Il nuovo risiko dell'energia nel Golfo

Il nuovo risiko dell'energia nel Golfo

Demostenes Floros

La morte del generale iraniano Suleimani ha messo in evidenza il ruolo della Cina

Continua...
Il Partito Comunista, un partito diverso da tutti gli altri

Il Partito Comunista, un partito diverso da tutti gli altri

Paulo Raimundo

Costituendo organizzazioni che lottano per il potere, i partiti politici difendono interessi differenti e in alcuni casi persino antagonisti tra loro

Continua...
Che sia Bonaccini o Borgonzoni, deraglia la Locomotiva di Guccini

Che sia Bonaccini o Borgonzoni, deraglia la Locomotiva di Guccini

Andrea Del Monaco

Francesco Guccini ha fatto un appello a votare Bonaccini presidente e Igor Taruffi candidato nella lista Bonaccini presidente, Emilia-Romagna Coraggiosa

Continua...
Pazza America: chi comanda chi?

Pazza America: chi comanda chi?

Enrico Sanna

Figlio e nipote di emigrati e di profughi, Fausto Giudice, nato in Italia (1949), è cresciuto in Tunisia, dov’è tornato a vivere dopo 45 anni passati in Europa

Continua...
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2011 JoomlaWorks Ltd.

La scuola delle competenze?

E-mail Stampa PDF

scuola libro competenzedi Alessandro Pascale
da lacittafutura.it

Si è svolto il 14/11/2019 alla Casa della Cultura di Milano un incontro sul tema “Una scuola senza cultura e senza conoscenza? Dalla cancellazione del tema di storia a quella delle discipline”, relatori i docenti Giovanni Carosotti, Vittorio Perego, Marco Cuzzi (UNIMI, Milano), Lucio Russo (Uni Tor Vergata, Roma)

La storia sotto attacco e i progetti ministeriali

Mentre inizia a parlare, Carosotti mostra una dichiarazione dell'Associazione Nazionale Presidi (ANP): “Scuola senza materie, la sfida della scuola del futuro”. Una follia, eppure Andrea Gavosto, presidente della Fondazione Agnelli sulla Stampa porta avanti periodicamente questa campagna, senza contraddittorio.

Leggi tutto...

Il golpe in Bolivia

E-mail Stampa PDF

bolivia poliziadi Ângelo Alves, Commissione politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da avante.pt

Ciò che sta accadendo in Bolivia è un colpo di stato. Un tipico colpo di stato in tutte le sue dimensioni e obiettivi, programmato, preparato e attuato dai settori più reazionari, violenti e razzisti della Bolivia, in stretto coordinamento con l'imperialismo, in particolare l'imperialismo statunitense, per mezzo dei suoi agenti sul terreno e degli uomini al suo servizio nell'Organizzazione degli Stati Americani.

Leggi tutto...

Il nodo geopolitico della Repubblica Moldava di Pridnestrovie

E-mail Stampa PDF

aavv repubblicapridnestroviePubblichiamo la prefazione di un interessante libro, di recente pubblicazione, sulla Repubblica Moldava di Pridnestrovie

di Matteo Peggio *

PREFAZIONE

La PMR (Repubblica Moldava di Pridnestrovie) è un paese unico nel suo genere.

La struttura statale odierna della Pridnestrovie, vede la sua formazione alla fine degli anni ‘80 del ‘900, quando la Moldavia Sovietica, egemonizzata da nazionalisti radicali, intendeva staccarsi dall’Urss e proibire l’uso della lingua russa dalla vita pubblica del paese.

Il 23 giugno del 1990, il Soviet Supremo della Repubblica Sovietica di Moldavia, dichiarò unilateralmente l’indipendenza dall’Urss, annettendo illegalmente i territori dell’attuale PMR, fino agli anni ‘40 facenti parte dell’Ucraina sovietica.

Leggi tutto...

Modrow, Rizzo e la fine della DDR

E-mail Stampa PDF

rizzo modrow milanodi Alessandro Pascale
da intellettualecollettivo.it

Centro culturale Concetto Marchesi, Milano, 17 novembre 2019. Iniziativa con Hans Modrow e Marco Rizzo. Si presenta il libro H. Modrow, La perestrojka e la fine della DDR, Come sono andate veramente le cose, Mimesis, Milano-Udine, 2019 [1° ediz. Die Perestroika. Wie ich sie sehe, Edition Ost, Berlin 1998].

