Brutale repressione della mobilitazione di massa degli insegnanti da parte del governo

Stampa

grecia repressionepameda resistenze.org

Partito Comunista di Grecia (KKE)
inter.kke.gr

Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Il governo SYRIZA-ANEL ha risposto con una brutale repressione alle grandi ed energiche mobilitazioni degli insegnanti che hanno contraddistinto il loro sciopero di 24 ore dello scorso venerdì 11 gennaio 2019, contro il progetto di legge del governo per il nuovo sistema di assunzione-nomina in discussione al Parlamento. Come denunciano gli insegnanti, questo disegno di legge prelude al licenziamento di migliaia di insegnanti supplenti, attraverso i criteri adottati dal nuovo sistema.


Ad Atene, una volta che i manifestanti hanno raggiunto la residenza ufficiale del Primo Ministro, una delegazione di insegnanti ha chiesto che i blindati della polizia che bloccavano l'accesso fossero rimossi, per incontrare il Primo Ministro.

La polizia ha risposto con un eccessivo uso di sostanze chimiche, sparando alla cieca da dietro i furgoni con granate stordenti, causando lesioni ai manifestanti. Tra questi, il deputato del KKE Yiannis Delis, Thodora Drimala, un membro del Consiglio di amministrazione della Federazione degli insegnanti greci e dirigente del PAME, e Yiannis Eris, uno studente universitario eletto nel Consiglio di amministrazione della facoltà di storia e archeologia. Il deputato del KKE ha subito ustioni e la rottura del timpano ed è ricoverato all'ospedale Evangelismos.

Nel tentativo di rinnegare le pesanti responsabilità del governo per l'attacco, il Ministro della Protezione dei cittadini, Olga Gerovasili, nella sua dichiarazione ha parlato di ... azioni "inaccettabili e politicamente pericolose" di "alcuni uomini della Polizia antisommossa", mentre la prefettura greca si è affrettata a ordinare un'inchiesta amministrativa ufficiale ...

L'ufficio stampa del CC del KKE, in merito al brutale attacco contro la manifestazione degli insegnanti da parte della polizia antisommossa, ha rilasciato il seguente comunicato: "Il KKE condanna il brutale attacco contro la manifestazione di massa degli insegnanti fuori dal Parlamento da parte della Polizia antisommossa, che ha persino sparato alla cieca contro la folla con gas lacrimogeni e granate stordenti. Il risultato di questo attacco è stato il ferimento dei manifestanti, tra cui il parlamentare del KKE Yiannis Delis e Thodora Drimala, un membro del Consiglio di amministrazione della Federazione degli insegnanti greci e dirigente del PAME, che sono stati trasferiti all'ospedale Evangelismos. Questo attacco mostra che il governo SYRIZA-ANEL non ha alcuna esitazione nell'imporre la sua politica, che nel campo degli insegnanti si è espresso nella carcerazione e nella disoccupazione di migliaia di insegnanti a contratto e non nominati, nonché nelle migliaia di cattedre vacanti nelle scuole".

Il rappresentante al Parlamento del KKE Thanasis Pafilis ha fortemente protestato per l'accaduto con il Ministro della Protezione dei cittadini.

Dichiarazione di Dimitris Koutsoumpas

In una dichiarazione, il Segretario Generale del CC del KKE Dimitris Koutsoumpas ha osservato come: "Il brutale attacco di oggi da parte delle forze di polizia contro gli insegnanti, che ha provocato il grave ferimento del deputato KKE Yiannis Delis, ora in ospedale, dimostra quanto il governo SYRIZA-ANEL sia spietato.

In questo modo, sembra che il signor Tsipras intenda - come tutti i precedenti - 'sistemare le cose', cioè finire il lavoro sporco che ha intrapreso".