Internazionale

Un sacerdote racconta come Hezbollah ha protetto con eroismo i cristiani in Siria

E-mail Stampa PDF

Aleppo CattedraleSEliadeiMaronitdi Mohammed Eid

da http://www.resumenlatinoamericano.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Molti cristiani siriani ringraziano la resistenza (chi combatte a fianco del legittimo governo siriano che difende la sovranità del suo paese, messa a repentaglio dall’imperialismo e anche dai suoi propagandisti a libro paga per spargere fake news, Ndt) per aver permesso loro di rimanere nelle proprie città e villaggi che sono state attaccate dai terroristi di Takfiri.Hezbollah ha collaborato con l'esercito siriano per difendere queste comunità cristiane.

Padre Elias Zahlawi, pastore della Chiesa di Nostra Signora di Damasco,
ha riferito al media libanese Al-Ahed News chela presenza di Hezbollah è diventata sinonimo di sicurezza, soprattutto perché i combattenti della resistenza rispettano pienamente tutte le sedi sante Cristiane nel Paese.

Leggi tutto...

Cina e Vaticano, un dialogo possibile

E-mail Stampa PDF

Red Chinariceviamo e volentieri pubblichiamo

di Maria Morigi

La Repubblica Popolare Cinese è oggi uno Stato laico che tutela varie religioni portatrici di tradizioni radicate nel proprio passato remoto, ma che ammette anche – con regole costituzionali precise – religioni di origine straniera. Così come riconosce ufficialmente e tutela con legislazione specifica le varie minoranze etniche (56 Minzu). Il diritto cinese tuttavia si limita a normare l’aspetto religioso solamente in relazione all’integrità dello Stato, il quale riconosce le religioni straniere del cristianesimo (cattolico e protestante) e dell’ islam. L’ebraismo non ha mai richiesto il riconoscimento dello Stato.

Dal 1951 si erano interrotti i rapporti diplomatici tra Pechino e la Santa Sede e perdurava una polemica che ha talvolta raggiunto toni apocalittici, per denunce e falsità date in pasto alla stampa, così da convincere gli occidentali che in Cina fosse in atto una persecuzione ai danni dei cristiani. 

Leggi tutto...

Comitato per la Liberazione di Julian Assange

E-mail Stampa PDF

AssangeAderiamo e partecipiamo al presidio e quindi vi giriamo la comunicazione del Comitato per La Liberazione di Julian Assange:

SABATO 22 FEBBRAIO, DALLE ORE 17, PIAZZA DEL LIBERTY, MILANO. 

Il Comitato per la Liberazione di Julian Assange - Italia andrà a manifestare davanti al Consolato britannico di Milano in difesa di Julian Assange.

Le udienze del processo contro di lui, che potrebbero portare alla sua estradizione negli Stati Uniti, inizieranno infatti a partire da lunedì 24 febbraio.

Chiedere la sua libertà significa difendere la nostra libertà.

Questo è un appello a tutti i sinceri democratici che vogliono informazione libera per poter decidere liberamente.

Ci ritroviamo sabato 22 febbraio, dalle ore 17:00, in piazza del Liberty a Milano.

https://facebook.com/events/s/milano-per-julian-assange-pres/3009283085783207/

Contro il golpe e con il “movimento al socialismo”

E-mail Stampa PDF

Bolivia inigenas1 700x325da http://www.prcbergamo.it

Sabato 22 febbraio 2020 a Bergamo PRESIDIO in Piazza Vittorio Veneto alle ore 15.00

Dopo la netta vittoria di Evo Morales alle elezioni presidenziali del 20 ottobre scorso, in Bolivia è stato attuato dalle destre fasciste, con l’appoggio degli Usa, un golpe che ha deposto il Presidente legittimo. Più di 30 persone sono state uccise dall’esercito e molti militanti, dirigenti ed ex ministri del “Movimento al Socialismo” (MAS) arrestati e le loro case vandalizzate e bruciate. 

 Si è instaurato un clima di terrore che ha come obiettivo quello di cancellare le grandi conquiste sociali dei 14 anni di governo di Evo Morales che hanno migliorato notevolmente le condizioni di vita dei ceti popolari e dei popoli indigeni, sradicato l’analfabetismo e nazionalizzato le risorse energetiche a favore dei classi più povere.

Leggi tutto...

Condanniamo gli attacchi contro le libertà democratiche e la pace in El Salvador

E-mail Stampa PDF

Antiimperialismo caracas 647x315Dichiarazione del Partito Comunista del Venezuela

da http://www.solidnet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Partito Comunista del Venezuela (PCV) condanna gli attacchi dell'attuale governo di Nayib Bukele contro le libertà democratiche e la pace in El Salvador, che sono stati il risultato di grandi sacrifici del popolo salvadoregno contro la tirannia di governi al servizio degli interessi e dei diktat dell'imperialismo USA, così come di un decennio di lotta popolare armata contro queste condizioni di oppressione.