Alle 15.08 la sala è gremita e il responsabile chiede che vengano limitati gli accessi. Da una rapida occhiata le presenze si aggirano tra le 150 e le 200 persone. Molti stanno in piedi e alcuni alla fine non riescono proprio ad entrare; ciò nonostante sia stata organizzata la diretta streaming sulla pagina facebook del Partito Comunista – Milano, dove i video rimangono a disposizione dei curiosi.

Leggi tutto...

La battaglia sull'ILVA di Taranto

E-mail Stampa PDF

ilva proteste bastaRiceviamo e pubblichiamo

Ci sono vari modi di considerare la questione dell'Ilva di Taranto. Uno è quello prettamente sindacale a cui sono legate le sorti di oltre 10.000 operai più l'indotto che ne occupa 5000 e qui la questione non è solo sindacale, ma coinvolge anche la salute degli operai siderurgici e della città di Taranto, in particolare i quartieri adiacenti lo stabilimento, come quello di Tamburi.

La soluzione di questo diabolico rebus non è stata trovata. E' prevalsa la logica produttivistica senza un vero progetto di riconversione dell'area industriale che risolvesse realmente, e non con palliativi, le due questioni sul tappeto: l'occupazione e la salute dei cittadini tutti, compresi ovviamene gli operai.

Leggi tutto...

La presidente della Bce Lagarde sconfessa il modello tedesco ed europeo

E-mail Stampa PDF

lagarde sfondobludi Pasquale Cicalese

A volte viaggiare porta benefici, specie se si è a capo del Fondo Monetario Internazionale, i cui economisti da un pò di anni stanno cambiando registro. Esattamente dopo il macello greco e argentino imposto proprio dalla Lagarde quando era a capo del Fondo. Ma l'FMI sta a Whashington e dal 2001, anno di entrata della Cina nell'Organizzazione Mondiale del Commercio, ha occhi puntati su Pechino. In questi anni la Lagarde e i suoi economisti hanno assistito alla trasformazione dell'economia cinese da export oriented a mercato interno, sottolineando i notevoli benefici.

Leggi tutto...

Manifesto delle sardine, è partita l'OPA del PD su una parte del Movimento 5 Stelle

E-mail Stampa PDF

sardine bolognadi Jean De Mille
da lantidiplomatico.it

Nelle polemiche sulle "nuove" forme di aggregazione politica, che in questi giorni stanno monopolizzando le bacheche, credo ci sia una domanda che la gran parte degli osservatori ha scordato di porre: davvero il movimento delle Sardine è rivolto contro Salvini?

Se così fosse, questo movimento dovrebbe contenere delle istanze capaci di disgregare il consenso costituito attorno alla Lega, dovrebbe farsi promotore di una proposta politica in grado di attrarre una parte dell'elettorato leghista, rispondendo a quei bisogni che il Pd e più in generale la cosiddetta sinistra hanno palesemente disatteso.

Leggi tutto...

Una Legge quadro che apre la porta alla disarticolazione della Repubblica

E-mail Stampa PDF

tricolore 500pxPiù che mai, ritiro di qualunque Autonomia differenziata

NO alla Legge quadro!

L’8 novembre il ministro Boccia ha presentato una bozza di Legge Quadro “per l’attribuzione alle Regioni di forme e condizioni particolari di autonomia”, ai sensi dell’articolo 116 terzo comma della Costituzione.

Siamo dunque di fronte ad un primo passo concreto verso il riconoscimento dell’Autonomia differenziata alle Regioni che ne hanno fatto o ne potranno fare richiesta.

Leggi tutto...

7. Conclusioni politiche sulla costruzione del socialismo in URSS

E-mail Stampa PDF

conclusioni politichedi Alessandro Pascale
da storiauniversale.it

Un bilancio sul processo di costruzione del socialismo in URSS di questo periodo non può che essere sommamente positivo, viste le incredibili conquiste che il Partito di Lenin aveva proclamato formalmente e grandiosamente ma non aveva avuto il tempo di concretizzare. Lo ha fatto il Partito Comunista sotto la guida progressivamente sempre più indiscussa (ma mai autocratica e irrispettosa delle regole interne del Partito e della dittatura del proletariato, checché ne dicano la borghesia e i trockijsti) di Iosif Stalin. Lo ha fatto difendendo le conquiste rivoluzionarie e dandogli un contenuto concreto; talvolta dovendo cedere alcune posizioni (fare un passo indietro per farne poi due avanti, diceva Lenin), talaltra accettando la strada dell'intensificazione dello scontro di classe, simboleggiato più di tutto dall'abbandono della NEP per la necessità di realizzare in un decennio quello che altri Paesi hanno compiuto in secoli.

