Internazionale

Voci da Caracas

E-mail Stampa PDF

maduro folla salutodi Marinella Correggia | da sibialiria.org

Davanti ai tamburi di guerra, a Caracas la vita si svolge normalmente, non si respira affatto aria di guerra, ma il popolo bolivariano è mobilitato in permanenza. Del resto due milioni di persone si sono  “arruolate” nella milizia bolivariana, pronte a difendere il paese….

La manifestazione chilometrica del 23 febbraio: Maduro è proprio solo!

Un mare di magliette e berretti rossi. Giovani di…tutte le età hanno sfilato in una manifestazione chilometrica sotto il sole; a percorrerla tutta dal fondo alla cima, ci si rendeva conto della pacifica allegra fermezza del popolo bolivariano. Invincibile, probabilmente. «Ecco il popolo di Chavez, che non è morto ma è diventato milioni» diceva una donna, mentre un attivista con gli occhiali truccati da occhi di Chavez  reggeva un cartello «L’Onu fermi l’aggressione al Venezuela».

Leggi tutto...

Il Trattato di Aquisgrana e la fine dell’Europa politica

E-mail Stampa PDF

macron merkel aquisgranaPubblichiamo un interessante contributo di Domenico Moro

da laboratorio-21.it

Il 6 febbraio 2019 la commissaria alla concorrenza della Ue, Margrethe Vestager, ha bocciato la fusione tra Alstom e Siemens nel settore ferroviario. Immediatamente la Francia e la Germania hanno dichiarato che avrebbero dato avvio a un processo di revisione delle regole della concorrenza. Ben diverso è stato l’atteggiamento dei due Stati in occasione della fusione tra Fincantieri e Stx France, nella cantieristica. In questo caso la Francia, sostenuta immediatamente dalla Germania, ha chiesto alla commissione alla concorrenza di esaminare la fusione alla luce del regolamento sulle concentrazioni.

Leggi tutto...

Pablo Sepulveda Allende, nipote di Salvador, contro la sinistra imperiale cilena e mondiale.

E-mail Stampa PDF

allende pablosepulvedada polivox.info

Traduzione a cura di Clara Statello

Non sono, per caso, esattamente gli stessi poteri fattuali che destabilizzarono e provocarono il colpo di stato contro Allende, quelli che stanno permanentemente destabilizzando e assediando il Venezuela Bolivariano?  

Per questa ragione diventa offensiva la mancanza di etica e la doppia morale di figure politiche che ancora osano definirsi rappresentanti degli ideali di sinistra - come ad esempio, tanto per nominarne alcuni, il presidente Pedro Sanchez, la senatrice Isabel Allende, la ex candidata Beatriz Sanchez e i suoi cagnolini George Jackson e Gabriel Boric (membri del movimento post comunista Frente Amplio, NdT), che riproducono esattamente lo stesso discorso della destra mondiale, per criminalizzare la rivoluzione bolivariana, ma sono incapaci di indicare con veemenza - come invece fanno con il governo venezuelano - il governo degli Stati Uniti come autore dei peggiori crimini contro l'umanità, commessi negli ultimi 70 anni. Nel solo secolo XXI, con i loro interventi militari in Afghanistan, Iraq, Libia e Siria, hanno provocato milioni di morti, milioni di rifugiati, devastato paesi che poi hanno abbandonato al caos. 

Leggi tutto...

Venezuela: imperialismo, proconsoli e “la legge”

E-mail Stampa PDF

venezuela lavagnaUn contributo di Mark Epstein per Marx21

Storicamente l’imperialismo si è manifestato in maniere diverse, ma ha sempre rivelato le sue fortissime connessioni allo stato del capitalismo contemporaneo, ed alle forme degli ‘sviluppi’, regressioni, e stalli anche dei rapporti interni alle nazioni o potenze capitalistiche.

Ciò che sta avvenendo riguardo l’ennesima aggressione e l’ennesimo (sinora ancora a livello di tentativo di) colpo di stato in America latina rivela molte cose sia a livello di politica interna degli Stati Uniti, sia a livello di politica internazionale.

Leggi tutto...

Cifre e Dati che smontano la "Crisi Umanitaria" in Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela cittada lantidiplomatico.it

Mision Verdad

L'annuncio dell’ingresso  di "aiuti umanitari" da parte degli Stati Uniti attraverso i confini della Colombia e del Brasile - valutato 20 milioni di dollari e totalmente irrisorio in contrasto con il danno prodotto dall'assedio finanziario quantificato in 30 miliardi di dollari - non riesce ad egemonizzare l'opinione pubblica, in particolare per le minacce di intervento militare che sono filtrate dalla Casa bianca, ma anche perché i dati reali sulla situazione politica ed economica del Venezuela non sono in sintonia con quelli delle nazioni che vivono una profonda devastazione sociale.

