Per Carla Del Ponte l'intervento militare in Siria peggiorerà la situazione

Stampa

da italian.ruvr.ru

Carla del Ponte, membro della commissione dele Nazioni Unite per le indagini sulle possibili violazioni dei diritti umani in Siria, ha avvertito che l'ingerenza straniera nel conflitto in Siria "porterebbe solo altre vittime." "I negoziati sono l'unica via d'uscita possibile per il popolo siriano, spero che inizieranno il più presto possibile prima che sia troppo tardi," - ha detto l'ex procuratore generale della Svizzera, parlando in una conferenza stampa a Ginevra. "Non credo che l'intervento militare abbia successo," - ha sottolineato.


CONTINUA A LEGGERE