Le attività di lobbying italiano a Bruxelles

E-mail Stampa PDF

da www.tribunodelpopolo.it

In un mondo in continua evoluzione, ci pare essenziale gettare un po’ di luce su un universo in continua espansione, del quale, spesso, non si ha una corretta visione. Attraverso una serie di articoli, proveremo ad addentrarci in questo complesso e, soprattutto, interconnesso sistema. Nel primo, eviteremo di esprimere giudizi di valore come: giusto o sbagliato, funzionale o inutile, ma ci concentreremo su che cos’è una lobby, in che contesto opera e come agisce.

Negli articoli successivi, proveremo a evidenziare luci e ombre di un meccanismo che condiziona e condizionerà sempre di più, nel bene e nel male le nostre vite.

Il quadro generale

Da metà anni novanta ad oggi , la presenza italiana a Bruxelles ha subito sostanziali modifiche. La crescita delle rappresentanze italiane, istituzionali e non, pubbliche e private, per la tutela degli interessi italiani presso le Istituzioni europee, è esponenziale. Nello stesso arco temporale, si registra lo stesso incremento, per quanto riguarda il numero degli uffici di collegamento e delle associazioni che si occupano di tutelare interessi di pertinenza, qui nella capitale belga. 


CONTINUA A LEGGERE