"Le rivelazioni di WikiLeaks mostrano la posizione bellicista di Hillary Clinton"

E-mail Stampa PDF

assange clintonda lantidiplomatico.it

Secondo l'avvocato e scrittrice, Eva Golinger, Wikileaks si trova sotto costante pressione per l'impatto negativo delle sue rivelazioni nella campagna elettorale degli Stati Uniti.

Le rivelazioni di WikiLeaks fatte nelle ultime settimane su Hillary Clinton e i democratici "hanno causato un impatto sulla campagna elettorale negli Stati Uniti" soprattutto "negativo per la campagna di Clinton, che è la candidata ufficiale", ha dichiarato l'avvocato e scrittrice, Eva Golinger.

"Non c'è da stupirsi se c'è pressione da qualsiasi luogo. Anche diversi portavoce degli Stati Uniti hanno chiesto di intervenire contro Julian Assange e Wikileaks da tempo", ha aggiunto l'esperta.

Golinger ha ricordato che quando Clinton era Segretario di Stato durante l'amministrazione di Barack Obama "è stata molto a favore degli interventi degli Stati Uniti, tra i quali quelli in Libia. Ha anche preso una posizione forte contro la Siria e il governo di Bashar al Assad. È stata molto bellicosa, è la sua posizione, e queste e-mail lo hanno dimostrato."


CONTINUA A LEGGERE