Italia

Signor Ministro, le lacrime le lasci a chi pagherà il conto della macelleria sociale

E-mail Stampa PDF

a cura dell'Associazione ATDAL OVER40 | Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

atdal over40Una tassa dell’1,5% sui capitali degli evasori che hanno esportato illegalmente per anni i soldi all’estero dovrebbe essere il contentino che rende equa la manovra governativa insieme a qualche prelievo ai possessori di aerei, barche (ma solo se superano i 10 metri) e auto di lusso. Provvedimenti da far tremare i polsi.


Per il resto avanti con lo smantellamento del sistema previdenziale e con la tassazione anche sulla prima casa.


Quell’Ici incautamente eliminata da Prodi (e non da Berlusconi a quale spetta solo il “merito” di avere esteso l’esenzione Ici anche agli immobili con valore superiore ai 500mila euro) che non ci si limita a reintrodurre ma la si appesantisce in modo devastante rivalutando del 60% (sessanta per cento) gli estimi catastali. Non bastasse, mano libera a Comuni e Regioni per aumentare il prelievo fiscale al fine di compensare i tagli dei trasferimenti statali.

Leggi tutto...

Governo Monti: la borghesia ha cambiato spalla al suo fucile

E-mail Stampa PDF

di Fosco Giannini, segreteria nazionale PdCI

 

monti-vespa-porta-a-porta-intervista--1323244802985-w350Il governo Berlusconi, con tutto il suo carico d’orrore sociale e politico, era appena caduto. Una vastissima area popolare e progressista aveva tirato un sospiro di sollievo. Un senso di liberazione si levava in tanta parte della popolazione democratica. Un flusso di fiducia – dopo il lungo e volgare buio berlusconiano – si riversava, con moto automatico, sul governo Monti. Ma non ci sarebbe voluto molto tempo perché la vera natura di classe del governo Monti si mostrasse chiaramente, mettendo di nuovo la coscienza democratica di massa e i lavoratori di fronte all’ennesima, cruda realtà.
La presentazione ufficiale della manovra aggiuntiva ci dice che la borghesia ha cambiato spalla al suo fucile, affidando ai tecnocrati fidati della finanza nazionale e internazionale, agli emissari del Vaticano, agli uomini della NATO, della BCE e ad un nuovo partito neodemocristiano in pectore le sorti del Paese.

Leggi tutto...

Comunicato di adesione alla manifestazione No Tav del 8 Dicembre a Susa

E-mail Stampa PDF

cgilchevogliamoMentre la crisi continua a far sentire il suo peso :

 

- Aumento a dismisura della cassa integrazione,

- rischi di licenziamenti di massa,

- perdita di potere di acquisto per lavoro dipendente e pensionati

- attacco alla scuola pubblica e allo stato sociale,

- distruzione dei territori, anziché, la messa in campo di interventi per porvi rimedio, nelle proposte di queste ore da parte del governo Monti, come era prevedibile, vi è una continuità nel far pagare sempre i soliti noti, lavoro salariato e pensionati.

 

Ma, mentre, da una parte, si rastrellano risorse, massacrando lavoro e stato sociale, dall'altra:

 

- si spendono 25 miliardi su dotazione militari “più moderne”;

- si vogliono spendere 20 miliardi per realizzare il progetto del TAV, inutile, dannoso (che favorisce le infiltrazioni mafiose), puntando ad imporla con la militarizzazione del territorio.

Leggi tutto...

Lacrime da coccodrillo

E-mail Stampa PDF

di Piergiorgio Odifreddi | su Repubblica Blog

 

Dunque, i Monti hanno partorito i topolini. Nelle direzioni che, essendo facilmente prevedibili, erano state facilmente previste: da questo blog, in particolare.

 

fornero-w350

La signora Fornero si è commossa, all’annuncio della fine dell’adeguamento delle pensioni all’aumento del costo della vita: cioè, a una loro sostanziale diminuzione. Ovviamente, erano lacrime di gioia, visto che le misure di contenimento delle pensioni sono la sua specialità, e che lei è stata chiamata al ministero delle sedicenti Politiche Sociali proprio per farle passare dalla teoria universitaria alla pratica governativa.

 

Il signor Monti, coerentemente, ha sorriso quando è intervenuto al posto del ministro, per permetterle di riaversi dall’emozione. Mentre c’era, ha fatto pure un po’ di populismo ad uso del popolo bue, annunciando di rinunciare allo stipendio da presidente del Consiglio e da ministro dell’Economia. Ma non, ovviamente, al vitalizio preventivo che gli è stato elargito da Napolitano, con la sua nomina a senatore a vita, appunto.

Leggi tutto...

A 4 anni dalla strage: per ora giustizia e verità si sono affermate ... ma noi non dimentichiamo

E-mail Stampa PDF

thyssenkrupp-w350A distanza oramai di quattro anni dalla Strage che ci ha colpiti la notte del 6 dicembre 2007, portandoci via Antonio, Angelo, Roberto, Bruno, Rocco, Rosario, Giuseppe, noi famigliari e compagni di lavoro dei Sette Ragazzi, nella giornata di ricorrenza di quella maledetta notte non vogliamo solo ricordare e commemorare i Nostri Cari, ma denunciare e rivendicare che le Morti sul lavoro nel nostro Paese non sono diminuite e che purtroppo, nonostante la crisi economica, sono addirittura in aumento.

