da due gruppi finanziari, ed è assolutamente omologata culturalmente, oltre che politicamente a senso unico, e povera, spesso poverissima sul piano della mera capacità giornalistica, non di rado anche nella padronanza della lingua italiana.

Leggi tutto...

Combattere l'epidemia non significa rinunciare a diritti e libertà

E-mail Stampa PDF

folla nodi Albano Nunes

Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

da http://avante.pt

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

No, non c'è tregua

Contrariamente a quanto propongono determinate linee dell'ideologia dominante, la lotta contro l’esplosione di COVID-19 non si realizza rinunciando ai diritti e alle libertà fondamentali, e neppure pone la lotta di classe tra parentesi. Ciò è vero sia a livello nazionale (in particolare con l'ondata di licenziamenti che il PCP non si è mai stanco di denunciare), sia a livello internazionale. Convinto che "le crisi sono anche opportunità", l'imperialismo, incapace di trovare i mezzi per affrontare le grandi calamità naturali, continua (il Segretario Generale della NATO lo ha confermato con arroganza) a spendere somme colossali per alimentare l'industria militare e le guerre di aggressione.

Leggi tutto...

Intervista all'Ambasciatore Bradanini: "Il ceto politico italiano deve affrancarsi dalla servitù del vincolo esterno"

E-mail Stampa PDF

bradaninida https://www.lantidiplomatico.it

L'ex diplomatico è attualmente presidente del Centro Studi sulla Cina contemporanea dichiara all'AntiDiplomatico: "Per non sprofondare nell'abisso di un paese sottosviluppato, occorre recuperare immediatamente (almeno in parte) la sovranità monetaria"

"I chimerici Stati Uniti d’Europa. Tale futuribile istituzione politica non è alle viste, perché semplicemente è assente il sottostante, vale a dire un popolo europeo. I popoli non nascono da un qualunque Eurogruppo".  A dichiararlo all'AntiDiplomatico prima del vertice Ecofin di oggi e in vista del Consiglio europeo di giovedì che dovrebbe decidere una strategia europea alla crisi è Alberto Bradanini*, ex ambasciatore italiano a Pechino e Tehran. E l'Ambasciatore Bradanini non ha dubbi su quello che l'Italia dovrebbe fare per uscire dall'armageddon economico che si profila. "Il ceto politico italiano è chiamato ad affrancarsi dalla servitù del vincolo esterno, mettendo al centro il perseguimento di un diverso destino per il nostro Paese. Occorre recuperare immediatamente (almeno in parte) la sovranità monetaria e quanto più possibile quella istituzionale-democratica". E per farlo l'ex diplomatico italiano avanza una proposta precisa: "Emettere biglietti di Stato a corso legale circolabili solo in Italia (che come fatto negli anni ‘60 e ’70) legalmente compatibili persino con i trattati europei (art. 128 comma 1, del TFUE)".

Leggi tutto...

La Cina ha nascosto il numero delle vittime? Falso. Ecco perché.

E-mail Stampa PDF

coronavirus xidi Francesco Galofaro, Università di Torino per marx21.it

Da quando questa epidemia è cominciata, si è moltiplicato il numero di accuse e insinuazioni infondate dirette alla Cina per quanto riguarda la gestione dell'epidemia. La più recente è quella di aver tenuto nascosto il reale numero dei morti. Un esempio è quello firmato dal francese Pierre Haski per France Inter del 30 marzo 2020, tradotto dall'Internazionale e purtroppo inserito nella rubrica degli articoli più letti.[1]

Leggi tutto...

Pagina 6 di 289