Italia

Formazione, quella sconosciuta

E-mail Stampa PDF

offerte20lavoroda www.sbilanciamoci.info

La perdita di competenze nel lavoro è strettamente correlata al basso numero delle imprese che fanno sistematicamente formazione. L’Italia ha rispetto alla maggioranza degli altri Paesi dell’Ocse una percentuale di lavori ad alta e media qualificazione nettamente inferiore. E la crisi ha aggravato questo problema

Per scrivere ancora una volta sulla formazione permanente devo vincere un senso di rassegnazione e di impotenza che deriva da anni di predicazione inutile, dalla partecipazione a centinaia di riunioni e di convegni che si concludevano con una straordinaria unità nell’individuarla come l’anima delle politiche attive del lavoro, a cui non corrispondevano azioni conseguenti. E persino norme di legge, come quella della recentissima legge Fornero, rimaste inattuate.

Elsa Fornero inserì col concorso del Ministro Profumo, allora al Miur, due commi importanti nella legge che porta il suo nome. Non si arrivava fino ad affermare il diritto alla formazione come diritto della persona, ma si facevano decisi passi avanti nel considerare in una prospettiva unitaria la crescita culturale, civile, sociale e occupazionale che la formazione permanente deve proporsi, rompendo finalmente la separatezza della formazione continua professionalizzante dall’educazione degli adulti a fini culturali. 

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Solidarietà e vicinanza all'avvocato Antonio Muscherà, consigliere comunale di Polistena

E-mail Stampa PDF

Comunicato stampa

A nome del Partito Comunista d'Italia e mio personale, esprimo la più piena e totale solidarietà e vicinanza all'avvocato Antonio Muscherà, Consigliere Comunale di Polistena della lista di maggioranza "Avanti Polistena", che è stato fatto oggetto di un attacco intimidatorio di chiaro stampo mafioso.

Rivolgo, inoltre, la più ferma e netta condanna nei confronti di chi, vigliaccamente nell'ombra, ha recapitato un proiettile calibro 9 nello studio dell'avvocato Muscherà, compiendo un'azione delittuosa e criminale.

Mi auguro che le forze delle ordine e le autorità preposte facciano subito piena luce su questo episodio così grave e d inquietante che provoca preoccupazione e allarme nella famiglia dell'avvocato Muscherà e nell'intera comunità polistenese.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Pubblica istruzione, tra capitale umano e capitale sociale

E-mail Stampa PDF

aula bndi Andrea Zhok | da mimesis-scenari.it

1. Abbiate fiducia!

È divenuto costume ricorrente dei Presidenti del Consiglio italiani invocare una maggiore ‘fiducia’ come chiave di crescita e sviluppo. Dagli inviti berlusconiani all’ottimismo, da tradursi in spesa liberale al ristorante, al refrain renziano della fiducia nel paese contro i ‘gufi’ che remano contro, è tutto un prodigarsi a rafforzare l’autostima italica nel nome dei poteri taumaturgici della ‘fiducia’. Questi appelli alla ‘fiducia’ sono tuttavia, probabilmente, dovuti ad un’impropria comprensione del nesso tra ‘fiducia’ e progresso economico.

In una certa accezione la fiducia è realmente uno dei fattori cruciali nella crescita economica e nello sviluppo sociale di un paese, tuttavia questa fiducia non è un tratto psicologico soggettivo, come se bastasse una pillola di antidepressivo, ma un tratto cognitivo e una funzione sociale. La fiducia di impatto economico dipende dalla capacità cognitiva di affrontare la realtà circostante (capitale umano) e dal buon funzionamento delle relazioni sociali (capitale sociale).

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

La proposta di legge di stabilità non va bene: è iniqua e dannosa!

E-mail Stampa PDF

pcdi mandiamoloacasadi Mauro Alboresi, segreteria nazionale PCdI

Il governo Renzi, attraverso la proposta di legge di stabilità, trasmessa al parlamento con il consueto antidemocratico approccio del prendere o lasciare, con l'ennesimo voto di fiducia dietro l'angolo, prosegue nella sua  politica dichiarata di sinistra ma nei fatti di destra.

La riduzione delle tasse non è di per sé di destra o di sinistra, ma lo diventa in relazione al perché ed al come, e la scelta del governo di abolire la tassa sulla prima casa indistintamente per tutti  (180 euro di risparmio medio per la maggioranza degli interessati, 2500 per i più abbienti) non ha nulla a che vedere con il necessario criterio di progressività costituzionalmente previsto, è una scelta iniqua, che toglie risorse alla necessaria lotta alle disuguaglianze.

La tanto sbandierata tutela e  valorizzazione del lavoro, che si è infranta sullo scoglio del jobs act riducendo diritti e tutele,  prosegue attraverso la messa in campo di risorse per il rinnovo dei contratti di lavoro del pubblico impiego, imposti dalla sentenza della Corte Costituzionale, pari ad un aumento pro capite di 5 (cinque) euro mensili e, sullo sfondo, dal superamento dei contratti nazionali di lavoro,  ed è accompagnata da una ulteriore  riduzione “a pioggia” degli oneri a carico delle imprese.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Note sulla questione lavoro

E-mail Stampa PDF

da www.comunisti-italiani.it

(“Vedrai com’è bello / lavorare con piacere / in una fabbrica di sogno / tutta luce e libertà!” è il ritornello di una canzone di Gualtiero Bertelli del 1967).

