Internazionale

Il movimento per la pace USA si mobilita contro le basi militari statunitensi nel mondo

E-mail Stampa PDF

militari portoda cebrapaz.org.br

Traduzione di Marx21.it

Il Consiglio della Pace degli USA (USPC, in inglese), membro del Consiglio Mondiale della Pace (CMP), ha recentemente promosso la formazione della Coalizione contro le basi militari statunitensi all'estero. La coalizione formata da diverse strutture nazionali, intende rafforzare la lotta contro le basi militari degli Stati Uniti, installate in più di 170 paesi, e partecipare al movimento globale contro le basi. Invita anche a una Conferenza da tenersi in gennaio, a Baltimora.

In una lettera indirizzata alle organizzazioni amiche in tutto il mondo, firmata dal presidente dell'USPC, Alfred Marder, la coalizione evidenzia il carattere di emergenza della situazione, sottolineando che “le attuali minacce alla pace mondiale richiedono l'opposizione di un movimento globale della pace unito”.

Leggi tutto...

La sovranità come condizione per fare politica

E-mail Stampa PDF

italia europa bandieredi Urbano Boscoscuro

Riteniamo utile per l'arricchimento del dibattito in corso nel nostro sito su "i comunisti e la questione nazionale"  riproporre (con qualche lieve modifica che non ne intacca il contenuto) uno stimolante contributo del compagno Boscoscuro, pubblicato alla fine del 2015.

Una proposta strategica per il paese

In un Paese le cui classi dirigenti, come diceva Flaiano, vanno sempre in soccorso al vincitore e la gara consiste nel dimostrarsi sempre più proni verso i dominanti, riprendere in modo deciso la questione della sovranità nazionale popolare è una condizione irrinunciabile per i comunisti, per tornare decisivi sull’agone politico.

Leggi tutto...

I Palestinesi vogliono che la Cina sostituisca gli USA come mediatore per la pace

E-mail Stampa PDF

cinapalestinada lantidiplomatico.it

Un alto funzionario palestinese ha esortato la Cina ad assumere il ruolo di mediatore internazionale nei colloqui di pace in Medio Oriente. Dopo che Pechino ha recentemente ospitato un simposio israelo-palestinese nel caos creatosi dopo la decisione unilaterale del presidente nordamericano Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele, la Cina si appresta a sostituire gli Stati Uniti in un ruolo che ha svolto storicamente negli ultimi decenni.

"La Cina è altamente qualificata per il ruolo di mediatore nel processo di pace tra Palestina e Israele", ha detto il segretario agli affari esteri del presidente palestinese, Nabil Shaath, all'emittente CGTN dopo aver partecipato al 3 °simposio per la pace in Palestina svoltosi a Pechino la settimana scorsa.

Leggi tutto...

Catalogna, Spagna, Austria, Europa... la deriva

E-mail Stampa PDF

catalogna stradadi Samir Amin

Traduzione di Andrea Catone per Marx21.it

Ringraziamo il compagno Andrea Catone per la segnalazione e la traduzione del contributo ricevuto da Samir Amin.

1.
Il caos espresso in Catalogna dall’equa condivisione di opinioni tra “indipendentisti” e “unionisti” sfida la ragione. Perché ciascuno dei campi è a sua volta diviso tra destra neoliberista reazionaria dichiarata e sinistra più sensibile alle deplorevoli condizioni dei lavoratori. Certo, alcuni di questi partiti di sinistra sono favorevoli al liberismo (che di per sé è una contraddizione!); ma altri sono potenzialmente anticapitalisti, anche se condividono le illusioni – la maggioranza in Europa – della possibilità di “riformare le istituzioni dell’ Unione europea”, benché costruite in cemento armato per rendere ciò impossibile.

Leggi tutto...

Ucraina poligono per gli esperimenti di guerra biologica del Pentagono?

E-mail Stampa PDF

laboratorio provettaNota del Partito Comunista di Ucraina

da kpu.ua

Traduzione dal russo di Mauro Gemma

Petro Simonenko: “Il capitale internazionale, i “sostenitori” del Dipartimento di Stato  e dell'UE hanno considerato e considerano l'Ucraina esclusivamente come una delle “caselle” della “scacchiera” geopolitica, in cui si svolge un sanguinoso dramma nella lotta per il dominio mondiale tra blocchi politico-economici imperialisti. Mentre il popolo dell'Ucraina interessa a costoro solo come “pedina” di questa scacchiera, da sacrificare per la propria vittoria”

E' noto che nel territorio dell'Ucraina con i soldi del Pentagono sono stati costruiti e operano laboratori biologici, che rappresentano una potenziale minaccia non solo per la popolazione dell'Ucraina, ma anche per i paesi vicini. L'obiettivo dichiarato di questi esperimenti è la lotta attraverso la minaccia biologica (non è chiaro quale) e la ricerca su agenti patogeni particolarmente pericolosi.

