Gerusalemme, madre di tutte le battaglie

E-mail Stampa PDF

da lacittafutura.it

Il compagno Bassam Saleh ci segnala il suo articolo pubblicato in "La Città Futura". Volentieri lo riprendiamo quale contributo alla discussione sugli sviluppi della politica internazionale in vista dell'insediamento di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti

Trump vuole riconoscere Gerusalemme capitale di Israele, contro il mondo

Fra pochi giorni il neo eletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, entrerà alla Casa Bianca e assumerà i suoi poteri come presidente della più grande potenza mondiale. Vedremo se l’insediamento sulla poltrona presidenziale nell’ufficio ovale della Casa Bianca gli farà capire la differenza fra governare e fare campagna elettorale in libertà.

Dovrà confrontare le sue idee con la realtà, sia a livello interno (sistema sanitario, immigrazione) sia a livello di politica internazionale (relazioni con altre potenze mondiali, i focolai di guerra sparsi nel mondo, lotta al terrorismo e nuove alleanze nella lotta contro il cosiddetto “terrorismo islamico” inventato dagli stessi Usa).


CONTINUA A LEGGERE