Internazionale

Israele, licenza di uccidere

E-mail Stampa PDF

israele f35di Manlio Dinucci

«Con una mossa davvero insolita, Israele ha ufficializzato l'attacco contro obiettivi militari iraniani in Siria e intimato alle autorità siriane di non vendicarsi contro Israele»: così i media italiani riportano l’attacco effettuato ieri da Israele in Siria con missili da crociera e bombe guidate. «È un messaggio ai russi, che insieme all’Iran permettono la sopravvivenza al potere di Assad», commenta il Corriere della Sera

Nessuno mette in dubbio il «diritto» di Israele di attaccare uno Stato sovrano per imporre quale governo debba avere, dopo che per otto anni gli Usa, la Nato e le monarchie del Golfo hanno cercato insieme ad Israele di demolirlo, come avevano fatto nel 2011 con lo Stato libico. 

Leggi tutto...

L'inchiesta. Caso Rocchelli, le foto che tradiscono il presunto killer del fotoreporter

E-mail Stampa PDF

andy rocchelliÈ importante che anche 'avvenire' dedichi spazio, a differenza di molte altre testate, all'uccisione di Andrea Rocchelli. Ci uniamo alla richiesta di giustizia della famiglia che, assieme alla Federazione nazionale della stampa, si è costituita parte civile. Una battaglia che continueremo a seguire.

da avvenire.it

Il giornalista fu ucciso con un collega in Ucraina. A Pavia è indagato un ex paramilitare che ha sempre respinto le accuse. Ma diverse immagini contrastano con la sua versione.

Leggi tutto...

La Cina frena? Niente paura

E-mail Stampa PDF

cina fabbrica jeansRiproponiamo l'editoriale di Guido Salerno Aletta apparso su Milano – Finanza del 19 gennaio

Per l’economia cinese, il nuovo anno è cominciato con notizie poco rassicuranti. La prima doccia fredda è arrivata ai primi di gennaio, con il dato relativo al PMI (Purchasing Managers Index) del settore manifatturiero: a dicembre, il grado di contrazione è stato maggiore del previsto, quotando 49,4 anziché 49,9 . Per fortuna, il comparto dei servizi aveva confermato un buon andamento: 53,9 punti, dopo i 53,8 di novembre.

Leggi tutto...

Una nuova recessione è all'orizzonte

E-mail Stampa PDF

fabbrica abbandonatadi Demostenes Floros aboutenergy.com

English version

Per bilanciare il mercato le potenze economiche mondiali devono mettere in atto politiche espansive e i Paesi produttori implementare quanto prima l'accordo sui tagli di produzione

A dicembre, il prezzo del petrolio è diminuito di quasi 8 $/b sulla scia delle tensioni finanziarie internazionali. Di fatto, nel 2018, l’indice spot dell’energia S&P Goldman Sachs è crollato del 21%.

Leggi tutto...

Brutale repressione della mobilitazione di massa degli insegnanti da parte del governo

E-mail Stampa PDF

grecia repressionepameda resistenze.org

Partito Comunista di Grecia (KKE)
inter.kke.gr

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Il governo SYRIZA-ANEL ha risposto con una brutale repressione alle grandi ed energiche mobilitazioni degli insegnanti che hanno contraddistinto il loro sciopero di 24 ore dello scorso venerdì 11 gennaio 2019, contro il progetto di legge del governo per il nuovo sistema di assunzione-nomina in discussione al Parlamento. Come denunciano gli insegnanti, questo disegno di legge prelude al licenziamento di migliaia di insegnanti supplenti, attraverso i criteri adottati dal nuovo sistema.

Leggi tutto...

