Internazionale

Il G7 non ha il diritto di dettare la sovranità alla Cina

E-mail Stampa PDF

hongkong cinadi Tom Fowdy

da http://www.cnfocus.com

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Il fatto che Hong Kong sia legalmente parte della Cina e parte del suo territorio, viene volutamente ignorato.

Il 17 giugno il G7 delle nazioni industrializzate, ovvero la Gran Bretagna, il Giappone, gli Stati Uniti, la Germania, l'Italia, il Canada e la Francia, ha rilasciato una dichiarazione in cui esorta la Cina a riconsiderare la sua imminente legge sulla sicurezza nazionale nella Regione amministrativa speciale di Hong Kong (RASHK), sostenendo che la legislazione non è “conforme" alla legge fondamentale della città, al principio due sistemi un paese, o alla dichiarazione sino-britannica.

Leggi tutto...

La Nato al timone della politica estera italiana

E-mail Stampa PDF

di maio guerinidi Manlio Dinucci

il manifesto 23 giugno 2020

I ministri della Difesa della Nato (per l’Italia Lorenzo Guerini, Pd), riuniti in videoconferenza il 17/18 giugno, hanno preso una serie di «decisioni per rafforzare la deterrenza dell’Alleanza». Nessuno però in Italia ne parla, né sui media (social compresi) né nel mondo politico, dove su tutto questo regna un assoluto silenzio multipartisan. Eppure tali decisioni, dettate fondamentalmente da Washington e sottoscritte per l’Italia dal ministro Guerini, tracciano le linee guida non solo della nostra politica militare, ma anche di quella estera. 

Leggi tutto...

Quali possibilità ha l’Ucraina di entrare a pieno titolo nella NATO?

E-mail Stampa PDF

ukraine flag maidandi Leonid Kalashnikov, membro del Presidium del Comitato centrale del Partito comunista, Segretario per le relazioni internazionali

da https://kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Leonid Kalashnikov: le prospettive di Kiev di entrare nella NATO sono più che illusorie, dato che il paese si trova nello stato di guerra civile

Leggi tutto...

Impero: “extreme center” e populismi (di destra e di ‘sinistra’)

E-mail Stampa PDF

usa discriminazionedi Mark Epstein

Per capire l’odierno panorama politico e partitico nell’Impero bisogna rendersi conto di quanto ambo i poli della Duopoly sono ormai formati da coacervi plasmati e diretti dalla “extreme center” (per un ottimo esempio di quanto poco cambi
ò di fatto tra il regime di W Bush ed il regime di Obama, tranne le forme retoriche nelle quali veniva venduta questa forma di eterodirezione, vedi qui).

Leggi tutto...

Siria: mentre la Russia avanza nuove costruttive proposte diplomatiche, gli Stati Uniti continuano a soffiare sul fuoco

E-mail Stampa PDF

aleppo bambino maceriedi Mauro Gemma per Marx21.it 

I leader di Russia, Turchia e Iran dovrebbero incontrarsi, in videoconferenza, prima di agosto, per cercare di trovare una soluzione politica per la Siria. Nel frattempo, sono entrate in vigore nuove sanzioni statunitensi contro il popolo siriano.

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, il 16 giugno, ha annunciato un possibile vertice del gruppo di dialogo inter-siriano e ha spiegato che a quel vertice, che avverrebbe prima della riunione del Comitato Costituzionale Siriano che raggruppa le forze di governo e i settori dell’opposizione favorevoli al dialogo con Assad, prevista per il prossimo agosto, potrebbe partecipare anche l'inviato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite in Siria, Geir Pedersen.

Leggi tutto...

Quale futuro per le relazioni tra la Cina e l’UE?

E-mail Stampa PDF

eu cina stelledi Xulio Ríos, direttore dell’Osservatorio di Politica Cinese

da https://politica-china.org

Traduzione di Marx21.it

Proponiamo l’autorevole giudizio di Xulio Rios come contributo alla discussione 

Le relazioni tra la Cina e l'UE affrontano un anno decisivo. Il 1 ° luglio, la Germania assumerà la presidenza di turno. Negli ultimi mesi, il dialogo ai massimi livelli tra Berlino e Pechino si è intensificato. Altrettanto frequenti sono stati i contatti con il presidente francese Emmanuel Macron. È stato inoltre organizzato un nuovo ciclo di dialogo bilaterale strategico. Ciò è servito ancora una volta a fissare posizioni, inventariare coincidenze e divergenze. Vi è vicinanza nel rifiuto dell'unilateralismo americano e nella visione di molti affari internazionali. E c'è distanza su altre questioni rilevanti, sia sull'ordine sistemico cinese che nel quadro delle relazioni reciproche.

