Italia

Quei pregiudizi sul debito

E-mail Stampa PDF

euro monete 100L'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

Procedura di infrazione per debito eccessivo. Nei confronti dell’Italia, ed è il primo caso in assoluto, a Bruxelles hanno dato una accelerazione: ci saranno riunioni, trattative, dichiarazioni ruvide e caute aperture: fa tutto parte della negoziazione delle settimane a venire.

Ma è dal passato che bisogna partire, da ciò che è successo a partire dal 2009. E non è affatto una lunga storia, perché bastano pochi numeri a dare il senso di ciò che è accaduto e che si sta ripetendo: da più di un decennio l’Italia vive tra profonde recessioni, lente riprese e nuove stagnazioni. Si guarda solo al bilancio pubblico, come fattore decisivo per incidere sui processi di crescita, in ciò errando.

Leggi tutto...

Il pessimismo è d'obbligo?

E-mail Stampa PDF

NicolaFratoiannida Aginform

Di fronte ai risultati del 26 maggio molti compagni sentono la necessità di esprimere un giudizio sulla situazione che in sostanza prenda atto che qualcosa di nuovo e di negativo è accaduto e che su questo bisogna finalmente riflettere (l'ultimo è Lamberto Lombardi su Marx XXI).

Qual è la novità su cui riflettere? In soldoni si tratta della sparizione della sinistra, passata in queste elezioni dall'irrilevanza politica all'inesistenza elettorale. E' vero che la storia della sinistra è lastricata di divisioni e di incapacità, ma stavolta si tratta di qualcosa di diverso, del prosciugamento di un bacino che in qualche modo aveva rappresentato in passato almeno un'area di riferimento. I dati elettorali delle europee ci dicono invece che quest'area non è tanto frantumata quanto inesistente.

Leggi tutto...

Come dribblare lo spread

E-mail Stampa PDF

spread moneteL'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

La questione della riduzione del debito pubblico italiano è tornata alla ribalta. E’ un evergreen. Nella lettera che la Commissione europea ha inviato al Ministro dell’economia Giovanni Tria lo scorso mercoledì 29 maggio, a firma del Commissario agli affari economici Pierre Moscovici e del Vice Presidente Valdis Dombrovskis, si chiedono informazioni sul mancato rispetto nel 2018 delle regole a tal proposito dettate dal Fiscal Compact. Si riavvia così una procedura di infrazione per disavanzo eccessivo, fin qui sospesa tenendo conto degli sforzi sostenuti in passato. E’ una prospettiva assai pericolosa, politicamente e finanziariamente.

Leggi tutto...

Elezioni europee: populisti e falsi progressisti

E-mail Stampa PDF

eu newUn'interessante analisi sulle elezioni europee

di Vincenzo Brandi 

“Lo scenario peggiore si è concretizzato” è il commento di Mauro Gemma nel suo articolo sull’esito delle ultime elezioni europee apparso sul sito della rivista “Marx21”. Gemma cerca di analizzare le cause del crollo del movimento 5 Stelle, che ha dimezzato la percentuale dei suoi voti rispetto alle precedenti politiche, ed del contemporaneo raddoppio della percentuale della Lega cresciuta fino ad oltre il 35%. Mette sotto accusa le ambiguità e la timidezza del movimento in materia di grandi opere inutili e l’incompetenza e la presunzione del giovane leader Di Maio.

Leggi tutto...

Laura Ferrara, parlamentare 5 stelle su Luigi Di Maio

E-mail Stampa PDF

Laura FerraraPubblichiamo la riflessione di una parlamentare 5 stelle sul risultato elettorale

di Laura Ferrara, parlamentare 5 stelle

Caro Luigi, non è così che andava gestita la situazione. Abbiamo preso una batosta alle europee, ma forse non bisognava attendere il 26 maggio per capire che al nostro interno c’è qualcosa che non va. E la reazione, con l’annuncio di rimettere agli attivisti la decisione sulla tua conferma, francamente mi delude. Cos’è che siamo chiamati a votare? Luigi sì o Luigi no? In caso di vittoria del no, qual è l’alternativa? Si lascia un movimento -che è al governo- senza una guida, senza organizzazione, senza una linea politica? In caso di vittoria del sì, credi di uscirne forte e si va avanti come se nulla fosse successo?