Risposta ad un attacco inqualificabile da parte della dirigenza della CGT

E-mail Stampa PDF

Annie Lacroix Rizdi Annie Lacroix-Rix (Professore emerito di storia contemporanea, Università di Parigi 7)

da historiographie.info

traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

Qualche giorno fa la Cgt, nel suo bollettino nazionale, ha messo tra i rosso bruni (i militanti di sinistra che simpatizzerebbero per posizioni di destra) la storica francese Annie Lacroix-Riz. Questo tipo di attacchi verso i militanti di sinistra e i comunisti accomuna ormai molti paesi occidentali. Conosciamo la compagna per essere uno dei pochi esempi di storici coerentemente marxisti, che hanno unito allo studio scientifico della storia, un coerente impegno personale anti imperialista, contro tutte le guerre che sono state scatenate negli ultimi anni, dalla Jugoslavia all’Irak, alla Libia.

Leggi tutto...

Appoggiamo la lotta del popolo venezuelano per la sovranità e la pace!

E-mail Stampa PDF

foratrump americalatinaDichiarazione del Centro Brasiliano di Solidarietà con i Popoli e Lotta per la pace (Cebrapaz)

da cebrapaz.org.br

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Il Centro Brasiliano di Solidarietà con i Popoli e Lotta per la Pace (Cebrapaz) respinge con forza la continua offensiva dei paesi del gruppo di Lima, allineati con l'agenda dell'imperialismo USA, contro la Repubblica Bolivariana del Venezuela. In una nota del 4 gennaio, i membri del gruppo, ad eccezione del Messico, hanno dichiarato di non riconoscere il governo del presidente Nicolás Maduro, legittimamente rieletto dal popolo venezuelano nelle elezioni del 2018.

Leggi tutto...

La mobilitazione dei gilet gialli non si affievolisce

E-mail Stampa PDF

gilets jaunes Colmar 4di Remy Herrera

Tradotto per Marx21.it da Lorenzo Battisti

9 Gennaio 2019

Un primo punto, statistico, per cominciare: l'unica fonte per contare il numero totale dei partecipanti alla mobilitazione dei " gilet gialli" è, in Francia, il Ministero dell'Interno. Questo è di per sé estremamente problematico, in primo luogo perché la natura stessa di questo movimento rende impossibile un conteggio preciso; in secondo luogo perché lo Stato ricorre sempre più spesso a società private specializzate per effettuare questi conteggi, la cui indipendenza deve essere messa in discussione; e infine perché l'evidente interesse delle autorità è quello di ridurre questo numero, come fanno durante qualsiasi manifestazione organizzata dai sindacati - che generalmente forniscono una stima alternativa.

Leggi tutto...

Il «grande gioco» delle basi in Africa

E-mail Stampa PDF

esercito fucilieridi Manlio Dinucci 

I militari italiani in missione a Gibuti hanno donato alcune macchine da cucire all’organizzazione umanitaria che assiste i rifugiati in questo piccolo paese del Corno d’Africa, situato in posizione strategica sulla fondamentale rotta commerciale Asia-Europa all’imboccatura del Mar Rosso di fronte allo Yemen.

Qui l’Italia ha una propria base militare che, dal 2012, «fornisce supporto logistico alle operazioni militari italiane che si svolgono nell’area del Corno d’Africa, Golfo di Aden, bacino somalo, Oceano Indiano».

Leggi tutto...

Melenchon: "Alla base di tutto in politica c'è la questione della sovranità popolare"

E-mail Stampa PDF

melenchon bgPubblichiamo come contributo alla discussione

da lantidiplomatico.it

Senso Comune

Jean-Luc Mélenchon: «Nella France Insoumise, rifiutiamo la logica delle forze social-liberiste quando invocano l'"internazionalismo" come maschera del grande capitale. La parola internazionalismo sta a significare un accordo tra nazioni e tra popoli che sono organizzati democraticamente a livello nazionale. Le persone trascorrono molto tempo a discutere di nazionalismo e di internazionalismo, ma la scelta che affrontiamo più spesso è tra lottare a favore della sovranità popolare o contro di essa. Invocare l'Unione europea come organizzazione internazionalista equivale, a mio parere, a uno svuotamento di significato del termine. Per gran parte dell'Europa è il luogo in cui i diritti democratici si dissolvono.


Leggi tutto...

Pagina 3 di 294