Italia

La scuola delle competenze?

E-mail Stampa PDF

scuola libro competenzedi Alessandro Pascale
da lacittafutura.it

Si è svolto il 14/11/2019 alla Casa della Cultura di Milano un incontro sul tema “Una scuola senza cultura e senza conoscenza? Dalla cancellazione del tema di storia a quella delle discipline”, relatori i docenti Giovanni Carosotti, Vittorio Perego, Marco Cuzzi (UNIMI, Milano), Lucio Russo (Uni Tor Vergata, Roma)

La storia sotto attacco e i progetti ministeriali

Mentre inizia a parlare, Carosotti mostra una dichiarazione dell'Associazione Nazionale Presidi (ANP): “Scuola senza materie, la sfida della scuola del futuro”. Una follia, eppure Andrea Gavosto, presidente della Fondazione Agnelli sulla Stampa porta avanti periodicamente questa campagna, senza contraddittorio.

Leggi tutto...

La battaglia sull'ILVA di Taranto

E-mail Stampa PDF

ilva proteste bastaRiceviamo e pubblichiamo

Ci sono vari modi di considerare la questione dell'Ilva di Taranto. Uno è quello prettamente sindacale a cui sono legate le sorti di oltre 10.000 operai più l'indotto che ne occupa 5000 e qui la questione non è solo sindacale, ma coinvolge anche la salute degli operai siderurgici e della città di Taranto, in particolare i quartieri adiacenti lo stabilimento, come quello di Tamburi.

La soluzione di questo diabolico rebus non è stata trovata. E' prevalsa la logica produttivistica senza un vero progetto di riconversione dell'area industriale che risolvesse realmente, e non con palliativi, le due questioni sul tappeto: l'occupazione e la salute dei cittadini tutti, compresi ovviamene gli operai.

Leggi tutto...

Manifesto delle sardine, è partita l'OPA del PD su una parte del Movimento 5 Stelle

E-mail Stampa PDF

sardine bolognadi Jean De Mille
da lantidiplomatico.it

Nelle polemiche sulle "nuove" forme di aggregazione politica, che in questi giorni stanno monopolizzando le bacheche, credo ci sia una domanda che la gran parte degli osservatori ha scordato di porre: davvero il movimento delle Sardine è rivolto contro Salvini?

Se così fosse, questo movimento dovrebbe contenere delle istanze capaci di disgregare il consenso costituito attorno alla Lega, dovrebbe farsi promotore di una proposta politica in grado di attrarre una parte dell'elettorato leghista, rispondendo a quei bisogni che il Pd e più in generale la cosiddetta sinistra hanno palesemente disatteso.

Leggi tutto...

Una Legge quadro che apre la porta alla disarticolazione della Repubblica

E-mail Stampa PDF

tricolore 500pxPiù che mai, ritiro di qualunque Autonomia differenziata

NO alla Legge quadro!

L’8 novembre il ministro Boccia ha presentato una bozza di Legge Quadro “per l’attribuzione alle Regioni di forme e condizioni particolari di autonomia”, ai sensi dell’articolo 116 terzo comma della Costituzione.

Siamo dunque di fronte ad un primo passo concreto verso il riconoscimento dell’Autonomia differenziata alle Regioni che ne hanno fatto o ne potranno fare richiesta.

Leggi tutto...

Venezia muore (e l’Italia pure).

E-mail Stampa PDF

venezia canaledi Giampiero Lombardini
da mysterionweb.wordpress.com

Riceviamo e pubblichiamo

Mysterion propone oggi al suo pubblico la lettura di una lettera scritta dal Dr. Giampiero Lombardini, docente di Urbanistica all’Università di Genova, rivolta ai suoi studenti. Come il lettore ha sicuramente capito rammentando il titolo di questo articolo, al centro del discorso affrontato in questa lettera aperta c’è Venezia, che si trova in queste ore purtroppo alle prese con il più grave allagamento dal 1966 non solo a causa del maltempo, che imperversa in questa prima decade novembrina sulla nostra penisola. Precede la missiva una premessa che illustra quali sono stati i principali interventi infrastrutturali che hanno modificato profondamente il paesaggio lagunare negli ultimi cento anni.

Leggi tutto...

Ma che c'entrano le “sardine” con l'antifascismo?