Leggi tutto...

Impero: divide et impera, demagogie razziali

E-mail Stampa PDF

usa pistoladi Mark Epstein

[Per il significato di una serie di espressioni gergali diffuse nell’Impero, vedi la conclusione dell’articolo]

L’omicidio particolarmente efferato di George Floyd da parte della polizia a Minneapolis ha scatenato una serie di proteste, manifestazioni, e dimostrazioni, perlopiù pacifiche, ma che in parecchie occasioni sono anche trascese verso atti di vandalismo, saccheggio e teppismo su scala mai vista dopo quelli degli anni ‘60, e in questo caso, in realtà molto più significativi vista sia la diffusione in tutto l’Impero, che di seguito anche su scala globale.

Leggi tutto...

He Yafe – La Cina e la governance globale

E-mail Stampa PDF

he yafedi Marco Pondrelli

He Yafe è stato consigliere della Missione Permanente della Repubblica Popolare Cinese presso l'ONU, vicedirettore del Dipartimento di Controllo della Armi presso il Ministero degli Affari Esteri Cinese, Consigliere e inviato presso l'Ambasciata cinese negli Usa, è sicuramente un ottimo conoscitore della politica estera e può, meglio di tanti altri improvvisati opinionisti, guidarci nei cambiamenti mondiali che stiamo vivendo.

Leggi tutto...

Vietnam porta di accesso Ue all'Asean. Che cosa cambia con il libero scambio

E-mail Stampa PDF

vietnam fabbricadi  Francesco Maringiò

da https://www.affaritaliani.it

Per le imprese europee si aprono nuove occasioni di cooperazione che devono essere colte con visione strategica. Ecco come

L'Assemblea legislativa vietnamita ha ratificato l'accordo di libero scambio UE - Vietnam (
EVFTA) e l'accordo UE- Vietnam sulla protezione degli investimenti (EVIPA), dopo che questi erano stati votati dal Parlamento Europeo a febbraio scorso. Con l’entrata in vigore degli accordi (che avverrà a luglio-agosto di quest’anno) l'UE eliminerà le tasse di importazione su quasi l'86% dei prodotti in arrivo dal Vietnam, fino ad arrivare al 99% del totale in sette anni. Parimenti, il Vietnam eliminerà già il primo anno i dazi sul 48,5% delle merci in arrivo dall’'UE e proseguirà fino alla soglia del 91,8% entro sette anni.

Leggi tutto...

La guerra fredda verde

E-mail Stampa PDF

china ngoL'alleanza parlamentare transatlantica lanciata contro la Cina, con il coinvolgimento sostanziale di un politico verde tedesco

da https://www.german

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx.21

I dirigenti dei Verdi tedeschi stanno giocando un ruolo di primo piano in una nuova alleanza parlamentare transatlantica contro la Cina. Gli integralisti anti-cinesi, Marco Rubio e Bob Menendez, sono considerati le forze trainanti dell'Alleanza interparlamentare sulla Cina (IPAC), lanciata venerdì scorso, che attualmente coinvolge membri di dodici parlamenti. Ufficialmente, l'organizzazione cerca di forgiare una politica occidentale comune verso la Cina. Un obiettivo concreto sembra essere l'attuazione anche in Europa della politica sanzionatoria statunitense contro Pechino. L'IPAC sta mobilitando i parlamentari, laddove i governi nazionali stanno ancora rifiutando le sanzioni. Nei corridoi della Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera, lo scorso febbraio, Reinhard Bütikofer, membro del Partito Verde del Parlamento europeo, aveva già proposto la creazione di un tale gruppo di pressione parlamentare. Ora è co-presidente dell'IPAC. L'alleanza, che chiede lo sviluppo di "strategie di sicurezza" contro la Cina, ha un ex specialista della CIA nel suo comitato consultivo.

Leggi tutto...

Pagina 9 di 330