“20 anni di SOS Jugoslavia SOS Kosovo Metohija. 20 anni di militanza per la pace e di solidarietà concreta”

E-mail Stampa PDF

20anni vignariceviamo da Enrico Vigna questo importante appello

Dedichiamo queste pagine a quelli che c'erano 20 anni fa, a quelli che ci sono stati in questi 20 anni ,a quelli che non ci sono più, a quelli che ci sono ancora oggi, tutti preziosi e importanti, ciascuno parte di noi con la speranza che altri verranno per continuare a resistere al fianco dei popoli aggrediti, nel ricordo di tutti gli innocenti di ogni guerra fatta per interessi, profitti, obiettivi dei potenti, con nell'anima la speranza di un futuro più umano: che nessuno dimentichi e nulla sia dimenticato.


Con “20 anni di S.O.S Jugoslavia S.O.S Kosovo Metohija” ci siamo proposti, fuori da ogni intento retorico e auto celebrativo, di consegnare ai soggetti non ancora lobotomizzati dalla disinformazione mediatica pianificata, il percorso di una esperienza solidale che nasce nella tragedia dei popoli yugoslavi negli anni ‘90, macellati dalle “guerre umanitarie”della Cabala finanziaria occidentale. Che continua ancor oggi nel 2020.


In questi 20 anni abbiamo incrociato il dolore e le speranze di donne e uomini derubati del diritto al futuro, giacché la loro storia collettiva costituiva un intollerabile ostacolo al dispiegarsi, con la globalizzazione finanziaria, del “Nuovo Secolo Americano”.

L’incontro con una umanità ferita dalla demonizzazione mediatica, dai missili “intelligenti”, dall’uranio impoverito, sradicata dalle sue radici millenarie, rinchiusa nelle enclavi-prigioni a cielo aperto del Kosovo, è stato per molti di noi un”pugno nello stomaco” che rendeva più acuto il disagio di appartenere a un paese, l’Italia, colpevole di aggressione contro la Yugoslavia.

Nella straordinaria resistenza umana di quella gente umile e generosa, che rifiutava di consegnare ai padroni dell’Universo la terra, la vita, le radici e la dignità di un popolo, abbiamo appreso la lezione di chi ostinatamente cerca la luce anche nel profondo di una notte senza speranze.

Con loro abbiamo compreso che la solidarietà autentica è un prezioso sostegno per  chi si trova in condizioni di estrema fragilità e vulnerabilità materiale e morale, ma è altrettanto vitale per chi, offrendola, fruisce dell’opportunità di condividere il dolore e la speranza di chi ha perso tutto ma non la dignità per continuare a resistere!

Sotto le bombe della NATO, nella Yugoslavia del ‘99 , si resisteva  ricordando che “forse ci vinceranno ma sicuramente non ci convinceranno!”.

Siamo onorati di far parte di quella minoranza, che nel nostro paese non si è fatta convincere!

Ancora grazie/hvala alle figlie e ai figli del popolo serbo jugoslavo che, nella lunga notte del totalitarismo imperiale, hanno ricordato all’umanità intera che sono i popoli a fare la Storia!   

Il direttivo di S.O.S. Yugoslavia – SOS Kosovo Metohija

Anche in questi tempi di pandemia, il nostro impegno di SOLIDARIETA’ CONCRETA è caparbiamente continuato, nonostante difficoltà oggettive e reali. Questa modesta testimonianza intendeva anche essere, come sempre, uno strumento di raccolta fondi per i Progetti là. 

Chiediamo a chi ci ha conosciuto o ha collaborato con noi in questi venti anni, di comprare, regalare, diffondere questo libro. Anche questo ci potrà permettere di mantenere l’impegno preso di non cedere ed aiutarli a RESISTERE! GRAZIE.

Editore: La Città del Sole - Data di Pubblicazione: 2020

ISBN: 8882923436  -     Pagine: 102   -   15.00 E