Internazionale

Russia Unita: socialismo, ma con una etichetta conservatrice

E-mail Stampa PDF

Traduzione a cura di DF per http://www.marx21.it | fonte www.rt.com

 

UnitedRussiaLogoL’unica forza capace di modernizzare il paese è Russia Unita (il partito di Putin e Medvedev, ndt) e tale modernizzazione può essere ottenuta solo attraverso una ideologia conservatrice – così dicono gli attivisti della neo-fondata Unione Sociale Conservatrice.


­L'organizzazione è stata fondata lo scorso fine settimana sotto gli auspici del “Centro per una politica conservatrice”, il quale offre una piattaforma di discussione all'interno di Russia Unita. Sebbene definisca sé stessa come “non governativa”, la sua leadership è stata formata da politici al vertice di Russia Unita. Come Vladimir Medinsky, membro del Consiglio Generale del partito, che ci spiega come l’unione abbia lo scopo di giocare il ruolo di “potente esperto della comunità”.


“Per dieci anni, le nostre autorità hanno tentato di restaurare lo spazio post-Sovietico”, ha proseguito il deputato. “I primi passi sono stati fatti. Alla luce delle sfide del 2012, non può tale idea, la rinnovata unione di tutte le nazioni post-Sovietiche, diventare un obiettivo complessivo? Il nostro potere sta in tale unità.”

Leggi tutto...

Libia, cosa aveva raggiunto e cosa è stato distrutto

E-mail Stampa PDF

di Michel Chossudovsky | fonte Global Research

 

libia folla"Non c’è un domani” sotto la ribellione di Al Qaeda sponsorizzata dalla NATO. Mentre si insediava un governo ribelle “a favore della democrazia”, il paese è stato distrutto. Contro il fondale di una guerra di propaganda, i successi economici e sociali della Libia degli ultimi trent’anni hanno brutalmente mutato direzione: La [Jamahiriya Araba Libica] aveva un alto livello di vita e un robusto apporto calorico pro capite, pari a 3144 chilocalorie. Il paese ha fatto passi avanti in campo sanitario e, dal 1980, i tassi di mortalità infantile sono calati da 70 a 19 nascite su 100.000 nel 2009. L’aspettativa di vita è passata da 61 a 74 anni nello stesso lasso di tempo (FAO, Roma, Libya, Country Profile). Secondo i settori della "sinistra progressiva” che hanno appoggiato il mandato R2P della NATO, per non parlare dei terroristi che sono senza riserve considerati e “Liberatori”: "L’umore in tutta la Libia, in modo particolare a Tripoli, è assolutamente quello di un sentimento euforico. La gente è incredibilmente eccitata di ricominciare da capo. C’è un senso di rinascita, l’impressione che le loro vite stanno iniziando di nuovo (DemocracyNow.org, 14 settembre 2011)

Leggi tutto...

Situazione generale in Serbia e a Kragujevac

E-mail Stampa PDF

zastava lavoratori

Savez Sindikata Srbije - Sindikat Metalaca Srbije

 

JEDINSTVENA SINDIKALNA ORGANIZACIJA
ZASTAVA

 

Adresa : Тrg Тopolivaca 4, 34000 Kragujevac
Тelefon/Faks : 034/335 367 & 335 762 - lokal : 22 69
Elektronska pošta : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Anche se è "fortunato" di ricevere il salario in data prevista, un lavoratore serbo medio in produzione non riesce a saldare i debiti, versare per i crediti, pagare le bollette, riparare i guasti sulla macchina vecchia e può solo sognare il mare e la montagna; egli nel maggior numero dei casi soffre di depressione, pressione alta o diabete. E poi, non ha nessuna speranza nel futuro perchè con le privatizzazioni e nel mercato del lavoro attuale si è trasformato in ,,schiavo’’.

Leggi tutto...

Assediati nelle fortezze

E-mail Stampa PDF

di Manlio Dinucci | da il Manifesto

 

usa soldati_difesaA forza di fare guerre, gli Stati uniti si sono fatti sempre più nemici. Sono quindi preoccupati per la sicurezza delle loro ambasciate, che sono non solo sedi diplomatiche ma centri operativi dei servizi segreti e dei comandi militari. Il Dipartimento di stato, stimando che l’85% delle sue ambasciate è vulnerabile, ha speso 6 miliardi di dollari per rafforzarle con materiali anti-esplosione e invalicabili barriere. Allo stesso tempo ne costruisce di nuove, che sono delle vere e proprie fortezze. La maggiore è quella di Kabul, la più grande del mondo, che ospita anche il quartier generale Nato/Isaf sempre sotto comando Usa. Costata finora oltre 700 milioni di dollari, è stata inaugurata il 14 febbraio, ma all’interno della sua cittadella saranno costruiti entro il 2014 altri edifici, mentre a Herat e Mazar el Sharif vengono realizzati due consolati fortificati.

