Internazionale

La nuova via della seta e il dialogo tra le civiltà

E-mail Stampa PDF

viadellaseta pontedi Domenico Losurdo, Presidente dell'Associazione Marx XXI

Testo presentato al Forum «Cina e Ue. I nodi politici ed economici nell’orizzonte della “nuova via della seta” e di una “nuova mondializzazione”», Roma, 13 ottobre 2017.

Più volte One belt one road, la nuova via della seta progettata dalla Repubblica popolare cinese è stata paragonata a una sorta di Piano Marshall con caratteristiche cinesi. Il paragone non potrebbe essere più infelice. A suo tempo il Piano Marshall segnò l’inizio della guerra fredda. L’Unione sovietica e i paesi di orientamento socialista erano messi dinanzi a un esplicito ricatto: se non vogliono rinunciare alla tecnologia, ai crediti e agli scambi commerciali di cui hanno urgente bisogno, «i Soviet [devono] aprire la loro economia agli investimenti occidentali, i loro mercati ai prodotti occidentali, i loro libretti di risparmio agli amministratori occidentali», devono «accettare la penetrazione economica e mediale» dei paesi che si apprestano a costituire la Nato (Ambrose, 1997, p. 10). Chiaro e esplicito è il ricatto: o integrazione subalterna nel mercato mondiale capitalistico oppure condanna a una politica di apartheid tecnologica e di embargo più o meno radicale. In questo senso, è lo stesso Truman a parlare del piano Marshall, che dà un poderoso sviluppo alla globalizzazione tra le due rive dell’Atlantico, come l’altra faccia della medaglia della politica di «contenimento» (Ambrose, 1997, p. 10). 

Leggi tutto...

Bipartisan il riarmo Usa anti-Russia

E-mail Stampa PDF

budgetusa2018di Manlio Dinucci
il manifesto, 17 ottobre 2017

I Democratici, che ogni giorno attaccano il repubblicano Trump per le sue dichiarazioni bellicose, hanno votato al Senato insieme ai Repubblicani per aumentare nel 2018 il budget del Pentagono a 700 miliardi di dollari, 60 miliardi in più di quanto richiesto dallo stesso Trump. 

Aggiungendo i 186 miliardi annui per i militari a riposo e altre voci, la spesa militare complessiva degli Stati uniti sale a circa 1000 miliardi, ossia a un quarto del bilancio federale. 

Decisivo il voto all’unanimità del Comitato sui servizi armati, formato da 14 senatori repubblicani e 13 democratici. Il Comitato sottolinea che «gli Stati uniti devono rafforzare la deterrenza all’aggressione russa: la Russia continua ad occupare la Crimea, a destabilizzare l’Ucraina, a minacciare i nostri alleati Nato, a violare il Trattato Inf del 1987 sulle forze nucleari a raggio intermedio, e a sostenere il regime di Assad in Siria». 

Leggi tutto...

Venezuela, l’ennesima lezione di democrazia e sovranità al morente occidente

E-mail Stampa PDF

venezuela elezioni ottobre2017di Fabrizio Verde

da lantidiplomatico.it

Il presidente Nicolas Maduro ha sottolineato che «il chavismo ha ripreso il cammino della vittoria in un momento molto difficile»

Nel bel mezzo di un assedio internazionale dove le sanzioni economiche vanno ad aggiungersi alla crociata mediatica, il popolo venezuelano ha fatto sentire forte la propria voce. Il chavismo ha ottenuto una netta vittoria popolare nelle elezioni regionali. Il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) e i suoi alleati minori riuniti nel Gran Polo Patriottico hanno infatti conquistato la vittoria in 17 Stati nel paese, contro i 5 dell’opposizione, riunita nell’eterogenea alleanza denominata Mesa de la Unidad Democratica (MUD). 

Leggi tutto...

Il quadro internazionale e le prospettive del movimento operaio e democratico

E-mail Stampa PDF

bandiera rossadi Fausto Sorini

Intervento al Forum «Cina e Ue. I nodi politici ed economici nell’orizzonte della “nuova via della seta” e di una “nuova mondializzazione”», Roma, 13 ottobre 2017

Ricorre tra pochi giorni il 100° anniversario della Rivoluzione d'Ottobre.