L'attuale governo di El Salvador ha iniziato una pericolosa strada per rompere l'ordine costituzionale del paese, mancando di rispetto ai poteri e alle procedure del Parlamento allo scopo di far approvare forzatamente il progetto di prestito internazionale reazionario volto a sviluppare il suo piano di militarizzazione della società e approfondire la repressione indiscriminata della gioventù salvadoregna, con il pretesto inventato della lotta contro l'insicurezza.

Leggi tutto...

La tragica guerra alla Siria

E-mail Stampa PDF

aleppo bambino maceriePubblichiamo l'appello per la costituzione di un Comitato per la solidarietà con la Siria e l'informazione contro la guerra

Da quasi dieci anni la Siria è teatro di una guerra devastante che ha causato cinquecentomila morti e milioni di sfollati, all'interno del paese e all'estero. Scopo della guerra era ed è è la sconfitta militare del governo siriano presieduto da Bashar Assad. Meno chiaro è chi, da anni, stia conducendo la guerra e cosa si proponga di sostituire all’ attuale assetto politico del paese. 

Non si può descrivere un conflitto così lungo e complesso in poche righe, ma, per capire che non si tratta di una semplice guerra civile tra schieramenti siriani contrapposti, è sufficiente sapere che dall’ inizio della guerra operano nel paese decine di migliaia di combattenti non siriani e che la coalizione delle milizie armate anti governative, anche quando fino a metà 2013 ne era componente organica lo Stato islamico di Al Baghdadi, è stata sempre sostenuta ufficialmente dagli “Amici della Siria”, undici paesi appartenenti alla Nato o alle petromonarchie del Golfo Persico. 

Leggi tutto...

Il futuro dell’America sempre più armato

E-mail Stampa PDF

dinucci libridi Manlio Dinucci

il manifesto 18 febbraio 2020

Il «Budget per il futuro dell’America», presentato dal Governo Usa, mostra quali sono le priorità dell’Amministrazione Trump nel bilancio federale per l’anno fiscale 2021 (che inizia il 1° ottobre di quest’anno). 

Anzitutto ridurre le spese sociali: ad esempio, essa taglia del 10% lo stanziamento richiesto per il Dipartimento della Sanità e dei Servizi Umanitari. Mentre le stesse autorità sanitarie comunicano che la sola influenza ha provocato negli Usa, da ottobre a febbraio, circa 10.000 morti accertati su una popolazione di 330 milioni. 

Leggi tutto...

Dietro i fronti - anteprima nazionale - Roma

E-mail Stampa PDF

img web 9Regia: Alexandra Dols

DOCUMENTARIO - 2017, 113 MINUTI

IL FILM E' DISPONIBILE NELLE SEGUENTI VERSIONI

Digitale - in versione originale sottotitoli italiano, DCP Server - in versione originale sottotitoli italiano

Leggi tutto...

L’economia che piace ai ricchissimi

E-mail Stampa PDF

banchesalvate risparmiespospriatidi Francesco Cappello

La scelta liberista, che si è affermata in opposizione alla Costituzione del 48, è, in ultima analisi, l’economia che consente ai ricchi di diventare ricchissimi e creare le condizioni per stabilizzare la loro condizione a discapito di tutti gli altri. 

La licenza fondamentale che i ricchi detentori di capitali hanno chiesto e ottenuto è stata la libera circolazione della moneta, in tutte le sue forme vecchie e nuove, su scala planetaria. A partire dagli anni 80 la liberalizzazione del commercio di capitali su scala globale, senza alcuna regolazione e controllo (dall85 in Europa su proposta di J. Delors), ha operato la principale falla nella diga che impediva al mondo di divenire nuovamente preda del credo liberista e della pratica mercantilista di stampo coloniale che avevano provocato le grande crisi di inizio secolo e che sfoceranno nei totalitarismi e nelle grandi guerre globali. 

Leggi tutto...

Cuba contro l'Amministrazione Trump (Seconda Parte)

E-mail Stampa PDF

cuba bandiera palazzodi Salim Lamrani Università di La Réunion

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

da https://www.humanite.fr

Ritorno alla politica del confronto

2. Nuovi ostacoli alla migrazione e restrizioni alle rimesse a Cuba

Nel marzo 2019 l'Ambasciata degli Stati Uniti all'Avana ha annunciato che la validità dei visti B2 concessi ai cubani con familiari negli Stati Uniti passerà da cinque anni a tre mesi con un solo possibile ingresso nel territorio. Questa misura rende difficile per gli abitanti dell'isola visitare i loro parenti in Florida o altrove. Questa decisione si aggiunge al fatto che Washington ha chiuso i servizi consolari a Cuba, costringendo i candidati per una visita in territorio statunitense a recarsi in Colombia per richiedere un visto, senza alcuna garanzia di ottenere il documento. I costi estremamente elevati associati a questo tipo di procedura rendono questo servizio inaccessibile alla stragrande maggioranza dei cubani, creando un nuovo ostacolo alle visite familiari e violando gli accordi bilaterali in materia di migrazione [1].

Leggi tutto...

Pagina 4 di 318