 

Questo nonostante i dati ufficiali (fonte Inail), segnalino una parziale riduzione degli infortuni e delle morti sul lavoro negli ultimi anni, risultando così dati parziali e fuorvianti che non tengono conto di tutto il lavoro nero in primis, delle morti da malattie professionali ( amianto e altre sostanze tossico-nocive) che muoiono a distanza di anni, dei lavoratori del terziario e del commercio che muoiono sulle strade e vengono calcolati come vittime di incidenti stradali, e quindi non computati nelle tristi e fredde statistiche delle morti sul lavoro che comunque registrano un aumento con circa 1000 morti per il 2010 e di proiezione per il 2011 .

Leggi tutto...

Governo: CGIL, 12 dicembre sciopero di quattro ore, da domani presidi in tutta Italia

E-mail Stampa PDF

da www.cgil.it

 

cgil operaiLa Segreteria decide quattro ore di sciopero per lunedì 12 dicembre in concomitanza con l'avvio del percorso in aula alla Camera e da domani presidi davanti alle prefetture con il coinvolgimento dei Comuni, delle Province e delle Regioni. Per la Confederazione "la manovra proposta dal Governo contiene poche novità positive (sulla crescita e sulle infrastrutture) e molte parti gravi che non la configurano come una manovra equa, ma che grava su lavoratori e pensionati"

 

La manovra proposta dal Governo contiene poche novità positive (sulla crescita e sulle infrastrutture) e molte parti gravi che non la configurano come una manovra equa, ma che grava su lavoratori e pensionati, già colpiti dalle precedenti manovre.

Leggi tutto...

Manovra sbagliata e iniqua: la CGIL proclami lo sciopero generale

E-mail Stampa PDF

dichiarazione di Gianni Rinaldini, coord.naz. La CGIL che Vogliamo


rinaldini-w350Una manovra iniqua , tutta sulle spalle del lavoro e delle pensioni.
Una manovra inutile per lo sviluppo, dagli evidenti effetti depressivi.
Una manovra in perfetta continuità con le devastanti politiche della destra.
La CGIL , proprio per esercitare in pieno la sua responsabilità verso la sua rappresentanza e verso il Paese, deve contrastare l'approvazione di queste misure con l'immediata proclamazione dello sciopero generale.

Leggi tutto...

CRISI, MANOVRA - DILIBERTO: "NON C'E' TRACCIA DI EQUITA'"

E-mail Stampa PDF

diliberto"Non si vede traccia di equità. Si chiede di pagare ai soliti noti, lavoratori e pensionati in testa".  

 

Così Oliviero Diliberto, segretario nazionale del Pdci commenta le misure contenute nella manovra, che prosegue: "Vedo che questa consapevolezza sta crescendo, ed è un fatto certamente positivo. E' l'ora di ripartire dal lavoro e dalle importanti proposte messe in campo dalla Cgil".

Leggi tutto...

Marchionne: PdCI Torino, scontri all'unione industriale rappresentano in pieno il piano FIAT

E-mail Stampa PDF

comunicato stampa PdCI Torino | da www.comunistitorino.it

 

unioneindustriale usb_fiom-w350"Questa mattina ero davanti all'Unione Industriale con i lavoratori di Fiom, Usb e Cobas" - dichiara Mao Calliano, segretario provinciale Pdci Torino - "quando la polizia ha caricato gli operai che chiedevano semplice democrazia sul proprio posto di lavoro". "La Fiat ha imposto con i manganelli delle forze dell'ordine che le RSU restassero fuori dalla trattativa" - continua - "mentre Cisl e Uil stavano a guardare dall'altra parte dei cordoni della polizia". "Che questi sindacati gialli fossero dei venduti" - conclude Calliano - "lo sapevamo già, ma che anche davanti alla repressione si continuino a schierare contro i lavoratori, diventa assolutamente intollerabile e degno dei tempi dei sindacati fascisti in fabbrica."

Leggi tutto...

Manovra: rigore ed equità, ma per chi?

E-mail Stampa PDF

di Orazio Licandro | da il Fatto Quotidiano Blog

 

fornero lacrime-w350Era già tutto previsto. La manovra del governo Monti, un governo di destra vera, pura, dura, al netto del caravanserraglio berlusconiano, finalmente si conosce nei suoi dettagli. Rigore, sì, per lavoratori e pensionati; equità, sì, ma soltanto per ricchi e potenti. Non c’è patrimoniale, ma ci sono privatizzazioni, non c’è equità ma misure che mantengono privilegi e potentati; non si scorge neppure lontanamente il segno della chiamata alla solidarietà di un’intero popolo; l’obiettivo, mai perduto di vista, resta sempre lo stesso: scaricare i costi della crisi sui ceti meno abbienti e sul ceto medio in particolare. Manovra iniqua, feroce, recessiva, che trasformerà nei prossimi giorni la “luna di miele” degli italiani verso il governo in “luna rosso sangue”.

Leggi tutto...

Pagina 128 di 135