Questioni di genere

8 Marzo. Se la nostra vita non vale producete voi. Noi ci fermiamo.

E-mail Stampa PDF

niunamenos striscionedi Marica Guazzora per Marx21.it

Questo non sarà un 8 marzo qualunque. Perché quest’anno scenderanno in sciopero le donne di 40 paesi . Sarà sciopero globale.

Era partita già l’idea dalle donne dell’Argentina quando, l’anno scorso, si erano mobilitate in massa scioperando contro l’ennesimo stupro, l’ennesima violenza su di una ragazzina argentina torturata a morte, e lì avevano inalberato cartelli dal significato preciso: “Se la nostra vita non vale producete senza di noi”. Così i cortei avevano invaso le strade e le piazze in vari paesi  dell’America latina e dell’Europa al grido di Ni Una Menos.

Questo 8 marzo sarà davvero la giusta  Giornata internazionale della donna, una giornata di lotta e di astensione da ogni  lavoro. Non ci sarà limite alla mobilitazione, in ogni parte del mondo. Vivas Nos Queremos!

A Lisbona l’11 marzo il Movimento Democratico delle donne terrà la propria manifestazione, come già segnalato da questo sito nell’articolo della compagna Margarita Botelho, della Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)  La voce delle donne per l’uguaglianza. Sviluppo. Diritti. Pace”.

Leggi tutto...

Comunicato della FSM sulla Giornata internazionale della Donna, 8 marzo 2017

E-mail Stampa PDF

donne scioperoFederazione Sindacale Mondiale (FSM)

wftucentral.org

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Sotto il tema "Donna lavoratrice sempre in prima linea nelle lotte sociali, nella vita e nelle azioni della FSM", la Federazione Sindacale Mondiale anche quest'anno onora l'anniversario dell'8 marzo 2017, 160 anni dopo la sollevazione delle operaie a New York, chiedendo migliori condizioni di lavoro, uguaglianza e una vita con diritti.

Inviamo i nostri più calorosi saluti a tutte le donne sindacaliste che continuano la lotta di queste donne pioniere, all'interno del movimento sindacale con orientamento di classe e della FSM, e ci congratuliamo per la loro audacia e azione militante. Salutiamo le donne lavoratrici in tutto il mondo, le donne degli strati popolari poveri, che ogni giorno si sforzano per sopravvivere e sostenere le loro famiglie. Salutiamo le donne immigranti e rifugiate, che lasciano i loro paesi a causa delle guerre imperialiste.

Dalla sua fondazione ad oggi, la FSM ha fermamente appoggiato la donna lavoratrice attraverso varie attività e iniziative. Ha sempre evidenziato i problemi specifici che affrontano le donne, come gruppo sociale più colpito dall'aggressione del sistema capitalista, dallo sfruttamento, dagli interventi imperialisti.

Leggi tutto...

La voce delle donne

E-mail Stampa PDF

donna pugnochiusodi Margarita Botelho, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da avante.pt

Traduzione di Marica Guazzora per Marx21.it

Il Movimento Democratico delle donne ha deciso di convocare per il prossimo 11 marzo una manifestazione a Lisbona con lo slogan “La voce delle donne per l’uguaglianza. Sviluppo. Diritti. Pace”. Decisione presa  in tempo utile.

In tutto il mondo, e il Portogallo non fa eccezione, l’8 marzo,  Giornata internazionale della donna, è contrassegnato dalle azioni di lotta, convivialità  e di dibattito che danno rilievo ai problemi , desideri e diritti delle donne. E’ vero che le donne hanno problemi, aspettative e diritti ogni giorno dell’anno. E’ vero che le donne portoghesi hanno dato un contributo fondamentale alla lotta più generale dei lavoratori. Basti pensare alla continua e  vittoriosa lotta  per il ripristino  di 35 ore di lavoro  nella Amministrazione pubblica , in cui settori che hanno la più alta concentrazione di mano d’opera femminile e di presenze femminili,  come le amministrazioni locali, sono stati decisivi per l’esito finale di questa resistenza.

Leggi tutto...

