Internazionale

Belt and Road Initiative: una nuova forma di relazioni internazionali

E-mail Stampa PDF

bri planisferodi Fabio Massimo Parenti

In questo contributo ragioneremo sulle implicazioni dell’iniziativa d’interconnessione intercontinentale cinese a partire da due domande.

Espansionismo cinese in Africa o nuove forme di cooperazione?

La Cina in Africa e la Belt and Road

Diciotto anni di cooperazione Cina-Africa stanno producendo un cambiamento sostanziale delle condizioni materiali dell’Africa.

Leggi tutto...

L’affossamento Usa del Trattato Inf e le complicità europee

E-mail Stampa PDF

missili gittataintermediadi Manlio Dinucci

La «sospensione» del Trattato Inf, annunciata ieri dal segretario di stato Mike Pompeo, avvia il conto alla rovescia che, entro sei mesi, porterà gli Stati uniti a uscire definitivamente dal Trattato. Già da oggi, comunque, gli Stati uniti si ritengono liberi di testare e schierare armi della categoria proibita dal Trattato: missili nucleari a gittata intermedia (tra 500 e 5500 km), con base a terra. Appartenevano a tale categoria i missili nucleari schierati in Europa negli anni Ottanta: i missili balistici Pershing 2, schierati dagli Stati uniti in Germania Occidentale, e quelli da crociera lanciati da terra, schierati dagli Stati uniti in Gran Bretagna, Italia, Germania Occidentale, Belgio e Olanda, con la motivazione di difendere gli alleati europei dai missili balistici SS-20, schierati dall’Unione Sovietica sul proprio territorio.

Leggi tutto...

L'importanza della diplomazia russa nella crisi venezuelana

E-mail Stampa PDF

maduro putin 02di Federico La Mattina

da Sputnik News

La diplomazia russa, inflessibile quando necessario e al contempo realista, sta assumendo un ruolo internazionale estremamente positivo in questi anni: necessario contraltare all'arroganza neoimperialista statunitense. Lavrov è un ministro degli affari esteri con una visione di ampio respiro, di "scuola Primakov", una figura di altissimo spessore: sembra quasi proveniente da un altro pianeta rispetto ai portaborse che si ritrovano casualmente a dirigere gli afferi esteri dei governi europei.

Leggi tutto...

Venezuela, golpe dello Stato profondo

E-mail Stampa PDF

venezuela bandiera ricamatadi Manlio Dinucci

L‘annuncio del presidente Trump, che riconosce Juan Gualdó «legittimo presidente» del Venezuela, è stato preparato in una cabina di regia sotterranea all’interno del Congresso e della Casa Bianca. La descrive dettagliatamente il New York Times (26 gennaio).

Principale operatore è il senatore repubblicano della Florida Marco Rubio, «virtuale segretario di stato per l’America Latina, che guida e articola la strategia dell’Amministrazione nella regione», collegato al vicepresidente  Mike Pence e al consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton.

Leggi tutto...

I comunisti russi contro la criminale ingerenza USA negli affari interni del Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela ingerenza kprfDichiarazione del Presidium del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa

da kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Le forze imperialiste guidate dagli Stati Uniti hanno perpetrato un altro crimine efferato. Il 23 gennaio, in Venezuela, è stato attuato un tentativo di colpo di stato ispirato da potenze straniere che fanno leva sull'opposizione interna liberale di destra.

Leggi tutto...

Davos

E-mail Stampa PDF

World Economic ForumL'editoriale di Guido Salerno Aletta apparso su Milano-Finanza del 26 gennaio

Quest’anno, a Davos, sembrava di stare in un grande magazzino nella settimana dei saldi di fine stagione. Vetrine un po’ disadorne, senza i modelli di alta moda sfoggiati in passato. Sugli scaffali, gli evergreen: i capi che non possono mancare nel guardaroba. Tutto già visto e rivisto. I venditori non convincono più tanto: il pubblico, più confuso che persuaso, è incuriosito dai prodotti nuovi.