Leggi tutto...

Varsavia vuole diventare hub del gas per l'Europa dell'Est

E-mail Stampa PDF

pipeline canadadi Demostenes Floros, Analista geopolitico ed economico | da aboutenergy.com

English version

Ai blocchi di partenza il Baltic Pipe, la condotta che approvvigionerà la Polonia con il gas estratto in Norvegia, rompendo la dipendenza energetica dalla Russia. Varsavia deve però valutare le conseguenze geopolitiche di una scelta non del tutto conveniente dal punto di vista economico. Analisi mensile della geopolitica del petrolio e del gas naturale

Leggi tutto...

Riforma del MES. Quali pericoli per il nostro paese?

E-mail Stampa PDF

000547B4 mesRiceviamo e pubblichiamo

di Marcello Spanò

"Ignazio Visco e Gianpaolo Galli, due membri della classe dirigente europeista, segnalano enormi rischi per l'Italia legati alla riforma del meccanismo europeo di stabilità (MES) che nelle intenzioni verrà approvato a dicembre. D'altro canto, l'attuale ministro dell'economia Gualtieri sostiene che non ci sia alcun rischio, e plaude al suo predecessore, Tria, per avere portato avanti il progetto, anche sorvolando su una discussione in parlamento.

Leggi tutto...

L’Italia nella Coalizione «antiterrorismo»

E-mail Stampa PDF

di maio 1di Manlio Dinucci

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, accogliendo a Roma i cinque militari feriti in Iraq, ha dichiarato che «lo Stato italiano mai indietreggerà di un centimetro di fronte alla minaccia terroristica e reagirà con tutta la sua forza di fronte a chi semina terrore». 

E’ quindi volato a Washington per partecipare alla riunione del gruppo ristretto della «Coalizione globale contro Daesh» di cui fanno parte, sotto guida Usa, Turchia, Arabia Saudita, Qatar, Giordania e altri paesi che hanno sostenuto Daesh/Isis e analoghe formazioni terroristiche, fornendo loro armi e addestramento (come abbiamo documentato su questo giornale). 

Leggi tutto...

Venezia muore (e l’Italia pure).

E-mail Stampa PDF

venezia canaledi Giampiero Lombardini
da mysterionweb.wordpress.com

Riceviamo e pubblichiamo

Mysterion propone oggi al suo pubblico la lettura di una lettera scritta dal Dr. Giampiero Lombardini, docente di Urbanistica all’Università di Genova, rivolta ai suoi studenti. Come il lettore ha sicuramente capito rammentando il titolo di questo articolo, al centro del discorso affrontato in questa lettera aperta c’è Venezia, che si trova in queste ore purtroppo alle prese con il più grave allagamento dal 1966 non solo a causa del maltempo, che imperversa in questa prima decade novembrina sulla nostra penisola. Precede la missiva una premessa che illustra quali sono stati i principali interventi infrastrutturali che hanno modificato profondamente il paesaggio lagunare negli ultimi cento anni.

Leggi tutto...

Un contributo per conoscere la regione dello Xinjiang

E-mail Stampa PDF

xinjiang ballidi Fabio Massimo Parenti

Circa due mesi fa mi sono recato in Xinjiang in compagnia di una delegazione internazionale composta da studiosi provenienti da paesi asiatici ed europei. A seguito di questo viaggio di studio, avevo elaborato un breve resoconto che richiede un ulteriore approfondimento.

Lo Xinjiang, infatti, è coinvolto in una campagna mediatica sui diritti umani volta a screditare l’operato del governo cinese, accusato ripetutamente di violare i diritti umani della etnia musulmana uigura, maggioritaria in Xinjiang.

Leggi tutto...

La NATO araba sta prendendo forma?

E-mail Stampa PDF

vigna natoaraba 02Riceviamo dal compagno Enrico Vigna e volentieri pubblichiamo

a cura di Enrico Vigna - novembre 2019

Secondo molti analisti e studiosi militari internazionali, ma anche in molti quotidiani arabi, in questi ultimi mesi, sta prendendo corpo un obbiettivo da molto tempo perseguito dagli USA, e cioè la costruzione di una NATO Araba sotto la guida dell’Arabia Saudita.

