Storia, teoria e scienza

Presentazione de "Il Volo di Pjatakov"

E-mail Stampa PDF

Iniziamo la pubblicazione dei video della presentazione del libro 'il volo di Pjatakov' tenutasi a Milano il 28 febbraio 2019

Parte 1 - Alessandro Pascale

Leggi tutto...

Marxismo, ambientalismo, animalismo

E-mail Stampa PDF

amazzonia fiumedi Alessandro Pascale

Quella che segue è una breve introduzione al saggio di Davide Cericola, Critica costruttiva ai concetti di Lavoro e di possesso, scaricabile qui, che pubblichiamo in esclusiva su Marx21.it come contributo alla discussione teorica su alcuni temi spinosi. Di che cosa si tratta? Di seguito l'abstract dello stesso Autore:

«L’obbiettivo di questo lavoro è quello di porre in senso critico l’ideale di possesso e di lavoro classico della cultura occidentale e del socialismo in particolare. Il lavoro al giorno d’oggi viene visto come principio primo di una sana società funzionante. Principio primo in quanto assoluto: l’essere umano deve esistere in quanto modifica e migliora la realtà a lui esterna attraverso il lavoro; la società serve sia a garantire che il lavoro possa avvenire nel migliore dei modi, sia a garantire che la ricchezza sociale generata da tale lavoro venga distribuita in maniera più o meno eguale tra gli esseri umani.

Leggi tutto...

Il capitale globalizzato e la ripresa dello stato

E-mail Stampa PDF

puzzle world 1170892Uno stimolante contributo di Domenico Moro

da laboratorio-21.it

Tra gli aspetti della riflessione di Marx ed Engels che trovano conferma oggi, a distanza di 150 anni dalla pubblicazione del Capitale, ci sono la tendenza del capitalismo alla crisi, sempre più grave, e le conseguenze contraddittorie che porta. Queste sono rappresentate dalla internazionalizzazione delle imprese, dall’aumento della concorrenza tra capitali e dall’accrescimento delle dimensioni delle imprese, soprattutto mediante la centralizzazione proprietaria[1]. Ma c’è un altro aspetto della riflessione dei fondatori del materialismo storico che è confermato: la natura di classe dello Stato, che oggi trova una espressione significativa anche nei processi di centralizzazione sovrannazionali.

Leggi tutto...

La Terza Internazionale nella storia

E-mail Stampa PDF

terza internazionaleUn saggio di Giacomini di grande interesse

di Ruggero Giacomini

da ilpartitocomunistaitaliano.it

Cade quest’anno il centenario della fondazione della Terza Internazionale,  soggetto politico trai principali protagonisti della storia mondiale tra le due grandi guerre del Novecento. Il congresso costitutivo si svolse a Mosca dal 2 al 6 marzo 1919, con la partecipazione con voto deliberativo di  35 delegati, in rappresentanza di 19 partiti e organizzazioni, riusciti ad arrivare nella capitale sovietica nonostante il blocco delle potenze dell’Intesa.

Leggi tutto...

Come usare il capitalismo nell'ottica del socialismo

E-mail Stampa PDF

Deng Xiaoping billboard 01Segnaliamo il seguente brano di Deng Xiaoping tradotto da Francesco Alarico della Scala

“Il motivo per cui alcuni esistano a portare avanti la politica di riforma e apertura e non si azzardano verso nuovi orizzonti è che, in sostanza, temono che ciò significhi introdurre troppi elementi di capitalismo e, anzi, prendere la strada capitalista. Il fulcro del problema è se la strada è capitalista o socialista. Il principale criterio di questo giudizio dovrebbe riguardare la possibilità di promuovere la crescita delle forze produttive in una società socialista, accrescere la forza complessiva dello Stato socialista ed elevare il tenore di vita. Quanto a istituire le zone economiche speciali, alcuni non erano d’accordo fin dall’inizio, chiedendo se ciò non significasse introdurre il capitalismo.

Leggi tutto...

Psicosi rossobruna

E-mail Stampa PDF

sn difesa nazionaledi Matteo Luca Andriola
da sinistrainrete.info

Uno spettro si aggira per l’Europa. No, non è lo spettro del comunismo, contro cui tutte le potenze della vecchia Europa ottocentesca si coalizzarono in una caccia alle streghe, dallo zar al papa, da Metternich a Guizot, come scrivevano Karl Marx e Friederich Engels nell’incipit del Manifesto del partito comunista (1848), ma quello del ‘rossobrunismo’. Più volte si è accennato a tale fenomeno in queste pagine, ma il termine ora non è usato nell’accezione qui spesso utilizzata ma come etichetta squalificante contro chi fa la stecca nel coro del pensiero unico liberale, imperante dal 1989 come unica religione civile che accomuna tutti, da centrodestra a centrosinistra, dai progressisti ai conservatori, uniti dal prefisso ‘liberal’: liberalprogressista, liberaldemocratico e liberalconservatore.

Leggi tutto...

Il totalitarismo liberale. Le tecniche imperialiste per l'egemonia culturale.

E-mail Stampa PDF

pascale totalitarismoliberale macrocopertinaA cura di Alessandro Pascale. La città del Sole

di Marco Pondrelli

Il nome Seymour Hersh probabilmente ai più non dirà molto ma Hersh, vincitore anche del premio Pulitzer, ha messo in discussione la versione fornita dal governo statunitense dell'uccisione di Bin Laden (raccontata anche nel film embedded di Kathryn Bigelow Zero Dark Thirty), così come la 'verità' sul gas Sarin usato da Assad in Siria, la reazione, durante la presidenza del 'democratico' Obama, è stata la censura. Il fatto di per sé è significativo, spiega molto bene la 'fabbrica del falso', che sta alla base dell'accettazione acritica delle verità di comodo propinate da mass-media compiacenti. È spiega altrettanto bene la battaglia contro la scuola pubblica, contro la libertà d'informazione per spegnere qualsiasi visione critica ed alternativa della società e del mondo.

Leggi tutto...

Pagina 5 di 40