Internazionale

L'Europa e l'errore strategico di Rifondazione Comunista

E-mail Stampa PDF

rifondazione1990da lantidiplomatico.it

Di seguito l’intervento di Lucio Magri (19.02.1932 – 28.11.2011) contro la ratifica del Trattato di Maastricht sull’Unione Europea tenuto a nome di Rifondazione Comunista nella seduta della Camera del 29 ottobre 1992. Nel prosieguo i risultati del voto, con i posizionamenti politici, e un commento critico.


IL DISCORSO DI LUCIO MAGRI


“Signor Presidente, i deputati del gruppo di Rifondazione Comunista voteranno contro il disegno di legge di ratifica del trattato di Maastricht. In questa scelta siamo, qui ed ora, molto isolati, una esigua minoranza a fronte di uno schieramento quasi unanime.

Leggi tutto...

Aufstehen: la sinistra tedesca guarda alla France Insoumise di Melenchon

E-mail Stampa PDF

wagenknechtIl Simplicissimus

da lantidiplomatico.it

Formazioni come France Insoumise e adesso Aufstehen potrebbero avere grande importanza per la sinistra europea e per la sua capacità di tornare a essere protagonista per il futuro

Ormai è ufficiale: la Linke il partito più a sinistra del panorama politico tedesco è in via di probabile scissione con nascita del movimento Aufstehen (alzarsi o svegliarsi) guidato da Sarah Wagenknecht con caratteri molto diversi da quelli del tradizionale compromesso a sinistra e molto vicini invece a quelli di France Insoumise di Melenchon.

Leggi tutto...

Cosa succede in Turchia

E-mail Stampa PDF

turchia liradi Marco Pondrelli

La situazione turca è arrivata ad occupare le prime pagine dei giornali. Gli stessi che poco tempo fa riconoscevano in Erdogan un leader riformista e democratico capace di guidare la Turchia verso l'Europa, lo descrivono oggi come un autocrate, augurandosi una sua uscita dalla Nato.

Cos'è cambiato? Davvero Erdogan è passato da una politica democratica (ad esempio verso i curdi) ad una politica dittatoriale nel giro di pochi mesi? Assolutamente no, è l'ex sessantottino Bernard-Henri Lévy (la stampa 11 agosto) a spiegarci dove sta il problema: “Ed evoco giusto per la memoria il fatto che, la settimana scorsa, a Johannesburg, si è tenuto il decimo summit dei Brics, dove lo stesso Erdogan ha avuto il singolare privilegio di essere ricevuto come «invitato d’onore» e dove ha preso in considerazione, molto ufficialmente, un ravvicinamento strategico con la Cina di Xi Jinping e, ancora una volta, con la Russia di Putin”.

Leggi tutto...

Contraddizioni inter-imperialiste

E-mail Stampa PDF

imperialismo lenin copertinadi Albano Nunes

da “Avante!”, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Albano Nunes è figura storica del Partito Comunista Portoghese e tra i protagonisti della lotta antifascista del suo popolo contro il sanguinario regime fascista di Salazar e Caetano.

"L'imperialismo, fase suprema del capitalismo", l'opera preziosissima di Lenin che all'inizio del ventesimo secolo sviluppa le analisi di Marx sul sistema capitalista dovrebbe essere riletta. Non perché si trovino risposte pronte alla complessa e pericolosa situazione internazionale che stiamo vivendo oggi, ma semplicemente per aiutare la sua comprensione.

Leggi tutto...

Il caso del calciatore Özil mescola lo sport con la geopolitica

E-mail Stampa PDF

ozil germaniadi Fabio Massimo Parenti*

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Articolo pubblicato sul Global Times il 26 luglio 2018

Di origine turca, nato e cresciuto in Germania, Mesut Özil ha giocato in molte squadre importanti, come il Real Madrid e l'Arsenal. Ha fatto parte della squadra nazionale tedesca dal 2009. È un calciatore che ha trovato fama nazionale e internazionale, come durante la Coppa del Mondo nel 2014. Ora ha deciso di ritirarsi dal calcio internazionale. Altri possono speculare sul suo ruolo e valore come calciatore internazionale, mentre a me interessano gli aspetti politici sottostanti la diatriba sul caso di Özil, che ha sollevato interrogativi sull'interazione tra interessi calcistici, identità nazionali-culturali, razzismo, politiche migratorie e geopolitica.

