Italia

Lo scenario peggiore si è concretizzato

E-mail Stampa PDF

elezioni europee 2019Pubblichiamo come contributo alla discussione

di Mauro Gemma

Lo scenario peggiore si è concretizzato.

I reazionari della Lega e di FdI sono oltre il 40% (infliggendo una sonora sconfitta ai 5 Stelle diretti dall'incompetente e presuntuoso democristiano Di Maio), gli ordo-liberisti del PD esultano per il presunto recupero del "bipolarismo", "la Sinistra" (SI, PRC, amici di Tsipras e sedicente "società civile") e il PC di Rizzo raccattano insieme un ridicolo 2,6%. 

Leggi tutto...

Costruiamo comitati unitari contro l’autonomia differenziata

E-mail Stampa PDF

italia puzzlePubblichiamo un appello che invita a costituire comitati contro l'autonomia differenziata. La richiesta di alcune regioni (Lombardia, Veneto, Emilia - Romagna) di accrescere le proprie competenze è un colpo ai principi della Costituzione. è sotto attacco il collante sociale del nostro paese. Se questa intesa fra Governo e Regioni fosse approvata dalle Camere, aumenterebbe il divario fra le diverse aree del paese: i ricchi sarebbero più ricchi ed i poveri più poveri.

di Andrea Catone

Sul nostro Paese pende la spada di Damocle delle intese sulla autonomia rafforzata delle regioni del Nord. È un profondo e deleterio rivolgimento della forma di Stato della Repubblica nata dalla Resistenza, che potrebbe essere realizzato immediatamente con un semplice passaggio parlamentare, senza possibilità di referendum confermativo, poiché formalmente non si presenta come una riforma costituzionale.

Leggi tutto...

Salvini, l'arma di distrazione di massa

E-mail Stampa PDF

salvini viareggioPubblichiamo come contributo alla discussione

Non dobbiamo farci ingannare dal concerto che sale contro Salvini, la cui musica è basata sui toni democratico-antifascisti con cui i liberal-imperialisti e i sorosiani di vario genere amano mascherarsi, come già è avvenuto fin dall'inizio dell'offensiva contro il governo giallo-verde.

Se ben ricordiamo, la prima offensiva ha avuto come argomenti fondamentali i temi dell'economia, dell'UE, delle istituzioni finanziarie internazionali, dello spread, della borsa ecc. e soprattutto del debito pubblico diventato, a parere dei critici, insostenibile per effetto di quota 100 e del reddito di cittadinanza. Sfidando il ridicolo e il buonsenso si voleva far credere che l'Italia sarebbe andata in malora perchè il governo aveva deciso di dare un aiuto ai disoccupati e una possibilità ai pensionandi di sfuggire dalla Fornero.

Leggi tutto...

Fine della sinistra italiana - Terza parte

E-mail Stampa PDF

casalbruciatoContinua la pubblicazione delle proposte di dibattito del compagno Natali (“FINE DELLA SINISTRA ITALIANA”). Qui sotto la terza parte: “CASALBRUCIATO”.

La prima (“LA VERITA’ MEDIATICA”) è stata pubblicata il 15 aprile e la seconda (“TORRE MAURA”) il 18 successivo.

3. CASALBRUCIATO.

Dopo la seconda guerra mondiale, Roma finiva a San Lorenzo per quanto riguarda il suo lato orientale, quello proiettato verso la Sabina e l’Abruzzo. Immediatamente dopo, c’era il grande cimitero del Verano e poi quasi 5 km di campagna, dopodichè sorgeva isolata la borgata di Tiburtino III, dove i fascisti avevano deportato i popolani romani che risiedevano in pieno centro (per esempio dove il regime aveva costruito la via dei Fori Imperiali o quella della Conciliazione). Perciò Tiburtino III è la più rappresentativa dell’altro tipo di borgate romane, diverso da quello cui appartiene Torre Maura. 

Leggi tutto...

L'Italia dà un'apertura che altri possono seguire

E-mail Stampa PDF

geraciPubblichiamo la traduzione di un articolo che il Global Times ha dedicato alla politica del governo italiano verso la Cina

di Xie Wenting e Bai Yunyi

da globaltimes.cn

Traduzione di Marco Pondrelli

I progetti della Belt and Road Initiative (BRI) non sono "diversi" da quelli della Banca Mondiale, della Banca Asiatica di Sviluppo e di altre organizzazioni internazionali, ha dichiarato al Global Times Michele Geraci, sottosegretario di Stato del Ministero dello Sviluppo Economico italiano.