Si possono trarre i bilanci più diversi sui risultati raggiunti, in questi 100 anni, dalle diverse esperienze di costruzione del socialismo.

Ma mi sembrerebbe assai bizzarro sposare la tesi della “fine del comunismo”, proprio in questi giorni, in cui non solo si celebra il 100° dell'Ottobre, ma anche il 19° congresso del Partito Comunista Cinese, che con una leadership dinamica, governa un Paese che ha già superato gli Stati Uniti in termini di PIL (a parità di potere d'acquisto) collocandosi al primo posto della classifica mondiale (un evento storico nella competizione tra capitalismo e socialismo, del tutto sconosciuto alla storia del '900);

Leggi tutto...

IL PCI A CAGLIARI. Le relazioni del convegno: Sulla base USA di Camp Darby

E-mail Stampa PDF

da ilpartitocomunistaitaliano.it

Il Convegno di Cagliari dello scorso sabato 7 ottobre, svoltosi di fronte ad un folto pubblico e organizzato dal Comitato Regionale del PCI della Sardegna e dal Dipartimento Esteri del PCI (“Fuori l’Italia dalla NATO – Imperialismo e guerre – Si al disarmo nucleare – No alla militarizzazione della Sardegna”) si è rivelato un importante successo politico. Il Convegno ( presieduto dal segretario regionale del PCI della Sardegna, compagno Giuseppe Ibba, coordinato dal compagno Piero Manunta, responsabile Esteri del PCI sardo, introdotto dal compagno e filosofo Domenico Losurdo e concluso dal compagno Juri Carlucci, del Dipartimento Esteri del PCI) è stato caratterizzato dall’intervento, prestigioso, di Mariella Cao, del movimento sardo “ Gettiamo le Basi” e dagli interventi dei giovani compagni della FGCI impegnati nei movimenti di lotta contro le basi USA e NATO di Vicenza , di Camp Darby, a Pisa e di Napoli e della Campania. Per l’importanza delle riflessioni e delle testimonianze di lotta riteniamo opportuno divulgare gli interventi degli oratori. Inauguriamo le pubblicazioni con l’intervento del compagno Simone Grecu, della FGCI e del PCI della Toscana, che ha affrontato la questione della base militare USA di Camp Darby, collocata tra Pisa e Livorno.

Leggi tutto...

Il buco nero dell'unione bancaria

E-mail Stampa PDF

di Vladimiro Giacché e Marco Zanni

Analisi e proposte per una riforma del sistema bancario

Leggi tutto...

Il rispetto dei diritti umani nella Repubblica Bolivariana del Venezuela

E-mail Stampa PDF

RemyHerreradi Remy Herrera, Centre Europe-Tiers Monde
da cetim.ch

Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx 21

Riportiamo qui di seguito la dichiarazione scritta dal Prof. Remy Herrera (CNRS e Univ. Paris I, Sorbonne) e depositata dal Centre Europe Tiers Monde (CETIM) presso il Consiglio dei diritti delluomo dellOnu (Ginevra).

Per il rispetto dei diritti umani, in particolare del diritto allautodeterminazione, nella Repubblica Bolivariana del Venezuela

Preoccupati per una presentazione unilaterale della situazione in Venezuela e che incoraggia la violenza, il CETIM si augura di contribuire alla chiarezza nella speranza che sia rispettato il diritto all’informazione, consacrato dalla Carta Internazionale dei Diritti dell’Uomo.

Leggi tutto...

La percezione della Cina in Italia

E-mail Stampa PDF

lavoratori palazziIntervista al prof. Andrea Genovese

di Danilo Della Valle
da lantidiplomatico.it

A fine settembre si è svolta a Napoli la conferenza internazionale sugli studi energetici (BIWAES1), una tre giorni organizzata dall'Università Parthenope di Napoli; esperti del settore si sono dati appuntamento per confrontarsi sulle prospettive. Tra gli interventi più interessanti sicuramente quello di Andrea Genovese, professore associato presso la Managment School dell'Università di Sheffield, in Gran Bretagna. Nel suo intervento, Genovese si è concentrato sull'Economia Circolare, un sistema economico che fa riferimento ad una concezione alternativa al classico modello di produzione e consumo (basato sullo sfruttamento intensivo delle risorse naturali) cui siamo abituati.

Leggi tutto...

Pagina 3 di 265