E’ in tono minore, l’edizione di quest’anno del World Economic Forum: sono mancate le sciabolate di Donald Trump, che l’anno scorso aveva maramaldeggiato promettendo sfracelli globali, pur di riportare l’America ai fasti del passato; ed ancor più non c’è stato nessuno capace di incarnare il potere vero, come fece l’anno ancora precedente il Presidente cinese Xi Jinping, paladino della libertà dei mercati, che si era imposto con il carisma di chi incarna la millenaria storia cinese.

Leggi tutto...

Nessuna interferenza nelle questioni venezuelane

E-mail Stampa PDF

maduro pugnochiusoda Global Times

traduzione di Marco Pondrelli

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha annunciato mercoledì scorso il taglio dei legami diplomatici con gli Stati Uniti dopo che il leader dell'opposizione Juan Guaidó si è dichiarato presidente ad interim del paese e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump lo ha formalmente riconoscimento.

Attualmente, ci sono "due regimi" che coesistono in Venezuela, il che comporta un grave rischio di turbolenze politiche. Il rapido riconoscimento statunitense ha portatoall'imitazione delle nazioni del Gruppo Lima che hanno riconosciuto il regime di opposizione venezuelano. Tuttavia, il ministro della Difesa del paese Vladimir Padrino López ha rifiutato di riconoscere Guaidó, affermando che i militari difenderanno la costituzione e la sovranità. 

Leggi tutto...

La Provincia del Gansu in visita in Italia

E-mail Stampa PDF

gansu viadellasetadi Francesco Maringiò

Mentre alla era in corso la IX Riunione del Comitato Governativo-Cina, il Museo di d’Arte e della Scienza di Milano ospitava una delegazione del Gansu, guidata dal Ministro Kang Qing dell’Ufficio Informazioni della Provincia, ha presentato le bellezze della propria terra alla comunità business, politica e culturale italiana.

L’incontro si è svolto nella suggestiva cornice del Museo ed è stato accompagnato della mostra di pitture buddiste tipiche del Gansu.

Leggi tutto...

Deputati Usa che si oppongono al golpe in Venezuela. "Se davvero vogliamo aiutare il popolo venezuelano eliminiamo le criminali sanzioni"

E-mail Stampa PDF

ilhanomarda lantidiplomatico.it

La deputata statunitense Ilhan Omar è nata a Mogadiscio, in Somalia, nel 1981. All'età di 10 anni, a seguito dello scoppio della guerra civile in Somalia, è scappata insieme alla famiglia, rifugiandosi in un campo profughi in Kenya, in cui ha vissuto per quattro anni. Ilhan oggi è deputata del Partito democratico in Minnesota e proprio perché conosce sulla sua pelle quello che significa l'interventismo imperialista occidentale su una nazione si esprime in questo modo sul colpo di stato in corso in Venezuela. 

"Non possiamo scegliere i leader per altri paesi per conto di interessi aziendali delle multinazionali. Il potere legislativo non può prendere il potere ad un Presidente, e la Corte Suprema del Venezuela ha dichiarato incostituzionali le sue azioni."

Leggi tutto...

Le istituzioni democratiche devono respingere l'ingerenza in Venezuela

E-mail Stampa PDF

maduro manifestazione salutoDichiarazione di Socorro Gomes, Presidente del Consiglio Mondiale della Pace

da cebrapaz.org.br

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Le forze democratiche e di pace, costantemente mobilitate a sostegno della lotta del popolo venezuelano in difesa della sua sovranità, manifestano ancora il loro forte ripudio dell'offensiva contro il governo legittimamente eletto del presidente Nicolás Maduro. Mercoledì 23 gennaio, evidenziando la sua volontà di portare l'ingerenza in Venezuela fino alle ultime conseguenze, il governo di Donald Trump ha affermato di riconoscere il leader dell'opposizione, il golpista Juan Guaidó, senza mandato popolare come presidente ad interim, nel cui ruolo è stato insediato da governi suoi alleati.

Leggi tutto...

Pagina 2 di 294