E-mail Stampa PDF

bologna sardinedi Mauro Gemma

Dopo le "rivoluzioni" "delle rose" "dei tulipani" "dei gelsomini", e di tanti fiori profumati, esaurito il repertorio dei colori (come quello "arancione" dei nazisti ucraini), passata forse di moda l'ondata dei fans di Greta, ecco che arriva il momento dei pesci (che puzzano non poco, soprattutto se non consumati in breve tempo) con la mobilitazione delle cosiddette "sardine", che hanno come obiettivo solo Salvini, l' "odio" e un non meglio definito "populismo" e che (solo per ignoranza?) dimenticano con colpevole disinvoltura i fascismi che dilagano in tutto il mondo, in Bolivia, Brasile, Ucraina, Venezuela (quello di Guaidò e delle sanguinarie "guarimbas"), Cile, Hong Kong (con i suoi prezzolati quisling che invocano l'intervento degli Stati Uniti e anche una guerra alla Cina), Lettonia, Lituania (dove gli antifascisti marciscono in galera), Estonia e in altri paesi ancora, sostenuti con forza dal capo della Lega insieme ai capi di quelle forze politiche che le "sardine" le sostengono, avendo come obiettivo solo le prossime elezioni regionali in Emilia e Calabria.

Leggi tutto...

Ilva, l'Amazzonia in fiamme è qui

E-mail Stampa PDF

ilva taranto impiantoPubblichiamo l'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

La questione dell’Ilva di Taranto, tornata prepotentemente alla ribalta, è l’occasione buona per costringere i tanti predicatori dell’europeismo “senza se e senza ma” a tirare finalmente la testa dal secchio: per metterli di fronte alla realtà, per dimostrare come stanno tradendo tutti, ma proprio tutti, i principi che portarono alla creazione della Comunità Europea, iniziando con quella del carbone e dell’acciaio che risale al 1951. Di quei valori e di quegli strumenti non c’è più traccia.

Leggi tutto...

Lo 'scandalo' Intesa Sanpaolo

E-mail Stampa PDF

intesasanpaolo insegnadi Pasquale Cicalese
da lantidiplomatico.it

Due giorni fa l'amministratore delegato di Intesa Sanpaolo ha anticipato il Piano Industriale per i prossimi anni dichiarando che tra gli obiettivi vi è quello di spostare 240 miliardi di euro di risparmio amministrato, depositi a vista, dunque liquidità dei correntisti, verso il risparmio gestito (funzione di banca d'investimento, private equity, investimenti obbligazionari e azionari), dichiarando inoltre che già 52 miliardi di depositi sono stati dirottati verso il "wealth management", grazie a depositanti convinti di guadagnare di più e avere rendimenti più alti rispetto a quelli miseri dei depositi, mentre la banca si ricostituisce un polmone finanziario alternativo alle obbligazioni bancarie, crollate nel sistema finanziario italiano dopo la normativa del bail in e i casi di Popolare Etruria e popolari venete. 

Leggi tutto...

Arcelor Mittal: rigettare il ricatto, liberare Taranto dai veleni, costruire un'alternativa occupazionale

E-mail Stampa PDF

csm ilva111 4a753aba7eda usb.it

Siamo stati convocati a Palazzo Chigi dal Presidente del Consiglio Conte in merito alla vicenda Arcelor Mittal dopo l'ennesimo inaccettabile ricatto della multinazionale dell'acciaio. Avevamo detto da subito, in estrema solitudine, che Arcelor Mittal non era la risposta adeguata alla complicata crisi Ilva. Ora a seguito della disastrosa scelta dei diversi governi di svendere ai privati il gruppo siderurgico siamo costretti a affrontare l'ennesima crisi nella situazione più difficile di sempre. In primo luogo il governo e l'intero paese non possono piegarsi a quello che appare come un vero e proprio tentativo di estorsione da parte di Mittal. La multinazionale ha acquisito il gruppo sottoscrivendo impegni precisi : occupazionali, ambientali e produttivi. 

Leggi tutto...

Taranto brucia (1) e il plusvalore sociale (con un reportage di Gianmario Leone)

E-mail Stampa PDF

ilva13rcj0da ferdinandodubla.blogspot.com

5.000 esuberi per continuare con Arcelor Mittal? Se 5.000 vi sembrano pochi...

Ma se 5.000 non sarebbero neanche sufficienti a bonificare l'aria, il suolo e l'acqua, la fabbrica e il territorio. 

E gli ideologi del liberismo multinazionale capitalistico si scandalizzano per la proposta della ripubblicizzazione e i loro poeti, su stampa e tv, starnazzano. Ma, "la produzione capitalistica non è soltanto produzione di merce, è essenzialmente produzione di plusvalore. L'operaio non produce per sé, ma per il capitale. Quindi non basta più che l'operaio produca in genere. Deve produrre plusvalore. È produttivo solo quell'operaio che produce plusvalore per il capitalista, ossia che serve all'auto-valorizzazione del capitale". (Karl Marx, Il Capitale, Editori Riuniti, 1980, pag. 556.)

Leggi tutto...

Pagina 4 di 136