La violenza contro le donne e l'iniziativa del Partito Comunista Portoghese

E-mail Stampa PDF

donne garofanidi Fernanda Mateus, Commissione Politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da avante.pt

Traduzione di Marica Guazzora per Marx21.it

L'articolo è stato pubblicato alla vigilia della Giornata Internazionale per la eliminazione di tutte le forme di violenza contro le donne

Il 25 novembre è la Giornata Internazionale per la eliminazione di tutte le forme di violenza contro le donne.

E’ giusto sottolineare l’iniziativa del PCP in tutta questa vasta problematica, constatata l’importanza che è stata attribuita alla lotta in difesa dei diritti delle donne e per la loro emancipazione.       

Questa iniziativa è espressione di dibattiti, riunioni, incontri e di un vasto numero di iniziative legislative volte a dare protezione adeguata alle donne vittime di violenza domestica e insieme sull’ampliamento del concetto di violenza, per garantire un quadro legale di protezione alle vittime di svariati tipi di violenza.

Leggi tutto...

Brasile: un libro per l’infanzia tratta della Giornata Internazionale della donna e delle conquiste dei diritti delle donne

E-mail Stampa PDF

donne dirittodivotoda pcdobdf.blog.br

Traduzione di Marica Guazzora per Marx21.it

Una bambina riceve il compito scolastico di affrontare il significato della Giornata Internazionale della donna. Seguendo il compito della figlia, Ana Prestas realizza come ci sia una totale mancanza di materiale didattico progettato  per quella fascia di età - 8 anni - e che il soggetto è sempre stato  trattato in modo molto politicizzato  e in forma terrorizzante (la fabbrica bruciata con le lavoratrici all’interno).

“Come insegnante ho richiesto che questo lavoro fosse svolto da tutta la classe – e lo faccio ogni anno – “Ho avuto l’idea di preparare questo materiale didattico  e accessibile a tutti i bambini”, spiega Ana. Il risultato è il libro Mirela e la Giornata internazionale della donna con illustrazioni di Vanja Freitas, edito dal Seal.

Ana riferisce della grande marcia di tessitori e sarte di Pietroburgo (Russia) tenutosi l’8 marzo del 1917 come origine della Giornata Internazionale  e racconta la storia di una fabbrica di tessuti bruciata  con le lavoratrici all’interno nel 1857 a New York (Stati Uniti) “questa storia passò di bocca in bocca ma non ci sono documenti  del tempo o atti che dimostrino che la vicenda sia realmente esistita”. La data ha cominciato ad essere celebrata nel 1921 quando l’8 marzo è stato adottato dalla Conferenza delle donne comuniste tenutesi a Mosca (Russia) e fu ufficialmente riconosciuta nel 1977dall’Unesco.

Leggi tutto...

“NonUnaDiMeno” Tutte insieme contro la violenza maschile sulle donne

E-mail Stampa PDF

roma 261116di Marica Guazzora per Marx21.it

"Se la mia vita non vale producete senza di me”

Il 26 novembre prossimo  le donne scenderanno in piazza a Roma  per presentare il "piano delle donne femministe contro la violenza di genere". La giornata del 27 novembre ospiterà invece tavoli tematici e workshop "per elaborare le proposte su temi che spaziano dal diritto alla salute, alla libertà di scelta, all'autodeterminazione in ambito sessuale e riproduttivo, al lavoro, al welfare, al femminismo migrante, al sessismo nei movimenti".

La manifestazione di Roma sarà il seguito di  un percorso contro la violenza iniziato già da mesi  e in continua evoluzione con iniziative e dibattiti. Significativa la data scelta perché il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne. Unica nota stonata, e non da oggi, è il non volere in corteo bandiere di partiti e di sindacati, una scelta che non capisco e non ho mai condiviso. Si tratta di una vecchia polemica irrisolta. 

Comunque è un evento straordinario e coinvolgente, nel quale è estremamente  importante esserci e al quale hanno aderito centinaia di associazioni femministe e femminili.  Ma non sarà esaustivo. Perché ci basta forse una mobilitazione seppur grande una volta o due  all’anno per sentirci come “rassicurate” che si sta facendo tutto il possibile? Oppure occorre indagare più a fondo l’animo maschile, iniziando dall’educazione e dalla cultura? Io credo che sfilare sia importantissimo, essere in tante di più, e noi ci saremo,  ma non basta. Non basta. I femminicidi non si fermano, la violenza contro le donne non si ferma mai. Bene hanno fatto quindi le donne ad organizzare anche la giornata del 27 per i tavoli tematici.  E la lotta continuerà.