Leggi tutto...

Onoriamo la memoria di Amilcar Cabral, contrastando l'offensiva neocolonialista dell'imperialismo in Africa

E-mail Stampa PDF

amilcarcabraldi Albano Nunes

da avante.pt

Nota e traduzione di Marx21.it

E' doveroso, a quasi 45 anni dal suo assassinio (20 gennaio 1973) ad opera dell'agonizzante colonialismo portoghese, onorare la memoria di Amilcar Cabral, il grande combattente rivoluzionario, fondatore del Partito Africano per l'indipendenza della Guinea e di Capo Verde (PAIGC). Uno dei protagonisti, negli anni 60 e 70 dello scorso secolo, della gloriosa lotta di liberazione del continente africano, allora sostenuta dal campo socialista e da un possente movimento di solidarietà delle forze progressiste di tutto il mondo.

Leggi tutto...

Liberate i giornalisti ucraini!

E-mail Stampa PDF

vasiletes timoninLettera aperta di membri del Parlamento Europeo | da defenddemocracy.press

Traduzione di Marx21.it

Proponiamo, chiedendo ai nostri lettori di garantirne la massima diffusione, la lettera aperta di un gruppo di deputati del Parlamento Europeo che chiede il rilascio immediato di alcuni giornalisti ucraini condannati a dure pene detentive semplicemente per avere svolto il loro lavoro e il ripristino della libertà di stampa violata brutalmente dalla giunta oligarco-fascista di Kiev.

La notizia della coraggiosa presa di posizione di questo gruppo di parlamentari europei (in gran parte del gruppo GUE/NGL) è passata sostanzialmente sotto silenzio nel nostro paese.

Leggi tutto...

Dichiarazione Politica della II Conferenza Nazionale del “Frente Brasil Popular”

E-mail Stampa PDF

da frentebrasilpopular.org.br

Traduzione di Marx21.it

Per alcuni importanti passaggi riguardanti la difesa della sovranità nazionale, il documento è reperibile anche nella rubrica “I comunisti e la questione nazionale”

Riuniti a San Paolo il 12 e 13 dicembre, alla II Conferenza Nazionale del “Frente Brasil Popular”, 350 militanti provenienti da diversi settori organizzativi (tra questi compagni del Partito Comunista del Brasile e di altre organizzazioni comuniste, NdT) hanno discusso sulla crisi brasiliana e aggiornato i compiti politici delle forze democratiche e popolari.

Leggi tutto...

Provocazioni

E-mail Stampa PDF

majdan cecchinidi Jorge Cadima | da “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Marx21.it

Tra i documenti d'archivio relativi all'assassinio di J. F. Kennedy ora resi pubblici dal governo degli Stati Uniti si trova (Newsweek, 20.11.17) il memorandum “Top Secret” del Consiglio di Sicurezza Nazionale, con suggerimenti su come gli Stati Uniti potrebbero venire in possesso di aerei militari sovietici. In questo documento ufficiale si legge: “Tali aerei potrebbero essere usati […] in un'operazione di provocazione, in cui sembri che gli aerei sovietici sarebbero in procinto di attaccare gli USA e le installazioni amiche e che fornisca il pretesto per un intervento degli Stati Uniti”. La provocazione confessata richiama un altro documento ufficiale, “Giustificazioni per un intervento militare” a Cuba, preparato dai più alti vertici militari degli USA nel 1962 e più noto come “Operazione Northwoods” (Avante!, 28.12.01). Non è “teoria della cospirazione”, ma prova documentata che la cospirazione esiste, pianificata dall'imperialismo al massimo livello.

Leggi tutto...

In Cina, un grande evento con la partecipazione di 200 partiti politici di tutto il mondo

E-mail Stampa PDF

pcc bannerdi Sitaram Yechury, Segretario generale del Partito Comunista dell'India (Marxista)

da peoplesdemocracy.in

Traduzione di Marx21.it

Tra il 30 novembre e il 3 dicembre 2017, il Comitato Centrale del Partito Comunista della Cina (PCC) ha organizzato un incontro internazionale dal titolo “Il PCC dialoga con i partiti politici di tutto il mondo”. Circa 600 delegati di 200 partiti politici – da quelli al governo ai partiti comunisti all'opposizione – in rappresentanza di più di 120 paesi hanno partecipato all'evento.

Il programma si è svolto con due sessioni plenarie, all'inizio e alla fine dei lavori. Il dibattito si è sviluppato in cinque discussioni tematiche:

Leggi tutto...

Pagina 2 di 268