Molte riunioni avvenute in quest’anno, risapute, ma i cui contenuti non sono stati resi pubblici, hanno visto la partecipazione di funzionari d’alto livello di Stati Uniti, degli Stati del Golfo e della Giordania, queste riunioni fanno capire che si sta preparando il decollo della cosiddetta “Alleanza strategica per il Medio Oriente” (MESA).

Leggi tutto...

Ma che c'entrano le “sardine” con l'antifascismo?

E-mail Stampa PDF

bologna sardinedi Mauro Gemma

Dopo le "rivoluzioni" "delle rose" "dei tulipani" "dei gelsomini", e di tanti fiori profumati, esaurito il repertorio dei colori (come quello "arancione" dei nazisti ucraini), passata forse di moda l'ondata dei fans di Greta, ecco che arriva il momento dei pesci (che puzzano non poco, soprattutto se non consumati in breve tempo) con la mobilitazione delle cosiddette "sardine", che hanno come obiettivo solo Salvini, l' "odio" e un non meglio definito "populismo" e che (solo per ignoranza?) dimenticano con colpevole disinvoltura i fascismi che dilagano in tutto il mondo, in Bolivia, Brasile, Ucraina, Venezuela (quello di Guaidò e delle sanguinarie "guarimbas"), Cile, Hong Kong (con i suoi prezzolati quisling che invocano l'intervento degli Stati Uniti e anche una guerra alla Cina), Lettonia, Lituania (dove gli antifascisti marciscono in galera), Estonia e in altri paesi ancora, sostenuti con forza dal capo della Lega insieme ai capi di quelle forze politiche che le "sardine" le sostengono, avendo come obiettivo solo le prossime elezioni regionali in Emilia e Calabria.

Leggi tutto...

30 anni dalla caduta del Muro di Berlino: una riflessione marxista

E-mail Stampa PDF

berlin mauerRiceviamo e pubblichiamo

da revolucionvoxpopuli.wordpress.com

17 novembre 2019

Esattamente trent’anni fa, il 9 Novembre 1989, accadde un evento di fondamentale importanza: la caduta del Muro di Berlino. Tale data simbolica, nonostante essa si riferisca prevalentemente agli eventi che portarono all’estinzione della Repubblica Democratica Tedesca e all’unificazione della nazione teutonica, contiene e rappresenta un significato molto più ampio, i cui esiti si ripercuotono nella società ancora oggi. Questo giorno viene celebrato ed accolto con gaudio dai media nostrani, i quali identificano questa data come «la fine della dittatura totalitaria comunista» e come «la prova oggettiva del fallimento socialista e della vittoria del capitalismo, unico sistema economico sostenibile».

Leggi tutto...

Ilva, l'Amazzonia in fiamme è qui

E-mail Stampa PDF

ilva taranto impiantoPubblichiamo l'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

La questione dell’Ilva di Taranto, tornata prepotentemente alla ribalta, è l’occasione buona per costringere i tanti predicatori dell’europeismo “senza se e senza ma” a tirare finalmente la testa dal secchio: per metterli di fronte alla realtà, per dimostrare come stanno tradendo tutti, ma proprio tutti, i principi che portarono alla creazione della Comunità Europea, iniziando con quella del carbone e dell’acciaio che risale al 1951. Di quei valori e di quegli strumenti non c’è più traccia.

Leggi tutto...

L'opposizione convoca una mobilitazione per il 16 novembre per creare l'atmosfera per un nuovo ciclo di destabilizzazione

E-mail Stampa PDF

milicianacionalbolivarianada misionverdad.com

Alla vigilia della mobilitazione golpista in Venezuela del 16 novembre su Mision Verdad è uscito un interessante articolo che mette in relazione il colpo di Stato in Bolivia con la lotta contro il legittimo governo venezuelano

15 novembre 2019

Traduzione di Marco Pondrelli

Approfittando dello slancio del violento cambio di regime in Bolivia, gli operatori che continuamente tentano il colpo di stato in Venezuela hanno messo a punto una strategia, durante questa settimana, per lanciare un nuovo ciclo di violenza di fronte alle proteste indette per questo 16 novembre.

Leggi tutto...

Pagina 6 di 275