Leggi tutto...

Quale Unità? Appunti sparsi sullo stato della sinistra italiana del XXI secolo

E-mail Stampa PDF

rosso tessutoRiceviamo e pubblichiamo

di Lamberto Lombardi

Alla fine della lunghissima mareggiata cominciata nel 1990 il panorama della sinistra oggi risulta completamente cambiato e i pochi eredi del marxismo italiano appaiono frantumati e marginali.

Con la mente al passato, frequente è l'evocazione di un'unità perduta e la critica a una frammentazione odierna apparentemente incomprensibile. E continuano i richiami 'sensati', provenienti da più parti, volti a valorizzare i rapporti con i 'compagni di strada'.

Leggi tutto...

Considerazioni sul voto europeo

E-mail Stampa PDF

europe 609118 960 720di Francesco GalofaroUniversità degli studi di Torino

Il panorama

Il voto italiano alle ultime elezioni va inquadrato nel più ampio contesto europeo. E’ possibile individuare delle dinamiche di fondo, posto che in ciascuno Stato o macroregione esistono peculiarità locali. Nel 2014, le elezioni si risolsero in un derby tra popolari e socialisti: tra una destra e una sinistra entrambe liberali, destinate a governare insieme l’Unione, convinte che il laissez-faire fosse la risposta più adeguata alla crisi e alla recessione economica, prive di un progetto all’altezza dei tempi, destinate al ruolo di amministratori del condominio europeo. Il 2019 consegna una mappa ben diversa:

Leggi tutto...

Clamoroso fiasco dei fascisti a Casal Bruciato

E-mail Stampa PDF

casal bruciato palazziRiceviamo e volentieri pubblichiamo

di Norberto Natali

Noi che viviamo nel casermone di case popolari noto a tutti gli italiani (ed anche al pontefice) per i fatti esageratamente enfatizzati da tutti i media tre settimane fa, da decenni votiamo in un’unica sezione elettorale tutta per noi. Questo seggio è a Casalbruciato, a sua volta il quartiere più noto d’Italia negli ultimi due mesi, perfino più di Torre Maura.

I risultati (delle elezioni europee svoltesi ieri) della suddetta sezione elettorale, si presume, dovrebbero essere più “interessanti” di quelli di qualsiasi altro singolo seggio in cui si è votato. In effetti, il dato elettorale è molto significativo e si presta a valutazioni di interesse generale, nazionale.

Leggi tutto...

Il Movimento 5 Stelle e la riduzione del numero dei parlamentari

E-mail Stampa PDF

parlamento sessionePubblichiamo come contributo alla discussione

di Vincenzo De Robertis*

Il Movimento 5 stelle sta sbandierando come una grande conquista la proposta di legge costituzionale che prevede la riduzione di un terzo del numero dei Parlamentari, al Senato ed alla Camera, per ottenere così un risparmio annuo di 500 milioni di euro!

Ponendo la questione in termini economici, il partito fondato da Grillo ne svilisce i termini, nascondendo le reali conseguenze del provvedimento.

Leggi tutto...

Lo scenario peggiore si è concretizzato

E-mail Stampa PDF

elezioni europee 2019Pubblichiamo come contributo alla discussione

di Mauro Gemma

Lo scenario peggiore si è concretizzato.

I reazionari della Lega e di FdI sono oltre il 40% (infliggendo una sonora sconfitta ai 5 Stelle diretti dall'incompetente e presuntuoso democristiano Di Maio), gli ordo-liberisti del PD esultano per il presunto recupero del "bipolarismo", "la Sinistra" (SI, PRC, amici di Tsipras e sedicente "società civile") e il PC di Rizzo raccattano insieme un ridicolo 2,6%. 

Leggi tutto...

Pagina 8 di 137