Leggi tutto...

Dichiarazione del Partito Comunista del Venezuela (PCV)

E-mail Stampa PDF

pc venezuelaDichiarazione del Partito Comunista del Venezuela (PCV)

da kprf.ru

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

L'Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista del Venezuela (PCV) condanna il crimine perpetrato contro il presidente Nicolás Maduro Moros e le più alte autorità dello Stato e del governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, il 4 agosto dell'anno corrente, nel corso dell'evento commemorativo dell'81° anniversario della Guardia nazionale bolivariana (GNB).

Leggi tutto...

Il X Vertice dei BRICS rafforza la loro cooperazione

E-mail Stampa PDF

brics2018daAvante!, Settimanale del Partito Comunista Portoghese

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

I leader delle cinque economie emergenti che fanno parte dei BRICS hanno deciso di rafforzare la cooperazione tra loro e con gli altri partner per far fronte alle sfide del mondo di oggi.

I leader di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica si sono incontrati a Johannesburg dal 25 al 27 luglio al 10 ° Summit del Gruppo e hanno affrontato temi chiave come la guerra commerciale guidata dagli Stati Uniti, i conflitti in Medio Oriente, la necessità di combattere efficacemente il terrorismo e l'importanza di sostenere lo sviluppo dell'Africa.

Leggi tutto...

SOROS PAPERS II: Geografia politica degli eurodeputati affidabili

E-mail Stampa PDF

soros bndi Francesco Galofaro – Politecnico di Milano

Con questo articolo Marx XXI prosegue la pubblicazione degli approfondimenti sui Soros Papers. Il lettore troverà la prima parte dell’inchiesta a questo indirizzo.

Si tratta di documenti riservati della Open Society Foundation che fa capo al discusso finanziere naturalizzato statunitense George Soros, pubblicati dal sito DC Leaks. Nella prima parte ci siamo occupati della fonte e abbiamo spiegato la tecnica usata dai lobbisti della fondazione. In questa seconda parte approfondiremo meglio la geografia politica dei parlamentari considerati affidabili dalla lobby di Soros.

Leggi tutto...

La “Ferrovia della Seta” porta a Pyongyang

E-mail Stampa PDF

Valori Kim Yong Nam Presidente Assemblea Suprema del popolo02 696x505di Giancarlo Elia Valori
da ildenaro.it

La cooperazione ferroviaria tra le due Coree, sancita il 26 giugno scorso, oltre ad ammodernare l’intera rete della penisola, consentirà la connessione alla Transiberiana, che può essere definito il punto di partenza di quella che viene chiamata “La Via della Seta del XXI Secolo”, per essere più precisi, la realizzazione di una nuova “Ferrovia della Seta”, quale ponte di collegamento tra due mondi. Con un chiaro riferimento all’antica Via della Seta che univa la Cina ai territori dell’Impero Romano. Invece questa rete ferroviaria collegherà la Corea del Sud con la Corea del Nord e, attraverso la Transiberiana, l’Eurasia, per consentire il trasferimento veloce di persone, merci e risorse.

Leggi tutto...

Riorientare l'Europa in un mondo che cambia

E-mail Stampa PDF

eu newdi Fabio Massimo Parenti*

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Articolo pubblicato sul Global Times il 02 agosto 2018

L'articolo di Krastev sulla rivista Foreign Policy, "Le 3 versioni dell'Europa stanno crollando allo stesso tempo", merita attenzione. La sua analisi è parte di un ampio dibattito sulle fragilità europee e occidentali degli ultimi 20 anni.

I problemi europei, sotto l'emergere di nuove forze politiche e debolezze dell'Unione monetaria, hanno suscitato rivendicazioni per la riforma dell'Unione europea o l'abbandono del blocco.

Leggi tutto...

Pagina 8 di 290