Leggi tutto...

Il Partito Comunista Siriano (unificato) sugli avvenimenti in corso nel suo paese

E-mail Stampa PDF

Comunicato di Husein Nemer, primo segretario


su http://www.solidnet.org | Traduzione a cura di http://www.marx21.it

 

Syria mapHusein Nemer, primo segretario del Partito Comunista Siriano (unificato), uno dei due partiti comunisti (l'altro è il Partito Comunista Siriano) che fa parte del Fronte Nazionale Progressista in Siria (insieme, tra gli altri, al Partito Baath) analizza l'attuale momento della vita politica nel suo paese, pronunciandosi per radicali riforme democratiche, ma allo stesso tempo, nella rete Solidnet, rivolge un appello ai partiti comunisti e operai di tutto il mondo perché si oppongano all'aggressione imperialista in atto contro la Siria.

 

Vi presentiamo una breve analisi degli avvenimenti che si sono sviluppati nel nostro paese, la Siria, allo scopo di mettere in evidenza alcuni fatti, da un lato, e smentire certe menzogne assolutamente inventate e messe in circolazione dai media della propaganda imperialista che prende di mira la Siria.

Leggi tutto...

L’Unione Europea nel gorgo della crisi

E-mail Stampa PDF

di Vladimiro Giacché* e Fausto Sorini**

 

Il testo uscirà sul prossimo numero della rivista teorica del PC del Brasile (PCdoB), Pricipios, che ha cortesemente concesso di anticiparne l'uscita in Italia.

 

greek-protests

2011: l'Unione Europea vara il Fondo salva-Stati...

 

Partiamo dai fatti, dalla congiuntura.

Quando, nel marzo scorso, i contorni del cosiddetto Fondo salva-Stati hanno cominciato a chiarirsi, qualche quotidiano ha avuto il coraggio di definirlo come una svolta storica. I fatti sono questi: l'Unione Europea ha deciso di dotarsi di un Fondo per interventi di emergenza (dotazione: 440 miliardi di euro), che a partire dal 2013 si trasformerà in Meccanismo Europeo di Stabilità (la stessa cosa di prima, ma con una dotazione di 500 miliardi di euro). Al Fondo dovranno contribuire i Paesi membri della zona euro, in proporzione alla quota di partecipazione alla Banca Centrale Europea. Il Fondo potrà erogare prestiti ai Paesi in difficoltà, e anche comprare i loro titoli di Stato.

Leggi tutto...

Una teocrazia in Europa

E-mail Stampa PDF

di Cristina Carpinelli | da Noi Donne www.noidonne.org

 

ungheria proteste

Con la "nuova" costituzione approvata dal parlamento, la destra estremista riporta indietro le lancette dell'orologio della storia

 

settembre 2011

 

Con voto favorevole di 262 deputati del parlamento su 386, l'Ungheria ha approvato in aprile dell'anno in corso la sua nuova Carta costituzionale. La precedente Costituzione era ancora quella del 1949, con una serie di modifiche apportate nel 1989. La nuova Legge fondamentale entrerà in vigore a partire dal primo gennaio 2012. A votarla è stato solo il Fidesz (il partito di maggioranza del premier conservatore Viktor Orbán), che in parlamento possiede i due terzi necessari per approvare le riforme costituzionali. Socialisti e verdi hanno abbandonato l'aula prima del voto, in segno di protesta. Duro è stato il commento di Attila Mesterházy, leader del partito socialista ungherese: "Orbán vuole istituzionalizzare la dittatura". Il partito di estrema destra Jobbik (Movimento per un'Ungheria migliore) ha votato contro, anche se - secondo diversi osservatori - il partito xenofobo ha partecipato alla stesura di alcune parti del testo costituzionale. I parlamentari hanno approvato la Costituzione giurando fedeltà ad essa davanti a Dio.

Leggi tutto...

Pagina 303 di 303