Lo speaker del Parlamento di Kiev definisce Hitler “il più grande democratico”

E-mail Stampa PDF

parubiy 1Appello del Partito Comunista di Ucraina ai deputati di sinistra dei parlamenti nazionali ed europei

da solidnet.org

Nota introduttiva e traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Ricordate l'incontro tra l'ex presidente della Camera, Laura Boldrini, e lo speaker della Rada Suprema (il parlamento di Kiev)? In quell'occasione si sprecarono gli omaggi e gli onori nei confronti di questo personaggio e l'assicurazione della presidente di respingere come “fake news” tutte le critiche che venivano, da più parti, portate al regime arrivato al potere con il colpo di Stato del 2014.

Nell'occasione vennero firmati importanti accordi di cooperazione tra i due parlamenti, tra salamelecchi reciproci. Allora i siti più coerentemente antimperialisti e antifascisti (Marx21.it, l'Antidiplomatico e Contropiano innanzitutto) furono gli unici a denunciare le caratteristiche di brutale picchiatore fascista di Parubij, tra i protagonisti più violenti del regime nazista di Kiev e fanatico sostenitore delle ideologie del nazismo tedesco e del fascismo italiano.

Ora a distanza di circa un anno, questo orrendo figuro si è reso protagonista di una nuova incredibile e intollerabile vicenda. Parubij è arrivato al punto di rilasciare una pubblica dichiarazione in una trasmissione televisiva, in cui non esita a definire Adolf Hitler “il più grande democratico”. Ci sarebbe da ridere, se fosse solo l'estemporanea uscita di un qualsiasi e ignoto fascistone. In realtà ci troviamo di fronte a una vera e propria tragedia, sapendo che questo nazista confesso e mai pentito è tra i principali responsabili della politica di repressione, torture e omicidi di oppositori politici e dell'aggressione genocida al popolo del Donbass attuate dal regime di Kiev, con il sostegno esplicito di USA/UE/NATO.

Su questo gravissimo episodio, naturalmente ignorato dal nostro apparato mediatico e dall'opinione pubblica del nostro continente, il segretario generale del Partito Comunista di Ucraina, Petro Simonenko, ha diffuso un appello alle forze di sinistra presenti nei parlamenti nazionali e nelle Assemblee parlamentari europee.

Ne proponiamo la traduzione ai nostri lettori, augurandoci che qualcuno di coloro a cui è rivolto l'appello, lo raccolgano, contribuendo a denunciare la natura nazi-fascista del regime golpista ora al potere in Ucraina e dei personaggi che ne sono alla guida. (Mauro Gemma)

Il Partito Comunista di Ucraina invita i deputati di sinistra dei parlamenti nazionali, i partiti comunisti e operai, i deputati dei partiti di sinistra del Parlamento europeo, i delegati all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa a chiedere ai loro governi di adottare misure appropriate per condannare la responsabilità che ha Parubij nella diffusione e glorificazione delle idee del nazismo e dell'hitlerismo.

" La dichiarazione di Parubiy secondo cui il più grande democratico è stato Adolf Hitler, conferma la posizione del partito comunista che afferma che oggi principale minaccia per l'Ucraina risiede nel fatto che il regime del dopo Maydan ha pienamente dimostrato la sua natura neo-nazista e presenta il carattere marcato di dittatura nazista. Parubiy è stato il fondatore del Partito Nazionalsocialista, ufficialmente registrato dal Ministero della Giustizia, alla base della cui ideologia è il nazionalismo integrale di Dmytro Dontsov, che combina i principi del nazismo di Hitler e del Mussolini dei tempi del fascismo italiano", - ha detto P. Symonenko.

Il leader comunista ha sottolineato che il proposito di Parubij è di continuare il lavoro di Hitler e realizzare la sua politica, utilizzando a questo scopo il popolo dell'Ucraina.

"La vera minaccia per l'Ucraina è l'esistenza di questo regime nelle persone di Poroshenko, Parubij, Turchinov e la presenza di vari partiti fascisti nazionalisti che sostengono la politica dell'hitlerismo. Questo è ciò che sta distruggendo l'integrità territoriale e privando l'Ucraina della sovranità politica ed economica, trasformando il nostro paese in una neocolonia e il nostro popolo in forza servile per l'Unione Europea e le multinazionali ", ha specificato P. Simonenko.

Secondo il segretario comunista, A. Parubij deve essere immediatamente rimosso dalla carica di portavoce del parlamento e costretto a rispondere penalmente, anche in base alla posizione del Tribunale di Norimberga in merito al nazismo e ai portatori dell'ideologia nazista.

Partito Comunista di Ucraina
Comitato Centrale
Dipartimento delle Relazioni Internazionali