Oggi, spesso, leggiamo articoli o vediamo servizi televisivi che descrivono il piacere di lavorare catene di montaggio piene di tecnologia all’avanguardia. Ci fanno credere che si potrà essere pienamente soddisfatti di lavorare in mezzo a tanta “modernità”. Ci si potranno “lustrare gli occhi” (e confondere la mente) guardando la pulizia e i colori brillanti e lucidi degli impianti. Ci si potrà stupire per i movimenti automatici dei robot, per l’automazione futuristica impiegata. Ci si potrà, forse, illudere di essere nel set di un film di fantascienza, di “lavorare nel futuro”. Ma, è bene ricordarlo, anche così lo sfruttamento esiste. Il film, infatti, assomiglia troppo a Metropolis di Fritz Lang. Facilmente si dovranno seguire ritmi imposti dai padroni delle macchine e ci si potrà ridurre al ruolo di “vice-robot”. Movimenti sempre uguali, pause inesistenti, impossibilità di pensare, turni e orari di lavoro esasperanti sono condizioni che portano all’alienazione e sono caratteristiche dello sfruttamento. 

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

l dossier dell'Inca sulle povertà delle future pensioni contributive

E-mail Stampa PDF

da www.inca.it

Casi emblematici per descrivere il futuro pensionistico di migliaia di persone. E' il dossier che questa mattina l'Inca ha presentato in occasione del seminario su "Pensioni: la povertà del sistema contributivo", a 20 anni dall'introduzione del sistema contributivo di calcolo delle pensioni.

I casi - spiega Fulvia Colombini, del collegio di presidenza dell'Inca - descrivono situazioni che non riguardano certamente la generalità dei lavoratori e lavoratrici che sono iscritti al sistema contributivo, ma una quota di persone che, già oggi, è a forte rischio di povertà; se non si introdurranno dei correttivi, assisteremo al peggioramento della situazione in generale".

"Siamo partiti -rivela Colombini - da casi reali e concreti, da pensioni di inabilità già liquidate, da assegni di invalidità già riconosciuti, da simulazioni sugli effetti della ridotta contribuzione figurativa della Naspi. Si tenga presente che oggi nel sistema contributivo, per effetto della sua relativamente breve vita, ci sono pochissimi casi di pensioni anticipate e/o di vecchiaia già liquidate". 

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

"Il Pd è naturalmente di destra"

E-mail Stampa PDF

LucianoCanfora 2Sostiene Luciano Canfora: “Il Pd è da tempo un partito di centro e il centro da sempre ha una vocazione trasformista, quello che sta accadendo non mi stupisce”. Filologo classico, storico, saggista nonché marxista, Canfora ha un disincanto lucidissimo, se non crudele, rispetto alla cosiddetta mutazione genetica del Pd renziano.

Professore, però lo sdoganamento di Verdini è troppo anche per chi è cinicamente realista.

Verdini è una persona che dà fastidio anche avere accanto, detto questo, prenda Hollande e Valls in Francia che fanno le stesse cose della Le Pen o di Salvini contro i migranti, fenomeno epocale.

Che c’entra questo?

La crisi del socialismo reale nel 1989-1991 fa entrare in crisi anche le socialdemocrazie europee. È un paradosso ma è così. Da quel momento lo Stato sociale, che è stato lo strumento fondamentale dei socialdemocratici per contrastare l’alternativa bolscevica, è stato difeso sempre meno efficacemente dall’attacco delle destre. Allo stesso tempo è arrivata la crisi economica, che durerà ancora.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Mafia Capitale, il 5 novembre un giorno molto particolare

E-mail Stampa PDF

da www.comunisti-italiani.it

Il prossimo 5 novembre potrebbe sembrare un giovedì autunnale come tanti altri.

Invece è un giorno davvero speciale, anche se sono in molti quelli che vorrebbero rimuoverne ogni traccia. Un giorno importante sul serio dicevo, perchè in quel primo giovedì del mese di novembre si aprirà nell’aula bunker di Rebibbia a Roma il maxi-processo per “Mafia Capitale”. Alla sbarra sfileranno malavitosi della peggiore risma, faccendieri e capitani d’impresa, alti burocrati dell’amministrazione comunale Capitolina, ex estremisti neri ma soprattutto politici.

Politici importanti, di quelli che a Roma decidevano molte cose e organizzavano migliaia di voti, tutti provenienti dai partiti che “contano” e che hanno governato negli ultimi anni il Campidoglio.

Questa volta insieme ai soliti nomi del centro destra, coinvolti anche alcuni esponenti di rilievo del PD romano. Tutti i componenti di questa simpatica comitiva sono accusati di aver avviato e in parte realizzato il nuovo “sacco di Roma”, come dei novelli lanzichenecchi.

e-max.it: your social media marketing partner
Leggi tutto...

Pagina 10 di 117