Leggi tutto...

Come liberarsi dalla zavorra

E-mail Stampa PDF

50euro banconoteL'editoriale di Guido Salerno Aletta

Tanto tuonò che piovve. Quale strategia adottare per ridurre il debito pubblico? È questo il tema dell’evento dal titolo “Riduzione del debito pubblico: l’esperienza dei Paesi avanzati negli ultimi 70 anni”, che si terrà lunedì 13 maggio a Torino, presso l’Auditorium della Fondazione Collegio Carlo Alberto. L’iniziativa, come informa il comunicato stampa, è stata promossa dalla Fondazione Collegio Carlo Alberto e dall’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. E sarà l’occasione per presentare una nuova ricerca, curata da Sofia Bernardini, Carlo Cottarelli, Giampaolo Galli e Carlo Valdes, in cui vengono discusse le strategie di riduzione del debito pubblico adottate nelle economie avanzate nei 70 anni successivi alla seconda guerra mondiale. L’illustrazione dei risultati sarà seguita da momenti di confronto tra personalità del mondo economico e politico italiano.

Leggi tutto...

Non tassare la crescita

E-mail Stampa PDF

biro contiL'editoriale di Guido Salerno Aletta

E’ ora di tassare i patrimoni, invece di continuare a penalizzare il lavoro, la produzione ed i consumi? Sembra una domanda oziosa, visto che anche la politica monetaria accomodante delle banche centrali in questi anni ha preferito percorrere la strada che conduce alla penalizzazione delle rendite, se non addirittura all’eutanasia dei rentier come la definiva Keynes. In Europa, la Bce ha abbattuto i tassi di interesse fino a portarli addirittura in negativo, al fine di rendere più sostenibili i debiti. Nell’Eurozona, molto spesso chi presta denaro si vede restituire alla scadenza una somma inferiore a quella che ha versato: perde sul capitale, anziché incassare cedole per interessi. Con i tassi nominali negativi è così. Altro che inflazione che taglieggia il risparmio, tassa occulta da cui occorre difendersi.

Leggi tutto...

Fine della sinistra italiana - Seconda parte

E-mail Stampa PDF

Pubblichiamo la seconda parte dell'interessante contributo di Norberto Natali

2. TORRE MAURA.

A Roma esistono due tipi di borgate (tre se consideriamo i vecchi insediamenti di veneti e romagnoli verso il litorale) e designano abitati con precise caratteristiche; non si tratta cioè di un sinonimo intercambiabile di quartiere popolare o periferico.

Torre Maura appartiene alla categoria largamente maggioritaria di esse, sono più di cinquanta e mediamente hanno oltre 10.000 abitanti ciascuna. Per la gran parte sono sorte lontano dal centro ma all’interno (spesso al confine, come Torre Maura) del GRA, in alcune zone -in particolare la Casilina- invece se ne trovano anche fuori, perfino di molto.

Leggi tutto...

Aumenti dell’Iva per “competere meglio”, impoverendo noi

E-mail Stampa PDF

luigi di maio giuseppe conte matteo salvini giovanni tria 1082152L'editoriale di Guido Salerno Aletta

da contropiano.org

I governi degli imbonitori – quasi tutti quelli degli ultimi 30 anni – sono un devastante mix di promesse mirabolanti e servilismo concreto. Da un lato debbono infatti guadagnarsi o mantenere il consenso elettorale, dall’altra non sanno muovere un dito senza sottostare completamente alle direttive della Commissione europea.

Il risultato lo vediamo nella nostra vita quotidiana, che peggiora di giorno in giorno.

Leggi tutto...

Fine della sinistra italiana

E-mail Stampa PDF

bandiera rossa brandellidi Norberto Natali

I fatti avvenuti nelle scorse settimana a Roma rappresentano un discrimine fondamentale per la sinistra. Ci sono nella storia dei momenti in cui, anche simbolicamente, si determina un cambiamento. Fu così, ad esempio, per la marcia dei 40 mila a Torino. Quello che è successo a Roma ci costringe ad aprire una riflessione.


Ringraziamo il compagno Norberto Natali per questo suo contributo di cui pubblichiamo la prima parte.

Leggi tutto...

Pagina 3 di 132