Leggi tutto...

Perché il Patto Francia-Germania è una secessione di fatto dall’Ue

E-mail Stampa PDF

Merkel MacronL'ultimo editoriale di Guido Salerno Aletta

di Guido Salerno Aletta
da startmag.it

Se è vero, come sosteneva Carl Schmitt, che le istituzioni del diritto pubblico europeo non sono altro che forme secolarizzate di concetti teologici cristiani, la indizione delle prossime elezioni del Parlamento europeo, a fine maggio, potrebbe essere considerata come la convocazione di un nuovo Concilio ecumenico, il luogo in cui si svolgerà il cammino comune dei cittadini, così rappresentati.

Leggi tutto...

La sovranità dell'America Latina è ancora una volta in pericolo

E-mail Stampa PDF

golpe militar en chiledi Marco A. Gandásegui h.*

da alainet.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Che cosa hanno in comune Dwight Eisenhower, Lyndon Johnson e Richard Nixon? I tre presidenti degli Stati Uniti hanno organizzato campagne per rovesciare governi democraticamente eletti nei paesi dell'America Latina. Nel caso di Eisenhower, organizzò l'invasione contro il governo di Jacobo Arbenz in Guatemala nel 1954. Johnson mandò truppe nella Repubblica Dominicana per impedire al presidente rovesciato, Juan Bosch, di tornare al potere nel 1965. Nixon e il suo consigliere per la sicurezza nazionale, Henry Kissinger, intervennero in Cile nel 1973 per porre fine al governo dell'unità popolare e assassinare Salvador Allende.

Leggi tutto...

Venezuela: l’oro nero che fa gola a molti

E-mail Stampa PDF

guaido maduro trumpdi Danilo Della Valle

da beppegrillo.it

Da qualche settimana il Venezuela ha strappato nei media titoli di prima pagina che prima con difficoltà gli sarebbero stati concessi. Immagini di un Paese sull’orlo della guerra civile, afflitto da fame e da miseria. Code interminabili dinanzi a negozi di alimentari, articoli che parlano di scarsità di farmaci e di violenza. Da un lato nerboruti e apparentemente incattiviti guardiani del “regime”, dall’altro masse sventolanti vessilli nazionali in un contesto allegro e non-violento, raffigurato nel “glorioso” sforzo di abbattere l’odioso sistema autoritario, ora guidato da un vecchio socialdemocratico, ora da un giovane homo novus, assurto alle cronache internazionali quale autoproclamato Presidente del Venezuela. Dubbio schema narrativo dello storytelling già troppe volte raccontato.

Leggi tutto...

La Francia verso la fascistizzazione?

E-mail Stampa PDF

police 21 3985607Da un comunicato del Collettivo Comunista Polex

da collectif-communiste-polex.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

C'è un argomento sul quale il presidente-monarca Macron non ha mentito con i francesi: è la sua volontà di trasformare in profondità la Francia, per realizzare a tutti i costi le "riforme", che gli detta la sua fede religiosa nei dogmi del "liberalismo": il cittadino produttore è nulla, il "mercato" capitalista è tutto, e il potere dello stato non ha altro scopo che rendere tutto più facile per lui. A tal fine, la "rivoluzione" macroniana deve fare piazza pulita di tutta una serie di conquiste sociali e politiche strappate dai lavoratori francesi alle loro "élite" nel 1936, 1945 e 1968, per citarne solo alcune.

Leggi tutto...

La Cina nega i colloqui con l'opposizione in Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela cina bandiereda telesurenglish.net | teleSUR / ML

Un portavoce del Ministero degli Esteri cinese ha condannato i media occidentali per la copertura della situazione in Venezuela.

traduzione di Marco Pondrelli

Il Ministero degli Esteri della Cina ha smentito le notizie diffuse mercoledì da “The Wall Street Journal” sul Venezuela, descrivendole come "fake news".

Il giornale americano in un rapporto di martedì ha citato presunte fonti secondo le quali i diplomatici cinesi hanno avuto colloqui a Washington con i rappresentanti dell'autoproclamato "presidente ad interim" del Venezuela ,Juan Guaido, in merito a un debito di 20 miliardi di dollari con Pechino ed a progetti petroliferi.

Leggi tutto...

Pagina 10 di 303