Leggi tutto...

Donne Unite per la pace e contro l’imperialismo

E-mail Stampa PDF

widf fdim fdif bogota2016Verso il XVI Congresso della Federazione Internazionale Democratica delle Donne

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

La WIDF - FDIM - FDIF Women's International Democratic Federation verso il suo XVI congresso, il 15/18 settembre 2016 a Bogotà, Colombia

Il tema generale del XVI congresso della FDIM sarà: “Donne Unite per la pace e contro l’imperialismo”.

Vi parteciperanno delegate delle associazioni affiliate alla FDIM/ WIDF dai cinque continenti (in numero di tre per ciascuna organizzazione). Altre parteciperanno ai lavori congressuali in qualità di invitate dal Comitato organizzatore, che è composto dalle organizzazioni colombiane ospitanti ( Fdim Col) e dalla segreteria internazionale della FDIM .

Si stanno elaborando dal CD uscente della FDIM/WIDF sei tesi da sottoporre al congresso:

1. Guerre imperialiste, aggressioni e sfide alla pace. Una sezione speciale di questa tesi sarà dedicata alla regione araba. Coordinano l'elaborazione di questa tesi le affiliate di Grecia e Libano.

Leggi tutto...

VI Conferenza internazionale su Donna, genere e diritto

E-mail Stampa PDF

donneunite manifestoTra giustizia e uguaglianza

di Gilda Fariñas Rodríguez | mujeres.co.cu
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Con l'obiettivo comune di discutere sull'integrazione della dimensione di genere nel diritto e il suo legame con le altre scienze sociali dal punto di vista dei risultati e della sfide nel raggiungimento della sostanziale uguaglianza per le donne e le bambine, la VI Conferenza internazionale "Donna, genere e diritto" ha aperto mercoledì 11 maggio le sessioni, ricche di intensi dibattiti composti dai partecipanti dell'America Latina, dei Caraibi, degli Stati Uniti e della Spagna.

Nelle sue parole di benvenuto alle e ai delegati riuniti all'Hotel Habana Libre della capitale cubana, Yamila González Ferrer, Vicepresidente della Giunta direttiva nazionale dell'Unione dei giuristi di Cuba, ha descritto la situazione delle donne e delle bambine nel mondo, dove il volto della povertà estrema continua a essere femminile; le bambine mantengono una situazione di svantaggio nell'accesso all'educazione, alla salute; le donne percepiscono un salario inferiore a quello degli uomini, subiscono lo sfruttamento sessuale, i sequestri, le violazioni... sono anche le principali vittime dei conflitti armati e della mancanza di rispetto dei principi sanciti dalla carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale.

Leggi tutto...

Donna e questione di genere: concezione rivoluzionaria contro femminismo borghese

E-mail Stampa PDF

donne bndi Paula Jiménez* | mujerfariana.org

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Dagli albori della nostra specie, la donna ha aggirato ostacoli e guadagnato spazi per riuscire a dimostrare le sue molteplici attitudini alla pari degli uomini. Una strada lastricata di incomprensioni e repressioni, tanto della società stessa come del suo ambiente circostante.

Impantanate nei secoli sotto il dominio di un modello patriarcale, le donne hanno librato mille battaglie al fine di raggiungere uno spazio paritario, in accordo con lo sviluppo stesso della società. Nelle lotte per la loro liberazione si sono invischiate in processi emancipatori in differenti realtà e in lungo e in largo del pianeta.

Per ciò hanno dovuto superare se stesse e puntualizzare concettualizzazioni su quello che è realmente il femminismo rivoluzionario quale antidoto per non intossicarsi col veleno del femminismo borghese. Da questa necessità, l'importanza di conoscere che cosa separa realmente la visione borghese "dell'emancipazione" femminile, da quella rivoluzionaria, spogliandoci dalle tare del passato e dalle imposizioni del presente.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 4

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »